2019 - 2020

Xanadu

2019 - 2020

Lupa bianca lupo nero

Marie-Aude Murail

Giunti, 2019


Lazare aveva fretta: il martedì era il giorno di Ella, con la fobia per la scuola. Era stato difficile ottenere informazioni su quella strana malattia, soprattutto perché all'inizio aveva digitato “tobia della scuola”. Adesso Lazare sapeva che la giovane Ella si sforzava davvero di andare alle medie, ma non riusciva a superare il portone. Durante l’ultima seduta aveva promesso che non avrebbe più saltato un solo giorno di lezione. Aveva mantenuto la parola data? La madre era contenta di lei? Era come una serie tv, e Lazare non voleva perdersi il nuovo episodio.

Lazare, giovane spia di otto anni, sta dietro a una porta e ascolta le tante storie che i pazienti del padre psicologo raccontano durante le sedute di analisi. È così che apprende che esiste la “fobia della scuola”, il “cutting”, la depressione, l’anoressia… e mentre le tante vicende si dipanano come episodi di una serie-tv, il padre, Sauver Sant-Yves, deve fare i conti con un segreto di famiglia che qualcuno vuole riportare alla luce. Lui originario della Martinica, lui orfano di madre e che non ha mai saputo chi fosse il suo vero padre, lui nero come il carbone e per questo spesso additato al supermercato o per la strada (soprattutto in quei giorni in cui la Francia è scossa dagli attentati del gennaio 2015), lui che crede di poter salvare tutti non vede che il suo bambino lo spia, che il piccolo Lazare deve fare i conti con episodi di razzismo a scuola.

Insieme, padre e figlio, dovranno affrontare i demoni del rimosso e sconfiggere chi gli ha gettato una vera e propria maledizione!

Un libro scorrevole e con un linguaggio semplice che contemporaneamente affronta temi delicati presenti ai giorni d’oggi , come: razzismo, famiglie allargate, difficoltà in età infantile, adolescenziale e adulta. Il tutto accompagnato dalla splendida storia di Savour, uno psicologo di colore e suo figlio Lazare, orfano di madre bianca. L’autrice spiega in maniera semplice tutte le dinamiche della storia, riuscendo a far entrare in empatia il lettore con tutti i personaggi. Lo consiglio a tutti coloro che vogliono gustarsi una lettura piacevole.

Inventa un nuovo titolo

Un libro semplice e profondo

La frase che ti è piaciuta di più

Alla fine della storia, il lupo nero si sposa con la lupa bianca e hanno un lupacchiotto grigio

La musica che metteresti come colonna sonora

Treat people with kindness di Harry Styles

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per vedere il mondo attraverso un altro punto di vista


Mi è piaciuto molto questo libro perché racconta una storia basata sulla discriminazione che è fatta nei confronti del piccolo Lazare figlio di Saveur, a uno psicologo antillano. Riporta anche dei problemi relativi al giorno d'oggi come l'autolesionismo e la depressione. Alla fine è molto coinvolgente fino a farti pensare di essere davvero in quel momento.

Inventa un nuovo titolo

Saveur, lo psicologo della Martinica

La frase che ti è piaciuta di più

Non solo sapeva per cosa era tornato, ma anche per chi.

La musica che metteresti come colonna sonora

IL flauto magico di Mozart

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Fa capire subito di cosa si parla perché inserisce tutti i personaggi che sono presenti nel brano. Secondo me però è un po' troppo semplice e non sono tanto belli i criceti sparsi per la copertina.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

vorrai leggerlo tutto in una volta per sapere al più presto come finiranno queste intricate vicende


Questo romanzo è scritto in linguaggio semplice, non solo fa pensare al rapporto che si ha con il padre, ma anche alle malattie che gli adolescenti hanno al giorno d'oggi come autolesionismo e depressione. È bello vedere crescere il rapporto tra Saveur(Salvatore) il padre e Lazare ,il figlio, sopratutto vedere maturare il ragazzino.

Inventa un nuovo titolo

"Rapporti, rispetto". Rapporti, perché Saveur costruisce rapporti con molte persone, sempre in modo gentile. Rispetto, perché in questo racconto hanno tutti rispetto del colore della pelle di Saveur, tranne Nicole che ha comportamenti razzistici.

La frase che ti è piaciuta di più

"A che cosa servo qui?"Saveur è disperato, perché è appena arrivato da un viaggio e ha troppe cose da fare, però ha costruito con ognuno dei ragazzi un rapporto diverso e tutti gli vogliono bene.

La musica che metteresti come colonna sonora

Personalmente non ho una colonna sonora, perché faccio delle riflessioni, per esempio quando Saveur e Lazare sono alle Antille, mi ricordo la musica caraibica che ho sentito durante il mio viaggio alle Antille.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Mostra esattamente quello che succede nella storia, perché mostra i vari personaggi e animaletti che ritroviamo nel romanzo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Se hai voglio di maturare, scoprirti e capire le difficoltà che hanno da affrontare gli adolescenti al giorno d'oggi dovresti leggere questo libro

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il racconto trasmette bene il messaggio del razzismo e dei rapporti che si devono avere con le persone.


La storia mi è piaciuta, perché racconta le vicende di Sauveur, uno psicologo originario della Martinica, padre del piccolo Lazare. Le vicende della famiglia si intrecciano con i racconti dei pazienti che frequentano lo studio, aprendo così al lettore le porte di varie tematiche: il razzismo, che il bambino si trova ad affrontare a scuola, poiché è mulatto; la ricerca delle proprie origini; le malattie psichiatriche, come la depressione e l’anoressia.

Inventa un nuovo titolo

Un nuovo titolo potrebbe essere il seguente: “In viaggio per scacciare l’infelicità”.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è “I segreti che vi circondano con le loro nubi vi impediscono di vivere, crescere, amare?”. Questa è la domanda che Sauveur pone anche a se stesso. La mia risposta, dopo aver letto il libro, è la seguente: per vivere, crescere, amare non è necessario conoscere ogni dettaglio su di sé e sulle persone che ci circondano: è meglio conoscere solo alcuni aspetti, perché ciò consente di lasciare maggiore spazio all'’immaginazione. Infatti la curiosità, quando non diventa patologica, è meravigliosa: costituisce il “sale” della vita.

La musica che metteresti come colonna sonora

La musica che metterei come colonna sonora è “Come nelle favole” di Vasco Rossi. Ho scelto questa canzone perché il ritmo è incalzante, come quello delle varie vicende che si susseguono nel corso della narrazione. Inoltre Lazare spia le sedute del padre con i pazienti da dietro una porta; infatti ogni volta che il piccolo ascolta una delle loro storie si sente trasportato in un altro mondo, come se stesse ascoltando una favola. Infine, la canzone parla di un “io” e di un “te”, che insieme possono fare qualsiasi cosa: mi piace immaginare che siano padre e figlio che, “tenendosi mano nella mano”, riescono ad essere uno la forza dell’altro e a superare tutte le difficoltà.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Della copertina apprezzo soprattutto che lo sfondo sia giallo, un colore che richiama il sole e la luce. Il sole mi ricorda il caldo, facendomi pensare alla Martinica, terra di origine dei due protagonisti. La luce invece rappresenta per me la parte bella di tutte le persone che spesso non riusciamo a vedere e che Sauveur, essendo uno psicologo, ci aiuta a trovare. Inoltre mi piace che sia raffigurato Lazare circondato da alcuni dei pazienti del padre e dai propri criceti, sintetizzando piuttosto bene quali sono i pensieri del bambino.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una riga come fascetta pubblicitaria del libro potrebbe essere “Impara a scoprire e a scoprirti”. Infatti questa storia insegna a guardare non solo con gli occhi, ma anche con il cuore, per riuscire a vedere quando le persone che ci circondano stanno attraversando momenti difficili e per intraprendere un viaggio dentro di sé, alla ricerca della felicità.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

A Marie-Aude Murail scriverei quanto segue: “Vorrei ringraziarla per aver scritto un libro che affronta tematiche diverse, come la ricerca delle proprie origini, la cui importanza spesso, ai giorni nostri, viene sottovalutata. Questo avviene perché si tende ad evitare i problemi o le difficoltà, invece ritengo che l'unico modo per superarli è parlarne, anche quando si è molto piccoli, come Lazare”.


La storia mi è piaciuta molto dal punto di vista della descrizione, quindi più verso la fine, che era molto accurata così tanto che sembrava di essere lì in quel posto magico; però erano interessanti anche le visite dei pazienti di Sauveur, forse dopo un po' sembrava una specie di serie tv con tanti episodi dato che c'erano molti pazienti diversi. Però a parte questo particolare è una storia molto carina anche per persone più grandi della nostra età.

Inventa un nuovo titolo

Il Salvatore

La frase che ti è piaciuta di più

La prima non è una frase che mi è piaciuta di più ma che mi fa riflettere: "Non perdere il treno della vita"
L'altro è una descrizione "Attraverso i cancelli del mercato coperto si diffondevano i profumi delle spezie: vapori di curry, pepe, cannella, noce moscata, Bois d'Inde e chiodi di garofano. All'ombra di un cocco, di fronte al mare turchese sorvolato da libellule e farfalle bianche, mangiarono polpette di gamberi e pomodori."

La musica che metteresti come colonna sonora

Makeba-Jain

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto carina e originale,ma all'inizio non avevo capito fosse una porta.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un capolavoro francese nuovo di zecca. Con oltre mezzo milione di copie.


La storia mi è piaciuta molte perché tratta degli argomenti abbastanza difficili e molto attuali come l'autolesionismo, l'omosessualità, il divorzio, il razzismo, ecc. La presenza di queste tematiche non rende per niente la lettura pesante ma al contrario molto fluida. Il figlio dello psicologo Sauveur, Lazare, durante le sedute del padre si nasconde in una stanza a lato dello studio ascoltando così tutti gli incontri come se fossero una serie TV. Questo rende la storia più avvincente perché ogni volta, al termine della seduta rimani con il fiato sospeso.

Inventa un nuovo titolo

Siamo solo noi

La frase che ti è piaciuta di più

L'immaginazione è qualcosa di magico, e dà espressione al nostro io più profondo.

La musica che metteresti come colonna sonora

-Ascolta il tuo cuore- Laura Pausinis

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è azzeccata: esprime esattamente ciò che si trova nel libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ti piace ascoltare i pensieri degli altri? Riflettere? Porti delle domande? Questo libro fa per te


Il libro mi è piaciuto molto poiché tratta argomenti delicati e allo stesso tempo considerati tabù in modo diretto. Omofobia, autolesionismo, transfobia, razzismo e pedofilia sono solo i primi ad essere presentati.

Inventa un nuovo titolo

Due punti di vista e una porta socchiusa.

La frase che ti è piaciuta di più

"Era come una serie tv, e Lazare non voleva perdersi il nuovo episodio."

La musica che metteresti come colonna sonora

Tate McRae, "Dear parents"

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che il bambino raffigurato nella copertina non rappresenti molto il figlio di Sauveur.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

C'è sempre la possibilità di avere un nuovo inizio?

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Non vedo l'ora che esca il secondo volume!


Questo libro l'ho trovato molto interessante perché spiega chiaramente che non bisogna giudicare una persona solo dal colore della pelle e mostra come le diverse vicende che si svolgono nel racconto sembrino diverse ma in realtà hanno un comune denominatore: l'influenza degli atteggiamenti dei genitori sui propri figli

Inventa un nuovo titolo

Le scelte di vita

La frase che ti è piaciuta di più

"Quando hai un amico la felicità si moltiplica "

La musica che metteresti come colonna sonora

Musica classica

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto intrigante e fa capire il concetto chiave della storia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Le varie storie intrecciate tra loro ti spingeranno a leggerlo!


Questo romanzo fa aprire gli occhi e fa crescere, affronta con ironia e leggerezza quelle che sono tematiche difficili da trattare, come l'autolesionismo, l'omosessualità, l'identità, il proprio corpo, i problemi familiari e tanto altro. Sauveur, il protagonista del romanzo, salva i suoi pazienti dall'infelicità di non poter essere le persone che sentono di essere. Lazare, suo figlio, quando arrivano i pazienti si nasconde in un ripostiglio e spia le sedute del padre, immergendosi nelle storie e nelle vite di queste persone, che accompagnano l'intero racconto.
Ia lettura è davvero molto scorrevole e la scrittrice riesce con semplicità a trasmettere dei forti messaggi. Lo consiglio vivamente!

Inventa un nuovo titolo

Viaggio dentro di te

La frase che ti è piaciuta di più

I segreti che vi circondano con le loro nubi vi impediscono di vivere, crescere, amare?

La musica che metteresti come colonna sonora

Ligabue -siamo chi siamo-

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Rispecchia perfettamente ciò che racconta il romanzo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Se cerchi un libro per scoprirti e scoprire, un libro che ti faccia riflettere e aprire gli occhi, questo fa per te!