Ti è piaciuto?
Egli apparteneva agli umani, come tutti i cani appartengono ad essi. Le sue azioni erano loro, come il suo corpo era loro, per esser maltrattato, calpestato, e per tollerar tutto. Tale era la lezione che egli aveva rapidamente appresa. Fu una lezione dura, poiché contrariava tutto ciò che era forte e dominante nella sua natura; e mentre odiava questa schiavitù, senza saperlo apprendeva ad amarla. Era un collare il proprio destino nelle mani d'un altro, un sollevarsi dalle responsabilità dell'esistenza.
Zanna Bianca è figlio di una cagna mezzosangue e di un lupo. Unico sopravvissuto della cucciolata, deve immediatamente cimentarsi con il mondo circostante, quello delle terre selvagge dell'Alaska. Si tratta di un mondo duro e pieno di insidie: la morte non è una variabile ma una presenza costante dove il forte sopravvive e il debole muore. Una volta apprese le leggi brutali della natura, ecco che ci sono quelle più ambigue del rapporto con gli uomini. Zanna Bianca subirà una serie di apprendistati differenti: da Lupo Grigio apprende la legge del bastone e della sottomissione, tanto da rassegnarsi a rinunciare per sempre alla sua natura libera e selvaggia. Il secondo padrone, Smith Bellezza (soprannominato così per il suo orrendo aspetto), lo sevizia e umilia continuamente per incattivirlo e farlo diventare un cane da combattimento. Da lui Zanna Bianca impara la legge dell'odio e della violenza. Dall'ultimo padrone, Weedon Scott, un ingegnere minerario, apprenderà la legge dell'amore e della fiducia. L'ingegnere lo acquista da Smith Bellezza quando è ormai in fin di vita e con pazienza si prende cura prima della sua salute, poi delle ferite del suo spirito.

Commenti

Avatar MatMax_12
10/01/2024 16:25
2AC - Liceo Rosmini, Rovereto
La vicenda è ambientata nella gelida valle canadese dello Yukon alla fine dell'Ottocento. Il lupo, per un quarto di sangue canino, è stato costretto in primo luogo a lavorare nelle foreste dell'Alaska, ma il comportamento aggressivo dell'animale portò Castoro Grigio a darlo via e il suo secondo padrone, Smith, più crudele del primo, lo obbligò a combattere in esibizione clandestine all'ultimo sangue. Tuttavia in uno di questi combattimenti intervenì Weedon Scott, che minacciando Smith prese con sé Zanna Bianca e, trattandolo con premura e affetto, riesce a farlo rinsalire per poi portarlo in California, dove convive insieme ad altri cani. Il racconto allude ad un equilibrio molto delicato che è presente tra l'uomo e la natura, minato troppo spesso da atti facinorosi di uomini senza scrupoli che conducono affari illegali. Ad oggi esistono molte più tutele nei confronti degli animali, ma assistiamo ancora troppo spesso ad eventi che non dovrebbero manifestarsi, a dimostrazione di quanto oggi esista ancora troppa ignoranza e diffidenza nei confronti della natura. Per quanto riguarda il testo, possiamo collocarlo nel genere dei romanzi di formazione, nel quale il protagonista passa da uno stato di totale insofferenza nei confronti di un essere umano ai suoi occhi crudele e dispotico ad una vita felice nella quale ha imparato a vivere felicemente in un contesto civile. Ho apprezzato anche il fatto che Zanna Bianca non sia stato eccessivamente umanizzato, conservando di fatto i tratti psicologici caratteristici di un lupo, quindi considero il tipo di narrazione verosimile, tranne il processo di maturazione del protagonista, che dopo una vita passata subendo soprusi di tutti i tipi è riuscito in un tempo quasi innaturalmente breve a stravolgere questo trauma e con metodi che sembrerebbero fin troppo semplici. In ogni caso, ottimo libro, scritto con sensibilità e senso etico di amore verso la natura, consigliato!
Avatar Leodicaprio
09/01/2024 18:05
2AC - Liceo Rosmini, Rovereto
"Zanna Bianca" di Jack London rappresenta un viaggio emozionante nel selvaggio Nord America, in cui il lupo protagonista, Zanna Bianca, incarna il conflitto tra la natura selvaggia e l'influenza umana. London riesce magistralmente a dipingere la psicologia complessa del lupo, evidenziando la lotta interiore tra istinti primitivi e l'adattamento alla società umana. Attraverso le vicende di Zanna Bianca, London offre una profonda riflessione sulla natura umana, esplorando temi come la civilizzazione, la brutalità, e la ricerca di un equilibrio tra istinto e razionalità. La storia ci invita a contemplare la connessione tra l'uomo e la natura, sottolineando come entrambi siano intrinsecamente legati, ma spesso in conflitto. Il paesaggio selvaggio e impervio del Nord America, descritto con dettagli realistici, diventa quasi un personaggio nella narrazione, contribuendo a enfatizzare la durezza della vita in quei luoghi. London utilizza la natura come specchio per riflettere sulle sfide e le prove che ogni individuo deve affrontare nella sua esistenza. In definitiva, "Zanna Bianca" va oltre la semplice storia di un lupo e diventa un'opera che invita alla riflessione su temi universali, mantenendo una rilevanza intatta nel tempo. La capacità di London di catturare l'essenza della lotta interiore e della relazione tra uomo e natura rende questo romanzo un classico intramontabile, stimolando il lettore a esplorare le profondità della propria umanità.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar Arya
25/01/2023 18:38
3B - Scuola media L. Trombini, Tirano (SO)
Bellissimo racconto di Jack London, narra di come un lupo, diventa un cane da combattimento e ridiventa un lupo capace di amare a sua volta. Un lupo addomesticato da un uomo che con la pazienza, la costanza e la gentilezza riesce a far cambiare l'animo indurito dell'animale. Ambientazioni bellissime, personaggi ben costruiti e storia avvincente. Bellissimo il finale, storia toccante e riflessiva su come è possibile vivere felici anche dopo una vita di sofferenza e dolore. Lo consiglio a tutti e specialmente agli amanti degli animali!

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?