Ti è piaciuto?

Le vennero in mente tutte le cose che si dicono ai bambini. “Fa quello che ti si dice.” “Non rispondere.” “Vieni qui.” “Sta' buona.” Lovejoy strinse i denti. Silenziosa. Docile. Riconoscente. Tutte le cose detestabili che i bambini erano costretti a essere, e tutte le cose meravigliose e libere, pensò Lovejoy, che non potevano essere […]. “Ave Maria,” disse fra i denti, “ti prego, fammi diventare impertinente e indipendente.
In Catford Street 203 si trova il ristorante della famiglia Combie, quello che per Lovejoy Mason è diventato casa da quando sua madre, soprano delle Blue Moon, ha smesso di portarla in tour con sé. Da quando Lovejoy ruba un pacchetto di semi di fiordaliso, la sua missione diventa quella di crearsi un giardino. C'è solo un piccolo problema: Londra è completamente invasa dal cemento, ma lei non è disposta a scendere a compromessi e piantare i suoi fiori in un vaso o in una cassetta, come fa il resto del vicinato.
Ma anche in mezzo ai mattoni le bande trovano i loro quartier generali, nascosti dallo sguardo degli adulti, tra i “buchi delle bombe”, le zone distrutte dalla guerra. Ed è proprio in mezzo alle macerie che Lovejoy, si intrufola in segreto per trovare il posto adatto per il suo giardino segreto. Ora le mancano solo degli attrezzi (da rubare), degli aiutanti (tra cui Tip Malone, uno dei ragazzi più temuti) e un modo per arrivare alla terra del prestigioso giardino di Miss Angela Chesney…

puoi leggere anche:
Frances Hodgson Burnett, Il giardino segreto

Commenti

Avatar deb08
02/05/2022 18:44
3B - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
Questo racconto non mi è piaciuto molto, la lettura non è scorrevole e fluida, la storia è ricca di moltissimi dettagli (dal mio punto di vista, è una cosa positiva, in modo tale da farti immaginare il luogo e farti immergere in esso). La protagonista Lovejoy, è una ragazzina in cui mi rispecchio abbastanza, la trovo un personaggio molto avvincente, mi sono affezionata a lei, al contrario degli altri personaggi che non mi hanno trasmesso nulla. Il finale mi ha lasciata stupefatta
Avatar ViolaV
13/05/2022 21:47
3X - scuola media "Marco d'Oggiono", Oggiono
Questo libro mi è piaciuto molto soprattutto per quell'ostinata ricerca di un luogo sicuro e segreto, nascosto dalle ferite e dai segni lasciati dalla Guerra, dal triste e monotono ritmo di vita della città e dall'incomprensione di molti adulti che incolpano i bambini di Catford Street, per il loro comportamento o per i crimini avvenuti in città. Una storia dedicata a tutte quelle persone che sognano un luogo sicuro, un tesoro dove custodire i propri segreti e la propria felicità. Questa è la storia di Lovejoy, una ragazzina di tredici anni che riesce a crescere i propri sogni e la propria felicità in un giardino, curato da lei stessa, tra i buchi nascosti tra le macerie. Una storia che accomuna le sfumature della vita del dopoguerra e degli anni '50, con il sogno di una ragazzina tredicenne e quello di Olivia, una donna di Catford Street che comprende le idee e i sogni dei bambini della sua via, per aiutarli a vivere davvero in un mondo nel quale loro stessi non sono considerati.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar maertiii
10/05/2022 21:30
2D - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
Questo libro mi é piaciuto molto soprattutto perché ti porta indietro nel tempo, é abbastanza scorrevole e semplice da capire, nonostante inizialmente non mi é piaciuto più di tanto. Il libro parla di una bambina di nome Lovejoy Mason, una bambina molto sola, che decide di dar vita al suo sogno, con l'aiuto del capobanda Tip Malone. Nonostante la prima parte non coinvolga più di tanto , lo consiglio.
Avatar m4ya4a
11/05/2022 16:44
2D - Scuola secondaria di primo grado Randi, Ravenna
Questo libro non mi è piaciuto molto. Ho concluso la lettura dopo aver letto circa 100 pagine perchè mi ha annoiava e ho trovato la lettura poco scorrevole, infatti non l'ho capita tantissimo. I personaggi però erano originali e interessanti. Probabilmente andando avanti avrebbe iniziato a piacermi, e forse non ho prestato tanta attenzione mentre lo leggevo, ma ho preferito iniziare a leggere un altro libro.
Avatar linda09
04/04/2022 15:20
2B - Scuola secondaria di primo grado A. Zammarchi, Manerbio
Questo libro mi ha annoiata molto fin dall'inizio: infatti non ho terminato di leggerlo. Potrei aver fatto uno sbaglio ad essermi fermata nella lettura del testo, ma le venti e più pagine di introduzione che ho letto non mi sono piaciute per nulla, perciò non sono riuscita a trovare una colonna sonora adatta ad un libro che non ho finito. Il libro ha troppe troppe descrizioni per i miei gusti perché quando leggo mi piace dare spazio alla mia immaginazione, invece che essere "obbligata" ad immaginare un luogo. Concludo dicendo che il pezzo che ho letto non mi ha trasmesso nulla

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar Foxi
21/03/2022 16:11
3E - Scuola media L. Trombini, Tirano
Libro molto coinvolgente e il finale lascia di stucco. Forse all'inizio può annoiare ma dopo le prime pagine diventa interessante. Consigliato.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar Simo09
14/02/2022 18:48
2C - Scuola secondaria di primo grado, San Pietro in Campiano, Ravenna
Questo libro mi è piaciuto, a parte il finale inaspettato. Il libro è pieno d'azione, i personaggi sono sempre in movimento. Interessanti sono gli approfondimenti sulle piante.
Avatar May
May
18/01/2022 15:39
2B - Scuola secondaria di primo grado, Guido Novello, Ravenna
Mi è piaciuto tantissimo. Questa storia mi ha fatto pensare ad una cittadina quasi vuota, piccola..... Consiglio il libro a chi legge tutti i libri non solo quelli che all'apparenza sembrano belli.❤️
Avatar Ely08
19/01/2022 19:36
3X - scuola media "Marco d'Oggiono", Oggiono
Il libro “Nella città una rosa” di Rumer Godden mi è piaciuto molto. Il punto di forza di questo libro è senza dubbio la protagonista, Lovejoy, una ragazzina dodicenne coraggiosa e determinata, ma allo stesso tempo dolce e tenera. Il libro non mi ha appassionata fin da subito; inizialmente, a causa delle descrizioni fitte e molto dettagliate, la narrazione mi è sembrata lenta e poco fluida, ma dopo aver letto i primi capitoli introduttivi la lettura è diventata veramente coinvolgente e scorrevole. Ciò che mi ha colpito di più è stata l'ambientazione e la grande capacità dell'autrice di farti affezionare ai personaggi, proprio come se li conoscessi per davvero. La storia di Lovejoy è un inno alla speranza e insegna l'importanza di coltivare sempre i propri sogni, grandi o piccoli che siano. Consiglio questo libro a chi vuole vivere un'avventura per le vie di Londra insieme a Lovejoy e riscoprire l'Inghilterra degli anni '50.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Avatar Marcobelle
16/01/2022 18:46
3E - Scuola media L. Trombini, Tirano
Questo libro mi è piaciuto molto perché mi ha fatto scoprire la vita dell'Inghilterra negli anni '50. Consiglio questo libro a chi vuole tornare un po' indietro nel tempo e a chi vuole creare un proprio giardino.