Ti è piaciuto?

Penss non è adatto al tempo in cui è nato, la preistoria: non ama i climi estremi, detesta i combattimenti, non sopporta doversi spostare da un luogo all'altro insieme alla sua tribù, e vorrebbe solo nuotare nei fiumi, osservare i fiori e le piante, per cui ha una passione innata, e godersi la natura. Il resto del suo clan lo considera un fannullone, uno con la testa sempre per aria che non combinerà mai niente di utile. Nel corso delle sue esplorazioni, Penss fa una scoperta: un seme piantato nella terra e protetto dal vento e dagli animali, può crescere e diventare una pianta. Sembra una banalità, ma è una rivoluzione totale: se si piantano abbastanza semi si può coltivare un orto, se l'orto cresce può dare nutrimento a tutto il clan, se il clan ha cibo abbastanza per superare l'inverno non dovrà più migrare, e potrà costruire un villaggio… E poi? L'intuizione di Penss sta per cambiare radicalmente il destino non solo del suo clan, ma dell'umanità intera: ne vale la pena?

Commenti

Ancora nessun commento