Ti è piaciuto?

"Dunque, tieni a mente la differenza tra dire e non dire e, nel dire, scegli bene le tue parole. Anche la più piccola ha un significato importantissimo. Può fare la differenza tra un mondo e l'altro.” 
Dopo che i suoi genitori si sono separati, Sara non riesce più a sopportare che Greta, la sua migliore amica, non le parli più. Non è colpa sua se Gabriele ha avuto la bella idea di innamorarsi proprio di lei, nonostante la cicatrice che le percorre metà del volto. Una notte decide di andare a disegnare il ciondolo che aveva regalato a Greta tanto tempo prima proprio davanti alla scuola, il simbolo della loro amicizia. E ci sarebbe riuscita, se solo non fosse stata beccata in pieno dal sorvegliante. Sara viene costretta a 30 ore di servizi sociali in una casa di riposo per anziani e decide che è ora di smettere di provarci: passerà le ore su una poltrona ad ascoltare la musica e basta. Ma una volta lì non può fare a meno di notare un anziano signore con la kippah che passa tutto il tempo a scrivere e riscrivere l'alfabeto ebraico. Il signor T. della stanza 26 nasconde la sua identità, ma rivela molte cose. Assieme a lui, Sara farà un viaggio in tutte le sue parole: rabbia e rimorso, ma anche fine e inizio. 

Commenti

Avatar povero_gabbiano
25/02/2022 20:43
2A - Scuola secondaria di primo grado, Don G. Minzoni, Ravenna
Il libro parla di Sara, una ragazza molto timida e riservata. Una notte decide di andare a fare un disegno sul muro della scuola, però viene scoperta, così è obbligata a 30 giorni di servizi sociali in una casa di riposo. Qui incontra il signor T. un anziano signore ebreo, il quale le insegna l'alfabeto ebraico. Questi insegnamenti le cambiano la vita e la fanno diventare più aperta al mondo. Ho messo 6 stelle perché la trama non è interessante ed è ripetitiva.
Avatar marcocomo
24/02/2022 14:56
3D - Scuola media L. Trombini, Tirano
La storia non mi ha convinto perché è ripetitiva, monotona e noiosa non consiglio neanche al mio peggior nemico.
Avatar uaua
23/02/2022 16:21
2C - Scuola Media Carelli-Forlani, Conversano
Ho letto il libro in poche ore. E' la prima volta che leggo un libro a fumetti e lo trovo eccezionale. La vita di Sara è sconvolta da diversi avvenimenti:l'incidente,il divorzio dei genitori e la lite con la sua migliore amica.Poi per essere stata scoperta a fare disegni sui muri della scuola,per far capire alla sua amica il suo stato d'animo,viene punita ed è "grazie" a questa punizione che conosce il misterioso signor T. che con i suoi consigli,con il suo alfabeto ebraico riesce a liberare Sara dai suoi cattivi pensieri e a riprendere in mano la sua vita. Lo consiglio a tutti e soprattutto a quelli chiusi in se stessi(come me😅)!

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar viky
23/02/2022 13:46
2C - Scuola Media Carelli-Forlani, Conversano
Questo libro mi è piaciuto tantissimo, io non amo particolarmente i fumetti ma questo l'ho adorato. In alcune situazioni mi ci sono riconosciuta. Non ho dato 10 stelle solo perché all'inizio è un po' confuso. Consiglio questo libro a tutti.
Avatar alee09
22/02/2022 00:20
2C - Scuola Media Carelli-Forlani, Conversano
Ho trovato questo libro alquanto interessante, mi sono rivista molto nei comportamenti della protagonista ma non ho dato il massimo di stelle poiché inizialmente non riuscivo a comprendere in modo chiaro la storia, credo che sia abbastanza normale. è un libro che ti intriga molto e che ho letto in pochissimi giorni. lo consiglio anche a coloro a cui non piacciono i fumetti.
Avatar _GRS09_
19/02/2022 18:23
2A - Scuola secondaria di primo grado, Don G. Minzoni, Ravenna
Questo lo considero un libro bellissimo. Mi ha fatto capire quanto sia importante non vergognarsi di essere diversi dagli altri e l'importanza di avere persone al proprio fianco che ti accettano per ciò che sei, chi ti vogliono bene e che ti insegnano a vivere. La protagonista Sara però non riesce subito a capire questi importanti valori e perciò all'inizio si vergogna di un segno del suo passato che nasconde con i capelli, ma poi conosce due persone che le cambieranno la vita: il signor T. e Gabriele. Loro riusciranno a cambiarla totalmente e a farle sentire meno il peso della separazione dei suoi. La lettura è molto veloce e scorrevole. Consigliatissimo!
Avatar Miriam
20/02/2022 15:52
2B - Scuola secondaria di primo grado, Guido Novello, Ravenna
Questo libro è proprio bello. È proprio vero che le parole posso tutto.
Avatar Giuseppe_
20/02/2022 22:50
2C - Scuola Media Carelli-Forlani, Conversano
Questo libro mi è piaciuto molto, ma la cosa più interessante è il fatto che si può leggere in pochissimo tempo. La storia è molto bella, ho messo come voto 9 perché all'inizio non si capisce bene la storia però a metà diventa molto più interessante.
Avatar ɐɹɐıɥɔ
21/02/2022 15:21
3B - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
L'adolescenza è un periodo della vita in cui non si sa mai che cos'è giusto. Così è per Sara, una ragazza timida che non parla molto a causa di alcuni traumi infantili che tuttora possono succedere, o purtroppo sono già accaduti anche a noi. Lei ha dovuto superare la rottura dei suoi genitori, l'incidente e un litigio con la sua migliore amica. Questo libro mi è piaciuto molto perché ho avuto l'impressione di essere un personaggio della vicenda e guardare da fuori la vita di una ragazzina come tante altre, a volte anche uscendo dalla realtà e fare un tuffo nell'immaginazione, che al mondo di oggi serve anche a noi adolescenti.
Avatar Vio
Vio
21/02/2022 16:32
3B - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
Sara, la protagonista della storia, è una ragazza timida e riservata, che lotta per superare l'adolescenza. La sua migliore amica, a causa di un malinteso, l'ha appena lasciata e dati altri traumi e sconvolgimenti, si ritrova chiusa in sé stessa assieme a tutto il dolore e alla rabbia di cui vorrebbe liberarsi. Nonostante non mi siano mai piaciuti i fumetti, questo libro mi ha davvero appassionata. È molto scorrevole e veloce, infatti l'ho letto in pochissimo tempo. Ogni capitolo inoltre è segnato dalla spiegazione di una lettera dell'alfabeto ebraico, su cui è fondata la storia. È stata una lettura molto interessante e avvincente, e mi hanno soprattutto colpito le illustrazioni e le descrizioni delle lettere, che valorizzano il succedersi degli eventi regalando al lettore delle conoscenze in più.
Avatar Violinopiano
19/02/2022 14:22
2A - Scuola secondaria di primo grado, Don G. Minzoni, Ravenna
Questa graphic novel è un libro coinvolgente con due importanti significati: non arrendersi mai. Dietro le parole che usiamo quotidianamente c'è un significato importante. Una caratteristica di questo libro è la lettera ebraica che è all'inizio di ogni capitolo e riassume il concetto che si sta per trattare. A questo libro non ho dato 10 stelle perché nei primi capitoli c'è un po' di confusione e non si riesce a comprendere la storia ma andando avanti diventa sempre più chiara e affascinante con un finale che colpisce molto.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar Alessandro89
18/02/2022 16:48
2C - Scuola Media Carelli-Forlani, Conversano
Libro molto bello, veloce e scorrevole. Si legge tutto d'un fiato. La storia, nella parte iniziale, puo' apparire noiosa e poco interessante. Ma, verso metà storia si rivela bella, avvincente e coinvolgente. Lo consiglio molto ai ragazzi di scuola media.
Avatar Eli2222
17/02/2022 14:54
2C - Scuola Media Carelli-Forlani, Conversano
libro molto bello e interessante, leggibile in meno di 2 giorni, consigliatissimo per ragazzi delle medie
Avatar EllieStar
15/02/2022 19:52
2A - Scuola secondaria di primo grado, Don G. Minzoni, Ravenna
Mi è piaciuto questo libro in particolare perché la protagonista, Sara, esprime ricordi e pensieri profondi e in questo mi sono ritrovata molto. Sara è una ragazza che ha avuto un passato doloroso: la separazione dei suoi genitori e un brutto incidente che non si scorderà mai, per il motivo che il suo volto è diverso da quello degli altri. Inizierà a ragionare su se stessa quando si ritroverà a fare volontariato in una casa di riposo, e conoscerà il signor T, grande maestro di vita, che le insegnerà come domare i suoi sentimenti e a leggere il suo passato e se stessa. Così Sara si ritroverà in un mondo completamente nuovo. Inoltre la protagonista farà amicizia con un essere completamente diverso dagli esseri umani, il quale aiuterà la ragazza a capire che essere diversi non è sbagliato. Degli stessi autori vi consiglio 21 GIORNI ALLA FINE DEL MONDO, mentre di Sualzo FERMO (quest'ultimo è molto simile a LE PAROLE POSSONO TUTTO). Spero che questo libro possa piacere anche a voi

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar The_reader
16/02/2022 15:39
2D - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
Avatar Davi09
14/02/2022 14:41
2B - Scuola secondaria di primo grado, Grosio (SO)
Questo libro mi è piaciuto molto, lo consiglio a tutti perché la storia è interessante e viene sempre la voglia di leggerlo
Avatar Sofi08
14/02/2022 20:47
3B - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
Il fumetto "le parole possono tutto" di Silvia Vecchini e Sualzo mi è piaciuto molto perché nonostante lo stile che non è uno dei miei preferiti, ha una storia molto bella che trasmette molto. Il fumetto infatti è incentrato sull'alfabeto ebraico e i molteplici significati profondi che assume ogni lettera di esso e questo argomento per me è stato interessante anche perché ho imparato cose nuove. Inoltre il finale è veramente commovente.
Avatar Edoggo
06/02/2022 21:07
2D - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
La storia non mi è piaciuta perché non mi ha coinvolto ed era troppo lenta.
Avatar Chiar1108
04/02/2022 21:16
3A - Scuola secondaria di primo grado, Guido Novello, Ravenna
"Le Parole Possono Tutto" di Silvia Vecchini e Sualzo è un libro molto attuale e significativo. Mi è piaciuto, in particolare, il personaggio di Sara, che, nonostante i problemi familiari e sociali, è riuscita a trovare la sua strada. Ho apprezzato, inoltre, la scelta dell'autrice di proporre ad inizio dei capitoli il significato delle lettere ebraiche. Lo consiglio vivamente, perché a mio parere è un libro adatto a tutti i tipi di lettori. Si legge tutto d'un fiato e lo stile dei disegni è incisivo nel creare ambientazioni e nel suggerire i profili dei personaggi.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Simoo
08/02/2022 10:59
2C - Scuola Media Carelli-Forlani, Conversano
Libro molto bello, la grafica è fatta molto bene e si riesci a capire facilmente. Ho dato nove stelle anziché dieci perché all' inizio non si capisce molto bene per le parole forse un po' difficili o incomprensibili però continuando diventa sempre più bello e anche avvincente. Lo consiglio a tutti se vi piacciono i fumetti che si finiscono in un giorno.
Avatar angi_09
03/02/2022 20:00
2C - Scuola Media Carelli-Forlani, Conversano
Storia molto intrigante, scorrevole ed interessante; riesce a catturarti in maniera incredibile, ciò porta ad una lettura così veloce che probabilmente alla fine ti chiederai: - Ma io l'ho letto il libro?-. Il racconto esprime un forte significato, l'unica cosa che non mi ha pienamente soddisfatta è stata la parte iniziale: è un po' confusionale e non si comprende bene la storia, la cosa migliore sarebbe leggerlo più volte per interpretare al meglio il racconto.
Avatar albania_prende_e_porta_via195
01/02/2022 23:51
2D - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
Avatar Falciatrice008
27/01/2022 21:34
3D - Scuola media L. Trombini, Tirano
Molto bello soprattutto per il finale!
Avatar silviaperego
22/01/2022 10:12
2A - IIS "Vittorio Bachelet", Oggiono
libro bellissimo, storia molto significativa, lo consiglio molto, è di facile lettura. si parla di una ragazza che ha subito traumi infantili per un incidente, crescendo si mette nei guai con la legge, quindi deve fare dei lavori sociali e si ritrova in un casa di riposo con un anziano con problemi di memoria. però la ragazza si appassiona alle sue storie e si affeziona all'anziano che la fa ragionare
Avatar LULU
20/01/2022 16:11
3X - scuola media "Marco d'Oggiono", Oggiono
questo libro mi è piaciuto molto perché mi ha fatto capire che siamo talmente abituati a comporre frasi pieni di parole che a volte ci dimentichiamo che dietro a ognuna di queste c'è un significato.