Ti è piaciuto?

"Perché io, Leif, con questo posto non c'entro niente. Non è parte del luogo dove sono io, è parte degli alberi e del mare, del vento e delle balene e, sì, anche dell'orso.”
Leif avrebbe dovuto essere parte di tutto quello e invece era solo di passaggio. E allora fece un giuramento a Odino: “Mi unirò a questo luogo e ne sarò parte. Vedrò. Imparerò. E conoscerò questo luogo e tutti gli altri luoghi che verranno a me”. 
Leif è un orfano. Leif è nessuno. Da quel che ricorda ha sempre vissuto sulle barche dei pescatori rammendando reti e aiutando come poteva per un pezzo di pesce affumicato. Un giorno una nave nera, dall'odore di morte, porta nella città di Leif un morbo letale. Così Leif sale su una barca insieme a Carl il Piccolo, e l'ultimo vecchio superstite del villaggio gli raccomanda una cosa sola: fuggire verso il Nord. 
Da qui parte il viaggio di Leif, lungo i fiordi dell'immenso Nord, sempre più a nord, nelle insenature in cui le orche vanno per giocare e dentro le foreste dei tremendi orsi bruni, fin dove il mare è solcato da enormi blocchi di ghiaccio e il sole non tramonta mai. Ed è qui che Leif trova il suo posto, impara, osserva e alla fine decide di raccontare quello che gli accade intorno incidendolo sul legno. Leif, il ragazzo che era nessuno, nel profondo Nord, è diventato Leif. 

Commenti

Avatar dany
29/01/2023 08:06
3F - Istituto Comprensivo Trento 3, Trento
questo libro è scritto bene, è molto bello ma soprattutto ti fa provare le stesse sensazioni che prova un qualsiasi personaggio nella trama. lo consiglierei molto a ragazzi e ragazze

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

A1443E93-29EE-4C46-8156-0A692D802A6F
Avatar dany
22/01/2023 11:10
3F - Istituto Comprensivo Trento 3, Trento
Avatar Piero2010
26/01/2023 12:35
2B - Scuola secondaria di primo grado, Grosio (SO)
a parere mio questo libro è molto interessante per chi vuole una lettura lenta e senza colpi di scena .lo consiglio a chi piace la natura e i viaggi.questo libro parla di un viaggio pericoloso e le emozioni che questo libro i ha suscitato sono noia ad un certo punto e dispiacere per il piccilo Carl .
Avatar xgfxgfshgcfxg
26/01/2023 16:54
gruppo terze - scuola media "Marco d'Oggiono", Oggiono
Il libro mi è piaciuto molto, è scritto molto bene, ti fa vivere un'avventura sperduta, dipinta tra insenature, tra i fiordi, tra il mare e le montagne. Ti permette di conoscere la vita di un'altra persona, una persona che ha perso tutto, ma che sopravvive grazie a quello che ha imparato, quello che vedeva fare, sempre attento e rispettoso. Ed è proprio questo rispetto che gli permette di legare con una nuova famiglia, la natura, gli animali, le orche, gli orsi, sono come amici comprensivi, che capiscono il suo dolore e lo spronano ad affrontare le difficoltà verso il suo destino, il Nord. L'unica pecca è che ho trovato l'inizio un po' faticoso da leggere, per me troppo veloce, si poteva rendere di più la sua vita lì, il perché era lì, con qualche pagina in più, per il resto il libro è molto bello, molto interessante e scritto magistralmente.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar FrancescoPedroncelli
23/01/2023 00:02
3A - Scuola media Delebio (SO)
Il libro é scritto bene e il personaggio principale e l'ambiente sono caratterizzati molto bene. Lo consiglio molto
Avatar gaiamaggi09
23/01/2023 15:59
gruppo terze - scuola media "Marco d'Oggiono", Oggiono
Vento del nord è scritto in modo semplice e chiaro ed è di piacevole lettura, destinato soprattutto ai ragazzi. Il lettore viene immerso nell'avventura di Leif, il libro trascina il lettore in questo fantastico mondo descritto in modo essenziale. Questa storia è molto interessante, mi è piaciuta molto. E' un romanzo forte e profondo. Un libro che scuote ed apre a tante domande e riflessioni importanti per i più giovani che si trovano ad affrontare le burrasche dell'adolescenza. Ho trovato molto interessante capire come il protagonista affronta questo viaggio verso il senso della vita. Però secondo me ha una trama un po' lenta con pochi colpi di scena. Questo è un libro che consiglio a qualcuno a cui piace leggere una storia molto originale.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Pole
15/01/2023 17:01
3A - Scuola media L. Trombini, Tirano (SO)
La storia raccontata è a parer mio molto interessante. Il fatto che Lief affronta questo viaggio e fa nuove scoperte dopo che il suo villaggio è stato colpito da un'epidemia mi ha intrigato. Mi è piaciuto molto.
Avatar Pl3Tr09
17/01/2023 22:00
3B - Scuola media Guinizelli, Bologna
Questa storia ti lascia sicuramente in mente qualcosa, è uno di quei libri che leggi una volta e che ti ricordi per sempre, l' unico appunto che faccio è che questa storia è stata tirata un po' troppo: secondo me poteva finire molto prima, e magari inserire delle note comiche all' interno del romanzo, invece in certi tratti era un po' troppo serio

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar ago
ago
09/01/2023 19:25
3B - scuola media Damiano Chiesa, Riva del Garda
Il libro mi è piaciuto molto e ho trovato molto interessante capire come il protagonista affronta questo viaggio verso il senso della vita.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar Arya
08/01/2023 16:58
3B - Scuola media L. Trombini, Tirano (SO)
Libro che insegna a sopravvivere in una natura dove se sei forte e furbo vivi, altrimenti muori. Molto belle le avventure che il protagonista affronta e il legame con il mondo che lo circonda. L'equilibrio che è riuscito a creare con l'ambiente circostante lo fa diventare parte integrante dell'ecosistema, dove tutti sono importanti, dall'animale più grande al più piccolo. Il modo nel quale egli si adegua alle diverse situazioni e ai tempi di madre natura (aspettando che le correnti cambino direzione ad esempio) fa pensare che non è ciò o chi ci circonda che deve adeguarsi a noi, ma noi che dobbiamo rispettare ed aspettare la natura.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar Juliemarch92
16/01/2023 07:28
3B - Scuola media Dubino, Delebio (SO)
Il libro "Vento del nord" ha una trama abbastanza lenta, ci sono pochi colpi di scena e soprattutto trovo un po' noioso il fatto che per creare degli ostacoli da superare nel percorso del protagonista usi spesso lo stesso dettaglio delle orche, delle balene o delle onde, parlandone un po' allo stesso modo. L'inizio è anche un pochino crudo, infatti è comprensibile che il primo argomento principale sia la morte, che è un pensiero costantemente presente nella mente di Leif.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Gnomo79
13/01/2023 15:31
2C - Scuola media Damiani, Morbegno (SO)
Questa è una storia scritta davvero bene, un po' lenta ma facile da leggere. La storia gira intorno a un ragazzo unico sopravvissuto di un villaggio dove è scoppiata una epidemia e lui ha una missione cioè di andare con una barca verso il nord. Libro che consiglio a chi cerca una storia molto originale.
Avatar ago
ago
09/01/2023 19:26
3B - scuola media Damiano Chiesa, Riva del Garda
Il libro mi è piaciuto molto e ho trovato molto interessante capire come il protagonista affronta questo viaggio verso il senso della vita.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar Lory7
09/01/2023 20:56
2C - Scuola media Damiani, Morbegno (SO)
Il libro è per lettori pazienti che amano letture con una trama lenta e con pochi colpi di scena
Avatar EB
EB
02/01/2023 14:16
3B - scuola media Damiano Chiesa, Riva del Garda
Libro molto avvincente con descrizione dei luoghi molto realistica. La trama è interessante e coinvolgente ma in alcuni punti il racconto è un po' lento. Nel complesso il libro mi è piaciuto molto.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar ranuncolo10
05/01/2023 15:40
2C - Scuola media Vanoni, Morbegno (SO)
Il libro " vento del nord " ti fa capire quanto è dura la vita in mare, soprattutto quando sei a bordo di una canoa e hai ha portata di mano solo una lancia e poco più, come Leif, il protagonista di questa storia. Leif era un orfano, prigioniero, che viveva in un villaggio; ma con l'arrivo di una malattia contagiosa un uomo saggio spedisce Leif e Carl il piccolo verso una rotta che non avrà mai fine: il nord. Il protagonista è Leif, ritrovatosi da solo, incontra vari ostacoli, ma anche molti amici animali, luoghi meravigliosi e si saprà adattare imparando e facendo imparare al lettore tecniche di sopravvivenza. I protagonisti secondari sono : Carl il piccolo: un bambino che partì con Leif, ma si ammalò e morì, ma durante il suo viaggio Leif lo penserà molto....un altro personaggio secondario è Carl il vecchio: un uomo saggio che spedì Leif per il suo bene, ma anche lui morì per la malattia mortale . Se devo pensare ad un regalo per Leif gli regalerei di sicuro un quaderno e una matita, dove può scrivere la sua storia, così da non faticare ad inciderla su delle tavolette. Ci sono dei momenti un po' noiosi , per esempio quando si dilunga nelle spiegazione. Invece un momento divertente è stato quando Leif non riusciva a capire se era un ammasso davanti a lui era una nave o no , e pensava che dei bambini scivolassero per andare nell' acqua gelida, invece erano solo foche! delle frasi significative per me di questo libro sono: " si alzava e si rialzava ancora, come se cadere non significasse nulla, come se non fosse più importante che rialzarsi" un'altra: " liberarsi di una gradita compagnia, ben presto divenne piacevole, come pure ad amare la libertà che ne conseguiva."

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →