2018 - 2019

Xanadu

2018 - 2019

Ragazzo selvatico

Paolo Cognetti

Terre di Mezzo, 2017


«... avevo quasi dimenticato com’era stare da solo in un bosco, o immergermi nudo in un torrente, o correre sul filo di una cresta dopo cui c’è soltanto il cielo. Quelle cose le avevo fatte ed erano i miei ricordi più felici. Il giovane uomo urbano che ero diventato mi sembrava l’esatto contrario di quel ragazzo selvatico, così nacque in me il desiderio di andare a cercarlo. Non era tanto un bisogno di partire, quanto di tornare; non di scoprire una parte sconosciuta di me quanto di ritrovarne una antica e profonda, che sentivo di avere perduto.»

Cosa succede se la vita che hai non ti piace più? E poi te la sei veramente scelta quella vita, o forse, semplicemente, hai paura di vivere quella che davvero vorresti? Il protagonista di questo romanzo, probabilmente autobiografico anche se non viene mai esplicitato, è stanco della vita nella metropoli, della routine quotidiana, e vuole tentare di vivere come ha sempre desiderato. In una baita, in montagna, isolato dal mondo.

Paolo Cognetti ci racconta, in questo brevissimo romanzo giovanile, una storia di montagna e di solitudine, con tutta la freschezza della sorpresa e dell'incanto delle prime volte. La scoperta delle tracce di una lepre nella neve, l'incontro con la spavalderia degli stambecchi e con la riservatezza dei pochi vicini di baita, e con la difficoltà di far crescere un orto in alta quota. Un diario asciutto, cristallino, senza fronzoli. Come la montagna.

Il libro “Il ragazzo selvatico” di Paolo Cognetti mi è piaciuto molto perché leggendolo ho ripensato ai momenti della mia vita in cui non sono stato me stesso per timore, vergogna...
Attraverso la lettura di questo libro mi sono chiesto se anche io avessi già trovato “me stesso”.
Me ne ero accorto leggendo “Le otto montagne” ma la lettura de “Il ragazzo selvatico” ne è stata una conferma: il lettore si immedesima nelle vicende del protagonista arrivando a provare le stesse sensazioni ed emozioni, la stessa voglia di scoprire e il desiderio di vivere momenti indimenticabili.
Cognetti è pieno di fantasia: da un semplice tronco colpito da un fulmine immagina la vita intera di un abete, si crede bambino anche se in realtà è un trentenne in cerca di sé stesso in mezzo alle montagne, spunto di riflessione e custodi del silenzio.
Consiglio questo libro a tutti coloro che non sono ancora riusciti a trovare se stessi, a chi ama la montagna e la natura e a quelli che contemplano ad ogni loro sguardo la pace delle montagne.

Inventa un nuovo titolo

Difficile ma fondamentale

La frase che ti è piaciuta di più

Ero andato in montagna con l’idea che a un certo punto, resistendo abbastanza a lungo, mi sarei trasformato in qualcun altro.

La musica che metteresti come colonna sonora

Balla coi lupi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la scelta della copertina sia stata ottima e credo che abbia un suo fascino, anche in relazione a ciò che si andrà a leggere.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una camminata verso la consapevolezza, circondata da paesaggi mozzafiato

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Salve,
anche questo libro mi è piaciuto e mi ha coinvolto molto, proprio come “Le otto montagne”. Io, come lei, trovo la mia pace tra le cime innevate e i folti boschi delle montagne. E’ rassicurante vedere come anche qualcun altro riesca addirittura a scrivere racconti davvero affascinanti su questo argomento. I miei complimenti.


Parto col dire che il libro mi è piaciuto davvero tanto, anche se sembra un libro un po' noioso dalla copertina, una volta aperto diventa tutto l'opposto.
Lo scrittore divide i capitoli non con numeri ma con semplici parole, il che lo rende molto diverso da tutti gli altri libri.
Il libro racconta di un uomo che è stufo della città e si trasferisce in montagna per trovare la propria pace interiore e per cercare un po' di ispirazione per scrivere.
Nel libro racconta anche le sue emozioni durante quel periodo e anche dei fatti che gli sono accaduti.
Io consiglio caldamente questo libro già solo per com'è strutturato e raccontato.
L'unica cosa che non mi è piaciuta del libro è la copertina, secondo me sarebbe stato più bello mettere un rifugio con un uomo che scrive seduto su una sedia.
Questo libro mi ha insegnato che la solitudine non è una cosa negativa e che può essere anche d'aiuto in certi casi.

Inventa un nuovo titolo

La pace nella natura

La frase che ti è piaciuta di più

"Sono rimaste ora solamente queste mie parole."

La musica che metteresti come colonna sonora

Un sottofondo di acqua che scorre nei fiumi e dei cinguettii di uccelli.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che sia molto carina ma io avrei messo un'immagine di un uomo seduto a pensare in una casetta di montagna

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Non saprei


Un libro appassionante e interessante, raccontato con uno stile coinvolgente.

L'aspetto che mi ha portato a leggere questo libro è il fatto che adoro la natura in tutte le sue manifestazioni, gli alberi e gli animali, ma anche la calma che ti avvolge essendo circondato da questi elementi.

E' il racconto di un'esperienza di vita di un uomo di 30 anni, che lascia la città per tornare alle montagne che aveva dovuto lasciare in passato per isolarsi in un posto speciale, in solitudine… (“Ero io la popolazione. Come Robinson sull’isola deserta potevo proclamare a voce alta: Sono io il monarca di tutto ciò che vedo".)

È stato scritto da Paolo Connetti che già con le sue storie brevi aveva attirato l’affetto del pubblico, e con il suo primo romanzo "Le otto montagne" ha vinto il Premio Strega.

Mi è piaciuto molto il rispetto con cui Paolo Cognetti parla della natura e il suo atteggiamento sempre pronto a lasciarsi affascinare dagli animali che lo circondano. E' un libro che consiglio a chiunque ama la natura in questo modo. Nonostante le pagine siano poche, sono essenziali e ognuna vale la pena di essere letta.

Inventa un nuovo titolo

In solitudine

La frase che ti è piaciuta di più

Ero io la popolazione. Come Robinson sull’isola deserta potevo proclamare a voce alta: Sono io il monarca di tutto ciò che vedo

La musica che metteresti come colonna sonora

To Build a Home - The Cinematic Orchestra

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che rappresenti al meglio il significato del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per gli amanti della natura.


Il libro mi è piaciuto. Descrive parecchio ma è molto scorrevole e in più ci sono delle frasi davvero belle. Se anche voi siete persone semplici ma allo stesso tempo curiosi di sapere come lui sia riuscito a sbloccare una parte di sé nascosta, allora lo consiglio.

Inventa un nuovo titolo

ritrovare un parte di me

La frase che ti è piaciuta di più

volevo vivere profondamente e succhiare tutto il midollo della mia vita, vivere in modo vigoroso e spartano e uccidere tutto ciò che non era vita..

La musica che metteresti come colonna sonora

.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la copertina rappresenta il libro, va bene. Rappresentare un uomo alla ricerca di qualcosa in cima alla montagna racchiude il senso del libro, cioè cercare una parte di sé ormai trascurata

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

un libro semplice ma allo stesso profondo, adatto alla riflessione.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

il libro è scritto veramente bene. Molto semplice da leggere e scorrevole, perfetto per i ragazzi.
L'uso di frasi, a parer mio molto significative, è la ciliegina sulla torta perché invoca il lettore a riflettere e stare molto concentrato alla lettura.


Probabilmente quello che ha reso piacevole la mia lettura è il pensiero e il desiderio di montagna che accomuna molto anche me e che mi fa stare bene.
E' senz'altro un bel libro, anche se breve, ma che ho cercato di far durare il più possibile, una bella esperienza in prima persona che fa riflettere sulle nostre vite in città, piene di gente, momenti e rumori, ma che spesso sono vuote e monotone.
Un libro di facile lettura, semplice e scorrevole, che parla di quella che è la bellezza e la severità, a volte brutalità, della vita in montagna.

Inventa un nuovo titolo

Diario della Natura

La frase che ti è piaciuta di più

"Poi fu come registrare un nastro da portarsi via."
e
[...] avevo così tanti me tra i piedi che a volte la sera uscivo, e andavo a fare un giro nel bosco per stare un po’ da solo."

La musica che metteresti come colonna sonora

Long Nights – Eddie Vedder

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

/

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

/


Questo libro mi è piaciuto poco, perché mi annoiava e ogni volta che leggevo mi distraevo. Probabilmente non era il libro adatto a me perché parla della montagna e della passione che ha il protagonista per essa per cui non mi sono ritrovata nel protagonista. Per un pubblico amante della montagna, della natura e delle sue caratteristiche invece è perfetto. E' scritto in modo semplice e molto dettagliato con abbondanza di aggettivi e paragoni. Mentre lo leggevo mi ha trasmesso una sensazione di calma e mi ha fatto riflettere su come noi ora viviamo diversamente da una volta. Come un tempo le persone sapevano adattarsi con quel poco che avevano nonostante le circostanze avverse.

Inventa un nuovo titolo

Natura selvaggia

La frase che ti è piaciuta di più

1) Mi turba la sua indifferenza alle stagioni, perché una pianta sempreverde è come un volto che non cambia espressione.
2) Avevo l’impressione che il presente, lassù, da molto tempo fosse un mucchio di cocci che non era più possibile rimettere insieme.

La musica che metteresti come colonna sonora

Imagine Dragons - Natural

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Molto carina, rispecchia abbastanza il racconto. Semplice e ben pensata.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Leggi questo libro se vuoi vivere nella natura selvaggia senza muoverti da casa"

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il suo libro è stato scritto molto bene. Per i miei gusti è fin troppo dettagliato per cui talvolta mi distraevo.


Una storia molto bella ed autentica che parla della bellezza della natura, della solitudine e di quanto piccolo sia l'uomo in confronto ad essa.
Questo libro mi ha fatto pensare a quante cose superflue ci circondano e a quanto si possa essere felici e liberi anche senza gli oggetti tecnologici che fanno parte della nostra vita e delle nostre abitudini.
L'esperienza narrata fa sì che il lettore si immedesimi e rimanga coinvolto nel racconto: a volte sembra quasi di percepire i rumori e i profumi descritti nelle pagine del libro.

Inventa un nuovo titolo

La bellezza delle montagne.

La frase che ti è piaciuta di più

"...un formicolio industrioso che da lassù sembrava così assurdo, se per vivere ti bastava brucare un po' d'erba e sdraiarti al sole."

La musica che metteresti come colonna sonora

musica classica e rilassante

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Io forse non avrei messo l'immagine del ragazzo ma solo il bosco e la montagna.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ritornare selvatici per guardare il mondo dall'alto.


Il libro mi è piaciuto perché il giorno che il protagonista non riesce più a scrivere si ''trasferisce'' in montagna per trovare l'ispirazione e descrive la natura. Il libro parla della montagna e a me piace. Inoltre parla anche della solitudine e ho capito com'è essere soli.

Inventa un nuovo titolo

I libri in natura

La frase che ti è piaciuta di più

Volevo vivere profondamente e vivere al meglio la mia vita.

La musica che metteresti come colonna sonora

La vita com'è

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Io che ho letto il libro in un'altra edizione in cui la copertina è blu, dove c'è il protagonista su una vetta, la preferisco in confronto a questa copertina che c'è su xanadu.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Non distruggere la natura, non sai di cosa è dotata...


La storia non è avvincente ma permette di entrare completamente all'interno del libro

Inventa un nuovo titolo

Solitudine perfetta

La frase che ti è piaciuta di più

Non sento nulla , solo me stesso

La musica che metteresti come colonna sonora

Polenta e Galena Fregia

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Sono d'accordo sulla scelta

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La natura va assaporata


Questo libro l’ho trovato molto interessante perché è in grado di descrivere la natura che ha circondato l’autore per diversi mesi

Inventa un nuovo titolo

un’avventura solitaria

La frase che ti è piaciuta di più

“conoscevo già tutti i sogni che avrei fatto d’inverno” perché come me l’autore adora l’inverno e riesce molto bene con parole sue a descriverlo

La musica che metteresti come colonna sonora

.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

mi ha colpito molto la copertina, è stato uno dei motivi principali per cui ho scelto questo libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

il libro che fa riflettere sul mondo che ci circonda


"Il Ragazzo Selvatico" è l'autobiografia dell'autore Paolo Cognetti, che, stanco della vita in città, decide di rifugiarsi in una baita alpina situata a 2000 metri di altezza.
Qui conduce una vita semplice, lontana da qualsiasi "impurità" della vita in una metropoli, e riscopre i bisogni essenziali dell'uomo.
Questa autobiografia è come un diario di bordo, nel quale l'autore descrive semplicemente ciò che vive, nonostante non racconti niente di così eclatante, come una notte sotto le stelle o l'incontro con una lepre.
L'autore incontra numerosi pastori e ammira la loro capacità di vivere nell'essenzialità, che cerca di riprodurre nello stile di scrittura di questo libro, in quanto questo sia semplice e lineare.

Inventa un nuovo titolo

La compagnia della solitudine

La frase che ti è piaciuta di più

"Non ho mai trovato un compagno più intimo della solitudine. Molti di noi sono più soli in mezzo agli altri che quando se ne stanno nella loro stanza"

La musica che metteresti come colonna sonora

Nuvole Bianche, di Ludovico Einaudi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che l'autore abbia fatto la scelta giusta nel mettere questa copertina perché si rappresenta da solo, nella montagna, come si può capire dallo sfondo, mentre abbraccia se stesso, come simbolo della propria compagnia in mezzo al nulla.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

C'è più solitudine nella vita di montagna o nella vita di città? Leggi "Il Ragazzo Selvatico", avrai la tua risposta.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Ho ritenuto il libro molto rilassante e gradevole alla lettura, in quanto questo sia immerso in un'atmosfera di tranquillità e semplicità.


Amo la montagna ed è proprio questo che mi ha spinto a leggere questo libro. È un romanzo che parla del bisogno di rigenerarsi, della necessità che tutti noi abbiamo di ritrovare luoghi a noi cari nei momenti di crisi e di indecisione.

Inventa un nuovo titolo

Riscoprire se stessi

La frase che ti è piaciuta di più

Avevo trent'anni e mi sentivo senza forze, sperduto e sfiduciato come quando un’impresa in cui hai creduto finisce miseramente.

La musica che metteresti come colonna sonora

sono nato su a frontale di Davide Van de Sfroos

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

io personalmente la sostituirei con un'ambientazione alpina.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Verso la ricerca di noi stessi


Un bel libro, scritto in modo scorrevole e con un linguaggio semplice. Le descrizioni dei luoghi di montagna sono molto efficaci. L'autore affronta per scelta la solitudine e la vita spartana tipica della montagna per abbandonare la dimensione urbana e ritrovare il ragazzo selvatico che era stato un tempo. Tutto il libro è un inno al rispetto della natura.

Inventa un nuovo titolo

Lassù

La frase che ti è piaciuta di più

"Il genere umano: specie infestante, dedita a erodere, spianare e colonizzare"

La musica che metteresti come colonna sonora

/

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Belli i colori, con prevalenza dei toni del blu.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un viaggio per ritrovare se stesso.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Sono contento che quei mesi trascorsi in montagna ti siano serviti a stare meglio. Grazie per aver condiviso con noi le tue fragilità, raccontando la tua avventura.


"Il ragazzo selvatico" è un romanzo ben scritto ed è una lettura semplice e non impegnativa.
Viene raccontata la quotidianità dell'autore-protagonista, ad esempio quando trova difficoltà nel coltivare un orto e di rado vede i pochi vicini che ha essendo in alta quota. Il libro è diviso in più capitoli e ognuno parla di diverse vicende avvenute nel periodo della sua permanenza in montagna. Tanti piccoli capitoli che raccontano piccoli avvenimenti.
Questo racconto, viene narrato dall'autore come una sorta di percorso di crescita e di ricerca di ispirazione del protagonista per ritrovarsi. Il protagonista è Paolo uno scrittore trentenne che è in balia della vita quotidiana, quasi non la sopporta più e ha bisogno di staccarsi da tutto questo. Nel libro vi sono anche alcune illustrazioni che rendono più vivace e rilassante la sua lettura. Mi è piaciuta la profonda riflessione che fa nel bel mezzo della sua solitudine in montagna. La montagna è tranquilla ed ha infinite bellezze e storie che man mano l'autore scopre, una ricchezza inestimabile nella sua semplicità e questo libro conferma questa mia affermazione.
La narrazione in sé mi è piaciuta, però penso che la storia sia stata sviluppata in modo lento e in qualche tratto si è rivelata piatta e noiosa.

Inventa un nuovo titolo

Ritrovare sé stessi nella natura

La frase che ti è piaciuta di più

Non ho una frase che mi è piaciuta di più di altre, ma in generale le azioni che compie il protagonista e i momenti di riflessione sono quelli che mi sono piaciuti di più.

La musica che metteresti come colonna sonora

Two steps from hell

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina non mi piace molto, anche se vista la grande solitudine che circonda l'autore è appropriata.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La montagna a volte non è la semplice meta di vacanze, può essere anche un posto per riflettere.


Il libro mi è piaciuto per il modo in cui è scritto, semplice e adatto agli adolescenti ma che allo stesso tempo riesce a prendere il lettore.
Il tema principale è la ricerca di se stesso per il quale l’autore decide di trascorrere l’estate in una baita in montagna lontano dalla routine quotidiana.

Inventa un nuovo titolo

Lontano dal resto

La frase che ti è piaciuta di più

“Ero io la popolazione. Come Robinson sull'isola deserta potevo proclamare a voce alta. Sono io il monarca di tutto ciò che vede... Rappresentavo, allo stesso tempo, l’abitante più in vista e quello caduto in rovina.”

La musica che metteresti come colonna sonora

In sottofondo solo i rumori della natura.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso rappresenti molto bene il protagonista del racconto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per tutti quelli che sono attratti dal richiamo della foresta.


Il libro mi è piaciuto per i temi trattati, tra cui, il più importante, penso sia il fatto che ogni uomo deve avere la possibilità, la necessità e la voglia di stare solo con sè stesso e riuscire a cogliere le piccole cose, in quanto la modernità ci sta aiutando molto ma ci sta togliendo le cose più naturali e importanti. Questo libro è come un ritorno al nulla: ciò che si aveva nel passato ma con cui si viveva più tranquillamente.

Inventa un nuovo titolo

Ritorno al nulla

La frase che ti è piaciuta di più

"Eppure ero convinto che fosse molto più anarchico di me: lui che non aveva una famiglia né un lavoro fisso, né un televisore, un'automobile, un mutuo in banca; non aveva bisogno di soldi se non per comprarsi da mangiare e da bere; e non votava, non era rintracciabile in rete, non faceva numero in nessun sondaggio né indagine di mercato, non era nella media di niente. Un uomo così, che si era costruito un'esistenza ai margini e ci viveva in pace, era quanto di più sovversivo io riuscissi a immaginare per la nostra epoca, però non trovavo le parole per dirglielo."

La musica che metteresti come colonna sonora

Metterei un sottofondo tranquillo che faccia respirare libertà e silenzio.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina raffiguri molto bene il ragazzo selvatico protagonista del racconto, soprattutto i vestiti che indossa. Lo sfondo ci fa immaginare un ambiente solitario e silenzioso. Se potessi cambiare la copartina, ne metterei una con un bel panorama di montagna, più luminoso e meraviglioso.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Come sarebbe vivere con l'essenziale, soli con noi stessi a riflettere?

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Non amo molto leggere ma questo libro mi ha molto appassionata, non tanto per i fatti narrati che sono veramente pochi ma per le riflessioni contenute, mi hanno portata a riflettere su quanto sia importante staccarci dalla frenesia quotidiana per riflettere su noi stessi.


Ho scelto di leggere questo libro perché amo la montagna e spesso mi sono chiesta come sarebbe lasciare tutto e vivere a contatto con la natura. "Il ragazzo selvatico" è scritto in modo semplice e scorrevole. Ho apprezzato molto questo romanzo perché mi sono immedesimata a pieno nel protagonista il quale, all'inizio, si sente smarrito e sommerso dallo stress e dalla routine. Ho seguito con interesse il percorso che ha svolto per ritrovare se stesso e ho apprezzato le immagini e le sensazioni che ci trasmette.

Inventa un nuovo titolo

La libertà di ritrovare se stessi

La frase che ti è piaciuta di più

Volevo vivere profondamente e succhiare tutto il midollo della vita, vivere in modo vigoroso e spartano e distruggere tutto ciò che non era vita, falciarlo via con ampie bracciate radenti al suolo, chiudere la vita in un angolo e ridurla ai suoi minimi termini.

La musica che metteresti come colonna sonora

"Verdi campi addio", coro "Storie dai monti"

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che sia adatta al romanzo in quanto trasmette solitudine e pace

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per coloro che desiderano scappare da tutto, anche solo per qualche ora


Il romanzo di Paolo Cognetti, nonostante sia breve, mi è piaciuto molto, sopratutto per il fatto di aver deciso di lasciare la città per condurre una vita da eremita sulle montagne al fine di ritrovare il ragazzo che era un tempo,e nel corso del tempo Paolo impara diverse cose e nonostante la solitudine Paolo è riuscito ad andare avanti.Il libro ci fa apprezzare molto di più la natura e ci fa comprendere che la solitudine è la peggior paura delľ uomo, ed è un romanzo scorrevole .

Inventa un nuovo titolo

Una nuova vita

La frase che ti è piaciuta di più

"Più che a una capanna nel bosco la solitudine assomigliava a una casa degli specchi: dovunque guardassi trovavo la mia immagine riflessa, distorta,grottesca, moltiplicata infinite volte."

La musica che metteresti come colonna sonora

River Flows in you di Yiruma

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una nuova vita nella natura selvaggia lontana dalla tecnologia


questo breve romanzo, mi ha fatto scoprire cose nuove della montagna che non sapevo e me l'ha fatta apprezzare molto più di quanto la apprezzassi prima. è un romanzo svolto in prima persona e l'autore fa capire perfettamente le sue esperienze e le sue emozioni passando dalla città ala montagna e cercando appunto il ragazzo che lui ha scordato di essere. Questo libro mi ha insegnato che la cosa più difficile per noi quando stiamo in solitudine è l'assenza della vita quotidiana. Sinceramente io preferisco il mare e non pensavo che la montagna potesse avere tutte queste splendide avventure, prima di leggere questo libro io la definivo noiosa.

Inventa un nuovo titolo

Rigenerazione

La frase che ti è piaciuta di più

"non era tanto un bisogno di partire, quando di tornare; non di scoprire una parte sconosciuta di me quanto di ritrovarne un'antica e profonda che sentivo perduta."

La musica che metteresti come colonna sonora

la vita com'è (Max Gazzè)

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la copertina credo che sia molto azzeccata, rappresenta una montagna, appunto il luogo in cui si svolgono le vicende, il protagonista, in cima alla montagna e infine intorno tutta la natura.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"avventura, natura e solitudine tutta in un solo libro"

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Lei mi ha insegnato molto e mi ha sbalordita soprattutto il fatto che la scrittura l'abbia aiutata in un momento difficile e ha ritrovato se stesso. E grazie a questo libro mi ha fatto apprezzare la montagna cosa che prima non facevo, considerandola noiosa.


Questo racconto, è una sorta di percorso del protagonista per ritrovare se stesso nella solitudine. Assillato dalla vita quotidiana, Paolo, scrittore trentenne, non trova più idee e si sente perso, così decide di cercarsi in una sperduta baita di montagna, tra letture, incontri particolari, cambiamenti della natura. La lettura è semplice, scorrevole, accompagnata da piacevoli illustrazioni che rendono il tutto più rilassante. Mi è piaciuto come ci la solitudine, il raccoglimento, portino alla riflessione profonda, che è molto utile ed interessante, uno stacco che ci aiuta a ritrovarci, a "risolverci". La montagna è tranquilla, ma ha infinite storie, una ricchezza inestimabile nella sua maestosa semplicità e questo racconto conferma e argomenta questa affermazione.

Inventa un nuovo titolo

la natura di se stessi

La frase che ti è piaciuta di più

" Stamattina il mondo era una pagina bianca "

La musica che metteresti come colonna sonora

"Homeland" composizione, colonna sonora di "Spirit - Stallion of the Cimarron"

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Riflessione, semplicità, poesia