Ti è piaciuto?

Basta mezz'ora per questa storia, disegnata, anzi scavata, in bianco su pagine nerissime, mezz'ora per leggerla dall'inizio alla fine (peraltro non ci sono parole, nemmeno una, ma numeri). E tanto basta perché resti in testa per dei giorni.Una storia, sul destino di vite che si intrecciano e si replicano, tra loro diverse ma ugualmente ineluttabili. Il protagonista, un boia che ha appena eseguito una condanna a morte, ritrova un biglietto con una serie di numeri caduto da una tasca del detenuto da poco ucciso. Questi numeri casualmente tornano, uno dopo l'altro, qua e là nella sua vita quotidiana. Il boia li vede dappertutto: inizialmente lo accompagnano in una serie di vicende fortunate e sorprendenti, ma lo portano in seguito a vivere una serie di situazioni sempre più allucinanti e terribili.Un fumetto sorprendente e unico, in cui gli incastri del caso, o forse della sorte, ci suggeriscono che le nostre vite sono tutte profondamente legate tra di loro. Un horror claustrofobico e profondamente inquietante, un viaggio visionario sulla circolarità del tempo.

Commenti

Ancora nessun commento