Quando ero giovane/ Parlavo con gli animali./ Adesso/ Non so che dire./ Venivano ad annusarmi le orecchie,/ Invece ora/ Fiutano la mia paura/ E se ne vanno.
Kate Tempest si avvicina molto alla versione contemporanea di una profeta. Poetessa, rapper, scrittrice, drammaturga, ogni volta che usa le parole succede qualcosa di magico: il mondo sembra di colpo chiarissimo, nel suo essere un miscuglio di sofferenza e bellezza. In queste poesie riscrive il mito dell'indovino Tiresia, racconta di ragazze e ragazzi che cercano di capire chi sono, parla d'amore e di inquinamento e di tecnologia e di tutto ciò che fa del mondo contemporaneo un posto terrificante da proteggere a tutti i costi.questa è Kate sul palco:

Commenti

Ancora nessun commento