2019 - 2020

Xanadu

2019 - 2020

Abbiamo sempre vissuto nel castello

Shirley Jackson

Adelphi, 2009


“Merricat”, disse Connie, “tè e biscotti: presto, vieni.” “Fossi matta, sorellina, se ci vengo m’avveleni.”

Perché in paese i negozianti evitano la giovane Mary Katherine Blackwood come se fosse una strega e i bambini cantano alle sue spalle una macabra filastrocca? Perché Mary, la bellissima sorella Constance e lo zio Julian vivono da tempo segregati in una casa al limitare della foresta? E che cosa è successo veramente al resto della loro famiglia, sterminata sei anni prima durante una cena poco appetitosa?

Alle signore perbene che ogni settimana bevono il tè in compagnia delle sorelle Blackwood, pare impossibile che una delle due care ragazze, così attente alla casa e ottime cuoche, possa essere un’assassina; eppure, meglio non fidarsi troppo…

Al cugino Charles, che si presenta inaspettatamente alla porta di casa intenzionato a romperne l’isolamento, pare impossibile che la ricca eredità dei Blackwood sia lasciata in mano a due giovani donne sprovvedute, di cui non ci si può fidare…

Ospiti ed invitati di Merricat e Connie, state molto attenti a non farle arrabbiare: lo zucchero nelle vostre fragole potrebbe essere arsenico!

Ho trovato questo libro piuttosto noioso, la narrazione è lenta e la storia non mi ha appassionato molto perciò ho fatto fatica a finire di leggerlo.
Nonostante questo mi è piaciuto il modo in cui è stato scritto, sopratutto le descrizioni delle sensazioni e dei sentimenti della protagonista.
Il finale non mi ha colto molto di sorpresa, già da un po' avevo capito cos'era accaduto in realtà.
Anche se la storia non mi ha interessato mi è piaciuto che si parlasse di un tema delicato come l'isolamento dal mondo e ciò che può comportare.

Inventa un nuovo titolo

Se ci vengo m'avveleni

La frase che ti è piaciuta di più

Avvicinandomi alla fila di negozi pensavo sempre al marciume; pensavo al marciume nero e bruciante che rode dentro e fa un male tremendo. Lo auguravo di cuore al paese.

La musica che metteresti come colonna sonora

Qualcosa di inquietante

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

.


Ho apprezzato molto la storia e devo ammettere che nonostante all'inizio il romanzo mi sembrasse noioso, proseguendo la lettura, quest'ultimo si è rivelato ricco di colpi di sciena e fatti salienti, perciò molto interessante.

Inventa un nuovo titolo

La famiglia Blackwood

La frase che ti è piaciuta di più

"Era un pezzo che a casa nostra non si sentivano tutte quelle parole, e ci sarebbe voluto un bel po’ per spazzarle via tutte. "

La musica che metteresti come colonna sonora

Una canzone di Mozart

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Credo che la copertina di questo libro sia più che azzeccata, poichè non lascia dedurre al lettore cosa si potrà aspettare nel leggere il romanzo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La famiglia Blackwood colpisce ancora.


Ho trovato il libro noioso perchè affronta temi che personalmente non mi piacciono come ad esempio l' isolamento e la solitudine.
Ho scelto questo libro poichè immaginavo altre tematiche. Il titolo stesso prefigurava , a mio parere, altro contenuto.
Il linguaggio è semplice e scorrevole.

Inventa un nuovo titolo

La strana famiglia dei Blackwood

La frase che ti è piaciuta di più

" Quando ero piccola credevo che Constance fosse una principessa delle fiabe. Provavo sempre a ritrarla, con lunghi capelli dorati e gli occhi più azzurri che riuscivo a ottenere con i pastelli, e una chiazza rosa acceso su ciascuna guancia; questi disegni mi sorprendevano sempre, perchè le somigliavano davvero; anche nei momenti peggiori era bianca, rosea e dorata, e sembrava che niente potesse offuscare il suo splendore.

La musica che metteresti come colonna sonora

Mad Puppet di Goblin

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Si la copertina va bene.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un' esplorazione della solitudine all' interno di una famiglia.


Un racconto molto intrigante, scritto decisamente bene e, nonostante le varie descrizioni al suo interno, non è mai pesante

Inventa un nuovo titolo

Quando la famiglia non è proprio famiglia

La frase che ti è piaciuta di più

Quella sera Constance suonò per noi nel salotto, mentre l'alta curva dell'arpa imprimeva la sua ombra sul ritratto di mamma e le note lievi cadevano nell'aria come petali.

La musica che metteresti come colonna sonora

“Show and tell” di Melanie Martinez

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Scelta geniale

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un racconto originale, diverso e sorprendente


L' intero libro è raccontato attraverso lo stile unico della scrittrice che è allo stesso tempo incalzante, ma anche cupo e lascia spazio alla fantasia e all'immaginazione del lettore, creando una forte sensazione di coinvolgimento. Dal mio punto di vista, è una tipologia di scrittura molto differente dalla norma e questo la rende, perciò, interessante e spinge a continuare la lettura.
Ciò che attira molto l'attenzione è il luogo in cui si svolge la storia, un posto particolare, quasi surreale, dove prevale la pace e la tranquillità. È interpretabile, quasi, come un vero e proprio personaggio, silenzioso e disponibile, che ha la funzione di proteggere le due protagoniste e offrire loro un riparo sicuro. Mi ha colpita profondamente proprio questa capacità dell'autrice di assegnare un'anima a qualsiasi cosa rendendo tutto più vivo, capacità che affiora più volte all'interno del libro.
In più, di questo libro, apprezzo particolarmente il fatto che riesca a trasmettere numerose, ma soprattutto forti, emozioni che prendono possesso del lettore fino al punto da fargliele sentire proprie, quasi come se egli stesso fosse immerso nel libro e stesse vivendo la vicenda al posto delle due protagoniste. Proprio dal comportamento sempre pacato, calmo e gentile di Constance e Merricat viene trasmesso un forte senso di serenità che contrasta, invece, con i sentimenti di angoscia, timore e rabbia che si avvertono nell'animo dei compaesani: due mondi completamente diversi che vengono contrapposti quasi a rappresentare figurativamente il bene e il male.
Da notare, la riluttanza dell'autrice a fornire informazioni riguardo al passato delle giovani ragazze tanto da far restare il lettore sulle spine per tutta la durata della lettura; sensazione che, però, non si placa neanche dopo la fine del libro, lasciando un intenso senso di attesa e suspence. Infatti, vengono rivelate solamente le informazioni strettamente necessarie per comprendere lo svolgimento della storia. Questa scelta è probabilmente focalizzata ad attirare l'attenzione sugli avvenimenti presenti e a lasciare nel passato ciò che è passato.

Inventa un nuovo titolo

anime libere dal passato

La frase che ti è piaciuta di più

I maschi del paese si mantenevano giovani spettegolando, e le femmine invecchiavano aspettando in silenzio che i figli e i mariti tornassero a casa, mentre una grigia stanchezza malvagia s'impossessava di loro.

La musica che metteresti come colonna sonora

Di sole e d'azzurro (Giorgia)

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

perfetta, rende bene l'idea

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

un dolce tuffo in un mare di emozioni


Il libro mi è piaciuto, è scritto veramente bene, è stato molto difficile però entrare dentro la storia.

Inventa un nuovo titolo

Sangue e odio

La frase che ti è piaciuta di più

... Mentre una grigia stanchezza malvagia s'impossessava di loro di loro.

La musica che metteresti come colonna sonora

La colonna sonora della serie TV Dark

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Misteriosa come la trama, azzeccata in pieno.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Storia molto originale e scritta benissimo.


Il libro si legge in maniera molto fluida grazie al linguaggio semplice che usa l’autore e la sua trama e molto avvincente, anche se a volte l’autore si sofferma troppo a lungo sulla descrizione dei paesaggi, quindi la lettura tende a diventare noiosa.

Inventa un nuovo titolo

Mary e il grande mistero

La frase che ti è piaciuta di più

Era un pezzo che a casa nostra non si sentivano tutte quelle parole, e ci sarebbe voluto un bel po’ per spazzarle via tutte.

La musica che metteresti come colonna sonora

una musica ripetitiva e che metta suspense

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

omicidi e segreti di casa Blackwood


Ho scelto questo libro perché il suo titolo mi ha intrigata molto, e la trama mi pareva molto interessante e da provare. Questo libro ha inoltre un linguaggio antiquato ma che si adegua in ogni modo alla mia età. C’era sempre un alone di inquietudine nella storia, e l’ambientazione del luogo usato è molto caratteristica. Purtroppo però questo libro mi ha delusa dal punto di vista della trama in sé, essendo un libro piuttosto ripetitivo e senza colpi di scena, molto importanti nei libri di questo genere. In realtà non sono riuscita a trovare il mistero, e non ho potuto indagare su alcuni elementi della storia non avendo indizi. I personaggi avevano caratteri e particolarità molto interessanti, ma forse troppo forzati per la loro età ormai adulta. Un’altra cosa che non ho propriamente apprezzato è stata l’esagerazione nel descrivere, dato che le descrizioni erano interessanti e articolate, ma a tratti poco scorrevoli, che arrivavano addirittura a distrarre la mia attenzione.

Inventa un nuovo titolo

Se io dovessi dare un titolo alternativo al libro questo sarebbe: “Dolce rifugio”. Queste parole sono strettamente collegate alla storia, essendo fondamentali e sempre presenti nello svolgimento. La prima parola, “dolce”, rappresenta un evento fondamentale nel romanzo, che è probabilmente l’origine di tutto. La seconda parola, “rifugio”, raffigura il luogo figurato dove le due protagoniste si proteggono dagli estranei.

La frase che ti è piaciuta di più

“Merricat, disse Connie, tè e biscotti: presto vieni.
Fossi matta, sorellina, se ci vengo m’avveleni.
Merricat, disse Connie, non è ora di dormire?
In eterno, al cimitero, sottoterra giù a marcire!”
Ho scelto questa frase perché raffigura gli aspetti portanti della storia. innanzitutto perché l’evento di “origine” della storia che ho citato nella domanda prima è strettamente collegato a questa frase ed anche perché questa spiega l’odio che hanno i paesani verso le due protagoniste.

La musica che metteresti come colonna sonora

La musica che ho scelto come colonna sonora è “CLAUDIO VILLA - Ciumachella de Trastevere” perché è una musica dei tempi usati nella storia e mi ricorda l’atmosfera antica e ripetitiva che rappresenta la vita delle due protagoniste.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi pare assolutamente azzeccata per la storia di cui parliamo perché rappresenta in maniera perfetta l’argomento principale. Inoltre direi all’autore che trovo molto intrigante l’accostamento dei colori e il disegno semplice ma completo, assolutamente corretto per rappresentare la sintesi del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La mia idea per la fascetta pubblicitaria del libro è: “due ragazze ed una casa, la storia della loro vita sconvolta da un peccato mortale”

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Sfortunatamente l’autrice di questo libro, Shirley Jackson, è defunta, ma se potesse ricevere una mia lettera le scriverei:
Gentile miss Jackson,
Ho apprezzato il suo libro, ed anche le molteplici e bizzarre caratteristiche dei personaggi. É stato molto interessante leggere la storia con il linguaggio antiquato con cui lei ha scritto, ed anche la sua ambientazione particolare. Avrei preferito delle descrizioni un po’ più sintetiche e scorrevoli, ed uno svolgimento meno monotono. In ogni caso le prometto che proverò altre sue storie, dato che gli argomenti generali mi stanno molto a cuore, e mi complimento per il romanzo ingegnoso. Grazie per l’attenzione e cordiali saluti.


Per quanto mi riguarda, ho scelto questo libro perchè fin da subito, la sua trama inedita e particolare mi intrigava e allo stesso modo il titolo, con un significato che si attiene alla narrazione ma al contempo mantiene un aspetto misterioso e inquietante. Purtroppo però nel corso dello svolgimento, sono rimasta delusa sotto diversi punti di vista. In generale ho trovato il libro molto ripetitivo e le descrizioni a tratti dispersive e poco scorrevoli, ma sono rimasta insoddisfatta soprattutto della trama, che spesso ho ritenuto poco chiara e appassionante. Infatti sento di non aver provato quella suspense tipica dei libri di questo genere e in fondo non ci sono stati colpi di scena che mi abbiano stupito. Ho apprezzato l'ambientazione suggestiva e le strane fattezze dei personaggi ma, al contrario delle aspettative, non sono riuscita a immedesimarmi più di tanto nelle vicende narrate.

Inventa un nuovo titolo

Il titolo alternativo che darei al libro è “rifugio sulla Luna” in quanto il concetto di rifugio è penso il tema più importante della storia. Questo infatti rappresenta protezione e isolamento dal resto del mondo, che è proprio ciò che le due protagoniste desiderano e tentano di ottenere, data una serie di avvenimenti che le rende malviste dalla maggior parte dei loro compaesani. Invece la Luna indica una sorta di posto felice ma irraggiungibile che le ragazze del libro più volte sognano di raggiungere, come per allontanare i problemi che le affliggono nel quotidiano.

La frase che ti è piaciuta di più

Una frase che mi ha colpita molto è stata: “Forse oggi è la giornata adatta per cominciare un nuovo capitolo”, perchè da un lato si rifà alla storia ( in quanto uno dei personaggi è uno scrittore, ed è proprio in quel contesto che si trova testualmente la frase ) e dall'altro rappresenta il volere delle protagoniste di lasciarsi alle spalle i brutti avvenimenti del passato, per cui vengono spesso derise, e di intraprendere insieme un nuovo inizio.

La musica che metteresti come colonna sonora

La musica che metterei come colonna sonora è sicuramente una musica classica, in particolare “Nocture Op.9 No. 2” di Keith Patchel, poichè esprime un senso di quiete che immagino anche nella grande casa più volte citata, ma allo stesso tempo con le sue note ti predispone a qualcosa di inaspettato che potrebbe coglierti di sorpresa.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Della copertina mi piacciono molto i colori non troppo accesi e lo schema semplice del disegno. Perciò all'editore potrei dire oltre a questo che ho apprezzato le scelte fatte anche riguardo al soggetto raffigurato, che trovo assolutamente calzante con la storia e mirato a rappresentarne l'argomento fondamentale.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La fascetta pubblicitaria che utilizzerei è: “Una famiglia bizzarra, l'inquietante passato di due sorelle racchiuso dal senso di mistero. Un incidente fatale e una casa nella foresta: un rifugio o una prigione?

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Purtroppo l'autrice di questo libro, Shirley Jackson, è defunta da molto tempo ma se dovessi scriverle un messaggio sarebbe il seguente.
Cara Miss Jackson,
Trovo che il suo libro sia molto intrigante, mi è piaciuta la scelta dell'ambientazione macabra e dei personaggi stravaganti e nel complesso anche l'avvenimento fondamentale che introduce la storia è fondato a partire da un'idea ingegnosa e particolare. Avrei preferito però uno svolgimento meno monotono e in generale delle descrizioni più sintetiche, ma sono molto incuriosita dagli altri suoi libri, che le prometto di leggere prossimamente. Non vedo l'ora di cimentarmi di nuovo nel suo stile, che mi era completamente nuovo ma che mi intriga parecchio. Mi complimento davvero per il romanzo. Cordiali saluti.
Sara


Il libro si legge molto fluidamente grazie soprattutto ai periodi brevi che aiutano a concentrarsi sulla vicenda. Personalmente ho apprezzato molto le descrizioni che mi hanno permesso di immedesimarmi al meglio nel racconto. L’inizio ispira alla lettura, ma la suspense, alquanto lunga, risulta uno stillicidio per chi come me è poco paziente. La fine resta abbastanza cupa e potrebbe risultare non completa, ma è caratteristica del genere thriller.

Inventa un nuovo titolo

La verità sulla famiglia Blackwood

La frase che ti è piaciuta di più

Il tempo si stava esaurendo, stringeva la casa in una morsa, mi schiacciava.

La musica che metteresti come colonna sonora

Blackbird - The Beatles

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

A mio parere perfetta, ma comprensibile solo dopo aver letto il libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Vicenda mozzafiato fino alla fine!


Il libro per quanto riguarda la trama è bello, la scrittrice usa un linguaggio fluido e non molto difficile, quindi si può leggere abbastanza velocemente. Non darò 10 stelle perché a me piacciono di più i libri dinamici, appunto per questo il libro non mi ha emozionato tanto.

Inventa un nuovo titolo

Un mondo mortale

La frase che ti è piaciuta di più

Era un pezzo che a casa nostra non si sentivano tutte quelle parole, e ci sarebbe voluto un bel po’ per spazzarle via tutte.

La musica che metteresti come colonna sonora

Rachmanioff - Prelude (Op.3 n.2)

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Molto bella. Ti dà un’idea chiara di quello che succederà nel libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Non te lo aspetterai mai, leggi e vedrai.


Il racconto si legge senza difficoltà e molto fluidamente, in quanto, viene usato un linguaggio semplice con a volte l'aggiunta di espressioni con un registro lessicale più antiquato. La storia è ben organizzata e le sequenze descrittive molto dettagliate così da far entrare, facilmente, il lettore nelle vicende. Il libro ha come narratore il membro più giovane della famiglia: Mary Katherine Blackwood, che educata ,perfettamente alle buone maniere e alla rigidità del protocollo dai genitori, in età infantile, poi dalla sorella Costante, ci espone ogni emozione che la sua famiglia prova stando costantemente protetta e isolata nella villa. Mary è abile nell'interpretare i piccoli gesti dei paesani, le frasi bisbigliate quando passa per le vie del villaggio, la paura che nasce nella gente al sentire il cognome Blackwood ed è esperta a comprendere i sentimenti delle persone che la circondano. Il racconto a mio parere descrive una situazione insolita, tuttavia riesce a farlo con leggerezza è per questo che ritengo che sia una storia da leggere e d'apprezzare anche nel nostro tempo.

Inventa un nuovo titolo

Un rifugio da proteggere

La frase che ti è piaciuta di più

Tutto era tenuto insieme come una potente rete sotterranea che non si allentava mai, ma era sempre lì, pronta a proteggerci.

La musica che metteresti come colonna sonora

Demons= Imagine Dragons

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

A mio parere, ritengo che la copertina sia davvero azzeccata e descriva gli elementi fondamentali per la narrazione del racconto: i frutti rossi e un recipiente per lo zucchero con svariate posate. Questi, infatti, uccideranno la maggior parte dei membri della famiglia, perciò, descrivono l'antefatto della strage.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La cena che ha stravolto l'intera famiglia, non è mai giunta completamente al termine.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Ho apprezzato i periodi brevi, in quanto, penso che siano molto più efficaci per focalizzare l'attenzione su ciò che accade


Il libro è stato molto noioso e in alcuni casi confuso, il finale era prevedibile. Sconsiglio il libro se si vuole una lettura piena di suspense e colpi di scena

Inventa un nuovo titolo

La famiglia Blackwood

La frase che ti è piaciuta di più

...la zuccheriera sulla credenza, la pesante zuccheriera d'argento.

La musica che metteresti come colonna sonora

Evanescence - Bring Me To Life

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

una copertina adeguata, anche se molto semplice

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

un libro pieno di misteri da svelare

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

il tuo libro non mi è piaciuto, mi dispiace anche se la trama è intrigante


Penso che questo libro sia bellissimo per il fattore dominante:il mistero, che mi ha permesso di immergermi nella storia e immedesimarmi nei personaggi. Inoltre, la lettura risulta molto piacevole e scorrevole.

Inventa un nuovo titolo

Vite stravolte

La frase che ti è piaciuta di più

"Quando uscii dalla biblioteca era una bella mattina di aprile; c'era il sole e, ovunque mi girassi, scorgevo le false promesse di gloria della primavera che occhieggiavano incongrue in mezzo alla sporcizia."

La musica che metteresti come colonna sonora

"Hello" di Adele

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina faccia intendere il contenuto del libro a colpo d'occhio

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Leggete questo libro se volete farvi avvolgere dal mistero e dall'inquietudine


Lo svolgimento del libro è intrigante, forse un po’ lento, ma lascia per tutto il tempo il lettore un po’ sulle spine, facendolo aspettare per rispondere a tutte le domande che si è posto leggendolo.

Inventa un nuovo titolo

Segreti di famiglia

La frase che ti è piaciuta di più

"Il paese era tutto uguale, costruito nello stesso periodo in un unico stile; sembrava che gli abitanti non potessero fare a meno di quella bruttezza, che se ne nutrissero".

La musica che metteresti come colonna sonora

Bury a friend di Billie Eilish

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina non richiama il contenuto del libro e non so se sia stata una buona idea farla così minimalista, in quanto risulta poco accattivante ad un primo impatto.
Il colore nero però è azzeccato.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una storia in un’atmosfera surreale, misteriosa. Un brivido che ti percorre ogni volta che giri la pagina.


La lettura è scorrevole anche se ci sono alcuni punti in cui il narratore si sofferma a lungo sulla descrizione sia dei personaggi che del paesaggio.
Mary cioè la protagonista e la narratrice cambia psicologicamente con l'avanzare della lettura. Con l'arrivo di un nuovo personaggio tenderà a ritornare l'ipotesi iniziale del romanzo sul passato di Mary che i cittadini pregiudicano sin dall'inizio del libro. Consiglio personalmente questo libro non solo perchè mi è piaciuto molto,ma anche perchè è una storia che ti cattura fino all'ultimo.

Inventa un nuovo titolo

Mary e il mistero del castello

La frase che ti è piaciuta di più

Io vivo sulla luna, mi dissi, ho una casetta tutta per me sulla luna.

La musica che metteresti come colonna sonora

Beethoven-Moonlight Sonata

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina rispecchia il libro, sia per il nero, che indica uno dei temi principali cioè il mistero, sia per gli oggetti nell'immagine che ricordano sia il castello ma anche gli omicidi che si sono verificati in passato.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

omicidi e misteri annebbiano il castello della famiglia Blackwood, chissà cosa accadrà in futuro...


storia di facile comprensione e interessante , la lettura scorre velocemente e non è noiosa.Il linguaggio non è complicato , ma viene usato un lessico molto basilare .

Inventa un nuovo titolo

I tre di casa Blackwood

La frase che ti è piaciuta di più

oh Merricat non fare la sciocchina

La musica che metteresti come colonna sonora

una musica inquietante , ma a tratti veloce

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la copertina rispecchia un importante elemento del libro che da vita alla storia , ma io avrei preferito un ritratto della casa o qualcosa che la rappresentasse .

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

un assassinio insolito

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

L'uso del linguaggio è molto azzeccato , perchè è comprensibile anche ai più piccoli . IO ho apprezzato che la storia fosse raccontata da una delle protagoniste poichè mi è stato più semplice immedesimarmi nel personaggio.