2018 - 2019

Xanadu

2018 - 2019

L'hotel azzurro

Stephen Crane

Mattioli, 2012


«Suppongo che in questa stanza siano stati uccisi un bel po' di uomini.»

A Fort Romper, in Nebraska, si staglia nel bianco del paesaggio un hotel azzurro: è il Palace Hotel diretto dall'irlandese Scully. Un giorno, Scully si reca alla stazione ferroviaria per procurarsi nuovi clienti e riesce a portare all'hotel tre forestieri: uno svedese, un cowboy e un uomo dell’est. Una tempesta di neve comincia a infuriare e il gruppo di uomini è costretto a restare al chiuso nell'hotel; i tre decidono così di giocare a carte. Tutto sembra essere normale, finché l'uomo svedese non inizia ad agitarsi…

Questo libro è un libro che anche se corto, è ricco di azioni e sorprese e devo dire che a parere mio è anche abbastanza inquietante...

Inventa un nuovo titolo

“Lo svedese”

La frase che ti è piaciuta di più

Non c’è una frase in particolare che mi è piaciuta, perché in generale è un dialogo.

La musica che metteresti come colonna sonora

Come Neve

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina rispecchia poco il contenuto secondo me. Sarebbe più di impatto con un paesaggio innevato

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Mentre fuori infuria una tempesta di neve, all'interno dell’hotel si svolge una partita a carte. Ma non una partita a carte qualunque...

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

È un bel libro devo dire, e mi ha particolarmente preso nella lettura. È scorrevole e piacevole, e contiene anche quel velo di mistero che sta molto bene in questo contesto.


Ho apprezzato questo libro perché è ricco di descrizioni molto dettagliate che, in alcuni casi, creano un certo grado di suspense, soprattutto grazie allo “svedese“, personaggio chiave del racconto. Il finale aperto è enigmatico come l’inizio e rende la storia interessante e coinvolgente.

Inventa un nuovo titolo

“Come può cambiare il nostro destino?“ Questo titolo secondo me può riassumere alla perfezione tutto ciò che accade nel libro.

La frase che ti è piaciuta di più

“Ogni peccato è la risultante di un concorso di azioni”: questa frase spiega come la responsabilità di un‘azione sia da relazionarsi a ciò che è successo in precedenza e fa riflettere su come le colpe che ricadono su una persona dovrebbero, in certi casi, essere suddivise tra chi anche indirettamente ha portato alla situazione stessa.

La musica che metteresti come colonna sonora

Sceglierei una melodia suonata al pianoforte con note gravi, che abbia un ritmo misterioso e incalzante in modo da poter trasmettere la suspense creata dalla storia.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è semplice e di grande impatto, fa entrare subito nel pieno del racconto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“Tutti complici del suo assassinio!”

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Una storia fantastica, mi dispiace che la tua morte prematura, a soli ventinove anni, abbia messo fine alla tua carriera di autore.


L'ho trovato molto piacevole soprattutto perché è un libro corto e secondo me alla portata di tutti. Unica cosa, non mi aspettavo finisse in quel modo, troppa poca suspense, forse a causa delle poche pagine. Nel complesso molto bello.

Inventa un nuovo titolo

L'hotel di quelli che non andavano d'accordo

La frase che ti è piaciuta di più

Ogni peccato è la risultante di un percorso d'azioni

La musica che metteresti come colonna sonora

Sunset lover

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Il blu trasmette un'idea di freddezza

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una partita di carte che non avete mai visto in questo modo!


Molto bello come libro, anche essendo corto è molto intenso, la narrazione non è troppo veloce né troppo lenta.

Inventa un nuovo titolo

il mistero dell'hotel azzurro

La frase che ti è piaciuta di più

"suppongo che in questa stanza siano stati uccisi un bel po' di uomini".

La musica che metteresti come colonna sonora

classica

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la copertina poteva essere anche arricchita da un disegno dell'hotel azzurro immaginario, comunque il colore rappresentava un po' il colore dell'hotel.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

non so


Il libro di Stephen Crane è caratterizzato dalla sua trama corta e dal modo in cui sono descritti i personaggi, in particolare lo svedese che risulta molto misterioso e che cambia atteggiamento con facilità.
Nonostante la scorrevolezza, il libro non mi è piaciuto molto.

Inventa un nuovo titolo

Uno strano forestiero a Fort Waine

La frase che ti è piaciuta di più

"Vado a casa, digli che sanno dove trovarmi".

La musica che metteresti come colonna sonora

C'era una volta il West, Ennio Morricone.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Molto semplice.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un frammento di vita nel west.


Il Palace hotel di Fort Romper, in Nebraska, richiama l'attenzione di ogni persona che vi ci passa affianco, infatti è intonacato di un azzurro chiaro come le zampe di una specie d'airone. Pat Scully; suo figlio Johnnie e tre turisti sono i protagonisti di questa breve storia. Fra paura, povertà, gioco d'azzardo, codardia e spavalderia eccessiva i cinque affronteranno una bufera di neve insieme.
Stephen Crane ha scritto questo libro per far capire ai lettori le condizioni e i tempi in cui vivevano i cittadini del Nebraska, utilizzando molte pause descrittive e ricche di aggettivi forti.
Questo breve libro mi è piaciuto anche se in certi punti è un po' lento e pesante. Credo comunque che la trama sia interessante.
Lo consiglio alle persone a cui piace leggere libri brevi ma dettagliati.

Inventa un nuovo titolo

Lo svedese

La frase che ti è piaciuta di più

Il Palace sembrava lì a gridare e ululare, tanto da far sembrare abbagliante il panorama invernale del Nebraska niente più di una landa silenziosa, paludosa e grigia.

La musica che metteresti come colonna sonora

Una canzone tranquilla in certi punti e più accesa in altri.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è azzeccata, forse un po' banale, ma attira l'attenzione di una persona.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Non si sa mai cosa può accadere durante una tempesta di neve.


Nonostante il libro sia breve, il narratore riesce a farlo diventare coinvolgente e scorrevole alla lettura con una storia avvincente piena di suspense e colpi di scena. Il finale, sebbene sia inaspettato e poco originale, ti fa riflettere sulle scelte da prendere nella propria vita per evitare conseguenze dispiacevoli.

Inventa un nuovo titolo

La fretta delle scelte

La frase che ti è piaciuta di più

"si, un milione di cose sarebbero potute succedere".

La musica che metteresti come colonna sonora

Castle of glass - linkin park

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto semplice e, viste le grandi descrizioni, non trovo un collegamento appropriato al libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Come può una semplice partita a carte avere conseguenze fatali?


Un libro molto breve, ma con molti colpi di scena e una trama avvincente e complicata. Si crea un alone di mistero sull'uomo svedese; questo non sarà risolto se non in parte alla fine. È un racconto che ti tiene sulle spine fino al termine, tuttavia dà poca soddisfazione a faccenda conclusa: credo sia perché le pagine sono troppo poche per creare una suspense più accentuata. Tutti i personaggi hanno caratteri e modi di fare differenti. Sono rimasto particolarmente affascinato dai modi e dalla descrizione dell’uomo dell’Est. Essendo un uomo silenzioso e che nel corso del libro ragiona molto, è inaspettato che abbia una vena arrogante e presuntuosa. Lui cerca spesso di non assecondarla, ma a volte è più forte di lui, come nel finale. Ci vuole qualche tempo per entrare nell'ottica del racconto e le prime pagine, seppur poco avventurose e riguardanti solo l’ambientazione, sono determinanti per la comprensione totale della situazione che c’è intorno al Palace Hotel di Fort Wayne, nel Nebraska.

Inventa un nuovo titolo

Il prezzo per un barone

La frase che ti è piaciuta di più

“Divertimento o no”, disse l’uomo dell’Est,” quello barava davvero. L’ho visto io. E non ho reagito. Non mi sono comportato da uomo.

La musica che metteresti come colonna sonora

In una parte si addice sicuramente la canzone “Halloween Theme”.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Molto semplice, la apprezzo ma non rispecchia il libro per alcuni tratti. Non mi sarei aspettato tanti dettagli da una copertina simile: una scoperta positiva.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Breve, ma intenso.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Complimenti per la completezza e le descrizioni riuscite alla perfezione; vista la lunghezza del libro non mi aspettavo di leggere un testo così curato e con così tante descrizioni di luoghi e personaggi.


E' un libro breve e scorrevole che si legge volentieri pur essendo ambientato in un'epoca lontana, fine '800 ma sempre attuale per i temi trattati che sono universali: la povertà, la solitudine, l'intolleranza, la dipendenza dal gioco d'azzardo. Una mano di gioco finita male può cambiare le sorti di una persona. E' un libro realista perchè rispecchia la natura umana, indipendentemente dall'origine e dalla cultura; lo scontro tra culture, tradizioni e popoli diversi può portare conseguenze molto negative. E' un libro che fa riflettere.

Inventa un nuovo titolo

L'ULTIMA PARTITA

La frase che ti è piaciuta di più

"NON E' PIU' COME UNA VOLTA, I TEMPI SONO CAMBIATI"

La musica che metteresti come colonna sonora

MUSICA MODERNA

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

IL GIOCO D'AZZARDO NON SAI COME PUO' FINIRE


"L' hotel azzurro" è un libro particolarmente breve. Questa sua caratteristica però non da l'idea di una storia troncata o senza finale, è come un piccolo gioiello, se di materiale prezioso può valere molto più di uno più grande ma di materiale scadente. Questa storia è leggera, però curata nei dettagli. Come fosse una favola.

Inventa un nuovo titolo

Un albergo in Nebraska

La frase che ti è piaciuta di più

Questo poveraccio di giocatore che hanno messo al fresco non è neanche un sostantivo. È come una specie di avverbio.

La musica che metteresti come colonna sonora

Red Hot Chili Peppers-Dark Necessities

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è semplice, e salta subito all'occhio che è azzurra proprio come dice di essere l'hotel nel titolo del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Non sapete cosa vi aspetta in un pomeriggio cari lettori, leggetelo qui


L’ hotel azzurro è un libro intrigante a partire dalla trama, della quale mi sono piaciute le descrizioni molto dettagliate e da diversi punti di vista, un punto del libro che però non mi è particolarmente piaciuto è il finale il quale lascia un senso di incompiuto alla trama, con diversi punti interrogativi.

Inventa un nuovo titolo

Nebraska

La frase che ti è piaciuta di più

“Anche il peccato viene da una specie di collaborazione tra persone”

La musica che metteresti come colonna sonora

Thriller Michael Jackson

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Personalmente la copertina mi piace semplice e ben fatta, io avrei aggiunto qualche disegno che riachiamasse di più alla trama

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una storia travagliata e molto intrigante svoltasi nel gelido Nebraska


L'Hotel Azzurro è un libro intrigante e non immediato. Per entrare nel cuore della vicenda e per riuscire a comprenderla appieno occorre un po' di tempo ma, superato il blocco iniziale,la storia appassiona ed entusiasma.

Inventa un nuovo titolo

“Una discussione non da gioco” o “L’azzurro cielo del West”

La frase che ti è piaciuta di più

“Ogni peccato è la risultante di un concorso di azioni”. Questa frase rispecchia perfettamente il mio pensiero: le tue azioni quotidiane determinano la tua vita e il tuo essere.

La musica che metteresti come colonna sonora

Se avessi l’opportunità di scegliere la colonna sonora di questo libro utilizzerei il brano “C’era una wolta il West” di Ennio Morricone. Una scelta apparentemente scontata, tuttavia il brano rispecchia appieno lo spirito di questo libro.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Ho trovato la copertina di questo libro un po’ monotona e non molto accattivante anche se,terminata la lettura, l'’ho ritenuta adatta. Personalmente avrei optato per qualcosa di più moderno,aggiungiendo immagini e qualche colore alternativo per attirare di più l’occhio dell’acqirente.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cinque uomini,un tavolo e una partita. Filerà tutto liscio? Il West è imprevedibile.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Salve signor Stephen Crane,
ho trovato il suo libro entusiasmante e scritto molto bene. Il linguaggio è adeguato anche se a tratti avrei preferito fosse un pochino più scorrevole.
Complimenti e grazie per questa esperienza di lettura.


Questo libro non mi è piaciuto molto, i primi capitoli li ho trovati un po’ noiosi e monotoni a causa di una narrazione lenta, Andando avanti e entrando nel centro della storia diventa più accattivante e ho apprezzato molto le descrizioni dettagliate dei luoghi e dei personaggi. Nel complesso è un buon libro scritto bene, con parti di suspense alternate a dialoghi scherzosi tra i personaggi. Consiglio questo libro a coloro che vogliono una storia breve da leggere tutta d’un fiato.

Inventa un nuovo titolo

“Una notte azzurra”

La frase che ti è piaciuta di più

“Ogni peccato è la risultante di un concorso di azioni. In questo caso noi, tutti e cinque, siamo coinvolti in ciò che è successo”.
Tutto quello che facciamo ha una conseguenza, ogni nostra scelta o comportamento perciò dobbiamo pensare prima di agire, capire se è la cosa giusta da fare e se prendiamo la decisione sbagliata ammettere il proprio sbaglio e accettarne le conseguenze.

La musica che metteresti come colonna sonora

La canzone che sceglierei è un genere western: “Sixty seconds for what”.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina secondo me è ben fatta, la tonalità scura di blu è lievemente inquietante e angosciante e rispecchia il titolo e la trama. Potrebbe sembrare troppo semplice ma credo che in questo modo attiri l’attenzione, invogliando il cliente a prendere in mano il libro e a leggerne la trama, quindi ritengo sia molto efficace.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Giocarti la carta sbagliata può esserti fatale.


Questo libro di Stephen Crane mi è piaciuto molto perché, nonostante sia breve, possiede tutti i requisiti che una storia deve avere. Il romanzo è molto avvincente, scorrevole e non tralascia alcun dettaglio. Questo libro presenta un finale inaspettato e fa riflettere sul fatto che ogni azione ha una sua conseguenza, pur non facendo nulla!

Inventa un nuovo titolo

Una partita a carte fatale

La frase che ti è piaciuta di più

“Qualsiasi stanza può essere buona per una tragedia o per una commedia. Quel particolare, piccolo locale adesso sembrava odioso quanto una camera di tortura: le espressioni assunte dagli uomini l'avevano trasformato all'istante”

La musica che metteresti come colonna sonora

Come colonna sonora consiglierei la canzone “Crazy” prodotta da “Lost Frequencies & Zonderling”. La consiglio non tanto per la sua melodia, bensì per il suo testo, il quale penso sia molto adatto all' uomo svedese del libro.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la scelta della copertina sia molto ben editata, il suo sfondo azzurro invita molto il lettore a leggere il romanzo perché crea curiosità.
Infatti, in questa maniera, non vedendo che un colore, si vuole scoprire qualcosa in più e si finisce col leggere il libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una partita a carte può cambiarti la vita, o, addirittura togliertela.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Questo libro mi è piaciuto molto poiché è scorrevole e non ci sono, a mio parere, momenti morti che inducono il lettore ad annoiarsi. Nonostante il romanzo sia molto breve, esso descrive con accuratezza i personaggi e l’ambiente. Il finale è molto sorprendente, perché fornisce una riflessione sulla vita di ogni giorno. Inoltre, la copertina del libro è ben editata ed invita il lettore a leggere il romanzo.


Sinceramente, almeno sino alla fine del terzo capitolo, mi sono ritrovato in serie difficoltà per quanto riguarda voglia e desiderio di perseguire la mia lettura; ha però suscitato in me nuovo interesse l'evolversi della vicenda dal quarto capitolo in avanti: dimostratasi, a mio parere, interessante e coinvolgente.
'Mai giudicare giudicare un libro dalla copertina' ed, aggiungerei, 'dalle prime pagine, essendo queste senza dubbio ancora di sola ambientazione'.
La conclusione del racconto è, per quanto mi riguarda, vaga e 'riflessiva', tuttavia tutt'altro che deludente.
Ottima storia, dal ritmo narrativo sostenuto (da me ampiamente apprezzato) e dall'intreccio non eccessivamente complesso.

Inventa un nuovo titolo

« Complici o meno? »

La frase che ti è piaciuta di più

' «Non si può andare avanti così. Ho sopportato questo svedese fino alla nausea. Che si battano pure.» '
Si tratta di una frase che apprezzo non tanto per come scritta, bensì per il centrale ruolo che assume nell'evolversi delle vicende: può essere difatti considerata vero e proprio sparti-acque, che, peraltro, si trova anche a metà della narrazione, se essa presa nella sua completezza.

La musica che metteresti come colonna sonora

Green Day - Boulevard Of Broken Dreams (assai grintosa, sebbene infonda quiete allo stesso tempo)

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Non posso esprimere opinioni riguardo a questo aspetto del libro che sto recensendo, in quanto la copertina si presenta totalmente neutra: si individua soltanto la scrittura del titolo su uno sfondo azzurro.
A parte ciò avrei comunque apprezzato qualcosa di leggermente più originale.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una lite al tavolo da gioco avrebbe potuto avere conseguenze più gravi?!

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Salve,
ho apprezzato molto la sua scelta stilistica di un finale vago, come quella di un ritmo narrativo sostenuto e non particolarmente prolisso anche nelle poche sequenze narrative e psicologico-ragionative
La storia si presenta curiosa ed originale,
gran libro.


"L’Hotel azzurro" è un libro scritto nel 1885 dallo scrittore Stephen Crane.
La vicenda si svolge in un mese e il racconto è abbastanza verosimile. La storia parte da una situazione iniziale narrata all’interno del Palace Hotel. L’autore fa subito un paragone tra natura e civiltà, ovvero il colore azzurro che si trova sulle zampe d’una specie di airone e che costringe questo uccello a proclamare la sua presenza contro qualsiasi genere di sfondo. Allo stesso modo il Palace Hotel sembra imporsi in un ambiente invernale nel Nebraska.
I protagonisti del racconto sono quattro: uno svedese, un cowboy, un ometto silenzioso e Johnnie, il figlio del proprietario. I personaggi nella storia sono descritti fisicamente e alcuni anche caratterialmente. Ad esempio, il cowboy viene descritto come un uomo alto e abbronzato; lo svedese con l’occhio artificiale; mentre l’uomo dell’Est viene definito silenzioso, ma anche arrogante.
Un altro personaggio è il proprietario dell’albergo, di cui non viene mai detto il nome e che assiste a scene mai viste prima all’interno del suo hotel.
Gli aspetti predominanti del racconto sono sicuramente la miseria, l’isolamento e il gioco d’azzardo. La miseria e l’isolamento sono riconducibili al periodo e all’ambiente in cui si svolge la vicenda.
Il gioco d’azzardo è sicuramente l’aspetto principale che l’autore vuol mettere in evidenza. Infatti racconta di una partita di carte giocata all’interno dell’albergo tra quattro sconosciuti, appartenenti a culture e storie differenti, facendo finire questa partita...
L’autore si esprime con parole semplici e facilmente capibili da un giovane lettore ed affronta un tema che può essere attuale e insegnare qualcosa a ragazzi. Racconti analoghi con risvolti violenti li abbiamo affrontati anche recentemente in classe.
Secondo il mio punto di vista, il libro è molto bello e la storia ti coinvolge molto e ti invoglia a continuare a leggere per saperne la fine.

Inventa un nuovo titolo

Le carte e l'hotel nascosto

La frase che ti è piaciuta di più

Come le zampe di un airone

La musica che metteresti come colonna sonora

Una musica horror

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto bella

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Il gioco delle carte raccontato in un hotel

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Ottimo libro


Ho scelto questo libro leggendo la trama e pensando mi potesse interessare, dato che, solitamente, questo genere è quello che mi appaga maggiormente.
Mi trovo costretta ad ammettere la delusione che ho avuto non appena ho visto di cosa si trattasse.
Il primo pensiero che ho avuto è stato: "Com'è possibile che alla mia età venga consigliato un libro così piccolo in termini di dimensioni e numero di facciate?". Ho cercato di proseguire nella lettura, convincendomi che il mio fosse un pensiero superficiale ma purtroppo così non è stato.
Non ritengo questo libro adatto a dei ragazzi delle scuole superiori poiché scritto in maniera abbastanza semplicistica.
Inoltre, proseguendolo, ho sentito un senso di noia progressivo (che un libro di questo genere non dovrebbe avere), per poi arrivare ad un finale che lascia un senso di "non concluso".
L'unica cosa che ho apprezzato è stata l'accurata descrizione dei personaggi.
Sono dispiaciuta nel dover sconsigliare questo libro.

Inventa un nuovo titolo

"L'azzurro azzardo"

La frase che ti è piaciuta di più

"Ogni peccato è la risultante di un concorso di azioni."

La musica che metteresti come colonna sonora

"Silence" di Beethoven

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Il colore blu-azzurro suscita angoscia, ottima mossa.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Può una partita di carte trasformarsi in qualcos'altro?


Ho trovato il libro davvero interessante ed accattivante, il luoghi vengono descritti dall’autore con estrema accuratezza. La storia procede lentamente ma grazie al numero limitato delle pagine si è un grado di gustarla appieno. Consigliato soprattutto a chi cerca una lettura breve ma intensa :)

Inventa un nuovo titolo

Gioco d’azzurro

La frase che ti è piaciuta di più

“Suppongo che in questa stanza siano stati uccisi un bel po’ di uomini”

La musica che metteresti come colonna sonora

Musica classica, suonata da un violino

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Questa copertina nella sua semplicità riesce a fare immergere il lettore immediatamente nella storia, scelta condivisa a pieno :)

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cosa si cela dietro ad un gioco d’azzardo apparentemente innocuo?


Racconto breve ma intenso. Personalmente il libro non mi è piaciuto molto. La narrazione è lenta e a tratti noiosa. Nonostante ciò, ho apprezzato la dettagliata descrizione dei singoli personaggi e del paesaggio. La storia è ben scritta, ma nonostante l’iniziale interesse, lascia un senso di “non concluso”. Il finale lo reputo poco originale.
Al termine del racconto si può ricavare una riflessione dalle parole dette dai protagonisti ovvero che ogni nostra scelta e/o comportamento contribuisce a determinare le scelte e i comportamenti di chi ci è vicino portando a conseguenze inimmaginabili.
Consiglio questo libro soprattutto agli amanti della lettura.

Inventa un nuovo titolo

L’arte di scegliere

La frase che ti è piaciuta di più

“Ogni peccato è la risultante di un concorso di azioni. In questo caso noi, tutti e cinque, siamo coinvolti in ciò che è successo”

La musica che metteresti come colonna sonora

La Primavera di Vivaldi

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“L’Hotel Azzurro, una scelta che ti cambia la vita”


Il romanzo di Steven Crane è molto coinvolgente e suggestivo grazie all'abile capacità dell' autore nel creare la suspance. La storia è, infatti, avvolta in un' aria di mistero che porta il lettore a leggere il libro tutto d'un fiato; il finale è molto enigmatico proprio come l' incipit del racconto dato da un personaggio "lo svedese" che darà l' avvio all'intera vicenda. Insomma, un romanzo consigliato a tutti coloro che amano godersi una trama avvincente in poche pagine e che sono pronti a immergersi in un' avventura inquietante e tipica del vecchio West.

Inventa un nuovo titolo

Tutta colpa di una partita di carte

La frase che ti è piaciuta di più

<<Signori,>> disse con voce tremula, <<io credo che verrò ammazzato prima di potermene andare da quest' edificio!>>

La musica che metteresti come colonna sonora

ENNIO MORRICONE -"Sixty Seconds To What?"

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che sia d' impatto e molto efficace, ho scelto di leggere questo libro anche per la sua presentazione estetica.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

nelle carte ci si gioca tutto: persino la vita