2020 - 2021

Xanadu

2020 - 2021

La metamorfosi

Franz Kafka

Einaudi, Italia, 2014


Voleva davvero aprire la porta, davvero farsi vedere e parlare con il procuratore; era ansioso di sapere cosa gli altri, che ora tanto richiedevano la sua presenza, avrebbero detto nel vederlo. Se si fossero spaventati, Gregor non avrebbe più avuto responsabilità e sarebbe potuto star tranquillo. Se invece avessero preso tutto con calma, non avrebbe più avuto motivo di agitarsi e, se si affrettava, poteva in effetti essere alla stazione per le otto.

Un giovane commesso viaggiatore, Gregor Samsa, quella mattina non si è alzato per andare a prendere il solito treno delle 5.

La famiglia comincia a formulare ipotesi attendendo che Gregor si alzi e dia loro una spiegazione a quello strano fatto. Da anni, col suo lavoro, mantiene la famiglia dopo il fallimento dell’ attività del padre, un simile comportamento non è proprio da lui. Un piccolo impedimento, un leggero malanno… niente di tutto ciò: un gigantesco insetto. Così si è risvegliato quella mattina Gregor e un evento del genere non può dirsi, Gregor si dovrà mostrare, girando col suo enorme corpo e le sue forti mandibole sdentate la chiave della serratura della sua porta. A quel punto il giovane dal centro dell’attenzione e del sostentamento della famiglia, diventerà lentamente quello che la sua nuova forma rappresenta: un essere diverso, emarginato, che genera paura e imbarazzo, di cui si preferisce la morte. 

Questo libro mi è piaciuto molto. La mia opinione è che Kafka in questo libro volesse rappresentare l'uomo di quell'epoca, descrivendo come, anche se si fosse trasformato in uno scarafaggio, la prima domanda che si sarebbe posto sarebbe stata "e adesso come vado a lavoro?".

Inventa un nuovo titolo

Scarafaggio della società

La frase che ti è piaciuta di più

" - Cosa mi è successo? - pensò, non era un sogno, la sua camera era una vera camera da essere umano, anche se un po' troppo piccola, stava silenzioso fra le quattro consuete pareti"

La musica che metteresti come colonna sonora

Il Volo del calabrone

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Kafka non ha mai voluto che ci fosse uno scarafaggio in copertina, in tutte le edizioni che ho visto c'era una porta, o una finestra; in una sola c'era uno scarafaggio su una foglia.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Non si sa mai, magari domani ti svegli, e anche tu sei uno scarafaggio"

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Dubito, visto che è morto di tubercolosi negli anni '20


Il libro mi è piaciuto particolarmente, pur essendo a tratti molto pesante per via della trama e della scrittura molto descrittiva e con pochi dialoghi. Mi ha lasciato molto stupito la calma con cui Gregor ha gestito la situazione in cui è capitato, e il fatto che la mattina in cui si è svegliato insetto non si sia impanicato ma fosse solo dispiaciuto di non poter andare al lavoro. Il libro lo consiglio pienamente, è una lettura abbastanza veloce ma che tiene incollati al libro, molto bello!

Inventa un nuovo titolo

Cambiamento radicale

La frase che ti è piaciuta di più

Non ricordo una frase precisa, ma mi è piaciuto molto quando Gregor descriveva le sue sensazioni verso la fine del libro.

La musica che metteresti come colonna sonora

Una musica angosciante, lenta e inquietante.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una breve ma complessa lettura, molto interessante


Se cerchi un libro che ti spiega come affrontare l'angoscia della vita piena di cambiamenti e la paura dell'indifferenza di chi ami, questo è quello che fa per te

Inventa un nuovo titolo

La vita da insetti

La frase che ti è piaciuta di più

"Guarda, guarda! La vecchia blatta!"

La musica che metteresti come colonna sonora

Cambiamenti di Vasco Rossi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

L'immagine apre la porta ad una nuova vita anche se di uno scarafaggio

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Come ognuno di noi non vorrebbe diventare


Non è nuovo dello stile di Kafka rappresentare situazioni come quella di Gregor, causate da fatti assurdi, che con le loro conseguenze portano il lettore a provare le stesse emozioni del protagonista e a comprenderle, come l'imbarazzo che si prova essendo visto come "diverso" o "fuori-luogo" in generale: dalla società, dai propri amici o, in questo caso, dalla propria famiglia. Questo libro mi ha ricordato molto "Il Processo", dallo stesso scrittore, per un elemento comune che non passa di certo inosservato: fino alla fine del racconto né il protagonista né il lettore sanno per quale motivo ha avuto luogo la disgrazia che ha dato origine alla storia - ed entrambi i libri hanno un genere di finale molto particolare ed improvviso che si discosta molto da quello immaginato, o meglio, sperato. Penso che, se alla fine del racconto Kafka avesse spiegato il motivo della metamorfosi, il libro non avrebbe avuto lo stesso impatto, perché non è esagerato dire che quell'interrogativo è ciò su cui si basa la storia intera (insieme ad un altro che viene naturale ma che, paradossalmente, Gregor non si è mai posto: "Questo mutamento è stato veramente una disgrazia in tutto e per tutto?") e lascia il lettore con i suoi dubbi, a porsi delle domande sul perché proprio Gregor è stato l'oggetto della trasformazione.

Inventa un nuovo titolo

La Solitudine nella Stanza di Gregor

La frase che ti è piaciuta di più

"Gregor corse verso la porta della sua camera appiattendovisi contro, affinché il babbo fin da quando fosse arrivato dall'ingresso potesse subito vedere che egli aveva la migliore intenzione di tornare nella sua camera, e che non sarebbe stato necessario ricacciarvelo, anzi che bastava soltanto aprire la porta, e subito sarebbe scomparso. Ma il babbo non si trovava in uno stato d'animo adatto a notare simili finezze."

La musica che metteresti come colonna sonora

Hunting Song - The Pentangle

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La Metamorfosi - Capire meglio il mondo smettendo di viverci.


Il libro mi è piaciuto abbastanza. E' incentrato sul tema del "diverso", con una descrizione molto approfondita della trama e un'attenzione particolare alle emozioni e agli stati d’'animo di Gregor. Mi è piaciuto molto come l'autore in questo libro invita a non giudicare solo le apparenze, ma sollecita ad approfondire i rapporti con gli individui che sono apparentemente diversi.
Mi aspettavo che venisse spiegato il motivo per cui Gregor un giorno si sveglia trasformato in un insetto e anche un finale più felice.

Inventa un nuovo titolo

La trasformazione di Gregor

La frase che ti è piaciuta di più

"Alla sua famiglia ripensava con commozione e amore. La sua convinzione sul fatto che doveva scomparire, era forse ancora più decisa di quella della sorella. Rimase in questo stato di meditazione vuota e tranquilla sinché l'orologio della torre non scoccò le tre di notte."

La musica che metteresti come colonna sonora

Una musica piuttosto triste

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina la trovo spoglia, in quanto non ha colore. Pensando al fatto che è un libro dal finale triste tutto sommato la trovo anche giusta.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Comprendere il diverso


Il libro mi è piaciuto particolarmente e lo consiglio a chiunque, sia per la trama, che è piuttosto insolita, sia per l'utilizzo di un linguaggio abbastanza semplice, quindi adatto a tutti. Questo libro ha suscitato molto il mio interesse, sopratutto nel momento in cui Gregor, il protagonista, dovrà decidere come affrontare la spiacevole situazione in cui è capitato, nonostante le mille difficoltà.

Inventa un nuovo titolo

La vita in quattro mura

La frase che ti è piaciuta di più

""E ora?" si chiese Gregor guardandosi intorno nel buio. Dovette ben presto constatare che non poteva più muoversi."

La musica che metteresti come colonna sonora

cambierà, Neffa - perché nella canzone si parla del cambiamento in generale, e penso che si addica al libro.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la scelta della copertina sia adatta, perché rende perfettamente l'idea della trama del libro ma sopratutto della situazione in cui Gregor ha vissuto per molto tempo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La metamorfosi- la vita potrebbe cambiare da un momento all'altro

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Nonostante l'autore, Kafka, sia morto da parecchio tempo, posso dire che ho apprezzato moltissimo il suo libro, in particolare la trama molto originale che ha suscitato il mio interesse.


Il libro mi è piaciuto molto, sinceramente me l'aspettavo un libro di difficile comprensione data la popolarità dell'autore, però sono rimasta sorpresa dalla sinteticità e dal linguaggio utilizzato. Lo consiglio a chiunque piaccia riflettere e "filosofare" sulla trama, seppure l'autore non aggiunga indizi di possibili metafore. Stimola anche ad utilizzare l'immaginazione in quanto le situazioni sono surreali (anche un po' caotiche) anche se sono trattate con estrema normalità.

Inventa un nuovo titolo

Gregor e la stanza vuota

La frase che ti è piaciuta di più

"Alla sua famiglia ripensava con commozione e amore. La sua convinzione sul fatto che doveva scomparire, era forse ancora più decisa di quella della sorella. Rimase in questo stato di meditazione vuota e tranquilla sinché l'orologio della torre non scoccò le tre di notte."

La musica che metteresti come colonna sonora

7 years- Lukas Graham perché, come il libro, la canzone tratta diverse fasi della vita umana .

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è congruente al contenuto della trama, anche se secondo me potrebbe essere progettata in un'altra forma con fonti più moderne, il concetto mi piace e riporta l'idea della visione del protagonista.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La metamorfosi- svela il bambino dentro di te

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Purtroppo Franz Kafka è già scomparso, comunque mi è piaciuto molto il suo modo di scrivere e anche la sua immaginazione per creare la trama (sviluppata e trascritta molto velocemente in 20 giorni).