Ti è piaciuto?

Conoscevo quel campeggio come le mie tasche. Da due settimane ne percorrevo i vialetti cercando di
inventarmi percorsi diversi per far passare il tempo. Ero andato a tutte le serate. Mi ero impegnato. E ogni
volta mi ero sentito fuori posto.
“Oscar è morto perché l'ho guardato morire senza muovere un dito”. Comincia così la storia allucinante di
Léonard, che si trova in vacanza con i genitori in un campeggio sulla riviera francese. Léonard detesta quel
luogo: è noioso e banale, in più fa un caldo soffocante che non passa mai. I ragazzi e le ragazze della sua età
ballano, bevono, si fidanzano e si lasciano nel giro di una festa, e lui non capisce come possano trovare
tutto questo divertente. Poi una notte, rientrando da una serata, succede una cosa indicibile: Oscar, un
ragazzo che fino a quel momento Léonard ha sempre osservato da lontano, muore davanti ai suoi occhi. È
un incidente e lui è l'unico testimone. Nel panico, compie un gesto inspiegabile: invece di chiedere aiuto,
nasconde il cadavere. Perché lo ha fatto? Come può sopravvivere al resto della vacanza con un segreto così
pesante addosso?

Commenti

Ancora nessun commento