Ti è piaciuto?

Ci sono due cani da guardia. Mordono. Così ho bisogno di qualcuno per addomesticarli. […] C'è un muro che corre attorno al giardino. Quindi ho bisogno di qualcuno che mi aiuti a scavalcarlo. E il giardino delle rose, dice il nonno, ha una porta con il lucchetto grande quanto una testa. Ho bisogno di qualcuno che possa scassinarlo. Ho bisogno di una squadra.
Vita, 12 anni, e sua madre raggiungono il nonno a New York. L' amatissimo nonno è stato raggirato e derubato del castello di famiglia, e così dei suoi ricordi più cari, da Sorrotore, un losco individuo invischiato con la mafia. Ora, solo e debole, è relegato nel sottotetto di un palazzo e la madre vuole aiutarlo a sistemare le pratiche per portarlo via con loro in Inghilterra.Ma Vita, vedendo lo sguardo spento e malinconico del nonno, così diverso da quello che ricordava, decide di aiutarlo a modo suo, così come lui aveva fatto quando lei aveva avuto quella malattia che le aveva lasciato un segno sul corpo. Il nonno le aveva donato una mira eccezionale e tanta caparbietà, così è inutile farle cambiare idea adesso che ha un piano, anche se fuori dal comune. Per attuarlo, però, ha bisogno di una squadra altrettanto strampalata. La nuova, tostissima protagonista della Rundell, una ragazza poliomielitica, compirà insieme a una ladra in via di redenzione, un aspirante acrobata e un piccolo addomesticatore di animali di strada il numero di circo più spettacolare mai visto, direttamente per le strade della New York degli anni venti.

Commenti

Ancora nessun commento