Ti è piaciuto?

Di solito la guardavano tutti: alcuni perché era evidentemente il tipo di ragazza affascinante che va alle feste a cui anche tu vorresti essere invitato, altri perché sapevano che era Grady McNeil, la figlia di un pezzo grosso. Qualcuno infine non le staccava gli occhi di dosso per una ragione diversa: perché sentiva che a quella ragazza, avvolta da un'aura di fascino consapevole e di privilegio, stava per accadere qualcosa.
 È un'estate calda e afosa quella di New York: i cittadini partono per raggiungere mete turistiche lontane, alla ricerca di climi più miti. C'è però qualcosa che la rende diversa dalle precedenti: è la prima che Grady McNeil passa da sola nel lussuoso appartamento della sua famiglia, sulla Fifth Avenue. I genitori si sono imbarcati per raggiungere la Francia, ma Grady, testarda diciassettenne americana dai capelli rossi e ribelli come il suo temperamento, decide di rimanere in città per poter stare con il suo ragazzo Clyde Manzer, giovane veterano di guerra dal carattere passionale che lavora come parcheggiatore. Un amore, fino a questo momento, tenuto segreto a tutti. Quella che nasce come infatuazione crescerà pian piano, a pari passo con l'avanzare dell'estate, fino a diventare qualcosa di grande ma allo stesso tempo indecifrabile, che metterà i due giovani davanti a importanti scelte e responsabilità: Grady, spinta dal desiderio di indipendenza, inizierà a conoscere il mondo e le sue sfide lontana dall'ala protettrice dei genitori, portando guai a sé stessa e a chi le sta accanto 

Commenti

Avatar Annabracci
27/01/2022 10:22
2L - Liceo Scientifico “A.Pacinotti” di Cagliari
“Incontro d'estate” è Il primo romanzo di Truman Capote, ritrovato e pubblicato dopo la sua morte. La storia racconta il rapporto tra due ragazzi innamorati, la loro relazione segreta, inizialmente vissuta come un' avventura estiva, ma che in seguito diventa un amore travolgente. Grady è la protagonista , una ragazza di diciassette anni ribelle, con un carattere difficile, molto testarda e capricciosa. Grady non ha mai amato rispettare le regole e quando suoi genitori partono per una lunga vacanza si sente finalmente libera. Ho apprezzato la scrittura del romanzo, anche se a volte un po' troppo ricca di dettagli, ma questo non sminuisce la scorrevolezza della storia. Il linguaggio è abbastanza semplice, nonostante il romanzo non sia stato scritto recentemente.
Avatar ChiaraPerfetto
27/01/2022 10:01
2L - Liceo Scientifico “A.Pacinotti” di Cagliari
“Incontro d'estate” è stata la prima opera di Truman Capote, a cui lui ha dedicato decenni, e nonostante ciò, non la pubblicó e disse addirittura di averla bruciata. Una copia è stata trovata nel suo appartamento di Brooklyn e poi successivamente pubblicata. Questo romanzo è ritenuto un capolavoro. La storia, breve e scorrevole, racconta l'estate newyorkese di Grady, che per la prima volta rinuncia alle vacanze con i suoi in Europa per un ragazzo ebreo che lavora come parcheggiatore, Clyde Manzer; Grady e Clyde hanno una relazione segreta che viene presentata in varie sfaccettature tra il clima caldo e afoso di New York. L'autore fa risaltare la spensieratezza di Grady e la sua voglia di vivere a pieno i suoi diciassette anni. Ho apprezzato l'unione di due mondi diversi, perché Grady Mcneil fa parte di una ricca famiglia borghese, mentre Clyde vive a Brooklyn e di certo ha avuto più difficoltà economiche di Grady. Il finale è sorprendente e sono convinta che chi leggerà questo libro resterà positivamente colpito.
Avatar RebeccaOBeirne
26/01/2022 17:26
2L - Liceo Scientifico “A.Pacinotti” di Cagliari
“Incontro d'estate” é il primo racconto di Truman Capote, scritto quando era giovanissimo, ma ritrovato e pubblicato in seguito alla sua morte. E' una scrittura fluente che analizza psicologicamente i personaggi, tanto da permettere al lettore di muoversi insieme a loro. Il libro racconta la storia di Grady McNeil durante l'estate del secondo dopoguerra a New York. Quando i suoi genitori partono per una vacanza a Parigi, trascorre il tempo con il suo grande amico d'infanzia, Peter Bell, che desidera sposarla, e poi con Clyde Manzer, un parcheggiatore ebreo . Grady è interessata a Clyde, che si rivelerà un maniaco del controllo e le farà vivere delle situazioni estreme. A questo vortice di emozioni si aggiunge il gran finale, Grady scopre di essere incinta; situazione inaspettata che rende il libro gradevole e interessante da leggere.
Avatar aliceeee
20/01/2022 18:58
2A - IIS "Vittorio Bachelet", Oggiono
Il romanzo Incontro D'estate è stato scritto da Truman Capote, ambientato a New York dopo la Seconda Guerra Mondiale in estate. I personaggi sono Grady McNeil una bella e ricca diciassettenne che non ama regole e imposizioni, sua sorella Apple otto anni più grande di lei sposata con 2 figli. Grady convince i suoi genitori a partire in crociera per l'Europa senza di lei con la scusa di voler passare l'estate a New York con il suo amico fraterno Peter Bell, che è segretamente innamorato di lei, finalmente libera può frequentare una persona di cui nessuno sa nulla Clyde Manzer, un giovane ebreo reducece dalla seconda guerra mondiale che per vivere fa il parcheggiatore, lo conosce in una di queste occasioni i due si frequentano quella che doveva essere una storia destinata a finire con l'estate col tempo diventa un amore sempre più ossessivo e inconprensibile portando i due ragazzi a prendere decisioni che segneranno per sempre loro destino.
Avatar mmmargherita
25/01/2022 21:06
2 o - Liceo Ulivi, Parma
Grady McNeil è stata cresciuta in un mondo a lei completamente estraneo, non si sentiva conforme con le abitudini e i passatempi di genitori e amici ed era obbligata a rispettare alcune consuetudini tipiche dell'alta borghesia americana degli anni 30-40. Le viene imposto un certo tipo di abbigliamento, un particolare ambiente sociale e ben presto inizia a sentire dentro di sé il bisogno di mostrare la propria vera identità. Combatte con la propria famiglia, in particolar modo con la madre e all' inizio del racconto la incontriamo nel pieno della sua adolescenza, nel pieno di questa lotta. Grady vuole trascorrere un' intera estate da sola nel suo appartamento newyorkese per non sentirsi giudicata, non dover dare spiegazioni riguardo le sue scelte o le sue abitudini o, ragione principale, per non andare in Europa in crociera con i suoi genitori. Nella vita di Grady però c'è' anche un ragazzo, Clyde Manzer, uno spirito libero proprio come lei, con un carattere forte e determinato, è proprio per questo che spesso il rapporto tra loro diventa difficile ma allo stesso tempo coinvolgente e profondo; Clyde però è ebreo e le tradizioni della sua famiglia non prevedono la relazione con Grady. Anche Peter, il suo migliore amico, è una figura determinante nella vita della protagonista, il loro è un legame solido, un legame ancora da comprendere fino in fondo, amore o amicizia? Ma questo desiderio di cambiamento e di diversità dalla monotonia impostale porta spesso a prendere decisioni sbagliate… Personalmente credo che il libro affronti diverse tematiche tipiche del mondo adolescenziale del tutto attuali, spesso però si tende all' esagerazione dei fatti e con le frequenti e lunghe descrizioni la lettura risulta lenta in certi tratti. Complessivamente il libro mi è piaciuto e lo consiglio a chi si sente bisognoso di conforto, di essere capito e rassicurato del fatto che prendere decisioni affrettate e istintive capita a tutti; l' insegnamento che ho tratto è che farsi valere e difendere le proprie idee è importante ma sempre entro i limiti della sicurezza nostra e di chi ci sta a fianco.
Avatar Coccarevscalla
26/01/2022 21:36
2D - Liceo Ulivi, Parma
Quando ho iniziato la lettura di questo libro non ero totalmente convinta della mia scelta, dal momento che i primi capitoli a parer mio sono molto lenti; per fortuna, però, verso il terzo capitolo, grazie anche alle maggiori informazioni che ho acquisito nei primi capitoli, mi sono potuta immergere meglio nella storia. Penso che l'autore in questo libro sia riuscito a mettere a confronto due realtà sociali diverse, la borghesia ed il proletariato, in maniera diretta, senza però sembrare troppo crudo. Una cosa che mi è piaciuta particolarmente è il fatto che Capote, pur raccontando una storia di per sè già vista e rivista, sia riuscito a non cadere nel cliché, riuscendo così a raccontarla in modo tutt'altro che noioso (soprattutto nel finale).
Avatar Nic
Nic
21/01/2022 09:02
2BT - I.I.S.S Cesare Battisti, Bolzano
"Incontro d'estate" è la solita trama che racconta di una storia estiva con tutte le complicazioni che può comportare, senza però il rischio di cadere nel banale. A mio parere, i due protagonisti cambiano idea troppo spesso ed eccessivamente nella durata del racconto, cosa che, comunque, caratterizza il loro essere adolescenti, ma io ho trovato questi dettagli un po' esagerati. Nel complesso mi è piaciuto leggere questo libro e lo consiglio.
Avatar Clacla
21/01/2022 18:30
2D - Liceo Ulivi, Parma
Di questo libro ho apprezzato moltissimo le caratteristiche che Capote ha attribuito ai personaggi e la loro storia d'amore: Grady e Clyde infatti hanno personalità che definirei quasi opposte, però riescono a completarsi. In certi punti ho trovato però il racconto un po'troppo "pieno" di descrizioni, che rendono il libro a tratti lento. Si legge comunque abbastanza scorrevolmente e, soprattutto alla dalla metà in poi, vi farà immergere totalmente nell'afosa New York di metà novecento.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar todeschiniagnese
21/01/2022 16:03
2D - Liceo Ulivi, Parma
Questo libro mi è piaciuto molto soprattutto per l'ambientazione, ma anche per la storia. infatti mi ha appassionato molto e sono riuscita a finirlo in poco tempo. Mi piace molto il linguaggio che non è tropo difficile e in tema con il periodo in cui è ambientato e la giovane età dei personaggi.
Avatar giova
17/01/2022 16:26
2B - IIS "Vittorio Bachelet", Oggiono
Romanzo veramente molto avvincente ed entusiasmante. Molto bravo l'autore nel raccontare ogni più piccola sensazione, nel descrivere quel contrasto che spesso si genera tra pensieri e parole, tra emozioni e realtà. Capote lascia il romanzo privo di un vero finale, come a voler sottolineare il passaggio dei due giovani ragazzi dall'adolescenza all'età adulta. L''esuberanza di lei si scontra con la malinconica sfrontatezza di lui, l''indifferenza di lei verso l''agiatezza di cui è circondata viene colta da lui quasi come una sfida ed entrambi sono preda della gelosia. Clyde si trova in una situazione ambigua, incerto su come concepire la relazione e soprattutto su come giudicare quella ragazza tanto ricca e nota in città. Lei invece è sicura dell'amore del ragazzo e non si rende conto delle sue difficoltà a instaurare un rapporto autentico e profondo: troppe le differenze, di classe, di maturità, di vita trascorsa. In seguito, quella che all'inizio era solo un'infatuazione diventa un amore sempre più forte e profondo. Grady, la protagonista, nell'arco di pochi mesi stravolge la sua vita per amore. La storia è incentrata principalmente su adolescenti che si pongono domande sulla vita e sul loro futuro. Ho trovato il romanzo molto coinvolgente, sincero e privo di eccessivi principi morali