2018 - 2019

Xanadu

2018 - 2019

La ferrovia sotterranea

Colson Whitehead

Sur, 2017


«Che razza di mondo è, pensò Cora, quello in cui una prigionia perenne è il tuo unico rifugio? Era libera dalla schiavitù o ancora sotto il suo giogo: come descrivere la situazione di una fuggiasca? La libertà era qualcosa che cambiava forma mentre la si guardava, così come un bosco è fitto di alberi visto da vicino ma dall'esterno, da un campo aperto, se ne vedono i veri limiti.»

Cora è figlia di Mabel, l'unica donna a essere riuscita a fuggire dalle piantagioni di cotone della Georgia senza lasciare traccia. Siamo negli Stati Uniti schiavisti della segregazione razziale più feroce, un posto nel quale anche solo immaginare bianchi e neri con uguali diritti all'interno della società è pura utopia. Cora è determinata e coraggiosa e non riesce a piegarsi al suo destino; qualcuno l'aiuta e le rivela che c’è una ferrovia segreta che può condurre dagli stati del Sud a quelli abolizionisti del Nord, un viaggio verso la libertà. Qual è il prezzo da pagare? Si può davvero fuggire senza lasciare tracce? C’è un'altra America che, da soli, si può raggiungere?

Il libro mi ha interessato da subito poiché l'autore descrive le condizioni in cui vivevano le persone di colore negli stati schiavisti dell'America del sud. La storia è molto toccante e coinvolge in maniera emotiva, poiché riesce a far creare un legame fra il lettore e la protagonista. La trama avvincente invita al proseguimento della lettura e fa riflettere molto. In particolare quello che mi è piaciuto di questo libro è la spietatezza con cui è stato scritto, esso infatti descrive com'era realmente essere uno schiavo nell'Ottocento in America. La protagonista Cora mi è piaciuta molto perché non si è mai arresa e abbandonata alla vita, infatti porta un grande messaggio di speranza.

Inventa un nuovo titolo

Il treno per la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

Che razza di mondo è, pensò Cora, quello in cui una prigionia perenne è il tuo unico rifugio?

La musica che metteresti come colonna sonora

I want to break free - Queen

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina rispecchia a pieno il contenuto del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

-

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

-


La vicenda è ambientata alcuni anni prima della Guerra di Secessione (1861-65), quando la schiavitù, che verrà abolita nel 1865, era ancora legale.
Un romanzo alla ricerca della libertà di stati razzisti che puniscono con ferocia tutti i neri che tentano di sottrarsi alla schiavitù, ma anche quei pochi bianchi che cercano di aiutare i fuggitivi. Via via aumenta il numero delle persone che lavorano e combattono per far sì che la schiavitù sia abolita. Il romanzo è molto scorrevole e invoglia così il lettore a continuare la lettura nonostante le scene crude e tragiche narrate.
Consiglio vivamente la lettura a chiunque

Inventa un nuovo titolo

Abbiamo scelto la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

Il padrone diceva che l'unica cosa più pericolosa di un negro con la pistola è un negro con un libro in mano.

La musica che metteresti come colonna sonora

Nuvole bianche

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un frammento di tragedia


E' un romanzo d'ambiente, in cui l'autore fa un quadro spietato della società americana del XIX secolo, mettendone in luce i pregiudizi e le contraddizioni profonde che ostacolano la realizzazione dei valori che sono alla base della costituzione americana.
E' un romanzo ricco di eroismo e di spietata ferocia, di egoismo e di amore disinteressato ed esalta la tenacia e il coraggio di chi lotta per realizzare il proprio sogno e comprende le debolezze di chi, per paura, rinuncia a lottare.

Inventa un nuovo titolo

La faticosa conquista della libertà

La frase che ti è piaciuta di più

"Non possiamo salvare tutti. Ma questo non significa che non possiamo provarci. A volte un'illusione utile è meglio di una verità inutile.
Non crescerà nulla di commestibile in questo freddo gelido, ma possiamo comunque coltivare dei fiori."

La musica che metteresti come colonna sonora

Musica spiritual o i work song degli schiavi neri

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è bella perché suggerisce l'idea di un nuovo progetto di vita

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

E' un romanzo da leggere per la varietà dei personaggi e delle situazioni, per le drammatiche contraddizioni che danno voce ad un'America che non ti aspetti.


Nonostante io non sia una grandissima lettrice, questo libro mi è piaciuto da subito.
L'ho trovato avvincente e mi ha colpito molto la scrittura diretta che arriva dritta al punto e che spiega al meglio le atrocità di cui erano vittime gli schiavi d'America.
Mi è piaciuto particolarmente l'argomento della schiavitù, spesso un po' troppo dimenticato; inoltre il libro mi ha portato ed invitato a una riflessione più profonda sulle diverse forme di razzismo, che tutt'oggi continuano.

Inventa un nuovo titolo

La via per la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi ha particolarmente colpito è: "Come se nel mondo non ci fossero posti in cui andarsi a rifugiare, solo posti da cui scappare

La musica che metteresti come colonna sonora

Secondo me la scelta più adeguata sarebbe un canto tipico degli schiavi d'America, come un canto blues

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina sia più che azzeccata: è rappresentata la protagonista in primo piano e nello sfondo la piantagione di cotone, luogo che simboleggiava una prigione senza via d'uscita per gli schiavi americani

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro pieno di speranza e riflessione

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il suo libro è riuscito a portarmi ad una riflessione più accurata


Il libro è molto bello, mi piace il fatto che venga trattato un argomento storico molto importante e che faccia riflettere

Inventa un nuovo titolo

La fuga

La frase che ti è piaciuta di più

"La libertà era riservata ad altre persone..."

La musica che metteresti come colonna sonora

Where you lead - Carole King

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi sembra giusta, fa capire subito l'argomento trattato

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Se lo desideri, puoi farlo


La narrazione è molto scorrevole e mi è piaciuta molto, perché il narratore mette in risalto le condizioni che subivano gli schiavi di colore in America e questo ci fa riflettere ancora oggi.

Inventa un nuovo titolo

Cora e la sua libertà

La frase che ti è piaciuta di più

Il padrone diceva che l’unica cosa più pericolosa di un negro con la pistola è un negro con un libro in mano

La musica che metteresti come colonna sonora

James Brown: Living in America

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina non mi piace molto, perché mi aspettavo che c’i fossero tutti gli schiavi di colore che protestavano per avere la libertà, però nel complesso è una bella copertina. Vi consiglio di leggere questo libro perché vi fa capire tante cose che sono successe nel passato e vi fanno riflettere molto su come vivevano queste persone.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Se volete protestare per avere la libertà, leggete questo libro!

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Colona Whitehead la ringrazio perché questo libro è davvero molto bello e mi ha fatto riflettere molto riguardo a come vivevano gli schiavi di colore, come venivano trattati e anche come all’epoca era diffuso così tanto il razzismo che le persone bianche costringevano alla schiavitù quelle di colore e non potevano fare nient’altro: né andare a scuola, né lavorare, né salire sugli autobus.... Le faccio ancora i complimenti perché è un libro davvero bello.


Nonostante io non legga spesso libri, soprattutto di questo genere, devo ammettere di essermi appassionato nella lettura del racconto, probabilmente per le forti tematiche trattate e il modo in cui il messaggio viene trasmesso, ovvero creando un grande turbinio di emozioni che ti invoglia a proseguire nella lettura. La trama è cruda e spietata, ma allo stesso tempo toccante, e ha lo scopo di denuncia verso il razzismo. Nel libro è raccontata infatti tutta la cruda verità di un’america spezzata in due... trattando della realtà infernale degli stati schiavisti del sud e della speranza che risiedeva negli stati abolizionisti del nord. Per riassumere consiglio la lettura a tutti coloro che hanno voglia di emozioni forti o che vorrebbero semplicemente imparare di più sul tema del razzismo in America.

Inventa un nuovo titolo

La fuga di cora

La frase che ti è piaciuta di più

Che razza di mondo è, pensò Cora, quello in cui una prigionia perenne è il tuo unico rifugio?

La musica che metteresti come colonna sonora

Dipende dai momenti della storia, nella parti spietate musiche tristi o con carattere aggressivo, mentre nella tentata fuga musiche avvincenti che diano la speranza di una luce infondo al tunnel

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Tutta la verità sulle vie di fuga delle persone di colore dai campi di cotone raccontata attraverso una storia avvincente e spietata allo stesso tempo


La “ferrovia sotterreanea” è il nome con cui comunemente si indica la rete di itinerari attraverso cui, nella prima metà dell'Ottocento e fino alla Guerra di Secessione, gli schiavi neri degli stati sudisti potevano sperare di raggiungere le regioni del nord, dove la schiavitù era già stata abolita. È proprio in questo periodo che è ambientata la vicenda che vede protagonista Cora, una ragazzina di colore che tenterà di fuggire dalla piantagione dove, lei e i suoi sventurati compagni, vengono trattati come degli animali. Riuscirà Cora a raggiungere il suo obiettivo?
La bravura dello scrittore, evidenziata anche dai due premi ottenuti (National Book Award e premio Pulitzer 2017), consiste nella dettagliata descrizione che fornisce di tutte le azioni cruente che i padroni operavano a scapito degli schiavi, riuscendo però a descriverle con uno sguardo oggettivo che lascia molto spazio al lettore per l'immedesimazione.
A mio parere è ottima anche la scelta del titolo perché accresce le aspettative del lettore che attende una svolta nella storia, considerando che la ferrovia entra in scena ben oltre la metà del romanzo.
Consiglio la lettura del libro a chiunque sia pronto a mettere in gioco le proprie emozioni.

Inventa un nuovo titolo

In viaggio per la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

"Il padrone diceva che l'unica cosa più pericolosa di un negro con la pistola è un negro con un libro in mano"

La musica che metteresti come colonna sonora

"Fragili" di Club Dogo ft. Arisa

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è perfetta perché i colori di sfondo, facendo da contrasto, mettono in risalto il profilo in primo piano.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

L'unione fa la forza


Questo libro è ambientato in Georgia nella prima metà dell’Ottocento; la storia tratta in primo piano di argomenti come il razzismo a quei tempi e cerca di farci riflettere su quanto sia sbagliato e soprattutto ci fa capire l'importanza di non rifare lo stesso errore. L’autore ci fa pienamente capire la violenza e i maltrattamenti che questi schiavi subivano ogni giorno nei campi di lavoro.
Ho trovato la trama fantastica e anche molto scorrevole; nonostante la lunghezza del libro lo ho finito anche in poco tempo. Unico punto debole del libro è il finale, che lascia un po’ a bocca aperta e manca di iniziativa.

Inventa un nuovo titolo

un treno per la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

“La libertà era riservata ad altre persone...”

La musica che metteresti come colonna sonora

La colonna sonora del film “Django” poiché richiama l’argomento

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina a mio avviso è fatta molto bene poiché semplice e concisa, con poche immagini riesce a descrivere la trama del libro in sé

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una ferrovia, Una speranza, Una vita


Questo libro mi è piaciuto molto perché tocca dei temi a cui spesso la gente non pensa e quindi fa riflettere molto su come vivono le persone e a volte quanto devono sopportare e affrontare nella loro vita.

Inventa un nuovo titolo

La fuga

La frase che ti è piaciuta di più

Come se nel mondo non ci fossero posti in cui andarsi a rifugiare, solo posti da cui scappare.

La musica che metteresti come colonna sonora

Diamonds-Rihanna

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina rispecchia ciò che c’è scritto nel libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

lottando si ottiene ciò che si vuole


Il libro nella media mi è piaciuto, ma non è proprio il mio genere. è un libro che suscita molte emozioni forti e che fa riflettere molto, anche per il fatto che viene ambientato nella realtà. Mi è piaciuto moltissimo l'inserimento della ferrovia, l'unica via d'uscita. In questo libro non viene raccontata solo la disperazione, ma anche la speranza di un futuro migliore. Gli eventi del racconto ti coinvolgono molto e la storia è fluida e chiara.

Inventa un nuovo titolo

L'unica via di fuga

La frase che ti è piaciuta di più

A volte un'illusione utile è meglio di una verità inutile.

La musica che metteresti come colonna sonora

Da fratello a fratello (Fasano-Oxa-Leali)

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la copertina è bella e coerente con il racconto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

la grandissima forza di Cora

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

bravissimo


Il libro mi è piaciuto molto perché non avevo mai letto libri che parlassero di argomenti come questi. Grazie a ciò che l'autore ha raccontato, ho potuto conoscere realtà completamente diverse dalla mia. Ho capito cosa provassero le persone considerate “diverse“ tempo fa e che la libertà è la cosa più preziosa che abbiamo.

Inventa un nuovo titolo

In viaggio per la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

“La libertà era riservata ad altre persone, agli abitanti della Città di Pennysylvania che lavoravano indefessi mille miglia più a nord“
“Spremeva la piantagione fino all'ultimo dollaro. Quando il sangue dei neri era denaro, il bravo uomo d'affari sapeva aprire la vena"

La musica che metteresti come colonna sonora

Freedom - Django Unchained

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi piace e penso che sia diretta e significativa.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

L'unico libro che negli ultimi vent'anni ha vinto il Premio Pulitzer e National Book Award.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Grazie per aver dato la possibilità a tante persone di leggere un libro che ti mostra cosa ha portato il razzismo alle persone considerate “inferiori“.


è un libro che mi è piaciuto e mi ha coinvolta emotivamente, le vicende narrate anche se molto crude ci fanno rivivere le condizioni di vita degli schiavi afroamericani nelle piantagioni degli Stati del sud. E' un appassionante storia d'avventura ricca di colpi di scena, un romanzo che ti cattura fin dalle prime righe, un libro da leggere tutto d'un fiato.

Inventa un nuovo titolo

la fuga

La frase che ti è piaciuta di più

il mondo può anche essere cattivo, ma le persone non devono esserlo per forza, possono rifiutarsi.

La musica che metteresti come colonna sonora

la libertà di volare (Nomadi)

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la copertina rappresenta il triste volto della protagonista Cora con i campi di cotone sullo sfondo, dai quali lei cerca di scappare, fuggendo verso la libertà. Quindi secondo me racchiude l'essenza del primo e la trovo molto bella, non cambierei nulla.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

la speranza deve sempre restare viva


Nonostante io non sia una grandissima lettrice, questo libro mi é piaciuto da subito; l'ho trovato avvincente e soprattutto mi ha colpito molto la scrittura diretta che arriva dritta al punto e che spiega al meglio le atrocità di cui erano vittime gli schiavi d'America.
Mi é piaciuto molto trattare un'argomento cosí importante, spesso un po' troppo dimenticato;
Inoltre il libro mi ha portato ed invitato ad una riflessione piú profonda sulle diverse forme di razzismo, che tutt' ora sfortunatamente continuano

Inventa un nuovo titolo

Una via per la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

"Come se nel mondo non ci fossero posti in cui andarsi a rifugiare, solo posti da cui scappare"

La musica che metteresti come colonna sonora

Metterei un classico della musica delle comunità di schiavi afroamericana,un blues

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che sia azzeccatissima.
C'é raffigurata la protagonista, Cora, e nello sfondo quello che simboleggiava una prigione per gli schiavi afroamericani, la piantagione di cotone

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro pieno di speranza e riflessione

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Colson Whitehead, é riuscito con la sua scrittura schietta a farmi riflettere su questo tema piú che importante


Nonostante io non sia una grandissima lettrice, questo libro mi é piaciuto da subito; l'ho trovato avvincente e soprattutto mi ha colpito molto la scrittura diretta che arriva dritta al punto e che spiega al meglio le atrocità di cui erano vittime gli schiavi d'America.
Mi é piaciuto molto trattare un'argomento cosí importante, spesso un po' troppo dimenticato;
Inoltre il libro mi ha portato ed invitato ad una riflessione piú profonda sulle diverse forme di razzismo, che tutt' ora sfortunatamente continuano

Inventa un nuovo titolo

Dov'é la libertà?

La frase che ti è piaciuta di più

"Come se nel mondo non ci fossero posti in cui andarsi a rifugiare, solo posti da cui scappare"

La musica che metteresti come colonna sonora

Qualche musica tipica, per esempio un canto gospel come: freedom

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso la scelta dell'editore sia piú che azzecata. Nella copertina è raffigurata Cora, la protagonista, con nello sfondo, quello che rappresentava la prigione e una delle fatiche piú grandi per gli schiavi d'America, la piantagione di cotone

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro pieno di speranza e riflessione


Questo libro racconta una storia di fatica, dolore e privazioni, sia quella della protagonista di nome Cora sia quella di tanti altri neri tenuti schiavi dai sudisti negli Stati Confederati
d’ America nel XIX. secolo.
Il desiderio di libertà e di ritrovare la madre scappata anni prima porterà Cora alla scoperta dell’America e delle sue più assurde controversie.

Inventa un nuovo titolo

Polvere nera

La frase che ti è piaciuta di più

La frase “Il mondo può anche essere cattivo, ma le persone non devono esserlo per forza, possono rifiutarsi.” mi è piaciuta molto perché mettendo su due piani differenti la società e il singolo, spiega come il singolo non dovrebbe prendere decisioni in base all'andamento di gruppo e che quindi ciascuno dovrebbe fare quello che è per sé moralmente giusto.

La musica che metteresti come colonna sonora

Gary B.B. Coleman - The Sky is Crying: un brano blues leggermente “jazzy” dal Sud degli Stati Uniti che commuove con il suo ritmo lento ma marcato.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina raffigura una ragazza di colore di profilo in primo piano con uno sterminato campo di cotone sullo sfondo. Scelta a prima vista azzeccata, ma che dire dell’aspetto fisico molto curato della ragazza o del campo di cotone deserto? Sembra quasi che si voglia oscurare la schiavitù e i suoi atroci aspetti.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

-Un libro fantasioso ma autentico -

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Signor Whitehead, devo dire che sono rimasto molto entusiasta del suo libro.
Mi è piaciuto molto il modo in cui viene descritta la fuga di Cora, le sue emozioni e la sua rassegnazione di scappare ovunque ma lontano dalla piantagione, “come se nel mondo non ci fossero posti in cui andarsi a rifugiare, solo posti da cui scappare.”.
Complimenti!


Questo è un romanzo ambientato poco prima della Guerra di Secessione tra il Nord America, contrario alla schiavitù dei neri e il Sud America, zona di proprietari di latifondi e piantagioni dove lavorano gli schiavi in condizioni pietose.
Questo libro si apre con la descrizione della nonna della protagonista, la prima a giungere alla piantagione dei Randall dove si colloca la prima parte del romanzo; poi si racconta della madre della protagonista, che abbandona poi la figlia per fuggire dai campi, infine, “comincia il romanzo”.
Il personaggio principale è Cora, una ragazza di cui non si conosce esattamente l'età, questa è schiava nera insieme ad altri nella piantagione dei fratelli Randall, spietati padroni.
L'inizio il libro si concentra nella zona delle coltivazioni appunto, descrivendo le situazioni davvero raccapriccianti degli schiavi: i loro maltrattamenti, le loro punizioni.
Ad un certo punto del romanzo si trasferisce alla piantagione di Cora Caesar, un ragazzo sveglio, che sa sia leggere che scrivere e sa intagliare il legno; questo ragazzo, proveniente da una vecchia famiglia in cui era stato trattato civilmente ed educato dalla sua precedente padrona, dunque è più sveglio degli altri e da subito mostra un'indole ribelle e propone alla protagonista di fuggire con lui e di fidarsi, ma naturalmente prima che quest'ultima accetti, passa un po' di tempo.
Nel frattempo, la protagonista comincia a rendersi conto dell'abominio in cui vive da quasi 15 o 16 anni, vivendo situazioni sgradevoli in prima persona. Dunque accetta la proposta di Caesar.
Questo gli aveva parlato di una ferrovia sotterranea, conosciuta tramite Fletcher, un uomo bianco, che notata la particolarità del ragazzo ed essendo lui stesso abolizionista, decide di proporgli il suo aiuto.
Caesar convince Cora a fuggire con lui, anche se non è reso il motivo.
Dopo una fuga lunga, rocambolesca e determinante nei suoi rischi e pericoli, i due giungono al luogo di incontro prestabilito.
All'inizio l'aggiunta della ragazza ai piani è un po' imprevista, ma viene comunque a farne parte.
I due affrontano un viaggio in treno poco comodo, ma la sola speranza dei protagonisti è di arrivare il più lontano possibile dalla Georgia, il loro punto di partenza.
I due così giungono nel South Carolina, dove cambieranno identità per un po'. Qui le condizioni sono decisamente migliori e pur essendo un Paese del Sud, c'è una mentalità molto aperta e propensa all'assimilazione dei neri.
Per quanto i due protagonisti vorrebbero stabilirsi in quel Paese così perfetto, un pericoloso ed esperto cacciatore di taglie, al quale solo era sfuggita la madre di Cora, viene ingaggiato dai Randall per ritrovare gli schiavi fuggiti, che sono decisamente a rischio.
Da qui, di nuovo in pericolo e ancora fuggitivi le strade dei due si dividono e procede la fuga dal cacciatore di taglie.
Questo romanzo, l'ho trovato poco chiaro nel linguaggio, che presenta una sorta di “modello predefinito” del romanzo americano.
All'inizio in particolar modo ho fatto fatica a leggere, per via di frasi poco comprensibili e di descrizioni confusionarie, che mi è risultato difficile collegare.
La prima parte del racconto si incentra appunto nella piantagione di cotone dei Randall, in Georgia, qui vengono descritti episodi davvero raccapriccianti, crudi e rendono molto realisticamente le situazioni che c'erano a quel tempo, prima della Guerra di Secessione.
Dopo la partenza di Caesar e Cora e così anche dopo, finite come delle “macros-equenze”, il linguaggio si scioglie un po', i contenuti diventano più chiari, dovuto forse alla descrizione più lineare dei fatti vissuti dai protagonisti.
Per il resto, ho davvero apprezzato, per quanto un po' forti i contenuti, mi sono arrivati tutti, potrei personalmente dire di averlo trovato un romanzo “impressionante”, anche perché è il primo romanzo scritto in una maniera diversa, che ho letto.
Assolutamente da leggere, perché per quanto un po' intricato, rende subito le idee e i contenuti, molto semplici e forti.

Inventa un nuovo titolo

La corsa per la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

"SIete pronti?", chiese Sam.
Caesar e Cora si guardarono. Poi lui le tese la mano come un gentiluomo. "Signora?"
Lei non riuscì a trattenere un sorriso, e si avviarono insieme all'aria aperta.

La musica che metteresti come colonna sonora

Banners - Someone to you

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Semplice, diretto, impressionante


Mi è piaciuto molto questo libro perché è avvincente, narra una storia emozionante e nonostante sia raccontato in terza persona mi ha davvero reso partecipe delle avventura dei protagonisti.

Inventa un nuovo titolo

Alla ricerca della libertà.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è stata:"Non possiamo salvare tutti. Ma questo non significa che non possiamo provarci. A volte un'illusione utile è meglio di una verità inutile."

La musica che metteresti come colonna sonora

Una musica d'azione avvincente.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Avrei messo al posto del campo magari un'immagine di una ferrovia oppure delle rotaie.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Libro avvincente che ti fa entrare nel vivo del romanzo.


È un libro molto coinvolgente e necessario, ti fa aprire gli occhi e riflettere su molti argomenti. Non bisogna dimenticare ciò che è successo a questa gente per evitare che la storia si ripeta.

Inventa un nuovo titolo

Una via per la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

Il mondo può anche essere cattivo, ma le persone non devono esserlo per forza, possono rifiutarsi.

La musica che metteresti come colonna sonora

I want to break free-Queen

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

penso sia azzeccata.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una ragazza è alla ricerca della propria libertà ma non sa cosa l'aspetta.


Trovo la tematica del razzismo molto reale e ancor'oggi molto vicina a noi. Questo libro ci mette a conoscenza delle condizioni di lavoro a cui erano sottoposti i neri e, riprendendo il pensiero dell'autore, l'idea di una ferrovia sotterranea deriva dalla rete di persone che aiutavano questi a fuggire. Questo paragone esprime, secondo me in maniera corretta, tutto il terrore e la paura che le persone avevano sia di fuggire che di aiutare. Il sogno della libertà era il desiderio comune di tutti i neri e Colson Whitehead ha fatto si che questo concetto fosse molto vicino ai lettori.

Inventa un nuovo titolo

Freedom

La frase che ti è piaciuta di più

"Se non fossero mai fuggiti". Nonostante questa frase hanno continuato il loro percorso senza mai abbandonare il loro sogno.

La musica che metteresti come colonna sonora

Sicuramente una canzone di azione ma al contempo di pace e libertà

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Apparentemente sembra un qualunque libro che parla di razzismo. Probabilmente sceglierei un'immagine un po' più coinvolgente come ad esempio una vera e propria ferrovia sotterranea dalla quale si riesce a vedere la luce in fondo al tunnel, seppure un po' offuscata.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La libertà deve essere per tutti

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Vorrei complimentarmi con l'autore perché, usando parole semplici e comprensibili, ha reso dei concetti molto profondi e purtroppo molto reali. Le scene descritte sembravano vere come se il lettore fosse immerso nella storia e vedesse tutto con i suoi occhi ed era una sensazione fantastica.