Le pietre nere

Camelozampa, 2023
Traduzione di Valentina Freschi - Alta leggibilità con il font EasyReading
328 pagine
Ti è piaciuto?

Avatar Shirley
Consigliato da
Guardati bene dall'uomo che vuole il meglio per l'umanità, perché per il suo buon fine è disposto a passare sui cadaveri. 
Hai mai sentito dire le parole “il fine giustifica i mezzi”? Se sì, conosci il loro significato, ovvero che la conquista e la conservazione del potere politico, giustificherebbe l'uso, ogniqualvolta necessario, della crudeltà e della violenza, della forza e dell'astuzia. In questo romanzo il potere e il suo mantenimento rendono gli uomini capaci di ogni sopruso, di complotti perenni e di inaudite discriminazioni pur di rendere il proprio spazio sicuro: “Il Capopopolo è la perfetta personificazione del mistero velenoso del nostro popolo! Un'anima nobile, uno dei caratteri migliori mai prodotti dal nostro popolo, eppure… un pericoloso folle, un assassino dello spirito umano, un oppressore dell'anima, un cannibale del pensiero.”
Questa è la storia di due fratelli gemelli, Dolon e Omar, di come uno di loro muore lavorando sulla Torre e di come l'altro capisce che non si è trattato di un semplice incidente; di una fuga attraverso territori lontani e sconosciuti alla ricerca di una verità dal sapore amaro e del buio in cui ogni persona può cadere perché ha deciso di chiudere gli occhi e di non farsi più domande. 

Commenti

Avatar Gio_conda
07/02/2024 06:58
3I - Scuola media Pertini, Reggio Emilia
Ho apprezzato molto questo libro perché mi ha incuriosito dall'inizio. Anche se è considerato per ragazzi giovani, questo libro è intenso e mostra una storia molto interessante perché dalla prima pagina all'ultima ti lascia emozioni che non aspettavi di provare. Penso che questo libro sia bello anche se non è sempre facile da capire in alcune parti.
Wow!
Avatar Ghiacciolo
16/01/2024 15:29
1I - Liceo Galvani, Bologna
Non posso dire che il libro non sia gradevole, ma non mi ha lasciato una buona impressione. Il primo aspetto che non sono riuscita a capire è la storia del libro, perché la narrazione non è lineare e spesso non si capisce dove la storia vuole arrivare; nel bel mezzo di una scena accadono avvenimenti di cui non si capisce il fine e che interrompono semplicemente il filo del discorso. Il narratore cambia continuamente il punto di vista della narrazione rispetto ai vari personaggi senza specificare chi tra i protagonisti stia agendo in quel momento; per esempio nel bel mezzo di una scena dove la protagonista è Guida, il narratore comincia a narrare dal punto di vista di Dolon e finché non si capisce il cambio, la storia diventa difficile da seguire. Anche i personaggi non sono chiari, non se ne capiscono le caratteristiche ed è difficile immaginarli. Un altro aspetto negativo del libro sono i dialoghi che non hanno senso e sono molto rari. Spesso sono dei semplici botta e risposta noiosi che si susseguono. Sono stata molto colpita invece dalla contestualizzazione ch mi è piaciuta tantissimo: non ci sono grandi descrizioni del paesaggio, ma pochi indizi che danno una chiara immagine di dove il libro è ambiantato e quindi lasciano spazio all' immaginazione. Il libro affronta due temi importanti: il primo è il classismo. I due protagonisti infatti nascono in un mondo dove i cavatori sono considerati inferiori dei commercianti e quindi non possono parlare tra di loro o abitare nello stesso territorio. Il secondo tema invece parla di un mondo dove non si ha libertà di scelta, dove si è costretti a fare una cosa solo perché si è nati in un certo Stato. Questo aspetto lo fa notare uno dei protagonisti, Omar, che vorrebbe ribellarsi ma non lo fa per per rimanere vivo. Sono temi importanti che vengono trattati in modo approfondito nel libro. La canzone che ho scelto è "Viva la Vida" dei Coldplay. L'ho scelta perché nella canzone si parla di un uomo che prima aveva tantissimo potere e poi lo perde tutto; anche nel libro Dolon (il protagonista principale) ha potere sulla sua vita finché non comincia a scoprire cose che gli fanno scivolare tutto il controllo della sua vita dalle mani. L' immagine invece rappresenta la torre (anch'essa protagonista del libro) come me la sono immaginata leggendo.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Pensierone
Avatar Giuspy-
29/02/2024 19:40
2A - Scuola media De Andrè, Bologna
Le pietre nere: questo libro é di Guus Kuijer e parla di due gemelli che sono Omar e Dolon, dei ragazzi che hanno fra i quattordici e i quindici anni. il protagonista della storia è Dolon quello più impavido dei due, che però un giorno dopo un avvenimento conosce una ragazza e si innamora. Dolon amava il suo villaggio e si faceva un sacco di domande su di esso finché non venne a scoprire la vera e cruda verità che lo fece riflettere. Questo libro mi è piaciuto abbastanza anche se magari un po' noioso all'inizio ma poi ricco di avventura e mistero, lo consiglio a chi ama le avventure e la determinazione.
Avatar aleying
26/02/2024 12:29
2C - Scuola secondaria di primo grado A. Zammarchi, Manerbio
Questo libro mi è piaciuto molto, la parte principale del romanzo è il viaggio dei due protagonisti, impegnati a svelare il mistero delle pietre nere. Durante il viaggio incontrano popoli molto diversi tra loro. Mi è piaciuto molto come l'autore ha creato i personaggi mettendo in evidenza una loro caratteristica (la curiosità, l'avidità, l'ingenuità,...) che si manifesta attraverso le loro azioni. Il finale non mi ha convinto, rimane molto in sospeso.
Avatar Emma1
24/02/2024 11:33
1E - Liceo Tassoni, Modena
Il libro è scritto in modo semplice e con un lessico non molto complicato, questo rende la lettura piacevole anche a chi non ama molto leggere. Il libro tratta molti temi importanti e attuali come ad esempio il fatto che molto ragazzi e ragazze vengano uccisi perché non condividono un ideale (com'è successo ad Omar, uno dei protagonisti del libro). Devo ammettere che all''inizio il libro non mi aveva incuriosita molto, poiché non amo i libri dove il punto di vista viene frequentemente cambiato, come invece succede in questo racconto, ma dopo qualche capitolo la storia ha iniziato ad essere sempre più coinvolgente. La parte del libro che mi è piaciuta di meno è stata il finale, l''ho trovato molto affrettato e secondo me alcune cose sono descritta in modo un po' superficiale, mi sarebbe piaciuto che il viaggio di Dolon e Guida venisse raccontato in modo più approfondito. Tutto sommato è un buon libro, l''ho trovato anche abbastanza scorrevole.
Avatar Paperella_gialla4
03/02/2024 10:43
2F - Scuola media Pertini, Reggio Emilia
A me è piaciuta questa lettura, perché adoro come l' autore abbia scritto in ogni pagina delle domande importanti, che danno un' aria misteriosa alla trama del libro. Ho adorato anche i personaggi, soprattutto i protagonista, nel quale mi immedesimo in alcuni tratti. Mi ha fatto sorprendere anche come l'autore abbia dato alle pietre nere lo stesso significato che hanno nella realtà, cioè che rappresentano l' oscurità racchiusa in loro e chi le scopre conosce la vita e la morte. Questo libro ci insegna a non credere troppo alle cose che ammiriamo e che ci piacciono.
Avatar Pipposvaldo
30/01/2024 20:21
2C - scuola media Niccolò d'Arco
Il libro mi ricorda molto i mie temi di italiano; non l'ho letto velocemente come mio solito, comunque era noioso e lento con qualche buona idea mal sviluppata (che mi ricordano i videogiochi indi programmati dal nipotino a casa della nonna). Videogiochi a parte, non conclude nulla di ciò che aveva cominciato, se mai uscisse un seguito lo leggerei solo per capire come finisce la storia perché alla fine del libro non sembra capirsi. (Si ricorda sempre che questi sono pareri puramente personali, se volete leggerlo leggetelo)
Avatar vil_
29/01/2024 21:12
2G - scuola media Niccolò d'Arco
penso che questo libro sia bello anche se non sempre era facile da capire, in alcuni punti non l'ho trovato coinvolgente, ma del resto devo dire che mi è piaciuto, sono contenta che le emozioni dei personaggi del libro siano descritte nel giusto modo da averle tue, per esempio quando Omar è morto si percepiva molto il dolore che provava Dolon anche per non essere riuscito a compiere la promessa che aveva fatto alla madre. il viaggio di Dolon e Guida mi è piaciuto perché è stato un viaggio a cerca di risposte per salvare un popolo e dei bambini che da troppo giovani sono costretti a lavorare per un ideale, un ideale che li fa morire. capire dalla storia degli zari il motivo della torre l'ho trovato una cosa interessante.
Avatar Matty10
25/01/2024 16:04
3F - Scuola media Strocchi, Faenza
Il libro l'ho trovato interessante e coinvolgente. In particolare ho trovato molto utili le cartine della zona all'inizio e alla fine del libro e concordo con la moltitudine di critiche alla società contemporanea. Alcune critiche sono rivolte al fatto che ci siano dei ragazzi (e non) che muoiano con l'unica colpa di non apprezzare l'ideale comune e tutti fanno finta di non accorgersene.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Ginnymilan
08/01/2024 13:26
2B - scuola media Niccolò d'Arco
questo libro non mi è piaciuto molto perché per me era troppo noioso
Avatar Nat_nonmipiaceilgelato
07/01/2024 22:02
3A - Scuola media Strocchi, Faenza
La trama è molto avvincente e la lettura risulta molto scorrevole e piacevole, inoltre la mappa disegnata all'inizio del libro permette di seguire i movimenti dei personaggi nel corso della storia e di avere un'idea più chiara del territorio in cui il libro è ambientato e questo rende la lettura più semplice e gradevole.
Avatar abbho
21/12/2023 14:36
2B - scuola media Niccolò d'Arco
Avatar abbho
19/12/2023 20:00
2B - scuola media Niccolò d'Arco
Questa storia é molto bella perché secondo rappresenta la natura dell'uomo, quella in cui pur di raggiungere qualcosa si sacrificano molte cose. Lo consiglio a tutti!
Avatar RICKY1-
29/11/2023 20:21
2E - scuola media Niccolò d'Arco
Il libro si legge molto rapidamente, ma il carattere con cui è scritto è per i miei gusti abbastanza fastidioso. Il racconto introduce molti argomenti, ma non ne conclude neanche uno, non ho ben capito infatti come è finito e molte altre vicende della storia. L'ho letto, ma sicuramente non lo rileggerei.