David Almond

Nasce nel 1951 a Felling, piccola città inglese presso Newcastle, secondo di sei fratelli. A scuola non si diverte granché, soprattutto dopo i tredici anni. In compenso ama la biblioteca: sogna di vedere un giorno gli scaffali pieni di libri con il suo nome stampato in copertina. Va all'università, si laurea, insegna per cinque anni e solo allora comincia a scrivere. Dapprima sono solo brevi storie, pubblicate su riviste minori o raccontate alla radio, ma presto lascia il lavoro di insegnante, vende la casa per andare a vivere in una comunità di artisti e decide di lavorare alle sue storie a tempo pieno. Invia il primo romanzo a ben trentatré editori e viene rifiutato da tutti.
Ma poi arriva il romanzo Skellig che ha un successo immediato (vincitore del Carnegie Medal e tradotto in più di trenta lingue),
Tra i numerosi altri premi vinti, i più importanti sono l'Hans Christian Andersen nel 2010, due Whitbread Award e il Prix Sorcieres francese.

videointervista   

Bibliografia

Contare le stelle, Mondadori, 2002
Occhi di cielo, Mondadori, 2004
La storia di Mina, Salani, 2011
Il bambino che si arrampicò fino alla luna, Salani, 2012
Il grande gioco, Salani, 2013
La vera storia del mostro Billy Dean, Salani, 2014
Klaus e i ragazzacci, Sinnos, 2015
Mio papà sa volare!, Salani, 2017
La canzone di Orfeo, Salani, 2018
Argilla, Salani, 2019
Il ragazzo che nuotava con i piranha, Salani, 2019
Skellig, Salani, 2020
Un angelo nel taschino, Salani, 2020
Wild girl, wild boy, Primavera, 2020
La guerra è finita, Salani, 2021
Il colore del sole, Salani, 2022

Albi illustrati / fumetti
Dave McKean, Il selvaggio, Edizioni BD, 2009
Dave McKean, Topo, uccello, serpente, lupo, Edizioni BD, 2014
Ulrke Wiesmüller, Il sogno del Nautilus, orecchio acerbo, 2017
Levi Pinfold, La Diga, orecchio acerbo, 2018
Laura Carlin, La donna che trasformava i bambini in uccelli, Camelozampa, 2022