Ti è piaciuto?

Ogni anno in città, il giorno dell'equinozio d'autunno, si organizza una grande festa: si beve, si mangia, e si accendono lanterne di carta che vengono liberate nel fiume. Secondo la leggenda, si trasformeranno in stelle e voleranno verso la Via Lattea. Ben e Nathaniel però non se la bevono: è una storiella per bambini, e loro sono troppo grandi per credere a queste scemenze. Così decidono di seguire il viaggio delle lanterne lungo il fiume, sicuri che le vedranno disfarsi nell'acqua o prendere il largo. Prima di partire, fanno un patto in tre punti: seguiranno il corso del fiume fino a dove sarà necessario; nessuno può guardare indietro; nessuno torna a casa prima che la missione sia compiuta. Comincia il viaggio: le lanterne non si trasformano in stelle, certo, ma al di là del fiume succedono cose molto più sorprendenti, e non basta una notte sola per scoprirle tutte.

Leggi anche:
Anderson, La casa che mi porta via
Reynes- Vernay, La memoria dell'acqua
Wynne Jones, Il castello errante di Howl

Commenti

Avatar caso_umano
16/01/2022 18:46
3B - Scuola media L. Trombini, Tirano
Personalmente credo che questa storia sia molto coinvolgente e i personaggi siano molto simpatici. Piacerebbe molto anche a me vivere un'avventura come la loro, piena di imprevisti e colpi di scena. Ma nonostante tutto Ben e Nathaniel (rimasti soli perchè gli altri ragazzini si sono tornati a casa, infrangendo così il patto di di scoprire dove vanno a finire le lanterne: si trasformano veramente in stelle come narra la leggenda?). è questo lo scopo di Dan e Nathaniel scoprire che fine fanno le lanterne quando sono lontane dalla vista umana, e si spingeranno più lontano di quanto chiunque abbia mai fatto. I due ragazzini "sviluppano" anche un amicizia inaspettata, e questa cosa è molto bella, perchè fa capire molte cose sull'amicizia. Questo libro mi è piaciuto abbastanza e consiglio a tutti di leggerlo, è veramente molto bello!!