Ricordami di mercoledì

Mondadori, 2023
Traduzione di Angela Ragusa
230 pagine
Ti è piaciuto?
Quando viene chiamato un nome, lo studente con la tessera corrispondente lascerà l'aula. Nel corridoio troverete una rastrelliera con le camicie nere. Indossatene una e andate nell'aula dove avete la lezione della prima ora. Memorizzate la vostra tessera. Diventate la vostra tessera. Indossate la camicia nera per tutto il giorno, finché non andate a letto. Non parlate con nessuno.
Siete morti.
 
Robbie, detto da tutti Bruco, crede di essere un ragazzo invisibile, e gli va benissimo così. Non nel senso che ha un superpotere: semplicemente non si fa notare, mai, e nessuno in effetti lo nota, mai. Quel giorno si alza con una strana euforia, perché è il “Mercoledi dei Morti”, e a scuola i ragazzi di terza media saranno tutti invisibili. Un po' è una festa, un po' una trovata pedagogica pesantissima: serve per ricordare i giovani della zona morti di morte evitabile (incidenti, alcol,  sciocchezze finite male, insomma quando si è aiutato il destino ad avvicinare il capolinea), e per questo i e le tredicenni saranno tutti considerati fantasmi, a scuola, a casa, in città.
Forse per esorcizzare il clima da tragedia, è tutto un farsi scherzetti idioti. Ma piano piano l'atmosfera si fa davvero cupa, nonostante battute e risatine.
Bruco trova sulla sua sedia la fototessera di una bella ragazza sconosciuta, e il suo nome. Secondo questa attività, per tutto il giorno sarà gemellato a Rebecca, che è morta una notte nevosa in auto.
Trovata davvero poco simpatica, pensa. 
Ma ad un certo punto Rebecca compare al suo fianco, in carne e ossa, anche se solo lui sembra vederla. E vuole passare con lui una giornata speciale. 

Commenti

Avatar 7nicole7
05/02/2024 12:53
2A - scuola media Niccolò d'Arco
Mi e piaciuto da MORIRE. La fine è inaspettata e stupenda: chi l'avrebbe mai detto... E' un libro che quando lo inizi non riesci a togliergli lo sguardo di dosso. Il tema della morte è molto difficile da affrontare, però è reso molto leggero. BELLO!
Pensierone Wow!
Avatar atreus
15/02/2024 20:19
2F - Scuola Media Corrado Viali, Sant'Alberto (RA)
Questa storia è molto bella perché ti fa riflettere su quanto la vita è preziosa. Mi è piaciuto che il protagonista sia cambiato e abbia superato le sue paure. Il finale della storia è bello e mi ha stupita. Consiglio questo libro a chi piacciono le storie personali.
Pensierone
Avatar alga_27
04/03/2024 12:56
2C - Scuola secondaria di primo grado A. Zammarchi, Manerbio
"Ricordami di Mercoledì" è un libro che mi ha emozionato e coinvolto fin dalla prima pagina. La storia di Bruco e dei suoi amici "vivi e morti" mi ha fatto ridere, piangere e riflettere su temi importanti come l'amicizia, la famiglia e la crescita personale. Consiglio questo libro a tutti i ragazzi delle scuole medie che cercano una storia avvincente e commovente da leggere.
Avatar RICKY1-
29/02/2024 19:53
2E - scuola media Niccolò d'Arco
Il libro è molto bello, tratta il tema della morte in una maniera un pò strana, ma simpatica. Mi ha fatto capire che veramente per una sciocchezza alcune persone ci rimettono la vita. Il linguaggio utilizzato è piacevole e suscita leggera suspanse nel lettore. Secondo me è un bel libro, adatto dalle elementari in su. Lo consiglio.
Avatar Kawasaki
29/02/2024 13:12
2C - Scuola Media Talamona
Questo libro, secondo me, è scritto bene. L''inizio è stato un po' difficile perché i dialoghi erano complessi; ma dopo aver letto le pagine seguenti ho capito meglio la storia. Il finale del libro mi ha colpito e posso dire di essermi commossa, per questo lo consiglio a chi apprezza le storie commoventi.
Avatar fessosauro_011
15/02/2024 13:40
2C - Scuola Media Talamona
Questo libro è molto interessante ed avvincente, lo scrittore ha espresso molto bene il concetto di solidarietà e di amicizia. Il libro parla un ragazzo che nel mercoledì dei morti si ricorda dei coetanei che, purtroppo, non ci sono più, e quindi diventa triste. Il libro scritto da Jerry Spinelli ha un significato molto profondo io mi ci sono rispecchiato, come se questo testo, in certi punti parlasse pure di me. Consiglio questo libro a chi vuole fare una lettura leggera ma piena di significati.
Avatar Tash_11_T
09/02/2024 19:28
2C - Scuola media De Andrè, Bologna
Questo libro è molto bello e piace soprattutto alle persone a cui piacciono molto i dettagli, gli orari dentro ai capitoli erano la parte migliore però una cosa che per non va è la copertina perchè non coincide affatto con la storia, ma la storia è comunque molto bella.
Avatar 7nicole7
31/01/2024 08:46
2A - scuola media Niccolò d'Arco
Bellissimo, i soprannomi, la copertina, l' idea dell'orario sopra il capitolo... Mi ha appassionato molto: è stupendo! La fine è inaspettata. Mi piace pure come è scritto perché è molto scorrevole.
Avatar Aurix011
23/01/2024 16:52
2F - scuola media Niccolò d'Arco
Questo libro non è male anche perché la trama è intrigante. Tuttavia, verso la fine diventa un po' noioso e quindi mi ha fatto perdere la voglia di finirlo.
Avatar bastone_nelfiume
20/01/2024 22:16
2A - scuola media Niccolò d'Arco
Questo libro mi è piaciuto, è carino che sia ambientato tutto in un giorno, solo che secondo me alcune parti sono troppo dettagliate.
Avatar _Akane_
20/01/2024 12:33
2E - scuola media Niccolò d'Arco
Questo libro è molto carino e adoro il fatto che sia ambientato in una giornata 🤑🥹
Avatar Clara_Ielasi
15/01/2024 16:01
2 C - Scuola media Europa, Milano
Il libro che ho letto ovvero “ricordami di mercoledì” non è un libro adatto alla nostra età (10-12 anni) perché è molto difficile da capire e da leggere, la storia e le parole in generale non sono molto scorrevoli. La storia è molto contorta e complessa e i personaggi si confondono in continuazione. Il libro parla del fatto che non dobbiamo vergognarci del nostro aspetto esteriore e che dobbiamo uscire dal nostro “guscio”, infatti la storia è molto carina, ma nel modo in cui la racconta Jerry Spinelli diventa molto confusa. Consiglio quindi questo libro a persone a cui piacciono libri abbastanza lunghi (il libro consta di 231 pagine) che narrano storie molto fantasiose e romantiche invece lo sconsiglio a persone a cui piacciono libri gialli e emozionanti!
Avatar ilariaa_
12/01/2024 21:32
3B - Scuola Media Torelli, Sondrio
Questo libro è abbastanza carino ma non mi ha entusiasmato, non mi è piaciuto molto perchè l'ho trovato abbastanza noioso, non coinvolgente e la storia poco interessante a differenza di altri libri letti.
Avatar Annina18
11/01/2024 13:23
2B - Scuola Media Talamona
Questo libro parla di un ragazzo di nome Robbie soprannominato da tutti Bruco per via della sua timidezza. Va a scuola non perché gli piaccia ma per vedere il suo migliore amico, anche unico amico, Eddie. Nella sua scuola il 9 giugno è il “Mercoledì dei Morti” e tutti i ragazzi di terza media, quest'anno anche Bruco, prenderanno il posto di un ragazzo o ragazza adolescente morti in un incidente stradale. Tutti per quel giorno fanno finta di non vederli, anche i professori, e infatti per riconoscerli devono indossare una camicia nera. A Bruco capita la foto di una ragazza: Rebecca Finch, 17 anni morta per aver sbandato con la macchina e essere finita nella neve. Durante il giorno Bruco trova quella ragazza in carne e ossa e rimane sbalordito. Da qui inizia la vera storia. Questo libro mi è piaciuto molto perché ha saputo descrivere il rapporto che si è creato tra Robbie e Becca. Lei alterna momenti di felicità pura a pianti disperati che fanno capire a Bruco l''importanza di mostrare le proprie emozioni. Mi ha stupito il finale che non spoilero ma ha avuto un colpo di scena per me inaspettato. Questo libro è magico perché mi ha fatto provare tante emozioni insieme: tristezza per i ragazzi morti, felicità per il legame tra le persone e anche rabbia e sorpresa che aumentano la voglia di continuare a leggere fino all'ultima parola.
Avatar panda12
08/01/2024 17:37
2A - scuola media Niccolò d'Arco
Non mi è piaciuto molto questo libro perchè è troppo dettagliato, essendo ambientato in solo una giornata.