2019 - 2020

Xanadu

2019 - 2020

Il labirinto del fauno

Guillermo Del Toro, Cornelia Funke

Mondadori, 2019


Da quanto tempo camminava? […] Sembrava un sogno, e nei sogni il tempo non esiste. All’improvviso le pareti si allargarono e si ritrovò in un grande cortile. Al centro si apriva un profondo pozzo di pietra con una scala per scendere. Un sospiro di aria putrida risaliva dalla vera del pozzo e Ofelia sentì di nuovo la stretta del terrore, ma anche il richiamo dell’avventura

Spagna, 1944. Ofelia ha tredici anni quando viene costretta a lasciare tutto ciò che conosce e a mettersi in viaggio con la madre incinta per raggiungere il patrigno: lo spietato capitán Vidal vuole che suo figlio nasca accanto a lui. Lo sguardo pieno di disprezzo con cui Vidal le accoglie nel suo quartier generale in mezzo alla foresta, dal quale combatte i ribelli antifranchisti, fa definitivamente perdere le speranze a Ofelia: per lei e sua madre niente sarà più come prima.

L’antica foresta che circonda l’avamposto è l’unico rifugio possibile e la magia che sembra abitarla conquista Ofelia non appena ne varca la soglia. Una forza oscura e profonda la spinge a inoltrarcisi a fondo, all’inseguimento di una piccola creatura svolazzante che assomiglia alle fate delle sue amate fiabe. Quando si trova di fronte a un arco sormontato da una testa cornuta con la bocca spalancata sa di essere all’ingresso di un vecchissimo labirinto e non può fare a meno di entrare. I muri si aprono e si chiudono al suo passaggio e, arrivata nel centro, un pozzo profondo con una scala la invita a scendere. Ofelia dovrà allora decidere se assecondarla o scappare e tornare indietro.

Mi ha conquistata già dalla trama. È scritto benissimo e con linguaggio semplice, in grado di arrivare al lettore, qualunque sia il suo grado di preparazione. Consiglierei questo libro a tutti i miei amici perché merita di essere letto.

Inventa un nuovo titolo

Ofelia

La frase che ti è piaciuta di più

“Ma quando ero piccola ci credevo. Credevo in molte cose a cui ora non credo più.”

La musica che metteresti come colonna sonora

Before you go

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto bella.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Fatte attenzione a non perdervi dentro al labirint...al libro.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Dopo aver visto il film mi sono messa a leggere pure il libro. Due capolavori! Entrambi molto commoventi.


Quando ho finito di leggere questo libro ero indecisa se mi piacesse o no. Da un lato, la violenza descritta in certi punti mi ripugnava, ma dall’ altro la storia mi ha intrigato molto; tutti i piccoli misteri e le cose non spiegate alla fine si mettono al loro posto, come un puzzle, e si capisce che in realtà è tutto collegato

Inventa un nuovo titolo

Un nuovo titolo potrebbe essere “I sussurri degli alberi”, perché nella storia spesso gli alberi vengono descritti come piante onniscienti che cercano di comunicare con gli uomini, e le loro “voci” vengono descritte come sussurri lontani che si confondono con lo fruscio delle chiome al vento.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è stata: “ “Ubbidire…” Ferreiro scelse con cura le parole “... così, solo per il gusto di ubbidire, senza fare domande… è una cosa che possono fare solo le persone come lei, capitán” ”. Questa frase mi è piaciuta perché mostra come bisognerebbe sempre pensare con la propria testa e non fare ciò che ti dicono gli altri senza chiedersi se è giusto o no.

La musica che metteresti come colonna sonora

Metterei come colonna sonora una musica malinconica, che rappresenti sia i momenti tristi e le sofferenze che la lotta e la speranza dei personaggi.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina secondo me è molto bella, soprattutto i riflessi delle parti in oro fanno un bel contrasto con il blu di sfondo; l’immagine mi trasmette mistero ma anche tranquillità, e forse per descrivere il libro converrebbe un’immagine più movimentata, magari del labirinto stesso.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“Dal ramo di un abete la creatura guardò Ofelia e la madre risalire in macchina e riprendere il viaggio. Aveva aspettato questa bambina per lungo tempo: questa bambina, che aveva perso così tanto e che avrebbe dovuto perdere molto di più, per trovare ciò che le apparteneva di diritto. Le macchine si addentrarono sempre di più nella foresta con la bambina, la madre e il figlio non nato. E la creatura che Ofelia aveva chiamato Fata spiegò le ali da insetto, ripiegò le sei zampe sottili e seguì il corteo.”

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

“Gentile Cornelia Funke,
ho letto molti suoi libri e di questo in particolare mi è piaciuto il modo in cui vengono descritti i pensieri delle persone, soprattutto di Vidal. È secondo me interessante, anche se un po’ macabro, riuscire a capire cosa provano e pensano persone come lui, e mi è piaciuto molto.
Cordiali saluti”


Quando ho iniziato il libro mi ha subito catturato, mi piaceva la semplicità delle frasi e ammiravo la ragazza che credeva ancora nelle fiabe nonostante il duro periodo dittatoriale della Spagna del 1944. Mentre continuavo a leggere mi sono sentita sempre più annoiata, il racconto secondo me diventava pesante da leggere poiché ripetitivo senza alcun colpo di scena eccetto la fine.

Inventa un nuovo titolo

I due mondi

La frase che ti è piaciuta di più

In consiliis nostris fatum nostrum est
( il nostro destino è nelle nostre scelte)

La musica che metteresti come colonna sonora

Colpa delle favole

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina secondo me è perfetta e con una sola immagine riprende tutto il libro. Il fauno e la ragazza sono abbracciati il che raffigura il fatto che si sono aiutati durante la storia.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per chi crede ancora nella magia

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Anche se non mi è piaciuto molto il libro devo dirle che lei ha inventato un nuovo mondo e nuove fiabe il che ho apprezzato molto ma un po’ meno il racconto.


Grandioso! Coinvolgente! Emozionante!
Non esistono parole migliori per descrivere questo racconto.
Il premio Oscar Guillermo Del Toro (considerato uno dei più talentuosi registi del nuovo Millennio) e la nota scrittrice Cornelia Funke riprendono l'omonimo film, uscito nelle sale cinematografiche nel 2006 e, non solo lo riportano fedelmente su carta, ma ne ampliano la trama e l'ambientazione, aggiungendo varie storie inedite che aiutano il lettore a comprendere lo svolgersi di ogni evento. Viene creato così un vero e proprio universo completo che cattura l'attenzione del lettore fino all'ultima pagina.
Nel romanzo si alternano scene toccanti e drammatiche a scene crude e brutali. Sia i personaggi umani che le creature magiche e i mostri (come il Fauno, le fate o il terribile Uomo Pallido, uno dei più crudeli e affascinanti mostri) vengono tratteggiati in modo preciso e accurato. L'uso di metafore e paragoni è magistrale.
Tutto all'interno del romanzo prende vita come per magia.
"Il Labirinto del Fauno" incanta e trascina il lettore attraverso storie suggestive e piene di colpi di scena fino al gran finale.

Inventa un nuovo titolo

La Principessa Smarrita

La frase che ti è piaciuta di più

"Perché non mi ha ubbidito?"
"Perché ubbidire senza pensare, così istintivamente, lo fa solo la gente come lei capitano"

La musica che metteresti come colonna sonora

drammatica

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

L'immagine sulla copertina, tratta da una scena del film, è perfetta per descrivere la tristezza della protagonista, che abbraccia il Fauno.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ofelia pensava di essere una bambina qualunque, ma qualcosa nella sua vita sta per cambiare...


Questo libro è stato molto interessante e coinvolgente fin da subito. Mi è piaciuto il modo di scrivere dell'autrice: molto completo, chiaro e fluido.
É bello il fatto che la protagonista cerchi di scappare dalle crudeltà del mondo esterno, rifugiandosi in un mondo magico, altrettanto reale ai suoi occhi.
Lo consiglio alle persone concrete che amano comunque viaggiare con la fantasia.

Inventa un nuovo titolo

La mia vera casa

La frase che ti è piaciuta di più

Soltanto i libri parlavano delle cose su cui i grandi non volevano sentirsi fare domande: l'esistenza, la morte, il bene e il male. E tutto ciò che contava davvero nella vita.

La musica che metteresti come colonna sonora

Heart of Courage di Thomas Bergersen e Fantasia di Klaus Doldinger

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Secondo me la copertina è disegnata bene, ma non è del tutto coerente con il racconto, perché la protagonista fin dall'inizio ha quasi timore del fauno, solo alla fine riesce finalmente a fidarsi della creatura.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Due mondi che si intrecciano, la magia, la crudeltà, i segreti .... tutto raccolto in un libro