2019 - 2020

Xanadu

2019 - 2020

Viaggio al polo

Maurizio Corrado

Ianieri, 2018


Ho deciso di partire verso il Nord. Quando sono fuggito dal paese volevo andare in Algeria, arruolarmi nella Legione Straniera e finire la mia vita nel caldo torrido del deserto. Il ghiaccio che mi avevate riservato forse solo lì poteva sciogliersi e farmi sapere cosa davvero c’era nel vostro cuore. Ero confuso, paralizzato, la mente immobile, come congelata, mi diceva solo di sparire, fuggire. Cominciai a viaggiare senza direzione.

1845. Senza alcuna spiegazione, il giovane Théodore viene improvvisamente allontanato dalla donna di cui è innamorato e con cui avrebbe voluto passare la vita. Disperato, lascia tutto e scappa dal suo paese deciso a sparire per sempre. Parte alla volta dei deserti, in cui spera di trovare la morte; in viaggio però il suo destino incontra quello di un coetaneo e prende un’altra direzione: Alden gli parla degli immensi ghiacci dell’estremo Nord e a Théodore sembra di vedere i deserti bianchi della propria anima distrutta, senza più calore. Insieme si fanno arruolare per un viaggio che potrebbe diventare leggenda: la missione è raggiungere il mitico Passaggio a Nord Ovest, quello che collega i due oceani, già costato la vita a centinaia di temerari. Ogni volta che può, il ragazzo scrive una lettera all’amata: sono le pagine che leggiamo, in cui le racconta quel che vive e dell’equipaggio fatto di uomini assurdi, che parlano mille lingue diverse, abituati a una vita lontanissima dalla sua.

Fino a quando uno di loro verrà trovato morto, assassinato brutalmente con un oggetto di proprietà di Théodore, da lui gelosamente custodito in cabina. Il protagonista dovrà ora scegliere se affrontare un processo sommario sulla nave, o tentare la fuga solitaria tra i ghiacci.

La sua amata, di cui si conosce solo il nome, è la persona a cui sono dedicate tutte le pagine del diario del protagonista che raccontano il viaggio e il cambiamento della sua persona.
Theodore, il protagonista, intraprende un viaggio dalla Francia all'’Inghilterra dove incontra un giovane di nome Alden che gli racconta molte leggende sulle passate spedizioni al Polo che lo appassionano. Decide allora di intraprendere un lungo viaggio che consisterà nel trovare il passaggio a Nord Ovest, una rotta che la Gran Bretagna sta cercando da decine di anni invano. Fare questo viaggio è infatti molto pericoloso perché il mare è pieno di ghiaccio e si può rischiare di rimanere bloccati senza possibilità di ritorno, come è successo a molte spedizioni passate, ma chi riuscirà nell'’impresa avrà onori e fama.
Così Theodore ed Alden si imbarcano sulla Tara, la enorme e maestosa nave che li condurrà durante il viaggio raccontato nel suo diario. Ogni giorno Theodore scrive una pagina alla sua amata, una donna misteriosa di cui è innamorato.
Sulla Tara ci sono uomini di tutte le nazionalità che hanno ognuno un compito durante il viaggio: c’è chi cucina, chi ripara le vele, chi dirige la nave, ecc.. Tutti parlano lingue diverse ed è difficile capirsi. Il viaggio è molto lungo e durante le tappe vengono descritti il paesaggio e le popolazioni che incontrano, come ad esempio gli Inuit. Ma un giorno Theodore viene accusato di aver ucciso uno dei comandanti…
Questo libro mi ha fatto ricordare i momenti alla scuola media quando scrivevo la tesina sul passaggio a nord - ovest.

Inventa un nuovo titolo

“Una nuova vita”

La frase che ti è piaciuta di più

“So che voglio vedere quei luoghi, camminare nei deserti bianchi della mia anima, per avervi ancora vicina”

La musica che metteresti come colonna sonora

“Est ce que tu m'aimes” - Gims

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Credo che la copertina sia coerente alla storia perché rappresenta una nave in legno a vele tipica degli anni in cui è ambientata la storia (1845) con un mare in burrasca. Mi sembra solo strano che il mare non sia ghiacciato.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Storia di un uomo costretto a lasciare la sua amata e che prova a ritrovare la pace in se stesso intraprendendo un affascinante viaggio al Polo.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Grazie per aver scritto questo libro perché mi ha appassionato molto e mi ha fatto anche tornare in mente gli argomenti che avevo trattato nella tesina di terza media (gli Inuit ed il Passaggio a Nord Ovest).


Questo libro mi è piaciuto molto per diversi motivi. Innanzitutto perché promuove l’entusiasmo e l’apprezzamento non solo per la cultura trasmessa dai libri della biblioteca di bordo, ma anche per quella appresa con l’esperienza diretta, indotta dal desiderio di voler conoscere culture di altri luoghi, appartenenti ad altre popolazioni, con altre lingue e altri usi e costumi come gli Inuit. Un segno di grande apertura del protagonista verso l’altro da sé.
Ho apprezzato molto che la sensibilità di Théodore fosse evidenziata dal suo amore per la musica e dalla sua brama di scrivere, entrambi simboli del ruolo consolatorio che appartiene sia alla scrittura che alla musica. Molto coinvolgenti, perché suscitano empatia, sono anche i dettagli delle descrizioni geografiche, i particolari dei ragionamenti e delle riflessioni del protagonista che sembrano voler fissare su carta i ricordi che col tempo e nel tempo potrebbero sbiadire.

Inventa un nuovo titolo

Un titolo alternativo potrebbe essere “Una spedizione nei sentimenti dell’animo”

La frase che ti è piaciuta di più

Pag.70: “Nessuno voleva starmi vicino. Come avessi una malattia. Come li potessi infettare. Essere un assassino è contagioso.” Fra queste frasi, pronunciate da Théodore, quella che mi è piaciuta maggiormente è l’ultima, che è strettamente collegata alle altre. Mi ha colpito perché fa riferimento alla cattiva abitudine delle persone di accusare gli altri con leggerezza, cucendogli spesso addosso etichette che non lasciano via di scampo a chi le subisce. La facilità a condannare senza andare in profondità, senza verificare la fondatezza di certe opinioni, senza avere prove certe, porta al propagarsi di queste calunnie e alla loro risonanza. Il contagio orale è inevitabile come quello di un virus di una malattia infettiva. Alla stregua di quanto accade al protagonista, basta che una persona ti additi come assassino e subito tutte le altre, come uno ‘sciame virale’, iniziano a reputarti colpevole.

La musica che metteresti come colonna sonora

La colonna sonora più adatta a enfatizzare la trama di questo libro e gli stati d’animo del protagonista è l’opera, per voce e pianoforte, di F.Schubert Winterreise (Viaggio d’inverno) op.89 D.911. Il protagonista della Winterreise di Schubert è un amante perdutamente innamorato, un viandante (Wanderer) che consumato dal dolore per la perdita dell’amata, proprio come il marinaio errante Théodore, inizia una lunga peregrinazione, un cammino contrassegnato da tappe di sentimenti. Il Wanderer come Théodore a volte guarda indietro ai bei momenti vissuti con l’amata, in Rückblick (Lied n.8 “Uno sguardo indietro”); ha il coraggio di affrontare il dolore, in Mut (Lied n.22 “Coraggio”); sa che non arriverà mai nessuna risposta alle sue lettere, in Die Post (Lied n.13 “La Posta”); ha la percezione che rimarrà solo, in Einsamkeit (Lied n.12 “Solitudine”).

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina, secondo me, è molto appropriata alla trama del libro che è caratterizzato da momenti dolorosi e incerti come quelli creati da una tempesta e da momenti minacciosi come un mare in tempesta. Inoltre trovo che la copertina sia consona all’idea che mi sono fatto della barca su cui viaggia il protagonista e all’atmosfera dei suoi sentimenti interiori. Lo stesso colore del cielo, oscurato da cupi riflessi, sembra ricordare l’oscurità tipica delle lunghe giornate invernali del Polo Nord.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“Un’avventura affascinante e avvincente fra i ghiacciai del Polo nel labirinto dell’animo umano”.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Gentilissimo Signor Maurizio Corrado, Le rivolgo la seguente domanda: “Poiché Lei, per la stesura del suo libro, si è ispirato al viaggio realmente intrapreso dal capitano Franklin, con le navi Erebus e Terror, per trovare il passaggio a Nord Ovest, può cortesemente rivelarmi se qualcuno dei marinai di questa storica spedizione ha effettivamente scritto un diario, che forse Le ha suggerito l’idea originale di organizzare la struttura della trama di Viaggio al Polo nella forma di quaderni con funzione di diario?”


Trovo che questo libro sia davvero interessante sotto molti aspetti. Sin dalle prime pagine colpisce infatti lo stile della narrazione. Le scelte stilistiche e lessicali seguono una struttura ottocentesca ma di facile lettura che consente al lettore di immergersi agevolmente nelle vicende descritte. Inoltre il racconto è a metà tra un diario di bordo e un epistolario: tutti le vicissitudini che il protagonista di nome Theodore affronta durante la spedizione di cui fa parte si intrecciano con il ricordo della sua amata, che lo ha lasciato. L’ assenza di questa figura si dimostra essere la vera causa di molte delle azioni del personaggio principale. In conclusione trovo questo libro una notevole opportunità di immaginare luoghi lontani e dal sentore gotico, cosa non irrilevante visto il periodo in cui ci troviamo.

Inventa un nuovo titolo

While on the waves the earliest sun beam play'd

La frase che ti è piaciuta di più

"Temo che tutta l'acqua di mare che sto vedendo in questi giorni stia scolorendo il vostro viso. Non l'amore che provo per voi, ma il vostro viso. Non riesco più a vederlo chiaramente nella memoria. Vi vedo come attraverso una nebbiolina, la stessa che ogni mattina vedo salire dal mare."

La musica che metteresti come colonna sonora

Catch & Release (Deepend remix) - Matt Simons, Deepend

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Ritengo che la copertina sia decisamente appropriata al contenuto del libro in sé. Tutti gli elementi in essa rappresentati e le tonalità cromatiche impiegate rappresentano magistralmente l’ atmosfera che si respira leggendo il testo e gli elementi che ne costituiscono il fulcro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Amori non corrisposti, popoli lontani e capitani assetati di avventura: tutto questo è “Viaggio al Polo”.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Mi ha favorevolmente impressionato il racconto da lei scritto. Trovo infatti davvero coinvolgente tanto la trama quanto la caratterizzazione dei personaggi, e soprattutto la sua maestria nella scelta di elementi lessicali così particolari e coinvolgenti.


Un libro di certo interessante sotto diversi punti di vista. Il primo perché tratta di una storia vera, ovvero del giovane Théodore, del Capitano Franklin e del loro viaggio al polo Il secondo perché comunque è una storia di avventura molto avvincente, simile a "Ballando coi lupi". Il terzo riguarda invece la morale del racconto, ovvero quella della libertà che i protagonisti cercano, forse per scappare da un mondo che probabilmente detestano, o semplicemente, per cercare il passaggio a Nord Ovest.

Inventa un nuovo titolo

Tra le dune d'acqua e il mar di ghiaccio

La frase che ti è piaciuta di più

“Se la libertà avesse un suono,
sarebbe il fruscio di una slitta sulla neve.”

La musica che metteresti come colonna sonora

Conquest of Paradise - Vangelis

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è azzeccata al contesto del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Viaggio-Scoperta-Libertà


Penso che questo sia un libro di avventura veramente avvincente e intrigante dal punto di vista narrativo. IL fatto che l'autore abbia narrato tramite delle lettere scritte dal protagonista e destinate alla sua amata, penso che renda il romanzo davvero particolare accrescendo, inoltre, la propria veridicità a tal punto che si inizia a pensare che queste lettere le abbia scritte il protagonista stesso.

Inventa un nuovo titolo

Verso il nord

La frase che ti è piaciuta di più

La tua assenza è una presenza costante

La musica che metteresti come colonna sonora

Pirati dei Caraibi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Azzeccata, rispecchia completamente il libro; in particolare le difficoltà affrontate dal protagonista

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Se vuoi viaggiare ma non hai né tempo né soldi questo è il libro per te


Il libro personalmente non mi ha entusiasmato, perché é fatto di tante lettere che lo scrittore ha scritto alla sua amante, mentre mi aspettavo di leggere un racconto di una storia che non fosse scritta in questo modo.

Inventa un nuovo titolo

Avventura in mezzo al mare

La frase che ti è piaciuta di più

Non avevo capito quanto fossi legato a quell'uomo fino a quando non lo persi.

La musica che metteresti come colonna sonora

Sea (Bts)

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina si adegua al racconto quindi rimane in tema

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una storia molto entusiasmante e piena di colpi di scena


"Viaggio al Polo" di Maurizio Corrado è stata per me una lettura molto interessante e coinvolgente. La forma epistolare con cui in parte è scritto il libro, fornisce più dinamicità al racconto. Le lettere sono destinate alla sua amata dalla quale si è dovuto separare. Volendo allontanarsi dal dolore che gli ha provocato, il protagonista affronta un viaggio alla ricerca del proprio io. I fatti narrati sono riferiti alla metà dell'Ottocento e l'ambiente è per lo più quello polare. Ho apprezzato molto la descrizione dei luoghi, delle caratteristiche e delle diverse lingue dei personaggi. Il viaggio è pieno di insidie e pericoli che rendendo la narrazione un mix tra avventura, giallo e horror. E' molto efficace il modo in cui l'autore concilia lo stato d'animo del protagonista con il paesaggio che lo circonda. Devo ammettere però che in alcuni punti risulta difficile seguire la narrazione perché spesso ho trovato flashback e flashforward. Il finale è un vero colpo di scena.

Inventa un nuovo titolo

Alla ricerca dell'io

La frase che ti è piaciuta di più

Il cielo e l'aria potente mi muovono, muovono il mio intimo, mi hanno trascinato via, e ora tremo di gioia.

La musica che metteresti come colonna sonora

"come neve" Giorgia, Marco Mengoni.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Attraverso i ghiacci per sciogliere il gelo dell'io


Le lettere d'amore presenti in questo libro sono davvero ammirevoli. A partire dal modo in cui il protagonista riesce a riordinare e trascrivere i suoi sentimenti, fino a giungere al contenuto di queste, estremamente dolce e romantico. In altre parti del libro l'autore scrive tutto ciò che passa per la testa del protagonista e crea confusione, forse riferita allo stato d'animo del personaggio. Particolare è la scelta dell'autore di articolare questo libro in "quaderni" al posto dei comuni capitoli. Ho apprezzato il racconto del viaggio, le amicizie e le scoperte di nuove popolazioni con le proprie usanze. Ma il finale del libro mi ha delusa, lasciandomi con parecchi interrogativi sulla vicenda.

Inventa un nuovo titolo

Un viaggio nei deserti bianchi dell'anima

La frase che ti è piaciuta di più

"Non avevo capito quanto fossi legato a quell'uomo fino a quando non lo persi. Ora ero davvero solo. Non avevo capito neppure quanto la sua presenza fosse indispensabile alla mia stessa vita e non dovetti aspettare molto per averne la prova"
Mi è piaciuta questa frase, perché anche se può sembrare scontata, non riflettiamo mai su ciò che possediamo, ma su quello che non abbiamo. Crediamo che tutto ci sia dovuto e non proviamo a meritarcelo. Forse sarebbe il caso di pensare a ciò che realmente conta nella nostra vita, per non trovarci come il protagonista in questo libro: soli.

La musica che metteresti come colonna sonora

Io Vagabondo. Nomadi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Il mare in tempesta rappresenta lo stato d'animo del poeta: agitato e confuso. Ma al posto della nave avrei preferito un ghiacciaio, dato che solo una piccola parte del viaggio si è svolta sull'imbarcazione, mentre per gran parte nei terreni gelidi del nord. Oppure cambiando completamente la copertina, credo che un uomo che scrive, rappresenti ancora meglio l'idea del racconto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cercati per tutta la vita. Riporta tutto alla vita.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Egregio signor Maurizio Corrado,
ho molto apprezzato la sua dote di scrivere lettere d'amore così appassionanti e romantiche. E a questo proposito mi sorge una domanda. Le lettere e i diari arriveranno mai alla diretta interessata, oppure andranno svaniti nel nulla? E il protagonista arriverà mai alla meta stabilita: la Tasmania, o rimarrà semplicemente un sogno?
Mi perdoni, forse non sono stata in grado di cogliere il suo messaggio, ma perché ha deciso di inserire due storie così diverse all'interno dello stesso racconto? (La prima sulla nave e la seconda sui ghiacci.)
Salvetti Federica.


interessante sicuramente non noioso, un viaggio aventuroso

Inventa un nuovo titolo

il viaggio di Theodor

La frase che ti è piaciuta di più

non ho individuato una frase precisa perchè c'erano diverse frasi belle

La musica che metteresti come colonna sonora

una musica tipica piratesca

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la lascerei uguale

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

questo è il libro giusto per chi ama un viaggio avventuroso

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

complimenti del libro l'ho letto con interesse


Il libro è molto avvincente e particolare.
Ci si immerge in una storia molto interessante vivendone ogni istante come se succedesse a noi

Inventa un nuovo titolo

Verso una nuova vita

La frase che ti è piaciuta di più

...attraverso la musica ci baciavamo, persi sull'oceano, abbracciati e uniti in quella musica che risuonava in tutta la sala...

La musica che metteresti come colonna sonora

Antartide (P.T.N)

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto bella e ammetto che è stata lei ad attirarmi su questo libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un' avvincente avventura tra i ghiacci del polo


Il libro "Viaggio al polo" di Maurizio Corrado è stato capace di mescolare molti argomenti in uno perché inizia con una narrazione, poi con un diario, poi ancora un giallo e così via.
L'autore ha saputo descrivere bene le scene quotidiane, ho fatto un po' fatica a capire la storia con i salti di luogo ma la storia è davvero avvincente.

Inventa un nuovo titolo

Direzione Polo

La frase che ti è piaciuta di più

"Mentre il primo raggio di sole gioca sulle onde"

La musica che metteresti come colonna sonora

Notturno op.9 n.2 di Chopin

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi sembra azzeccata perché la storia parla sopratutto del suo viaggio in nave e quindi mi sembra giusta.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un viaggio verso la morte

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

-


VIAGGIO AL POLO


Il libro è intrigante e abbastanza ben scritto. Il titolo è tuttavia fuorviante rispetto al reale contenuto del libro: non bisogna aspettarsi infatti un classico viaggio avventuroso, o si rimarrà delusi. Infatti il libro riesce, a mio parere, bene nel suo intento. Che non è quello di raccontare l’esplorazione di luoghi misteriosi, ma più quella dell’animo del protagonista durante la vicenda. Il libro immerge il lettore negli anni in cui è ambientato, ovvero a metà Ottocento.

Parlando degli aspetti negativi, che purtroppo risultano essere abbastanza gravi e quindi non ignorabili, ci sono vari passaggi che si soffermano molto sulla riflessione, ma non in modo gradevole, risultando molto pesanti da leggere. Per questo ci vuole un po’ di tempo a finire il libro, nonostante sia molto corto (138 pagine). Inoltre la parte conclusiva, diciamo l’ultimo quinto della storia, è molto criptica e poco chiara. Più la trama avanza e più si discosta da ciò che sembrava essere all'inizio, e ad alcuni dei pochi misteri che scaturiscono nei primi capitoli non vengono dati né risposta né piccoli spunti sui quali ragionare.

In conclusione, il libro riesce a farti trascorrere qualche ora in una sorta di XIX secolo alternativo, e ritengo che questo fosse il suo principale obiettivo. Se volete vivere ciò, ve lo consiglio caldamente, altrimenti non credo valga la pena leggerlo.

Inventa un nuovo titolo

Alla ricerca del mio pensiero

La frase che ti è piaciuta di più

Non c'erano tesori, oro, gemme preziose. Su di una pelle che ne copriva il contenuto era scritto: Cercati per tutta la vita. Riporta tutto alla vita.

La musica che metteresti come colonna sonora

La cavalcata delle valchirie

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un viaggio. Per scoprire cosa il mondo nasconde, e per scoprire che l'uomo nasconde molto di più.


Il libro ''viaggio al polo'' di Maurizio Corrardo non è stato in grado di coinvolgermi quanto mi sarei aspettata, ciò a causa della scelta narrativa, a mio avviso molto audace, fatta dall'autore. Questi sceglie infatti di strutturare il romanzo come fosse un insieme di lettere e diari, tale scelta, a lungo andare, rende la lettura lenta e le sue parti scollegate.

Inventa un nuovo titolo

Avventura fra i ghiacci

La frase che ti è piaciuta di più

Io mi chinavo, piantavo nella terra il bastone, lo muovevo un poco per allargare il buco, vi lasciavo scivolare dentro uno dei tesori di mio padre. Riporta tutto alla vita.

La musica che metteresti come colonna sonora

Snowpeak-The legend of Zelda: Twilight Princess

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Se l'avventura è ciò che cerchi leggi Viaggio al Polo di Maurizio Corrado


veramente un bel libro lo consiglio molto anche perchè è molto immersivo e il lettore può anche perdere la cognizione del tempo leggendolo

Inventa un nuovo titolo

navigando senza frontiere

La frase che ti è piaciuta di più

"Tutto diventa più bello e la vita diventa un rendere grazie" veramente una frase toccante

La musica che metteresti come colonna sonora

metterei qualcosa di moooolto rilassante

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

un viaggio affascinante


Questo libro mi è piaciuto. L'ho trovato molto coinvolgente e interessante. E' un doppio viaggio, sia fisico che ricerca del proprio io. Il lettore è immerso nel viaggio che stringe in sé un'avventura immaginaria e una storia vera.

Inventa un nuovo titolo

viaggio nell'anima

La frase che ti è piaciuta di più

"Tutto diventa più bello e la vita diventa un rendere grazie"

La musica che metteresti come colonna sonora

Esseri Umani- Marco Mengoni

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi piace. I colori della copertina rappresentano gli avvenimenti che succedono nella storia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un bel viaggio tra avventura, realtà e anima


Questo romanzo fa riflettere su quanto sia difficile la vita di un marinaio lontano dagli affetti familiari, in una condizione estrema, e fa comprendere quanto sia affascinante conoscere le leggende di una cultura diversa, conoscere un'altra lingua, ma allo stesso tempo conoscere bene se stessi e i propri limiti.
In questo romanzo infatti è narrato il lunghissimo viaggio del giovane Thèodore verso il Polo Nord, alla ricerca della libertà. Lo consiglio vivamente agli amanti del viaggio e delle scoperte.

Inventa un nuovo titolo

Viaggio verso la libertà

La frase che ti è piaciuta di più

"Quando i vostri occhi si poseranno sulle mie parole, quei segni scuri diverranno una soglia che ci unisce attraverso lo sguardo, da una parte il mio, dall'altra il vostro, al di là del tempo."

La musica che metteresti come colonna sonora

Buon Viaggio di Cesare Cremonini

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina sia perfetta per il contenuto del romanzo, ma aggiungerei un richiamo al fatto che tutto il viaggio è una lettera destinata all'amata del protagonista.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Se cerchi un romanzo che parli del viaggio, della libertà, con un pizzico di mistero e amore, allora questo libro fa proprio per te!

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Gentilissimo Sig. Corrado,
questo romanzo narra una storia molto affascinante e misteriosa. Descrive perfettamente il viaggio difficile di un giovane marinaio alla ricerca della propria libertà.
La cosa che lo rende ancora più speciale è la finzione letteraria: scrivere una lettera all'amante in modo così bello e appassionato tocca veramente il cuore del lettore e in qualche modo lo coinvolge molto di più; il fatto che non si sa se le lettere e il quaderno bianco siano stati recapitati veramente a Eleonora lascia un dubbio nel lettore.