2019 - 2020

Xanadu

2019 - 2020

Inutile Tentare Imprigionare Sogni

Cristiano Cavina

Marcos y Marcos, 2013


All'ITIS l'unica cosa con cui potevi pensare di limonare era la vaschetta di olio lubrificante del tornio.

All'Istituto Tecnico Alberghetti di Imola arriva Baldo Creonti, vestito con jeans, camicia rossa di flanella e giacca nera... non è Dylan Dog anche se vorrebbe tantissimo avere il suo carisma e "sintomatico mistero". Pochi amici, in fondo tutti si fanno gli affari loro, le sue giornate passano lente lente, a casa la madre, sempre stanca, cerca di farlo studiare e il nonno sembra sempre sull'orlo della follia. Ma un giorno accade qualcosa, il compagno Confittoni ha un intorto con una tipa di ragioneria e chiede aiuto a quei pochi amici che ha. In soccorso arriva Oscar, il ripetente bello e dannato, che gli cede il montoncino per nascondere una felpa zozza e lurida dei Metallica. Il ragazzo parte, con la speranza e il desiderio, verso la bella ragazza ma qualcosa distrugge il piano. 

Torna a scuola, nel pomeriggio, con un occhio nero e il montoncino insanguinato. È stato picchiato.

I ragazzi si fanno intorno e sembrano molto preoccupati e decisi a vendicarsi, ma Baldo inizia a farsi delle domande che lo portano a sfidare tutto il consigli studentesco, Preside compreso, i compagni, "finti" pacifisti e chi decide del suo futuro scolastico. Nell'inconsapevolezza dei suoi gesti c'è tutta la voglia di essere pienamente autentico, senza orpelli o simboli alla moda, senza costrizioni o condizionamenti. Baldo vuole essere un uomo libero, senza scorciatoie e compromessi!

Inutile Tentare Imprigionare Sogni nasce dalla condanna a cinque anni di ITIS che Cristiano Cavina ha dovuto scontare, e rivela più che mai la sua voce ironica, forte e chiara e il suo sguardo solare e autentico.

Ovvio che mi è piaciuta perché non potrebbe essere?! Il racconto è scorrevole e realistico quando racconta in prima persona attraverso il protagonista la storia di questo adolescente che prova a convivere con la sua vita. Perché tutti ci dicono che questi sono gli anni migliori ma, la verità è che sono belli per la formazione e le esperienze che facciamo brutte o meno. Alcune volte era come se fossi non dentro la storia (quello mi capita sempre) ma , proprio la protagonista che vive la vita giorno per giorno cercando di raggiungere i propri sogni. È proprio questa la cosa più importante che ci spiega il libro, abbiate coraggio e trasformate i sogni in realtà.

Inventa un nuovo titolo

-La vita è bella così: storia di un ragazzo uguale a noi.-

La frase che ti è piaciuta di più

~Uno non si immagina neanche tutto quello che c'è prima della sua nascita. Crede sempre che al mondo gli diano corrente solo dopo che è nato.~

La musica che metteresti come colonna sonora

Di sicuro io metterei varie canzoni a seconda della situazione nel testo però in generale inizierei con una canzone energetica e che motiva a dare il massimo senza pensare troppo come per esempio: Domani ci passa e Ringo Starr

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Caro editore la copertina mi ha attirato l'attenzione fin da subito perché era vivace e scherzosa con i colori così accesi, quindi complimenti ottima scelta anche se non capisco come possa c'entrare con la storia.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Il libro per la nuova generazione di fenomeni, tra riflessioni e risate"

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Wow grazie mille per questo libro perché fa capire meglio a noi ragazzi cosa vogliamo fare veramente e di non abbatterci mai e allo stesso tempo fa capire un po'di più cosa ci passa per la testa agli adulti.


Ho apprezzato molto questo libro soprattutto grazie alla sua diversità e alla sua particolarità. L’ho trovato molto innovativo e originale, per questo mi ha permesso di sperimentare un nuovo genere di lettura che ancora non conoscevo.
La storia narra dell’esperienza adolescenziale di un umile ragazzo, Baldo Creonti, ovvero lo stesso narratore che racconta del suo passato, presso l’Istituto ITIS Alberghetti di Imola. All’interno del libro sono presenti ampie descrizioni delle situazioni nelle quali si ritrova il ragazzo, che permettono pienamente al lettore di immedesimarsi in uno degli alunni dell’istituto, assistendo ad ogni momento narrato nel racconto.
Inoltre, trovandomi anche io nel periodo adolescenziale, ho condiviso molti pensieri e riflessioni esposti da Baldo, come i diversi rapporti che possono crearsi tra i compagni e i professori, il rapporto che le famiglie hanno con le scuole dei propri figli, le diverse simpatie e i diversi disguidi che si creano e, soprattutto, ho condiviso le quotidiane emozioni che il protagonista ha esternato.
Al contrario di altri libri, Inutile Tentare Imprigionare Sogni l’ho apprezzato tanto perché mette in evidenza ogni aspetto della vita di noi adolescenti e non solo trattando gli aspetti positivi, il che lo rende un libro vero e unico.
Il suo punto forte, secondo la mia opinione, è il metodo con cui le vicende vengono narrate: è carico di ironia e autoironia del narratore e viene utilizzato un linguaggio molto semplice e tipico degli adolescenti. Credo che questa comicità che il narratore usa per raccontare le normali giornate di Baldo Creonti rendano la lettura molto innovativa e divertente.
Consiglierei questa lettura a tutti i miei coetanei, perché con semplicità e leggerezza rispecchia a pieno la fase di crescita che stiamo vivendo in una circostanza così vicina e quotidiana come la scuola.
Leggendo questo libro ho imparato che spesso, quando ci si trova in situazioni non piacevoli, il miglior modo per superare il dolore è farci una risata sopra.

Inventa un nuovo titolo

Ignoro i Tuoi Insegnamenti quindi non Stressarmi

La frase che ti è piaciuta di più

"Sarebbe stato divertente, se non ci fosse stato da suicidarsi"

La musica che metteresti come colonna sonora

Sunday Best di Surfaces

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Credo che non cambierei la copertina di questo libro perché rappresenta sotto molti punti di vista il protagonista. La lampadina che si riposa e si rilassa sull'amaca con addosso gli occhiali da sole e la sigaretta in bocca raffigura pienamente il carattere di Baldo, ma anche gli aspetti generali della'dolescenza di molti ragazzi, ovvero ciò che ad essi serve per sentirsi grandi e veri adolescenti.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ecco a voi un piccolo assaggio della mia scuola (se così si può chiamare)

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Ritengo sia apprezzabile la capacità e l'ingegno dell'autore nell'essere riuscito ad utilizzare per tutta la durata del racconto un linguaggio così semplice e giovanile e, allo stesso tempo, così reale e vicino a quello che effettivamente viene utilizzato dal mondo degli adolescenti nella vita di tutti giorni.


Ho scelto questo libro perché mi intrigava il titolo e mi ha incuriosito parecchio. La storia mi è piaciuta, divertente e semplice, mi sono ritrovata in molte situazioni descritte dal protagonista soprattutto per quanto riguarda le scuole medie e superiori. In alcune parti, un po’ noioso e ripetitivo ma concluso con una bella morale, seguire sempre i propri sogni. Consiglio di leggere questo libro, soprattutto ai giovani.

Inventa un nuovo titolo

Seguire i propri sogni

La frase che ti è piaciuta di più

Nessuno al mondo aveva mai avuto una Mamma Creonti come la mia

La musica che metteresti come colonna sonora

Sogni appesi

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La vita adolescente


Il libro mi è piaciuto abbastanza. Non è il genere che preferisco ma mi ha comunque colpito molto facendomi divertire. Ci sono state alcune parti in cui sono riuscita ad entrare proprio all'interno della storia grazie alla narrazione dell'autore, resa molto leggera e con un linguaggio semplice. Altri punti del romanzo però mi sono sembrati troppo lunghi e a volte anche un po' noiosi. Lo consiglio comunque a chiunque poiché aiuta a far riflettere sia gli adulti che i ragazzi.

Inventa un nuovo titolo

Ascolta te stesso

La frase che ti è piaciuta di più

“Il lato oscuro della forza scorreva impetuoso nelle sue vene, ed era un genere di spontanea ignoranza a cui le adolescenti non sapevano resistere”.

La musica che metteresti come colonna sonora

Sono sempre i sogni a dare forma al mondo-Ligabue

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Secondo me la scelta della copertina rispecchia in pieno il senso della libertà, cioè quello che vuole trasmettere l’autore a noi lettori.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Il nuovo romanzo che libererá tutti i tuoi sogni

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il libro mi è piaciuto abbastanza e ho apprezzato molto la chiave ironica. Le uniche cose che cambierei sono alcune parti che mi sono risultate un po’ lunghe e a volte noiose.


Il romanzo mi è piaciuto molto. Il racconto scorre velocemente e ha un linguaggio semplice. Parla del rapporto tra i ragazzi di oggi e il mondo scolastico, ma anche dei problemi che devono affrontare, dei litigi con altre persone e devo dire che in certe occasioni mi sono biasimata nel protagonista. Inoltre parla anche dei rapporti tra gli studenti e professori che molto spesso non sono dei migliori. Il romanzo mi ha fatto riflettere sulla vita che non è sempre perfetta, ma che ci saranno degli ostacoli da superare. Consiglio questo libro a chiunque.

Inventa un nuovo titolo

Non arrendersi

La frase che ti è piaciuta di più

<Uno non si immagina neanche tutto quello che c'è prima della sua nascita. Crede sempre che al mondo gli diano corrente solo dopo che è nato.

La musica che metteresti come colonna sonora

Non mollare mai

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Inutile tantare imprigionare sogni un film dal genere semplice


Guardandolo dalla copertina, il libro mi intrigava e mi incuriosiva molto anche il titolo. Ma più lo leggevo e più lo trovavo noioso, non mi ha divertito per niente. Anche se il linguaggio era semplice e scorrevole, alcune parti non le ho capite, perché venivano utilizzati termini complessi. Non mi è piaciuta molto la fine, perché è stata fatta in modo molto vago, frettoloso, senza dare un senso vero e proprio al titolo. Infatti, per renderlo meno monotono, l’autore avrebbe potuto sostituire alcune parti descrittive, che si ripetevano in continuazione ed erano inutili, con altre narrative, dove si raccontasse di più la vita del protagonista.

Inventa un nuovo titolo

Insegui i tuoi sogni

La frase che ti è piaciuta di più

Le mamme se non ci fossero bisognerebbero inventarle

La musica che metteresti come colonna sonora

The mission

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ti fa ragionare


Il titolo del romanzo si riferisce a un’azione ribelle fatta dal protagonista, ovvero la liberazione degli uccelli in gabbia ritrovati in cantina.
Probabilmente perché anche lui voleva quella libertà che gli era stata tolta dalla paura della madre che voleva un futuro migliore per il figlio.
Il romanzo è ambientato nell'istituto tecnico Alberghetti di Imola e la classe del protagonista è la E e come tutte le classi degli istituti tecnici è popolata da un branco di adolescenti prevalentemente di sesso maschile che hanno poca voglia di costruirsi un futuro.
I professori sono molto severi e assegnano insufficienze giornaliere a chiunque abbia qualcosa da ridire sulle loro lezioni.
La scuola è un vecchio plesso pieno di classi e all'ultimo piano il protagonista sottolinea la presenza del “merendaro” dove gli studenti si accampano minuti prima della merenda per non trovarsi a fare la fila per comprare i panini che ricorda che sono di due tipi: salame e incarto di plastica e incarto di plastica e prosciutto.
La famiglia è composta dal protagonista, la mamma Creonti costretta a lavorare in casa e pulire pavimenti e il vecchio Creonti che trema e non dice più una parola da quando si è giocato a carte la bottega.
La mamma Creonti vuole che il figlio abbia un futuro più dignitoso di quello che la vita ha riservato per lei e lo sprona ad iniziare le superiori, cosa che il protagonista non voleva fare.
Il protagonista odia la scuola, non sopporta più quel plesso, ma alla fine passa con i suoi amici innumerevoli avventure che gli insegnano tanto dal punto di vista morale.
Rincontra anche un vecchio amore e si rende conto che in realtà non era quello che viene chiamato il “vero amore” e si arrende all'idea di poterlo trovare.
Il lessico è quello parlato, lo stile è formale e i periodi sono maggiormente riflessivi e descrittivi il narratore è interno, come il punto di vista.
C’è stata una frase che mi ha colpita e mi ha riportata a mio padre, anche lui studente di un istituto tecnico: ”Gli uomini sono delle schiappe quando c’è di mezzo un pianto, che sia sceneggiata o meno”. Mi ha fatto pensare che non ho mai visto mio padre piangere o esprimere i propri sentimenti e probabilmente io ho preso proprio da lui visto che trovo difficile dimostrare quello che provo a qualcuno.
Il romanzo mi è piaciuto perché non è la solita storia ambientata a scuola dove tutto va bene e gli studenti sono perfetti e fanno il loro dovere, è più realistico e vero.

Inventa un nuovo titolo

gli anni che gli altri chiamano “i migliori della nostra vita”

La frase che ti è piaciuta di più

”Gli uomini sono delle schiappe quando c’è di mezzo un pianto, che sia sceneggiata o meno”.

La musica che metteresti come colonna sonora

oasis, wonderwall

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

la realtà degli istituti tecnici


Leggendo la trama sul retro del libro, il racconto mi sembrava molto semplice e un po’ confuso. Quando poi ho iniziato a leggerlo, le pagine scorrevano molto bene e anche il linguaggio usato dallo scrittore ha aiutato molto. È un romanzo di formazione, che racconta in chiave umoristica (quasi surreale) la scuola superiore, i professori, le lezioni e i compagni di classe del protagonista. Il libro è interamente raccontato in prima persona dal protagonista, che descrive la scuola come un luogo in degrado, i compagni di classe e i professori con esagerazioni che fanno ridere il lettore, descrive qualche stralcio di vita quotidiana a casa sua con la madre e il nonno. Un'altra caratteristica che ho apprezzato è stata la decisione di scrivere tanti capitoli brevi senza numerarli. Da come è scritto il racconto sembra come un diario dove il protagonista si sfogava scrivendo anche di ricordi, impressioni, riflessioni, ma soprattutto di tutto ciò che succedeva nella sua scuola giorno per giorno. Sono riuscita a leggerlo con gran facilità, e una caratteristica che mi è molto piaciuta è stata quella di riuscir a parlare con tanta semplicità e fluidità al pubblico a cui è indirizzato questo romanzo nonostante lo scrittore sia un adulto, ma soprattutto mi è piaciuto molto che l’autore non abbia “rimproverato” al protagonista del libro i suoi errori, cercando di dare un insegnamento ai lettori su ciò che è giusto e su ciò che è sbagliato. Credo che questa lettura sia molto adatta alla mia età, il libro mi è piaciuto molto e lo consiglierò sicuramente a qualche mia amica.

Inventa un nuovo titolo

La gabbia invisibile di Baldo

La frase che ti è piaciuta di più

“Poi arrivò Consoli Camproni con le toppe sulle maniche, tenendo per mano quella che sembrava una bellissima soldatessa. Indossava un bellissimo giubbotto militare e in testa aveva un basco da paracadutista. Dentro il giubbotto molto pluridecorato c’erano un paio di panta nere molto attillate e una maglietta bianca con un arcobaleno molto ben sfumato. Dentro le panta e la maglietta c’era Veroli Wanda. Dentro Veroli Wanda non c’era niente.”

La musica che metteresti come colonna sonora

musica allegra

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina ha colori accesi e risalta molto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

A tutti quelli a cui la scuola non piace, questo libro è per voi!


Ho trovato questo breve romanzo di Cristiano Cavina abbastanza interessante perché è riuscito a dare forma e a descrivere la complicata realtà che un adolescente comune si ritrova quotidianamente ad affrontare. A mio parere gli aspetti principali che caratterizzano il mondo di noi giovani adulti sono stati ben raccontati e tra questi vorrei citare la scuola e le sfide giornaliere con i professori, il desiderio ardente di trovare qualcuno da amare senza ricevere delusioni, la voglia di abbandonare lo studio per dedicarsi veramente alla ricerca dei propri talenti e dei propri sogni, e infine il desiderio di fare parte di un gruppo, ma allo stesso tempo di distinguersi dal gregge.
Lo consiglio a tutti coloro che vogliono leggere un libro veloce, semplice e giovanile.

Inventa un nuovo titolo

Il titolo che ho scelto è: "Scuola di vita".

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che ho scelto è questa : "Io e la matematica ci eravamo conosciuti brevemente sulla linea di partenza, in prima elementare, poi lei era scattata in fuga seminandomi parecchi tornanti indietro." Queste righe mi hanno colpito perché aprono un'ironica finestra sulla vita del protagonista e anche sulla scuola, che viene descritta proprio dal punto di vista di un adolescente che si trova ad affrontare i comuni ostacoli scolastici.

La musica che metteresti come colonna sonora

.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina, grazie ai colori vivaci e all'insolito disegno centrale, è sicuramente originale e accattivante. La scelta di rappresentare sulla copertina gli elementi principali della storia ( l'Itis è indicato dalla lampadina e gli studenti dall'oggetto stesso che fuma e si rilassa) è decisamente azzeccata e, a mio parere, geniale, ma non subito di facile comprensione.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Inutile tentare imprigionare sogni " - un viaggio coinvolgente e veritiero nella vita adolescenziale di ognuno di noi

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Caro Cristiano Cavina,
Questo libro non è solo la rappresentazione della vita di un adolescente, ma anche il viaggio che ogni ragazzo compie per scoprire che cosa vuol dire "vivere".
Di questo libro ho apprezzato molto il linguaggio fresco e quasi colloquiale, che ha dato un tono più veritiero alla storia e anche l'evoluzione della relazione che avviene tra il protagonista e sua madre, figura che trovo sia importantissima nella vita di ogni ragazzo.


Questo libro mi é piaciuto solo in parte perché per quanto rifuarda la storia non ho capito molto bene lo svolgimento dei fatti ma la morale del libro mi é piaciuta perché ci spiega che i sogni vanno coltivati,inseguiti e non nascosti o rinchiusi e che la libertà in ogni cosa non va tolta perché è quella che ci fa stare bene e ci rende noi stessi.

Inventa un nuovo titolo

I sogni fuori dal cassetto

La frase che ti è piaciuta di più

Uno non si immagina neanche tutto quello che c'è prima della sua nascita.Crede sempre che al mondo gli diano corrente solo dopo che è nato.Come se prima non girasse nemmeno.

La musica che metteresti come colonna sonora

Sogni appesi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto simpatica e colorata sdrammatizza pero allo stesso tempo è molto significativa.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Il nuovo romanzo che ti aiuta a liberare i tuoi sogni

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il libro nel complesso non mi è disoiaciuto per la morale che vuole far capire ma lo svolgimento dei fatti non l'ho trovato del tutto chiaro.


Il Romanzo che ho letto non mi ha appassionata particolarmente, sia perché leggo libri di altro genere, sia perché la storia in se non mi ha affascinata o spinta a continuare a leggere.
Ho trovato lo stile del racconto originale e molto vicino ai dialoghi dei ragazzi di oggi, ma a volte troppo ripetitivo e quasi noioso. La fiducia che ha la mamma nei confronti del protagonista è un aspetto che dovrebbe stimolarlo a dare del suo meglio, ma a causa delle brutte compagnie e dei comportamenti inadeguati che ha non riesce mai a far felice la persona a cui vuole bene.
Mi ha colpita il fatto che a questo ragazzo non importasse nulla della scuola e che invece di divertirsi come dovrebbero fare i ragazzi della sua età preferisse ferirsi fumando.

Inventa un nuovo titolo

"Sognare per lottare"

La frase che ti è piaciuta di più

la frase che mi è piaciuta è: "La fregatura è che anche fuori dalla scuola non sai mai dove ti possono portare le cose"

La musica che metteresti come colonna sonora

"Arrivano i Prof" di Rocco Hunt

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina secondo me non interpreta pienamente il libro, non riesco a collegare la testa a forma di lampadina con ciò che vuole trasmettere il libro, mentre il fatto che si trovi su un' amaca e che fumi una sigaretta suppongo che possa rappresentare la "svogliatezza" del protagonista.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Non abbiate paura di entrare all'Alberghetti, vi trasporterà in un mondo di svago e di ribellioni per far valere le proprie libertà"

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Come ho già detto il libro non è stato del tutto di mio gradimento, ma lei ha saputo ricavare da un semplice istituto tecnico un insieme di caratteristiche che lo hanno reso divertente e pronto ad accogliere studenti di ogni genere. La ringrazio perché ha trasmesso a noi ragazzi un messaggio importante ovvero quello di non smettere mai di sognare per poter migliorare.


Il romanzo mi è piaciuto molto perché descrive accuratamente l'ambiente scolastico e tutto quello in cui sbaglia con un tono alcune volte anche divertente ma che lascia trapelare un po' di amarezza.
Inoltre mi è piaciuto molto il parallelismo tra professori e studenti perché come i professori non vanno d'accordo tra loro, neanche gli alunni sono in ottimi rapporti nonostante cerchino di andare d'accordo per "sopravvivere" alle giornate scolastiche; questo dimostra che spesso i primi a non dare il buon esempio sono proprio quelli che invece dovrebbero farlo.

Inventa un nuovo titolo

sogni particolari

La frase che ti è piaciuta di più

Le mamme. Se non ci fossero bisognerebbe inventarle. Fanno una tragedia se solo lasci cadere uno spillo, e sorridono quando gli mandi all'aria tutta la carriera scolastica

La musica che metteresti come colonna sonora

sogna ragazzo sogna-roberto vecchioni

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

utile agli studenti per non sentirsi soli


Il libro mi è piaciuto molto, aveva un linguaggio semplice ed è stato anche divertente. Purtroppo alcune parti però le ho trovate molto lunghe e un po' noiose. Comunque lo consiglio molto ad ogni ragazzo e adulto perchè descrive molto bene il periodo dell'adolescenza. Sono quindi molto contenta di aver scelto questo libro e molte volte mi sono ritrovata nelle situazioni del protagonista; primi amori, litigi, genitori ed incomprensioni.

Inventa un nuovo titolo

la gabbia dei sogni

La frase che ti è piaciuta di più

ma questo era niente. La fregatura è che anche fuori dalla scuola non sai mai dove ti possono portare le cose

La musica che metteresti come colonna sonora

musica tranquilla, ma moderna.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la copertina non è stata molto di mio piacimento. avrei scelto più una copertina riguardante i sogni ad esempio un acchiappa sogni

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

leggetelo perché riesce a capire l'adolescenza

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il libro mi ha fatto ridere e l'ho trovato molto interessante specialmente perché descrive l'età che sto vivendo e l'autore é riuscito a cogliere l'essenza dell'adolescenza. Alcune parti però erano molto lunghe.


Il libro mi è in parte piaciuto grazie all'irnoia che usa l'autore per raccontare i fatti e per la semplicità del linguaggio usate che rende il libro adatto a tutte le fasce di eta, dai giovani ai più grandi. All'inizio è anche carina l'idea di raccontare dei fatti che accadono all'interno di una scuola superiori, anche spesso esagerando, ma dopo un po' almeno a me è risultato un po' noioso anche per la presenza di descrizioni dettagli abbastanza inutili e perché la velocità di narrazione è abbastanza lenta. Inoltre di solito preferisco dei romanzi con una vera e propria trama che si sviluppa durante il racconto e non un insieme di racconti.

Inventa un nuovo titolo

vivi solo i tuoi sogni

La frase che ti è piaciuta di più

"Uno non si immagina neanche tutto quello che c'è prima della sua nascita. Crede sempre che al mondo gli diano corrente solo dopo che è nato. Come se prima non girasse nemmeno." pag. 212

La musica che metteresti come colonna sonora

non saprei

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi è piaciuta molto. Molto semplice ed efficace, ti va venir voglia di leggere il libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Non ci si annoia mai dentro una scuola superiore!

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Libro abbastanza carino, ma dopo un po' diventa noioso.


Il libro non mi è piaciuto particolarmente perchè l'ho trovato noioso in alcuni tratti e poco scorrevole. C'è da dire però che è un libro adatto per adolescenti, l'autore infatti, usa termini giovanili e spesso anche dialettali. La trama è divertente e molti altri ragazzi si potrebbero ritrovare in quello che scrive l'autore. Io non sono riuscita ad immedesimarmi e non sono riuscita ad apprezzare il libro.

Inventa un nuovo titolo

Nella vita di un adolescente

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è proprio il titolo :"inutile tentare imprigionare i sogni"

La musica che metteresti come colonna sonora

Una musica allegra e spensierata

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Il colore della copertina salta sicuramente all'occhio e mi piace anche il disegno

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Libro divertente e adatto a tutti, sopprattutto agli adolescenti


Il racconto non mi è piaciuto, perché prima di tutto non è il genere che preferisco.
Non mi è piaciuto il comportamento del protagonista, mi infastidisce il fatto che lui andasse a scuola per fare contenta la madre ma che nonostante questo non andasse bene.
La sua superficialità e il menefreghismo che mette nel fare le cose è secondo il mio parere un comportamento da ragazzo immaturo, però allo stesso tempo il finale è stato inaspettato, mi è piaciuto per il fatto che la madre anche se voleva per il figlio un futuro migliore del suo alla fine lei non lo ha rimproverato, ma ha detto che ci riproveranno .
Nella parte finale sono riuscita a capire cosa amava il protagonista, lui aveva un bellissimo legame con la madre cosa che nel racconto non viene mai evidenziata.
Nel complesso il libro non è male, ma non è il genere di libro che io comprerei ....anche se viene scritto molto bene e in modo dettagliato ciò che succede nell'istituto ITIS Alberghetti e soprattutto il comportamento dei personaggi .

Inventa un nuovo titolo

Creonti e le sue giornate all'ITIS Alberghetti

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è: "La mia mamma Creonti.Chenon era riuscita a finire la prima media e dava lo straccio a diecimila chilometri di pavimenti. Se pensava che non valeva niente, non aveva capito un accidente della vita"

La musica che metteresti come colonna sonora

Ho imparato a sognare di Fiorella Mannoia

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi è piaciuta .

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Non si può vivere di sogni altrui.


Inizialmente il romanzo non mi prendeva molto, la lettura mi sembrava lenta e noiosa con troppe descrizioni e infatti ne ero rimasta un po' delusa. Dopo qualche pagina però ho iniziato a leggere per il gusto di farlo e per la curiosità che provavo, non forzatamente, e da lì ha iniziato a piacermi. Le vicende sono interessanti e il lessico schietto e divertente mi ha preso molto. Credo che questo romanzo sia adatto anche per i più grandi, perché penso racconti molto bene e in modo abbastanza veritiero la vita di ragazzo comune, quindi alcuni potrebbero persino rispecchiarsi nel giovare Creonti e nel suo rapporto con la scuola. Il finale è stupendo e mi è rimasto impresso molto. In conclusione "Inutile Tentare Imprigionare Sogni" è un romanzo molto bello e che rileggerò sicuramente.

Inventa un nuovo titolo

Casino Creonti

La frase che ti è piaciuta di più

"Teneva le mani sui fianchi. Mamma Creonti non era di quelle persone che quando ne combini una si mettono con le braccia incrociate sul petto. Lei si piantava quelle mani ruvide sui fianchi e stava lì. Mi piaceva, anche se non avrei mai avuto il coraggio di farglielo sapere."

La musica che metteresti come colonna sonora

The Kinks- I'm not like everybody else

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un ragazzo, un istituto tecnico, un'aspirazione.


Questo libro mi è piaciuto molto perché mi sono ritrovata nelle cose che il protagonista ha raccontato, sia riguardo la scuola che della vita privata

Inventa un nuovo titolo

L'adolescenza tra i banchi

La frase che ti è piaciuta di più

Uno non si immagina neanche tutto quello che c'è prima della sua nascita. Crede sempre che al mondo gli diano corrente solo dopo che è nato.

La musica che metteresti come colonna sonora

Michele Merlo aquiloni

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

È molto bella e con significato

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La scuola e l'adolescenza


Il romanzo mi è piaciuto molto. Il modo in cui è scritto crea come una sintonia tra il lettore ed il libro, forse perché uno studente ci si ritrova nel suo quotidiano mentre a chi ha già terminato gli studi porta alla mente ricordi che erano stati ormai riposti nel cassetto. Ogni tanto, anzi quasi raramente, ci sono delle sequenze riflessive che ti fanno smettere di leggere per farti soffermare alla ricerca di una risposta che anche il lettore non riesce a trovare o al contrario ha troppe soluzioni valide da non capire quale possa essere la risposta giusta. In conclusione consiglierei questo libro soprattutto a ragazzi che stanno vivendo l’adolescenza perché si viene catapultati perfettamente nella storia.

Inventa un nuovo titolo

niente prima di noi

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi ha colpito di più è: “Uno non si immagina neanche tutto quello che c’è prima della sua nascita. Crede sempre che al mondo gli diano corrente solo dopo che è nato. Come se prima non girasse nemmeno”. Questa frase per me è significativa, leggendola mi ci sono ritrovata totalmente, in effetti se ci pensiamo nessuno o quasi pensa a cosa sia accaduto prima di lui perché forse, a mio parere, si dà più importanza al futuro invece che al passato.

La musica che metteresti come colonna sonora

musica heavy metal

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

molto significata e intrigante, ispira a leggere il libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

riflessioni trai i banchi di scuola


All’ inizio ero incuriosita dalla trama, ma poi leggendo i primi capitoli mi è subito parso noioso. La storia è carina ma non ha saputo coinvolgermi. La scrittura è scorrevole e adatta un po’ a tutte le età

Inventa un nuovo titolo

sogni di un adolescente

La frase che ti è piaciuta di più

“Nessuno al mondo aveva avuto una mamma Creonti come la mia”.

La musica che metteresti come colonna sonora

Non lo so

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto particolare

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Dentro la vita di un adolescente