2019 - 2020

Xanadu

2019 - 2020

Inutile Tentare Imprigionare Sogni

Cristiano Cavina

Marcos y Marcos, 2013


All'ITIS l'unica cosa con cui potevi pensare di limonare era la vaschetta di olio lubrificante del tornio.

All'Istituto Tecnico Alberghetti di Imola arriva Baldo Creonti, vestito con jeans, camicia rossa di flanella e giacca nera... non è Dylan Dog anche se vorrebbe tantissimo avere il suo carisma e "sintomatico mistero". Pochi amici, in fondo tutti si fanno gli affari loro, le sue giornate passano lente lente, a casa la madre, sempre stanca, cerca di farlo studiare e il nonno sembra sempre sull'orlo della follia. Ma un giorno accade qualcosa, il compagno Confittoni ha un intorto con una tipa di ragioneria e chiede aiuto a quei pochi amici che ha. In soccorso arriva Oscar, il ripetente bello e dannato, che gli cede il montoncino per nascondere una felpa zozza e lurida dei Metallica. Il ragazzo parte, con la speranza e il desiderio, verso la bella ragazza ma qualcosa distrugge il piano. 

Torna a scuola, nel pomeriggio, con un occhio nero e il montoncino insanguinato. È stato picchiato.

I ragazzi si fanno intorno e sembrano molto preoccupati e decisi a vendicarsi, ma Baldo inizia a farsi delle domande che lo portano a sfidare tutto il consigli studentesco, Preside compreso, i compagni, "finti" pacifisti e chi decide del suo futuro scolastico. Nell'inconsapevolezza dei suoi gesti c'è tutta la voglia di essere pienamente autentico, senza orpelli o simboli alla moda, senza costrizioni o condizionamenti. Baldo vuole essere un uomo libero, senza scorciatoie e compromessi!

Inutile Tentare Imprigionare Sogni nasce dalla condanna a cinque anni di ITIS che Cristiano Cavina ha dovuto scontare, e rivela più che mai la sua voce ironica, forte e chiara e il suo sguardo solare e autentico.

Inutile tentare imprigionare sogni libro che mi è piaciuto particolarmente, non solo per il semplice modo di scrivere che utilizza l’ autore, ma anche dagli ironici comportamenti del protagonista Baldo Creoti che sono risaltati nella narrazione del romanzo, in maniera efficace.
Baldi Creoti frequenta il terzo anno dell’ ITIS Alberghetti di Imala, più che uno studente modello Creoti si sente più un genio del crimine.
Il problema che si presentano sul romanzo, è che dopo aver superato le elementari e le medie, l’ intenzione di Creoti di porre fine al percorso dei suoi studi, viene però impedito da sua madre “ Mamma Creoti”, che si spezzava la schiena lavando chilometri di pavimento. Tanta fatica solo per ottenere quel riscatto sociale che ha sempre desiderato, grazie alla brillante carriera scolastica che avrebbe sempre voluto per il suo unico figlio. Il quaderno con la copertina color nocciola, quello che usava per segnare i voti è una considerazione abbastanza chiara, Creoti non ha molte possibilità di scelta. E quindi ogni mattina è costretto a prendere il treno, e rifugiarsi in un posto pieno di maschi, senza nemmeno la presenza di femmine, con professori mezzi matti. La campanella che suona la prima e l’ultima ora sembra una sirena di una fabbrica. Il fatto che non vuole andare a scuola a scaldare il banco inutilmente perché si sente un diverso rispetto ai suoi compagni, e come tale non ha tempo da perdere con queste cose. Consiglierei questo libro non solo per l’ironia la simpatia che trasmette questo romanzo, ma anche dal messaggio che vuole dare l’autore, l’ importanza della scuola per il nostro futuro.

Inventa un nuovo titolo

La giusta svelta

La frase che ti è piaciuta di più

Sinceramente non c’è in particolare una frase che mi é piaciuta, già da quando ho letto il titolo del libro ho capito che mi sarebbe piaciuto.

La musica che metteresti come colonna sonora

Guerriero(Marco Mengini)

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro pieno di ironia


"Inutile tentare imprigionare sogni'' è un libro che parla della storia di un adolescente di sedici anni che ha iniziato la terza superiore all'ITIS Alberghetti,un istituto di Imola costituito prevalentemente da maschi e e da professori che si divertono a bocciare gli alunni. Il protagonista si chiama Baldo Creonti, un giovane studente che non ha voglia di andare a scuola,obbligato dalla madre a continuare gli studi perché lei non ne aveva avuto l’'occasione. Principalmente mi ha colpito perchè racconta del modo in cui uno studente vive una sua tipica giornata scolastica, anche nella situazione più bizzarra cercando di andare avanti utilizzando dei piani B . Questo libro mi ha colpito perché l’autore utilizza un linguaggio semplice, imita il linguaggio schietto dei ragazzi senza esagerare facilitando la comprensione del testo. L'autore parla delle varie vicende quotidiane che comprendono la maggior parte degli adolescenti e quindi lo consiglierei agli studenti ma anche agli adulti che hanno vissuto questa esperienza .

Inventa un nuovo titolo

la vita scolastica degli adolescenti

La frase che ti è piaciuta di più

L’' ITIS Alberghetti odorava di ossido di saldatura e plastIca di cavi elettrici. Il vecchio ITIS Mattei,invece,odorava di ossido di saldatura e lubrificante di raffreddamento...

La musica che metteresti come colonna sonora

Musica Epica,Musica da suspense-Sottofondo Musicale Fantasy

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

vita da adolescente


"Inutile tentare imprigionare sogni" narra in modo semplice e diretto la quotidianità scolastica del classico studente "problematico", Creonti, obbligato a proseguire gli studi dalla madre.
Inizialmente ho trovato il ritmo del libro piuttosto lento, tuttavia, una volta superati i primi capitoli di lettura, esso mi ha incuriosita sempre di più e le ultime pagine lasciano una sensazione dolceamara difficile da dimenticare.
Il punto di forza del libro è l'utilizzo da parte di Cavina di un linguaggio di tutti i giorni, con parolacce e frasi grammaticalmente incorrette, assai scorrevole e facile da leggere; inoltre trovo incredibile l'accuratezza nell'esprimere i pensieri e le emozioni di Creonti, la quale ti fa sentire un po' come il protagonista del racconto.
Consiglio questo libro a tutti, sia a adolescenti, che possono rivedersi in Creonti e nei suoi compagni; sia a adulti, che possono ricordarsi delle loro avventure scolastiche e comprendere meglio quelle i ragazzi di oggi.

Inventa un nuovo titolo

Sognando un futuro

La frase che ti è piaciuta di più

"E non ci avevo guadagnato nemmeno un limone"

La musica che metteresti come colonna sonora

Non credo che questo libro necessiti di una colonna sonora, è abbastanza interessante da solo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Inutile Tentare Imprigionare Sogni": come sopravvivere alla scuola e divertirsi imparando


Inutile Tentare Imprigionare Sogni è un libro che racconta la deprimente vita scolastica di un ragazzo. La forza di questo libro è l'utilizzo di un linguaggio colloquiale e il racconto paradossale di come le cose che accadono in una scuola, una volta fuori perdono di significato. È un libro scorrevole e reso piacevole dal racconto di una giornata tipo di noi studenti. Pecca un po' per quanto riguarda l'azione; è un libro molto statico e alla lunga rischia di annoiare. Ma mentre si legge questo libro, spesso, dopo una situazione assurda e comica, ti scappa un sorriso e pensi "sembra la mia classe". E allora ti scappa un altro sorriso e mentre continui a leggere pensi "sì, è proprio la mia classe". Questa è la forza di questo libro.

Inventa un nuovo titolo

La dura verità

La frase che ti è piaciuta di più

"Le cose dipendono sempre dalla sponda da cui le guardi; e una delle due sponde è quasi sempre abbastanza instabile"

La musica che metteresti come colonna sonora

So cosa fare - Capo Plaza

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Riassume bene il contesto del racconto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Trova la giusta strada.


Ho trovato il libro molto interessante in quanto il protagonista è un ragazzo che, come me, frequenta le superiori, per cui mi sono ritrovato, in alcune occasioni, nel suo modo di pensare e nella sua personalità.
La scuola di questo ragazzo è molto diversa dalla mia, ne sono la dimostrazione i suoi compagni che fumano spesso canne o sigarette, che non si tirano indietro a una rissa e che sono, per la maggior parte, pluribocciati.
Anche gli insegnanti sono alquanto stravaganti, per esempio il professor Serafino Dal Re o, tanto più, il vicepreside Corvagli.
Il finale mi ha lasciato, in parte, nel dubbio, perché non sono riuscito a capire appieno alcuni suoi aspetti come il tema della bocciatura, ma mi ha invece coinvolto molto il racconto di Mamma Creonti riguardo la bottega.
Posso dire infine che il libro mi ha soddisfatto e lo consiglio a tutti, in particolare a chi frequenta le superiori come me.

Inventa un nuovo titolo

Un ragazzo diverso come tutti gli altri

La frase che ti è piaciuta di più

Per certe cose bisogna nascerci

La musica che metteresti come colonna sonora

Ci vuole un fisico bestiale

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

È molto interessante l'idea della lampadina, che rappresenta l'ITIS, che fuma una sigaretta sdraiata su un'amaca: la copia esatta degli studenti della scuola del libro!

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Tra amori, amicizie, famiglia e scuola, un libro divertente e interessante per i ragazzi di tutte le età!


Inutile tentare imprigionare sogni è un libro che a me non è piaciuto molto. All'inizio sembrava bello perchè parlava di una storia molto adatta a noi giovani,ovvero,la vita di uno studente delle superiori. Dopo all'incirca 40 pagine però, non mi ha più coinvolto e non mi dava lo stimolo di continuare a leggerlo perchè trovavo la trama un pò contorta. Trovo molto giusto lo stile di scrittura, uno stile adatto per adolescenti, ma anche per adulti che fa strappare anche qualche risata.
Io lo consiglio alle persone che vogliono leggere un libro che ti faccia anche un pò ridere, mentre lo sconsiglio alle persone che sono in cerca di un libro con una trama coinvolgente e che ti spinga sempre di più a leggerlo.

Inventa un nuovo titolo

La strana vita all' ITIS Alberghetti

La frase che ti è piaciuta di più

Nessuno aveva una mamma Creonti come la mia.Nessuno.

La musica che metteresti come colonna sonora

Dance Monkey

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi è piaciuta perchè il colore mi ha attratto subito e il disegno mi piace

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ce la farà Creonti a sopravvivere a questi 5 anni?


Anche se si presenta come un libro per ragazzi, data l’ ambientazione scolastica, Inutile tentare imprigionare sogni è un romanzo che può piacere anche a chi, la scuola, l'ha già finita da parecchi anni. Grazie alla semplicità dello stile di scrittura dell’ autore che imita il linguaggio schietto e colloquiale dei ragazzi, difatti la lettura risulta piuttosto scorrevole. Creonti Baldo, il protagonista del libro, è arrivato indenne in terza superiore, ma neppure lui sa come ha fatto. Questo personaggio è dotato di un'ironia atomica dietro cui tenta di nascondere una vita non troppo lussuosa e agiata. Inutile tentare imprigionare sogni è dunque un romanzo di formazione, adatto sia ai ragazzi che agli adulti, poiché rispecchia in maniera fedele e ironica la difficile età dell’adolescenza.

Inventa un nuovo titolo

Passeggiando Nella Nebbia

La frase che ti è piaciuta di più

’”L'inizio della prima ora e la fine dell’ ultima ora non erano nemmeno scanditi da una campanella, ma da una sirena da fabbrica... La sirena della prima ora ululava, come se ci fossero stati dei branchi di lupi famelici a caccia per i corridoi”

La musica che metteresti come colonna sonora

5olo

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

.


Inutile tentare imprigionare sogni è un libro che a me è piaciuto molto perché racconta di un adolescente di sedici anni che fa la terza superiore all'ITIS Alberghetti. Deve superare l'anno senza essere bocciato e senza essere messo "sott'occhio" dai propri professori.
Il protagonista si chiama Baldo Creonti e non è stato lui a scegliere questa scuola ma la propria madre perché nella sua famiglia nessuno si era mai diplomato. Sua madre lavava sempre i pavimenti e non era mai andata alle medie, doveva guardare suo padre perché lui si era giocato la sua bottega a scala quaranta e poi era diventato quasi sordo.
I propri professori sono il conte Vlad, professore di meccanica che aveva sempre della bava agli angoli della bocca, e il professore Corvagli, professore di educazione fisica e vice-preside che si succhia sempre i propri baffi.
Il giovane Creonti aveva una ragazza chiamata Veroli Wanda che da lui era considerata "un amico di infanzia" perché piatta.
Il finale mi è piaciuto molto perché racconta il vero futuro che la mamma Creonti avrebbe voluto.

Inventa un nuovo titolo

Un altro giorno all'ITIS

La frase che ti è piaciuta di più

"Lasciate ogni speranza o voi che entrate"

La musica che metteresti come colonna sonora

Compagno di scuola di ANTONELLO VENDITTI

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Un vero ritorno ai tempi dell'adolescenza"


"Inutile tentare imprigionare sogni" è un libro che racconta la realtà di una scuola, in cui mancano stimoli per gli studenti e dove gli adulti, che dovrebbero insegnare ai ragazzi a sognare e a crearsi un futuro, risultano apatici, rassegnati e ingiusti. Il mondo descritto è quello in cui un adolescente non spera di dover vivere da adulto. Proprio perché il libro si concentra sui problemi della scuola, mi sono trovato a mio agio nel leggerlo e non avrei mai pensato che lo scrittore, essendo una persona adulta, riuscisse a mettersi con tanta facilità nei panni di noi studenti. Di solito, infatti, sono proprio gli adulti, soprattutto i genitori, che ci spingono ad andare a scuola, descrivendola come luogo divertente e come mezzo per creare il nostro avvenire. A questo proposito il protagonista parla di sua madre come di una persona testarda, zuccona, per non aver finito gli studi, ma che lo incentiva costantemente a frequentare la scuola, perché vede in questa l'unica possibilità che il figlio ha per ottenere un futuro migliore di quello che la vita ha riservato a lei. La donna è anche amorevole con lui, pronto ad aiutarlo e consolarlo nei momenti di difficoltà: è la classica mamma amorevole che protegge il suo eterno bambino! Ciò che ha reso la lettura piacevole è anche il registro linguistico del racconto: la narrazione è scandita da un linguaggio diretto e colloquiale, è la tipica parlata di noi ragazzi, ricca di espressioni e termini a volte volgari. Il racconto è alleggerito spesso da situazioni ironiche e divertenti, come quando il protagonista racconta l'episodio dei trofei e degli insetti, rendendo il tutto divertente e simpatico. Lo scrittore parla a lungo dei professori, descritti come sfaticati, severi o addirittura malvagi, come quello di ginnastica, che a volte tendono a fare preferenze tra gli studenti o che decidono di prendere di mira un ragazzo solo per una semplice antipatia. Penso che situazioni simili possano accadere, anche se fortunatamente io non le ho mai vissute nella mia vita scolastica: ho sempre trovato, per mia fortuna, professori accondiscendenti con noi studenti, pronti a trasmetterci l'idea di credere in noi stessi e il desiderio di migliorarci. Altri temi , descritti nelle pagine del libro, sono l'aiuto reciproco e la collaborazione tra compagni di classe, che rendono forti i ragazzi e che nel racconto appaiono come l'unico modo per combattere il malessere vissuto nella scuola. In conclusione, ho trovato questo libro davvero interessante e lo consiglierei a tutti gli adolescenti per non sentirsi soli durante l'intero percorso scolastico ed avere un motivo in più per tenere duro e affrontare le difficoltà.

Inventa un nuovo titolo

Quella maledetta prigione scolastica

La frase che ti è piaciuta di più

"non potevo saperlo, ma appartenevo già al regno dei dinosauri, mentre gli elettronici ambristi erano i mammiferi destinati a dominare il pianeta."

La musica che metteresti come colonna sonora

"HO FATTO STRADA" di Capo Plaza

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che l' immagine di copertina sia corretta, perchè rispecchia lo stile di vita del protagonista e dei suoi compagni di scuola durante i primi anni dell'adolescenza.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Il libro per noi adolescenti...e non solo

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Caro Sig. Cavina,
La ringrazio per aver scritto questo magnifico libro, a cui ho dedicato con gioia alcune ore della mia giornata.
Inizialmente pensavo che la sua lettura fosse solo una perdita di tempo, anche perchè non sono un gran lettore, poi mi sono dovuto ricredere:
oltre ad aver utilizzato una stile facile e moderno, adatto a noi adolescenti, Lei ha affrontato con semplicità tanti argomenti, che ci permettono di riflettere sulla nostra vita e sul nostro futuro. E' un libro che aiuta tutti i ragazzi della mia età, sia quelli che vivono nella stessa condizione del protagonista, perché fa capire loro di non essere soli, sia quelli più fortunati come me, perché ci mostra una realtà non troppo lontana da noi, una realtà vera e difficile.
Spero un giorno di poterla incontrare.


Il libro in questione, inizialmente, non mi colpiva più di tanto, poi però andando avanti con la lettura mi ha coinvolto sempre di più e mi incuriosiva sapere cosa mi aspettava nelle pagine a seguire. Ho consigliato la lettura di questo libro anche a mio padre, sicuro che lo avrebbe appassionato come è successo a me, e così si sta verificando, perché ha una scrittura semplice, comprensibile e divertente, infatti a tratti ci sono delle battute da parte del protagonista che fanno anche ridere, ma ci sono dei passaggi che ti portano anche a riflettere su quanto sia dura la fase adolescenziale. Qui ti senti, vista la mia età, un po' protagonista. L'unica critica che mi viene da fare è sul finale che non mi è piaciuto, perché non si collega al titolo e alla copertina.

Inventa un nuovo titolo

Come è dura l'adolescenza

La frase che ti è piaciuta di più

"Con quella tuta verde..."

La musica che metteresti come colonna sonora

Non saprei che colonna sonora mettere

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

E' particolare

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Il libro giusto per te

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Complimenti, sei riuscito a farmi completare la lettura del tuo libro


Il libro mi è piaciuto anche se devo dire che mi aspettavo di più. All'inizio ero molto presa e lo leggevo molto volentieri, andando avanti l'ho trovato un po’ più noioso ma nel complesso è un buon libro che consiglio soprattutto agli adolescenti in quanto si possono immedesimare meglio nel protagonista . Il libro scorre abbastanza velocemente e lo si legge in breve tempo anche perché il linguaggio è molto semplice e colloquiale.

Inventa un nuovo titolo

L’adolescenza

La frase che ti è piaciuta di più

"La gente per quanto ti possa voler bene mica riesce a capirli i tuoi buoni motivi"

La musica che metteresti come colonna sonora

.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina secondo me si addice molto al contenuto del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

.


Il libro non mi è piaciuto per niente, racconta la storia di un ragazzo, Creonti, uno studente che non va bene a scuola e che per miracolo è riuscito ad arrivare in terzo superiore. In tutto il libro ci sono i casini e le distruzioni che ha causato a scuola quindi l'ho trovato monotono e ripetitivo, soprattutto per le esperienze del protagonista che dopo un po' stancano. Un'altra cosa che non mi è piaciuta è la trama della storia che non è affatto lo stile che piace a me. Una cosa che mi è piaciuta del libro è stato il modo in cui è stato scritto; mi sono piaciute le parole usate, le similitudini che sono state usate, che sono parole molto comprensibili nonostante siano state usate per una trama che non è per niente coinvolgente. Molto noioso.

Inventa un nuovo titolo

La scuola é sicura

La frase che ti è piaciuta di più

Io mi impegnavo ma mi impegnavo nelle cose sbagliate.

La musica che metteresti come colonna sonora

We are the champions

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

L'immagine disegnata sulla copertina mi piace molto ma secondo me il colore non è azzeccato, secondo me era più adatto il grigio, come il fumo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Libro adatto alle persone ch odiano la scuola


A me non è piaciuto molto, come libro l’ho trovato un po’ noioso per i miei gusti. Ma allo stesso tempo mi è anche piaciuto, perché ha preso in considerazione i giovani e la voglia di fare altre cose e di sognare. Secondo me è molto moderno e interessante anche se alcune parti non mi sono piaciute molto e non sono riuscita ad entrare in empatia con il personaggio. Però è scritto molto bene mi è piaciuto molto il linguaggio; secondo me la trama è molto interessante. Ho trovato anche molto interessante il rapporto del protagonista con la madre e in certe parti anche divertente. Secondo me merita di essere letto.

Inventa un nuovo titolo

I giovani e la scuola

La frase che ti è piaciuta di più

Nei suoi sogni, sarei stato lo strumento che avrebbe scardinato il nostro passato da stirpe ignorante

La musica che metteresti come colonna sonora

la stazione dei ricordi, Ultimo

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi è piaciuta molto, secondo me è molto moderna

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

I sogni dei giovani


Il libro non mi è piaciuto per niente perché la trama della storia è molto monotona e non ha niente di speciale, perché parla semplicemente di un ragazzo che non ha futuro a scuola, e che racconta di tutti i suoi crimini commessi a scuola, ed che è arrivato per miracolo fino alla terza liceo, tutto ciò per la pietà dei professori. Una cosa che mi ha fatto non piacere il libro è stato il fatto che tutte le pagine sono una ripetizione dei casini che fa questo ragazzo, che crea una monotonia ripetitiva all'interno di questo libro. Una cosa che mi è piaciuta tanto è stato il modo in cui è stata scritta la storia, mi è piaciuto principalmente per le parole che sono state usate, come ad esempio le similitudini sulla vita scolastica.

Inventa un nuovo titolo

La scuola è un posto" sicuro"

La frase che ti è piaciuta di più

Non aveva capito un bel niente.
Io mi impegnavo eccome, solo che mi impegnavo nelle cose sbagliate

La musica che metteresti come colonna sonora

We are the champions

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Il disegno raffigurato rappresenta il ragazzo della storia ma secondo me il colore scelto non è quello giusto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Libro adatto alle persone che odiano la scuola


Il libro mi è sembrato molto scorrevole, soprattutto per il lessico semplice e colloquiale.
Le battute ironiche, le caricature dei professori e dei compagni di classe e le vicende scolastiche e non coinvolgono il protagonista e risultano piuttosto divertenti. Mi è piaciuta anche la capacità dell'autore di immedesimarsi in un adolescente, di esprimersi con frasi che fanno pensare " l' ho pensato anch'io" come ad esempio "io e la matematica ci eravamo conosciuti brevemente sulla linea di partenza, in prima elementare, poi lei era scattata in fuga seminandomi parecchi tornanti indietro". Mi è piaciuto e lo consiglierei.

Inventa un nuovo titolo

Le Avventure Scolastiche di Creonti

La frase che ti è piaciuta di più

"Corvagli aveva sempre l'aria rilassata, era il genere di personaggio che il giorno in cui finirà all'inferno troverà il modo di mettersi a suo agio pure laggiù."

La musica che metteresti come colonna sonora

Scuol4

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Buona copertina. Semplice, ma invitante.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro divertente e scorrevole, ma che fa riflettere.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Buon lavoro, il suo libro mi è piaciuto.


Mi è piaciuto il libro perché è adatto ad adolescenti e adulti.
È un racconto semplice e comprensibile.
Il racconto parla ironicamente di avvenimenti divertenti avvenuti in classe e fuori durante l'adolescenza di Creonti.
La scrittura è adatta agli adolescenti ed è semplice.
Mi piace soprattutto il linguaggio, è scorrevole; il contesto è semplice da capire.
Prima che leggessi il libro pensavo fosse noioso ma si è rivelato molto interessante, anche perché parla di un adolescente e quindi rispecchia la nostra età.

Inventa un nuovo titolo

un terribile anno

La frase che ti è piaciuta di più

"Capisco che certe cose gridano vendetta" disse Corvagli.
"Ma non sognatevi nemmeno di andare a ragioneria"

La musica che metteresti come colonna sonora

Mille universi-Ultimo

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina, secondo me ,non è adatta a questo tipo di libro perché non trovo nessun tipo di collegamento con il testo all'interno.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Questo libro è un sacco bello e divertente

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Questo libro è ben scritto e ha un linguaggio molto semplice.
Al primo impatto non mi sembrava tutto questo granché, ma è veramente bello.


Inizialmente Inutile tentare imprigionare sogni non mi ha stupito molto, ma andando avanti con la lettura ho iniziato ad apprezzare il libro. Mi è piaciuto perché parla di diverse tematiche molto importanti al giorno d'oggi. Fa riflettere sul gioco d'azzardo e sulle sue conseguenze. In questo libro mi ci sono immedesimata perché l'autore racconta la quotidianità; ed è esattamente per questo che ogni pagina strappa un sorriso o una risata per quanto innaturale ci sembra. Non ci sono episodi che mi sono piaciuti particolarmente e non eliminerei alcuna parte, altrimenti la storia cambierebbe. La lettura è veloce e scorre velocemente grazie alla semplicità dello stile di scrittura dell'autore.

Inventa un nuovo titolo

La vita scolastica

La frase che ti è piaciuta di più

l'inizio della prima ora e la fine dell'ultima ora non erano nemmeno scanditi da una campanella, ma da una sirena da fabbrica... La sirena della prima ora ululava, come se ci fossero stati dei branchi di lupi famelici a caccia per i corridoi

La musica che metteresti come colonna sonora

La stazione dei ricordi-Ultimo

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Il libro appunto non mi affascinava per la copertina. Si dice di non giudicare un libro dalla copertina, ma è comunque una parte del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Anche se si presenta come un libro per ragazzi, data l'ambientazione scolastica, il libro secondo me è un romanzo che può piacere anche a chi la scuola l'ha già finita,

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Grazie per avermi regalato un'altra avventura.


Il libro, dalla trama abbastanza interessante, parla della realtà quotidiana di noi adolescenti passando dalla scuola al rapporto con i nostri coetanei e i nostri genitori. Di questo libro mi ha entusiasmato molto lo stile di scrittura che ha utilizzato l'autore Cristiano Cavina, perché rende la storia più coinvolgente, interessante e da certi punti di vista anche divertente, in particolar modo attraverso le similitudini e i confronti, anche se ho riscontrato difficoltà con alcune parole di registro linguistico più alto che non mi rendevano la lettura scorrevole.
La storia non mi ha colpito molto però è stata anche avvincente nel farmi riflettere sulle situazioni e sulle difficoltà della vita di tutti noi adolescenti. Questo libro lo consiglierei a tutti coloro che si trovano in questa fascia d'età e che, magari, hanno bisogno di aiuto per trovare delle risposte alle loro domande o per trovare il coraggio di affrontare le loro difficoltà.

Inventa un nuovo titolo

I sogni tra i banchi di scuola

La frase che ti è piaciuta di più

"Avevo sottovalutato i privilegi dell'essere l'unico frutto dei suoi peccati di gioventù su cui potesse fare affidamento."

La musica che metteresti come colonna sonora

Ho imparato a sognare-Fiorella Mannoia

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina, secondo me, non riflette il messaggio che l'autore vuole trasmettere e nemmeno la storia in sé, pur avendo dei dettagli che risalgono alla narrazione del libro. A primo impatto, vedendo la copertina, non mi attirerebbe nel comprarlo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Storia particolare e curiosa fatta di avventure scolastiche del protagonista Creonti


Questo libro intitolato 'Inutile tentare imprigionare sogni" di Cristiano Cavina è molto divertente.
Questo romanzo parla della scuola, dell'amore, e di come passa le giornate il protagonista Creonti. A mio parere questo libro è molto carino, divertente e interessante. Mi ha subito colpito dalla copertina e da come ce lo ha introdotto la nostra professoressa. Appena ho letto le prime venti-trenta pagina mi è sembravo molto carino ma dopo andando avanti per me è stato un po' faticoso leggerlo perché è molto ripetitivo; questo però non toglie la comicità.
Questo romanzo lo consiglio sia ai giovani sia agli adulti perché parla delle situazioni imbarazzanti che succedono al protagonista Creonti e agli altri personaggi del libro.

Inventa un nuovo titolo

L'adolescenza

La frase che ti è piaciuta di più

Vorrei ma non posso (p.211)
La gente, per quanto ti possa voler bene, mica riesce a capirli i tuoi buoni motivi (p.191)

La musica che metteresti come colonna sonora

I migliori anni della nostra vita-Renato Zero

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina di questo romanzo mi sembra molto adeguata al contesto perché in una sola immagine fa percepire quello che verrà letto nel libro e le cose che fanno i giovani di oggi.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Romanzo comico e interessante

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Buonasera sono Vittoria Barattini volevo dirle che a parer mio questo libro mi è piaciuto molto perché parla della scuola e di tutte le cose che succedono a questo personaggio (Creonti).
È stato molto divertente leggere questo romanzo ma volevo dirle che dopo un po' è stato un po' faticoso e noioso leggerlo perché in alcuni casi si ripetevano sempre le stesse frasi e parole.
Lei secondo me ha avuto una grande idea a scrivere questo romanzo perché sono sicura perché in questo libro secondo me parla in parte di lei.


All’ inizio questo libro mi aveva colpito dal titolo ed ero molto incuriosita nel leggerlo ma poi leggendolo ho capito che non era il mio genere e per questo non mi è piaciuto molto. L’ ho trovato abbastanza noioso e non ho capito molto il contenuto anche se il linguaggio era semplice. Mi ha un po’ annoiato ma una delle poche cose che mi sono piaciute è che viene affrontata la tematica della scuola come è nella realtà di oggi, perchè al giorno d’ oggi ci sono scuole cosí.

Inventa un nuovo titolo

La chiamavano scuola

La frase che ti è piaciuta di più

“Aveva sempre l’aria rilassata, era il genere di personaggio che il giorno in cui finirà all’inferno troverà il modo di mettersi a suo agio pure laggiù”.

La musica che metteresti come colonna sonora

Scuol4 di tha supreme

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Mi piace lo stile, come è stata disegnata.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Come alcuni adolescenti vivono la scuola

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Non mi è piaciuto il tipo di scrittura