Ti è piaciuto?

Conoscevo quel campeggio come le mie tasche. Da due settimane ne percorrevo i vialetti cercando di inventarmi percorsi diversi per far passare il tempo. Ero andato a tutte le serate. Mi ero impegnato. E ogni volta mi ero sentito fuori posto.
“Oscar è morto perché l'ho guardato morire senza muovere un dito”. Comincia così la storia allucinante di Léonard, che si trova in vacanza con i genitori in un campeggio sulla riviera francese. Léonard detesta quel luogo: è noioso e banale, in più fa un caldo soffocante che non passa mai. I ragazzi e le ragazze della sua età
ballano, bevono, si fidanzano e si lasciano nel giro di una festa, e lui non capisce come possano trovare tutto questo divertente. Poi una notte, rientrando da una serata, succede una cosa indicibile: Oscar, un ragazzo che fino a quel momento Léonard ha sempre osservato da lontano, muore davanti ai suoi occhi. È un incidente e lui è l'unico testimone. Nel panico, compie un gesto inspiegabile: invece di chiedere aiuto, nasconde il cadavere. Perché lo ha fatto? Come può sopravvivere al resto della vacanza con un segreto così pesante addosso?

Commenti

Avatar giorgiasala
24/03/2023 19:07
2X - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
La storia narra di Leonard, un ragazzo che agli occhi degli altri è anomalo, difettoso, trasparente... Nessuno si rende conto della sua presenza o di ciò che accade dentro la sua mente. Leonard è quel tipo di persona che preferisce guardare, anzichè partecipare. Odia il contatto con gli altri che lo fa sentire sporco. Odia mostrarsi, per questo indossa sempre una maglietta che lo protegge dagli occhi degli altri. Leonard non vive le sue giornate tra fiumi di alcool e musica assordante , ma cercando strade alternative al solito percorso del campeggio in cui si trova a trascorrere una vacanza estenuante. Forse pensa che in queste strade che si alternano tra sabbia, ciottoli e asfalto troverà una via alternativa per il suo malessere. In queste stesse strade, durante una notte, si imbatte in una scena raccapricciante: Oscar, un ragazzo coetaneo, si sta strozzando con le catene di un'altalena e appena si accorge di Leo cerca di chiedere aiuto. Leo però lo lascia morire, forse per invidia della sua vita normale o forse per il vuoto che prova. Occulta infine il cadavere in una buca nella sabbia, sperando di sbarazzarsi del senso di colpa e del suo sentirsi inutile ed inferiore. Di questo libro ho apprezzato lo stile di scrittura che è in grado di far provare gli sbalzi di umore di Leo, i suoi stati d'animo e il suo modo di vedere il mondo. Ciò che però non mi è chiaro sono i motivi che lo spingono ad agire in un modo piuttosto che in un altro e questo mi ha impedito di comprendere appieno la storia, così come il finale che ho trovato frettoloso e ingarbugliato.
Avatar giuggiola
24/03/2023 14:29
2X - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
Questo libro narra l'ultimo giorno di campeggio di Leònard, un ragazzo che si sente estraneo dai suoi coetanei. Tutta la storia si incentra sul suicidio di Oscar, un ragazzo del campeggio e del rimorso che leonard avrà per tutto il libro per averlo sotterrato sotto la sabbia. Mentre tutti volevano divertirsi, ballare e bere lui invece voleva stare da solo e senza musica. Fino a quando non conosce il significato della parola amare e dell'essere rifiutati, Luce una ragazza che viveva poco distante dal campeggio non lo vide come il solito sfigato, anzi, gli diede una possibilità. Personalmente ho trovato questo libro molto privo di contenuti, per questo do solo 5 stelle però nonostante ciò ho amato lo stile di scrittura dell'autore molto scorrevole e una parola tirava l'altra. Ciò che non mi è piaciuto di questo libro è la storia in sé, finisce lasciandoti con la suspance e io non amo questo genere di libro. Non mi sento di consigliarlo come lettura però se siete amanti di storie uggiose allora vi piacerà.
Avatar aliceveronesi
21/03/2023 12:28
2F - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
Ho scelto questo libro perchè la storia mi è sembrata da subito avvincente, infatti la lettura mi ha interessata molto e mi ha intrattenuta fino alla fine, anche se mi aspettavo un finale diverso. Il personaggio di Lèonard mi ha incuriosita molto perchè non avrei agito come lui e, durante la lettura, mi sono trovata spesso ad interrogarmi sulle spiegazioni delle azioni del protagonista, ma anche sulle motivazioni che hanno portato Oscar al suicidio.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar GianniGinoGiulio
20/03/2023 11:36
2T - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
Questo libro parla di un ragazzo adolescente diverso dagli altri a cui non piace andare a ballare e stare con gli amici, un giorno gli succederà qualcosa di inaspettato: Il suo compagno gli muore davanti senza motivo. Il libro mi ha fatto riflettere su come reagire a una situazione a noi estranea, dove una decisione sbagliata può portare a una brutta conseguenza. Oltre a questo mi ha fatto riflettere sul fatto che al giorni d'oggi ci sono molte situazioni simili, dove le persone agiscono in modo sbagliato che portano a gravi conseguenze. Il libro ha uno stile molto lento e impegnativo perché si sofferma troppo sugli eventi accaduti.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Alee_xj
20/03/2023 11:38
2T - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
Ho scelto questo libro perchè, dalla sua presentazione, mi ha incuriosito, e ammetto di aver fatto la scelta giusta. In alcuni momenti l'ho trovato lento e noioso, specie quando la narrazione dei fatti si fermava per dare spazio a profonde descrizioni e riflessioni. Tuttavia, questo libro mi ha colpito e interessato soprattutto nei momenti della vita e delle azioni impulsive del protagonista. Mi ha fatto riflettere il fatto che le persone possano avere pensieri molto lontani dal nostro modo di ragionare.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Alllle
20/03/2023 11:47
2T - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
Questo libro mi è piaciuto molto perché ha uno stile semplice e veloce, nonostante presenti molte descrizioni dettagliate nella narrazione dei fatti. Parla di com'è cambiata la vita di Leonard, ragazzo che dopo aver assistito al suicidio di un suo coetaneo reagisce in modo inaspettato. Il libro mi ha fatto riflettere quanto sia diffuso il suicidio al giorno d'oggi.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar perinii
19/03/2023 19:06
3B - ITIS Galilei, San Secondo Parmense
La trama mi ha ingannata,o meglio mi ha convinto ma una volta iniziata la lettura sono rimasta un po' delusa. La storia del protagonista è interessante, sicuramente cattura l'attenzione di noi giovani ma ciò che ci avrebbe coinvolto di più sarebbe la vicenda di Oscar; secondo me avrebbe dovuto avere più centralità, un tema così delicato non può essere trattato in così poche pagine. Lo consiglio ma non è uno di quei libri che ti fan venire voglia di una seconda lettura.
Avatar Lori
17/03/2023 18:05
1B - IIS "Vittorio Bachelet", Oggiono
Il libro caldo racconta la storia di un adolescente,un giovano che non ama le feste ,l'estate e soprattutto il caldo .Romanzo descrive le preoccupazioni di Lèonard ,un adolescente che crede di essere diverso dai coetanei .Qualcosa che mi ha attratto di più di questo libro sono i suoi misteri e il senso di colpa .Leonard si trova schiacciato dal senso di colpa ,vuole essere capito dagli altri senza esporsi.Non mi aspettavo che questo libro mi piacesse .Mi è piaciuto come lo scrittore ha usato un linguaggio semplice e chiaro .consiglio questo libro a chi piace la drama e i misteri.
Avatar ale_nicola
16/03/2023 18:01
1O - Liceo Galvani, Bologna
A primo impatto, il romanzo "Caldo" di Victor Jestin, può non trasmettere particolari emozioni, soprattutto per via del titolo che inizialmente ci porta a pensare a qualcosa di molto semplice e quasi banale. In realtà, quello che si nasconde dentro le pagine di questo libro è la storia di un adolescente, Leonard, che per via della sua accentuata timidezza e dei gusti completamente diversi dai suoi coetanei, continua a sentirsi fuori posto. La sua vita viene subito stravolta dopo aver assistito al suicidio di Oscar, un ragazzo della sua età, senza però intervenire in alcun modo. Successivamente, in preda al panico, decide di seppellire il corpo senza un vero e proprio motivo. Nel seguito del racconto vengono narrati i sensi di colpa che perseguiteranno il protagonista e tutti suoi infiniti pensieri sull'accaduto. Ho trovato interessante il libro sin dalle prime righe, molto dirette e che mi hanno lasciata in sospeso per un po'. Il linguaggio utilizzato è semplice e porta ad una lettura molto scorrevole. Credo che gli argomenti trattati in questo libro siano importanti per noi ragazzi e lo consiglio caldamente.
Avatar Sabbb
14/03/2023 18:57
1O - Liceo Galvani, Bologna
La mia recensione del libro “Caldo” di Victor Jestin è positiva, poiché ho apprezzato particolarmente la scorrevolezza del libro durante la sua lettura. Infatti questo libro ci presenta i pensieri di un protagonista disturbato in modo frenetico, quasi caotico così da farci rendere conto della velocità a cui scorrono i suoi ragionamenti sui suoi sensi di colpa. Sono rimasta colpita e ho trovato interessante il fatto che la sensazione del caldo torrido dell'estate, da cui proviene il titolo, si muova parallelamente ai pensieri del protagonista, che diventano sempre più confusionari e pesanti fino ad essere insostenibili. Dunque ho trovato le scelte dell'autore molto interessanti e consiglio questa lettura veloce a chiunque sia interessato a leggere un libro scorrevole, ma comunque interessante e psicologico.
Avatar D_4_V_I_D_3
14/03/2023 15:15
1AE - IIS Belluzzi Fioravanti, Bologna
Questo libro mi è piaciuto molto, perché i personaggi sono adolescenti. È una storia molto coinvolgente e mi ha tenuto attaccato, è di facile lettura e molto scorrevole. L'autore utilizza uno stile nuovo e diverso dai soliti romanzi, infatti la storia comincia con un colpo di scena nelle prime righe, per poi sviluppare il racconto sulla base dei pensieri che tormentano Leonard, il protagonista. I temi principali sono l'adolescenza, la depressione, ma soprattutto il contrasto tra il voler dire la verità e la paura di essere scoperto.
Avatar Margherotalacarota
13/03/2023 19:11
2F - Liceo Galvani, Bologna
"Caldo" è un romanzo di Victor Jestin pubblicato nel 2021 che tratta problematiche e situazioni legate all'adolescenza. Il protagonista del racconto è un giovane diciassettenne di nome Leonard, distaccato dai suoi coetanei perché ha gusti diversi dai loro e per la sua timidezza fa fatica a socializzare. Secondo lui, infatti, dietro ai sorrisi e le risate dei giovani si cela una tristezza e una solitudine che non mostrano. Durante una normale serata estiva al campeggio turistico dove alloggiava con la sua famiglia, mentre gli altri ragazzi erano a divertisti, Leonard si avvicina ad un parco giochi dove vede un ragazzo di nome Oscar che si stava per impiccare. Nell'immediato Leonard decide di non fare nulla ma successivamente, senza sapere bene il perché lo seppellisce. Nei giorni successivi al terribile avvenimento il giovane cerca di vivere normalmente la vacanza stremato e dubbioso, poiché è indeciso se confessare o meno l'accaduto. È un libro che ho trovato molto interessante e scorrevole nonostante tratti tematiche impegnative. Secondo me questa lettura adatta a noi giovani perché ci può aiutare a convivere con certe emozioni che a quest'età è normale provare.
Avatar Fede_chiodii
13/03/2023 14:59
2C - IIS Serpieri, Bologna
Caldo, è un libro scritto in modo scorrevole da uno scrittore molto giovane. Narra le ultime 24 ore delle vacanze "forzate" di Leonard assieme ai genitori. Si sente brutto e non apprezza nulla degli adolescenti, si sente un fuoriluogo in mezzo ai suoi coetanei. La loro parola d'ordine è divertimento. Una notte succede un avvenimento che cambierà la vita del protagonista. Questo libro mi ha lasciato molta tristezza e molte domande. Alla fine la coscienza del ragazzo trionferà??
Avatar giacomoseghini
12/03/2023 22:32
1G - Liceo Ulivi, Parma
Il libro “Caldo” ha da subito suscitato in me un forte interesse poiché è proprio dall'inizio, tramite una scena cruda e inaspettata, che si sconvolge la storia di Leonard, il protagonista. E' quest'ultimo che ci trasmette per tutto il racconto le sue emozioni e i suoi punti di vista molto particolari, e molte volte difficili da comprendere, sul mondo e sulla vita. Durante tutta la lettura mi ha accompagnato un sottile fastidio dovuto proprio all'atteggiamento del protagonista, che sembra non essere capace di interagire con i suoi coetanei e di vivere come un ragazzo della sua età. Forse proprio per questo il racconto mi ha coinvolto fino alla fine, nella speranza che Leonard riuscisse a comunicare agli altri il suo segreto e la sua ossessione: il senso di colpa per aver assistito al suicidio di un ragazzo senza intervenire, anzi nascondendo il cadavere. Ho apprezzato questo libro nonostante il finale non mi abbia accontentato; lo consiglio soprattutto a persone a cui piacciono racconti psicologici. La lettura è stata rapida e scorrevole.
Avatar Noha
12/03/2023 13:59
2C - I.I.S. Cesare Battisti, Bolzano
Il libro dovrebbe essere incentrato sulla morte di un ragazzo, peró, esso tratta tante tematiche e non quella principale. Mi aspettavo un giallo travolgente, invece non mi è piaciuto per niente.
Avatar Filo_69
10/03/2023 18:18
2F - Liceo Galvani, Bologna
Personalmente ho trovato ,nel complesso, questo libro molto interessante. La cosa che mi ha interessato di più è il fatto che ,essendo il protagonista un adolescente, sia molto coinvolgente e di come con l'andare avanti nel romanzo ti immedesimi sempre di più fino ad arrivare perfino a provare gli stessi sensi di colpa del protagonista. Il racconto parla di un ragazzo, Leopard, che si sente diverso dagli altri suoi coetanei ed proprio per questo che durante un viaggio con la sua famiglia resta sempre da solo e si isola. Una notte mentre vaga per il parco vede un ragazzo che si sta impiccando su un'altalena ma nonostante questo liui decide di non muovere un dito, e anzi di seppellirlo senza dire niente a nessuno. Raccomando questo libro soprattutto ai ragazzi che verranno di sicuro più coinvolti nelle lettura ma comunque non ritengo sia adatto a tutti dato il suo carattere angosciante e drammatico
Avatar covi_il_ficus
06/03/2023 08:54
1P - Liceo Fermi, Bologna
Il libro mi è piaciuto molto perchè i protagonisti sono adolescenti come me e inoltre uno dei motivi percui ho scelto questo libro è proprio per i protagonisti che sono quasi miei coetanei; sono felice di aver scelto questo libro.
Avatar Giulietta
05/03/2023 10:37
1P - Liceo Fermi, Bologna
Ho deciso di dare a questo libro 8 stelle su 10 perché mi è piaciuto particolarmente e credo che sia un racconto che porta il lettore nel caos e nel senso di colpa del protagonista. Il lettore viene coinvolto pienamente nella storia tanto che sembra di soffrire insieme al protagonista. “Caldo” è un libro ipnotico che ci mostra la vita di un ragazzo diverso ma uguale a tanti altri.
Avatar Rombo
27/02/2023 09:17
1i - Liceo Galvani, Bologna
"Caldo" è un libro che affronta molte tematiche, soprattutto riguardanti l'adolescenza. È quindi un libro che ho trovato molto interessante e riconducibile alla mia persona. Ho apprezzato molto anche la trama e particolarmente anche il finale inaspettato. Il racconto parla di un ragazzo di diciassette anni di nome Leonard, il quale si sente estraneo dal resto dei suoi coetanei: non gli piace fare le cose che fanno loro, è molto timido, e vede molta finta felicità in quei grandi gruppi di ragazzi che in realtà si sentono tanto soli quanto lui. Per queste ragioni durante le vacanze in un campeggio turistico con la sua famiglia, resta sempre da solo, per i fatti suoi, mentre i suoi coetanei fanno festa e si divertono. Una sera vede in un parco giochi un ragazzo di nome Oscar, che si sta impiccando con le corde dell'altalena. Leonard decide di rimanere a guardarlo e non fare niente; successivamente lo seppellisce, senza ragionare sul perché, come fosse un impulso. Nel resto del romanzo si racconta come Leonard cerchi di continuare la vacanza al campeggio, col peso di sapere di aver seppellito un cadavere. È continuamente indeciso se confessare o meno. Di seguito riporto due citazioni del libro che mi sono piaciute particolarmente; la prima: "Due settimane di vacanze erano una vita intera. Ci si arrivava pallidi e soli come quando si nasce. Si ripartiva con un sospiro di tristezza o di sollievo, come quando si muore"; la seconda: "Oscar è morto perché io non mi sono mosso, e non mi sono mosso perché in quel momento non potevo, preferivo morire come lui, e ci siamo guardati morire a vicenda mentre gli altri ballavano". Nella prima frase ho apprezzato il confronto con cui l'autore compara la fine delle vacanze con la morte, ma non la descrive in modo negativo. Ci tiene a precisare come per alcuni sia invece un sollievo, perché sanno che tutta la gente che sta vivendo quella falsa felicità e spensieratezza, in realtà sta scappando da altri problemi più grandi. La seconda invece mi piace poiché Leonard riflette sul perché delle sue azioni, giustificandosi col fatto che anche lui si sentiva nella stessa situazione di Oscar; e anche lui, come Oscar, non veniva soccorso da nessuno. È una lettura che consiglio assolutamente, scritta da un autore sicuramente capace di descrivere le emozioni dei personaggi e di trasportare il lettore nella trama.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Violazannoni
23/02/2023 20:23
1E - IIS Venturi, Modena
Il libro ha subito attirato la mia attenzione sin dalle prime righe, semplici, dirette e che ti lasciano in sospeso. Lo stato di angoscia e i mille sensi di colpa che tormentano Leonard per tutta la durata del romanzo vengono trasmessi perfettamente al lettore. L'ho trovato un libro ben scritto e molto coinvolgente che ci sprona a metterci nei panni del protagonista in una situazione complicata. Ho trovato molto interessante il contrasto tra il suo desiderio di dimenticare ciò che ha visto e godersi ciò che gli succede e il fatto che nonostante tutto non ci riesca divorato dai sensi di colpa per essere stato impotente in quella situazione. Nel complesso ho trovato la storia molto scorrevole anche grazie all'utilizzo di un lessico semplice e penso che sia un libro che mantiene la tensione dal primo all'ultimo secondo. Romanzo consigliatissimo!
Avatar MartinaFermi
21/02/2023 18:48
1G - Liceo Ulivi, Parma
A mio parere questo romanzo è abbastanza malinconico, il senso di colpa del protagonista accompagna tutte le pagine e trasmette al lettore le emozioni che Leonard prova anche se materialmente non ha ucciso il giovane Oscar. Personalmente ho apprezzato molto lo stile scorrevole, senza vocaboli eccessivamente complessi ; l'autore è riuscito ad affrontare perfettamente la tematica iniziale coinvolgendomi nel proseguire la lettura con leggerezza, sfruttando poche pagine ma incisive e forse troppo riflessive. Complessivamente la trama è avvincente e toccante, tranne per il finale.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar 44roberta
14/02/2023 23:06
2S - I.I.S. Cesare Battisti, Bolzano
“Caldo” è il romanzo d'esordio di Victor Jestin. Appena ho visto il libro sono stata attirata dal titolo: breve, misterioso, quasi da sembrare insignificante. Personalmente ho apprezzato molto il libro, è stato scritto con un linguaggio molto semplice e comprensibile, ma allo stesso tempo incalzante e scorrevole. Racconta la storia di un adolescente insicuro e diverso dai suoi coetanei, sotto un certo punto di vista sembra quasi estraneo al mondo esterno che lo circonda: Léonard è molto timido, fatica a fare amicizia, non sa stare al gioco della seduzione e non ama particolarmente le feste. È l'ultima notte precedente alla partenza per tornare a casa e Leonard non riesce a dormire. Viene costantemente disturbato dal rumore delle feste nel suo campeggio. Nel cuore della notte, decide quindi, di fare una passeggiata in spiaggia. Durante la sua passeggiata vede in lontananza una scena inquietante e purtroppo, assiste al suicidio di un suo coetaneo proprio davanti ai suoi occhi: Oscar si toglie la vita strangolandosi con le corde di un'altalena. I due non erano amici, ma Léonard aveva sempre osservato Oscar. Il protagonista, vedendo l'accaduto, non reagisce. Non sa come comportarsi e il panico lo porta a fare una scelta dettata dall'impulso, decide di nascondere il cadavere. Il libro racconta delle successive 24 ore e mette in risalto l'incessante flusso di pensieri e di coscienza dell'adolescente. Procedendo con la lettura ho trovato il libro molto espressivo e ricco di riflessioni. Il finale è stato per me totalmente inaspettato. Consiglio vivamente ai miei coetanei questa lettura, per riflettere sulle tematiche adolescenziali che vengono trattate.
Avatar LaNapo
14/02/2023 19:22
1N - Liceo Fermi, Bologna
Ho trovato "Caldo" un libro molto scorrevole, data la scelta dello scrittore di utilizzare un linguaggio semplice e chiaro, sebbene la storia non mi abbia colpita particolarmente... La spannung (momento di massima tensione) la si riscontra nelle prime pagine, dopodichè il libro tende a essere ripetitivo allo sfinimento e angosciante, ma a parer mio si può decifrare questa scelta con l'inesperienza del giovane scrittore poichè si ricollega all'esordio innumerevoli volte quasi per allungare la storia (e questo fa sembrare "Caldo" senza trama). Credo che Xanadu abbia deciso di mettere "Caldo" nel catalogo perchè Jestin affronta il tema della sessualità, facendo percepire ai ragazzi che la letteratura non si ferma a quello che si studia a scuola, ma può parlare di TUTTO. Ho apprezzato il finale perchè riesce a creare quell' atmosfera angosciante e afosa a cui si riferisce il titolo.
Avatar VZTipopp
03/02/2023 18:53
1P - Liceo Fermi, Bologna
In questo libro Lèonard, il protagonista viene descritto come un adolescente che non ama l'estate, specialmente il caldo. Nello sviluppo del racconto quest'ultimo assiste alla morte di Oscar, suo coetaneo e davanti a questa situazione rimane indifferente. Da questo momento Lèonard si sente in colpa per non essere intervenuto in suo aiuto. Sono soddisfatto di aver letto questo libro.
Avatar norajuliannaa
31/01/2023 22:35
1P - Liceo Galvani, Bologna
Ho trovato questo libro accattivante e molto coinvolgente! A parere mio riesce ad esprimere perfettamente i sentimenti e le emozioni dei vari personaggi mostrando anche diverse prospettive. Mi aspettavo un libro molto impegnativo invece è stato per me un racconto piacevole e intenso allo stesso tempo. Consiglio sicuramente questo libro, soprattutto agli amanti di gialli avvincenti!