Ti è piaciuto?

Esaurito lo slancio, si capovolge e il razzo, attratto dalla forza di gravità, entra nella sua traiettoria finale. Sotto, la distesa urbana di Londra. L'impatto, a più di tre volte la velocità del suono, avrà luogo tra meno di quattro minuti. E là sotto c'è gente intenta alla solita routine mattutina, che senza saperlo sta vivendo gli ultimi quattro minuti di vita. 
È il 1944 e la Seconda Guerra Mondiale attraversa le vite delle ragazze e dei ragazzi di città e Paesi diversi. Marijke vive a Kerkhuizen, una città fittizia dei Paesi Bassi, e far finta che l'occupazione tedesca non esista è ormai diventato impossibile, soprattutto se non lontano da casa propria vengono realizzate le bombe che partono per tutta Europa. E così, lungo la traiettoria delle V2, i destini incrociati di cui parla il titolo si intrecciano, coinvolgendo la vita del polacco Tomasz, del soldato Rolf e di Yvie, che a Londra sente delle notizie che poco la convincono su edifici esplosi a causa di alcune 'fughe di gas'. Le voci di ragazze e ragazzi, soldati e membri della Resistenza, azioni eroiche e giornate di vita quotidiana si alternano e si intrecciano agli eventi della Seconda Guerra Mondiale.

Questo articolo parla di un altro libro, V2 di Robert Harris (Mondadori), ma racconta in breve delle esplosioni di Londra che sono lo sfondo anche del libro di Dowswell. 

Commenti

Avatar giuly09
30/01/2023 19:29
3C - Scuola media L. Trombini, Tirano (SO)
Destini Incrociati è un libro molto interessante, semplice e abbastanza veloce nella lettura. Il libro per questo non risulta impegnativo, lo consiglierei a tutti.
Avatar pancake_09
26/01/2023 21:30
3C - Scuola media L. Trombini, Tirano (SO)
Bel libro, coinvolgente e significativo. Mi è piaciuto perché descrive bene i personaggi e i loro stati d'animo, nei primi capitoli si fa un po' di fatica nel capire quali sono i personaggi ma continuando con la lettura il racconto diventa un tutt'uno e non smetti più di leggerlo. Lo consiglio a chi piace leggere e a chi sa capire il libro e che non lo legge tanto per farlo visto l'argomento di cui si parla.
Avatar disbott
21/01/2023 08:33
1O - Liceo Fermi, Bologna
Io sono molto appassionato di storia, specialmente quella della prima e seconda guerra mondiale. Questo libro tocca molti punti sensibili sullo stile di vita delle persone a quei tempi. Confronta anche le vite dei tedeschi con quelle degli inglesi e dei russi. Lo consiglio a tutti quelli che sono pronti ad ascoltare diverse storie, diversi punti di vista sullo stesso argomento
Avatar IlNick
22/01/2023 23:39
2Q - Liceo Galvani, Bologna
Devo ammettere che, nonostante io sia tutt'altro che un lettore per diletto, questo libro è riuscito a coinvolgermi particolarmente se non per l'intera durata del libro sicuramente per la maggior parte. In effetti ho fatto fatica a entrare nel vivo della vicenda visto il ritmo iniziale lento e poco incalzante. Solo successivamente sono riuscito a immedesimarmi nei quattro personaggi principali. Ciò è stato possibile anche grazie alle tante affinità tra me e i protagonisti, in primis lo spirito ribelle, nutrito da un profondo spirito critico. E questo spirito ribelle, che se vogliamo possiamo anche considerare quasi un topos letterario, è presente anche nell'altro famoso romanzo di Dowswell: "Il ragazzo di Berlino". È proprio per questo libro, che avevo già letto alle medie, che ho deciso di leggere questo romanzo, rimanendone soddisfatto. Lo stile di "Destini incrociati" è forse un po' più complesso sia dal punto lessicale (nonostante resti comunque scorrevole e di facile comprensione) che da quello strutturale (è presente un fitto intreccio tra più situazioni e avvenimenti). Sicuramente, se avete già letto "Il ragazzo di Berlino" avete un motivo in più per leggere il libro. Detto ciò vi consiglio vivamente questo libro visto l'argomento delicato che tocca, la Seconda Guerra Mondiale, guardato con gli occhi di adolescenti con caratteristiche e competenze che possiamo riscontrare e maturare anche dentro di noi.
Avatar AkaTassoDiCanossa
24/01/2023 17:35
2M - IIS Majorana, San Lazzaro (BO)
Il libro "Destini Incrociati" mi ha affascinato e colpito davvero tanto, proprio per quanto sia ammirevole il fatto che l'autore riesca ad unire quattro storie completamente diverse di quattro personaggi altrettanto diversi, ma uniti e accomunati da una serie di ideali come il desiderio di vivere, il rifiuto di arrendersi e la ribellione contro la malvagità (in questo caso: il nazismo). Inoltre, secondo la mia opinione, un ruolo importante in questo libro lo svolge il destino, proprio perché i protagonisti, armati di determinazione, riusciranno non solo a cambiare le loro vite, ma anche quella delle persone che li circondano. Per la prima parte del libro, Paul Dowswell, si concentra molto sulla descrizione più dettagliata e minuziosa di ogni personaggio, introducendo la vita che ognuno di essi conduce; tutto questo fino a quando non si incontrano. Nella seconda parte, si apre uno scenario di maggiore azione e coinvolgimento. Inoltre, il libro mi é piaciuto proprio perché il fatto che i personaggi siano inventati, non toglie bellezza alla storia. Questo libro mi ha fatto riflettere molto su quanto fosse difficile la vita nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, ma, allo stesso tempo, penso che questo fosse proprio lo scopo del libro, trasmesso alla perfezione tramite l'ausilio di un linguaggio fluido, comprensibile e scorrevole. Però, non sempre le persone riescono a trarre l'insegnamento che la guerra é sbagliata, e, perciò, essa si ripete; ne sono la prova le centinaia di guerre presenti oggi su tutto il pianeta.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Pasqualelacolomba
23/01/2023 15:08
1O - Liceo Fermi, Bologna
Libro perfetto per gli appassionati della seconda guerra mondiale; dà spazio a fatti realmente accaduti dando voce anche alle emozioni dei 4 ragazzi, protagonisti di questo libro, che raccontano da 4 punti di vista l'orrore della guerra.
Avatar Auroraa
23/01/2023 19:26
1BSA - Liceo Andrea Maffei, Riva del Garda
Questo libro è bello e cattura il lettore (l''ho letto in soli tre giorni!); è anche interessante dal punto di vista storico perché è ambientato nel 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale, in pieno periodo nazista. Questo è un racconto d'avventura, storico e forse un po' drammatico. Narra la storia di quattro ragazzi che vivono in paesi diversi e che incrociano i loro destini, anche solo per pochissimo tempo: Marijke, Rolf, Yvie e Tomasz. Marijke, insieme al fidanzato Thijs, si unisce alla resistenza; Rolf lavora insieme ai Nazisti; Yvie osserva ciò che la guerra sta facendo al suo Paese e Tomasz scappa da una realtà orribile. Ma non parla solo di questo, parla anche delle bombe V2 e di come i tedeschi le lanciavano sulle città nemiche. Mi ha colpito parecchio il racconto delle vite dei personaggi, perché l'autore descrive molto bene le emozioni che provano i protagonisti: dal dolore alla paura, fino alla felicità di avere ancora una famiglia e degli amici su cui fare affidamento. Un'altra cosa che mi è piaciuta è il fatto che Dowswell ha sviluppato il racconto attraverso gli occhi dei personaggi, che vivevano realtà diverse: ad esempio Tomasz lavorava in un campo di prigionia, mentre Yvie era una studentessa in un liceo a Londra. Questo è molto interessante perchè secondo me permette al lettore di immedesimarsi meglio. Questo libro mi ha fatto sentire un po' triste, ma mi ha fatto anche riflettere molto: è incredibile pensare che questo sia accaduto solo nel secolo scorso e cosa abbiano vissuto e provato le persone che hanno visto la guerra. L'autore è riuscito a farmi immedesimare e a farmi capire quanta sofferenza e paura ci fossero in quel periodo. La storia mi ricorda un po' quella del libro “Le Valigie di Auschwitz” di Daniela Palumbo. Anche lei ha scelto la tecnica di raccontare la storia dal punto di vista di diversi personaggi, ed è ambientato anch'esso nella Seconda Guerra Mondiale. Do nove stelle perché il libro è scorrevole, abbastanza leggero. Non è neanche troppo voluminoso. Lo consiglio a chi è appassionato di questo periodo storico, e a chi ama le storie di amicizia e amore. “Sua madre la guardò confusa. -Me l'ha detto una compagna di classe. Quell'esplosione a Camberwell… Vogliono farci credere che fosse gas, ma subito dopo c''è stato uno strano rumore, un sibilo come quello che si è sentito adesso. Era una bomba volante di qualche tipo, eppure non hanno dato nessun allarme antiaereo. Quelle cose piovono dal nulla. Ci cadono in testa dritte dal cielo. - “

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar RiccardoAlemanno
19/01/2023 15:27
1D - Liceo Laura Bassi, Bologna
Questo libro racconta la seconda guerra mondiale attraverso quattro personaggi le cui storie si incrociano. I personaggi sono caratterizzati abbastanza bene tranne Rolf Maier, che ha meno spazio durante la lettura rispetto agli altri 3, anche la sua storia non mi è sembrata molto avvincente. In generale lo reputo un buon libro.
Avatar Valezanghe88
19/01/2023 21:16
2A - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
il libro lo trovo ben scritto parla di 3 storie separate e questo non l'ho apprezzato poiché all'inizio e confusionario ricordarsi tutte le storie. pero per quanto riguarda la trama di queste storie devo dire che sono ben articolate e danno bel senso di giustizia che a me e sempre piaciuto anche se avrei voluto vederlo sviluppato in un altro contesto poiché quello della 2 guerra mondiale ormai è scontato tutto sommato ha la sufficienza.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Marcello_Canossa7
17/01/2023 15:35
2B - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
A mio parere è un bel libro dove i destini dei quattro protagonisti si incrociano a causa della guerra. In particolare mi è piaciuto il finale quando Tomasz riesce a salvarsi dalla guerra e ad arrivare a Londra. Cosa sia accaduto a Thijs dopo che Marijke era stata catturata, con l'accusa di aver agito contro il Terzo Reich, rimane un mistero: nel libro non è specificato. Mi è piaciuta la figura di Yvie, ragazzina astuta, che attraversa dei brutti momenti con la sua famiglia ma che alla fine si salva anche da un bombardamento a Londra. Rolf è il personaggio che viene meno descritto e per questo motivo quello che meno ho apprezzato. In conclusione, ho trovato questo libro molto interessante, leggibile e scorrevole.
Avatar estergalliii
22/01/2023 11:32
gruppo terze - scuola media "Marco d'Oggiono", Oggiono
Destini incrociati è un libro avvincente che fin dall'inizio mi è piaciuto molto. Io sono una ragazza che ama leggere i libri sui campi di concentramento nazisti ma non ho mai particolarmente approfondito la situazione delle altre persone durante la Seconda Guerra Mondiale. Destini incrociati mi ha permesso di analizzare quello che succedeva nei territori in guerra o occupati dalla Germania. Consiglio questo libro ai miei coetanei perchè permette di avere un quadro storico generale ancor prima di affrontare l'argomento sui banchi di scuola e anche perchè il Mondo, ancora oggi, sembra non aver imparato nulla dalla storia. Ringrazio l'autore per aver scritto questo bellissimo libro!

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar racc
22/01/2023 12:07
1E - Liceo Laura Bassi, Bologna
A me questo libro è piaciuto davvero tanto (in generale non mi piace tanto leggere): è molto scorrevole e molto adatto per la nostra età anche per introdurci nell'argomento della seconda guerra mondiale. Lo consiglio a tutti perché è davvero molto piacevole come lettura.
Avatar Stamanera22
19/01/2023 16:40
1P - Liceo Fermi, Bologna
Il libro mi ha davvero affascinato, leggerlo è stato molto piacevole (parla un non appassionato di libri), il linguaggio utilizzato dall'autore tutt'altro che difficile da interpretare ed è molto scorrevole. La storia è molto avvincente con frequenti colpi di scena, parla di 4 ragzzi diversi che vivono durante la seconda guerra mondiale nel 1944: Tomasz, un ragazzo catturato e costretto ai lavori forzati per il Furher nella fabbricazione delle v2 (missili nazisti per chi non lo sapesse), Marijke una giovane ragazza di estrema bellezza che non ne può più di stare ferma a guardare e vuole agire rischiando la vita, Rolf una guardia tedesca incaricata di proteggere il sito di lancio dei missili ed infine Yvie un'adolescente di 15 anni che sente la guerra bussare alla porta mentre è alle prese con quelle bombe che inaspettatamente piovono dal cielo.
Avatar ale007-
19/01/2023 17:38
2B - Liceo Morandi, Finale Emilia (MO)
Questo libro mi è piaciuto molto perché parla di temi molto importanti come la Shoah e la Seconda Guerra Mondiale, la storia di questi personaggi mi ha interessato molto e anche un pò incuriosito, il libro non è molto lungo e per me che non adoro i libri troppo lunghi è perfetto.
Avatar atanagio
18/01/2023 22:36
3D - Scuola media L. Trombini, Tirano (SO)
Pur essendo un romanzo intrecciato, è molto chiaro e si capiscono gli stati d'animo dei personaggi. Mi è piaciuto anche perché i personaggi sono giovani, e il linguaggio è fluido e scorrevole.
Avatar GTonelli
08/01/2023 14:11
2C - Scuola media Vanoni, Morbegno (SO)
Questo libro mi è piaciuto perché ha saputo unire quattro storie differenti con personaggi che inizialmente si trovavano molto distanti tra loro. Tomasz: ragazzo strappato alla sua famiglia polacca per lavorare al servizio del Führer nella costruzione e lancio delle V2; Marijke: ragazza olandese che combatte con il nazismo aiutando la R.A.F. scattando immagini delle V2 Yvie: studentessa inglese che viene continuamente ferita dalla guerra e dalla povertà imminente; Rolf: soldato tedesco con il compito di sorvegliare le V2. Una parte che mi ha colpito è stato quando Tomasz mentre andava al suo posto per saldare le alette delle V2 ha visto i corpi del suo amico Pierre e del Monsieur Bonnet impiccati, da un momento all'altro chi lo proteggeva è scomparso e lui è rimasto indifeso. Io tra i protagonisti ho deciso di fare un regalo a Tomasz, a lui avrei regalato un biglietto del treno per Łódź quando era alla Mittelwerk così che lui possa vedere una volta ancora la sua famiglia prima che l'Armata Rossa la uccida. Riflessione personale: questo libro mi ha fatto pensare a come sia stata brutta la Seconda Guerra Mondiale e soprattutto la povertà e la schiavitù che essa ha portato, spero non risucceda più una cosa equiparabile a questo, il senso di questo libro secondo me è ricordare, ricordare di cosa è stato capace l'uomo e di non ripeterlo più, Purtroppo la gente si dimentica,la prova è la guerra in corso, e oltre a quella in Ucraina che ne sono altre 200 nel mondo, anche se piccole sono sempre guerre: morte,f ame e distruzione.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar JackD36
27/12/2022 11:52
2C - Scuola media Vanoni, Morbegno (SO)
Il libro è molto bello 4 storie in un solo libro. 4 storie e 4 destini collegati da qualcosa in comune i missili W-2 Marijke alleata della R.A.F armata di macchina fotografica pronta a fotografare le W-2, Rolf un soldato tedesco incaricato di proteggere le W-2, Yvie una ragazzina di 11 anni che vive a Londra e sente la guerra bussare alla porta, Tomasz un civile catturato per lavorare nella fabbrica di W-2 ed è pronto a tutto per salvarsi.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →