Mezzanine è l'album che nel 1998 ha definitivamente consacrato i Massive Attack. Una perla nera, magmatica, che trasporta l'ascoltatore in un gorgo di suoni che vogliono rappresentare il disagio e il degrado delle periferie metropolitane inglesi. L'album è uno dei capolavori del genere trip hop, nato in Inghilterra in quegli anni 90 che avevano sì oltrepassato i drammatici mutamenti sociali e le conseguenti lotte del decennio precedente ma che ancora ne portavano visibilissime le ferite.I Massive Attack vogliono dar voce e suono allo spaesamento e alla disaffezione dei giovani di fronte alle retoriche nazionali di potenza bellica ed economica, quando invece il paese continua a vivere situazioni critiche.In mezzo a questa cupezza si trovano però diamanti grezzi che non fanno perdere la speranza. Infatti si cercano (e si raccontano) anche il desiderio e l'amore, così necessari da essere vero e proprio elemento di salvezza. Il primo diamante si trova già nel pezzo iniziale, Angel, in cui è un essere superiore e celestiale a portare l'amore: Tu sei il mio Angeloche viene da lassùa portarmi l'amoreLei,con lo sguardo dei suoi occhi sul lato oscuro, neutralizzagli uomini

Commenti

Ancora nessun commento