Nella nostra città il buio non è mai totale perché le vele di conversione dei vuuv svettano alte ed emettono una fiacca luce gialla. Io e la mia ragazza, Chloe, siamo sdraiati sul prato accanto alla palestra della scuola a guardare le vele nel cielo che si increspano, mosse da qualche invisibile marea elettromagnetica. 
Guardiamo in su insieme, mano nella mano, e io dico: «È così bello». Ci penso un momento e poi aggiungo: «Come i tuoi capelli. Al vento». 
«Adam» dice lei, «è una cosa molto bella da dire.» 
«Già» concordo io, e inclino la testa in modo da appoggiarla sulla sua spalla. «Caspita, Chloe» dico, e mi volto a darle un bacio sulla guancia. 
Si dà il caso che io e Chloe ci odiamo. Eppure tengo la testa accanto alla sua, che a questo punto le staccherei volentieri a mani nude. 
A vedere tutto questo sono centinaia di vuuv, che pagano al minuto.
I vuvv al loro atterraggio non hanno spianato sui terrestri fucili e cannoni, anzi, hanno distribuito gratuitamente meraviglie: farmaci che curano ogni malattia, fonti di energia inesauribili, cibi perfetti che in un batter di ciglia debellano la fame nel mondo. Prodotti rivoluzionari e irresistibili di cui però solo loro possiedono il monopolio, e di cui, ovviamente, si precipitano a fissare un prezzo che spesso è irraggiungibile per la maggior parte delle persone. I vuvv non sono soldati ma affaristi, e il loro arrivo stravolge l'economia, distrugge milioni di posti di lavoro e mette la Terra in ginocchio. Anche ad Adam, diciassettenne aspirante pittore, non resta che inventarsi un lavoro, qualsiasi cosa pur di portare a casa quello stipendio che i genitori non riescono più a raccattare. La prima soluzione in realtà sembra ottima, perché i vuvv mostrano una sciocca ossessione per il mondo patinato del passato, e così Adam e la sua ragazza Chloe iniziano a registrare i loro appuntamenti in un postaccio stile anni Cinquanta per poi rivenderli agli alieni tramite un canale a pagamento. Tutto funziona a meraviglia, fino a quando nella relazione di Adam e Chloe si aprono le prime crepe e il ragazzo si ritrova costretto a chiedersi a quanto è disposto a rinunciare di sé stesso pur di accontentare i vuuv; per quanto a lungo ancora riuscirà a recitare una parte che non è più la sua?

 M. T. Anderson dà dei consigli agli aspiranti scrittori 

Commenti

Avatar Danz1_simon3
21/01/2024 18:40
3X - scuola media "Marco d'Oggiono", Oggiono
Questo libro mi è piaciuto abbastanza, la scrittura è facile, divertente ed utilizza termini per ragazzi. La trama è avvincente anche se il finale non mi ha convinto molto, l'autore è riuscito a farmi impersonare nel protagonista e nelle sue avventure e trasportarmi in questa nostra terra governata, anche se pacificamente, dagli alieni ed è riuscito a trasmettermi le sue emozioni.
Utile
Avatar biancacaporali
15/04/2024 19:10
4F - Liceo Minghetti, Bologna
Questo libro in generale mi è piaciuto abbastanza. E' un libro di fantascienza, tuttavia mentre lo leggevo mi sono presto accorta di come parli anche indirettamente di tematiche attuali come quella del capitalismo. Inizialmente non è un libro che si capisce al volo ma,andando avanti con la lettura, è una conntinua e bella scoperta. Personalmente mi sono piaciuto molto i due protagonisti e di come affrontano ogni situazione. Questo libro lo consiglio a chi vuole per lòa prima volta leggere un romanzo di fantascienza.
Avatar Mattiaaprabi
15/04/2024 22:28
2B - scuola media Niccolò d'Arco
Libro bellissimo,storia intrigante,mi è piaciuto molto.
Avatar giulia1
15/04/2024 14:44
2B - scuola media Niccolò d'Arco
Non mi è piaciuta tanto perché non capivo mai chi parlava e la relazione con la ragazza incontrata alla gara del protagonista come finisce?
Avatar matilduzza
10/04/2024 18:54
2A - scuola media Niccolò d'Arco
Il libro è molto particolare, leggermente difficile da capire all'inizio, ma verso la fine molto bello.
Avatar Irux
08/04/2024 12:38
2C - Scuola secondaria di primo grado A. Zammarchi, Manerbio
Questo libro è abbastanza avvincente. Mi è piaciuta l'idea dei personaggi alieni, molto diversi dai soliti cui siamo abituati, che creano disordine sulla terra causando una crisi economica. E' un libro abbastanza scorrevole da leggere ed inoltre è molto carino il fatto che quasi tutti i capitoli abbiano il titolo preso dal nome di un dipinto del protagonista. Il finale non è triste ma avrei preferito finisse in tutt'altro modo. Vi consiglio di leggerlo e di fare il confronto con il film.
Avatar _greta_
03/04/2024 21:26
2ASA - Liceo Andrea Maffei, Riva del Garda
Paesaggio con mano invisibile di M.T. Anderson è un romanzo distopico che parla dei vuvv, degli alieni, che sono arrivati sulla terra e hanno dato tutte le loro conoscenze e macchinari agli umani. Ma questo ha portato a un enorme divario sociale sulla terra. Il protagonista è Adam, un ragazzino che per sopravvivere crea un profilo per mostrare le cose romantiche che fa con la sua ragazza, Cloe. Questo libro mi è piaciuto molto perché i capitoli sono corti, non c'è un lieto fine e soprattutto la riflessione che lo scrittore fa sulla società odierna. Mi è piaciuto molto che il protagonista non riesca a vincere il concorso perché, secondo me, i racconti dove niente va male e i personaggi riescono in tutto quello che fanno sono noiosi e irreali; invece, in questo libro Adam fallisce e questo lo rende umano. La riflessione che ho fatto dopo aver finito questo libro è nonostante non sia ambientato ai giorni nostri l'autore parla della nostra società. Infatti, i ricchi vivono, con i vuvv, in cielo nel lusso, ignorando la situazione della gente che vive al di sotto, sulla terra, che muore di fame e soffre di malattie gravi. I ricchi inoltre li disprezzano. Nel libro, Adam prega un vuvv di donargli dei soldi per guarire dalla sua malattia ma l'essere lo guarda con disprezzo e si scusa con i suoi figli di aver fatto vedere a loro quella scena pietosa. Mentre leggevo questa scena ho pensato alle persone che fanno l'elemosina mentre vengono ignorati o guardati dagli altri con disprezzo. Poi ho pensato a tutte le persone che non possono permettersi i beni di prima necessità, quando nel mondo ci sono persone ricche che non li aiutano e anzi li sfruttano come le imprese che fanno i loro prodotti nei paesi del terzo mondo per pagare di meno la mano d'opera.
Avatar Jakomolettore
20/03/2024 10:42
2H - Scuola media Pertini, Reggio Emilia
Questo libro è ambientato nel futuro, ti immerge in una storia appassionante e coinvolgente. un libro bellissimo, lo consiglio alle persone a qui piacciono i racconti di Fantascienza.
Avatar Davi
26/03/2024 17:43
2E - scuola media Niccolò d'Arco
questo libro non mi è piaciuto molto perchè era troppo incasinato aveva troppi titoli e facevi fatica a ricordarti di cosa parlava la storia
Avatar nicodasosa
25/03/2024 19:22
2C - Scuola media Podesti, Ancona
questo libro mi è piaciuto anche se alcune volte tratta argomenti un po' difficili da capire per un ragazzo di 13 anni la storia di fantascienza è molto affascinante
Avatar Harry_plopper
22/03/2024 21:07
2F - Scuola media Leopardi, Ancona
Personalmente questo libro lo consiglio per dei ragazzi con un' età maggiore di 13 perché viene utilizzato un linguaggio con molte parolacce. Le scritte sono abbastanza grandi e non sono presenti disegni, questo personalmente mi ha lascito la possibilità di immaginarmi l'ambientazione. Una cosa che mi ha colpito molto è come l'autore descrive gli Vuuv (la razza aliena) dicendo che non somigliano a come ce li immaginiamo, bensì somigliano a dei tavolini di granito bassi, larghi e rocciosi.
Avatar Annina16
20/03/2024 10:51
2D - Scuola media Donatello, Ancona
Il libro che ho preso alla Biblioteca Comunale è 'Paesaggio con mano invisibile' di M.T Anderson. Ho terminato di leggerlo qualche giorno fa e devo dire che è un libro davvero molto bello. La trama rende curioso il lettore di iniziare la lettura vera e propria del libro, che secondo me vale davvero la pena leggere. Lo stile è semplice e comprensibile per un pubblico della nostra età, anche se a tratti sono presenti delle parole che non tutti potrebbero conoscere. La copertina è abbastanza colorata e prevale l'azzurro; sopra questo sfondo è disegnata una navicella spaziale, argomento che si tratterà proprio nel libro. Il libro è fantastico e romantico. A parer mio andrebbero aggiunte delle illustrazioni all'interno delle pagine per far entrare ancora di più il lettore nella lettura. Mi sono informata e ho visto che da esso è stato tratto anche un film.
Avatar Caminamesdf
12/03/2024 18:25
3I - Scuola media Pertini, Reggio Emilia
A me il libro è piaciuto perché tratta una storia interessante, e fa si che il lettore rimanga a leggere il libro, soprattutto nella parte finale. Mi è piaciuto il fatto che ci fosse una crisi, e che il protagonista dovesse trovare una soluzione per aiutare la sua famiglia. Mi è piaciuta anche il fatto che il protagonista fosse un'artista, perché anche a me piace l'arte. Inoltre nel libro si parla anche del suo passato. La storia mi comunica l'affetto e l'amore di una famiglia unita che, anche se con qualche difficoltà, cerca di andare avanti. Penso infatti che l'autore abbai voluto comunicare questo. Ho apprezzato che il protagonista non si facesse scoraggiare da niente, neanche dalla rottura con la sua fidanzata. Ho apprezzato anche il suo carattere forte che li suggeriva di non reagire quando vedeva la sua ragazza con un altro o quando facevano battutine su di lui. Penso che sia un libro interessante che consiglio di leggere.
Avatar giaa_
08/03/2024 07:50
2B - scuola media Niccolò d'Arco
non mi è piaciuta molto la trama, avvolte è un po' incasinata, per il resto è molto bello
Avatar kakau
06/03/2024 20:05
2A - scuola media Niccolò d'Arco
Il libro non mi è piaciuto, è un libro romantico e la storia non è molto bella.