Ti è piaciuto?

Di notte la sento camminare avanti e indietro, irrequieta. Sto immobile nel letto e fingo di dormire. So cosa vuole fare. So che vuole chiamarlo e spero non lo faccia. D'altra parte, Halloween si avvicina. Perciò deve chiamare.
Denny ha sedici anni e per colpa del lavoro del padre è costretto spesso a trasferirsi. Ora vorrebbe smettere, insomma vorrebbe degli amici, una ragazza, potersi affezionare a qualcuno. E poi vorrebbe, anche solo per una volta, rispondere al telefono, quel telefono che, ogni anno vicino al giorno di Halloween, comincia a suonare nel cuore della notte. Lui non può mai rispondere, perché dietro a quelle telefonate si nasconde il terribile segreto che perseguita il padre ormai da venticinque anni. Ma un pomeriggio, in casa da solo, Denny cede alla tentazione e quando il telefono comincia a suonare decide che è ora di finirla: in fondo lui non è suo padre. Silenzio e poi un respiro, una voce di donna, calda e seducente, una voce che dice di conoscerlo. E adesso il gioco ha inizio, un meccanismo perverso in cui Denny è la preda e il cacciatore inizia a tessere attorno a lui una complicata rete di sorveglianza.

Commenti

Ancora nessun commento