Ti è piaciuto?

La serie di morti di quell'estate ebbe inizio con un ragazzino dai capelli dorati e gli occhiali spessi, ucciso sui binari della ferrovia nei pressi di New Bremen, Minnesota, maciullato da mille tonnellate d'acciaio in corsa nella prateria verso il South Dakota. Il suo nome era Bobby Cole.
E così ha inizio questa storia, in una lunga e calda estate del 1961. All'epoca dei fatti Frankie ha 13 anni e ricorda tutto di quel periodo: il corpo del coetaneo Bobby, travolto dal treno, e le successive indagini; il ritrovamento di un vagabondo morto sotto il ponte della città e il funerale di questo poveretto dimenticato da tutti; il tentato suicidio di un caro amico di famiglia e lo sconforto che colpisce la madre appena ne sente la notizia; le prediche del padre, pastore della congregazione cittadina, uomo amorevole e reduce della Seconda guerra mondiale; le scappatelle notturne di sua sorella Ariel, di cui lui è silenzioso testimone; la rivincita sul bullo della città che lo perseguita da sempre; la sconfitta della balbuzie di Jake, fratellino e compagno di mille giochi...Ma Frankie, di quella funesta estate, non potrà mai dimenticare di aver dato la possibilità a un presunto assassino di fuggire. Sappiamo sempre cosa è giusto o sbagliato? Siamo sempre sicuri del confine tra il Bene e il Male? Conosciamo veramente ciò che ci sta vicino, i nostri genitori, i nostri amici, i nostri fratelli? Per Frankie diventano domande assillanti, ossessive, a cui tenterà di dare risposta.

Commenti

Ancora nessun commento