Fuoco sul monte senza testa

San Paolo Edizioni, 2023
Traduzione di Christina Mortara
288 pagine
Ti è piaciuto?
-Vieni a vedere Virgil, per favore. 
Qualunque cosa fosse, la voce di Kaitlyn era tremante e spaventata. L'unica cosa che Virgil immaginava potesse spaventare sua sorella in quel modo era un Sasquatch. 
Ma quando si precipitò sul Cimitero vicino a lei, vide qualcosa che lo spaventò addirittura più dei Sasquatch. 
-Fatemi una promessa- aveva detto quando stava per morire. -Spargete le mie ceneri nel Little Lost Lake-.
Così, persa la madre, Virgil, Kaitlyn e Joshua partono col cuore pesante per la missione. Il padre, che è a pezzi, non se la sente proprio, e lascia le chiavi del camper a Joshua, neopatentato. Il viaggio prosegue tranquillo e silenzioso, sino a quando il camper non si ferma: i tre ragazzi sono in mezzo al nulla, intorno ci sono solo foreste. Non vedono altre auto né segni di vita da ore, e il telefono non prende. Cercano di non andare in panico, ma l'agitazione cresce con l'arrivo della notte, poi con la scoperta di non avere né cibo né acqua, e come se non bastasse con il moltiplicarsi dal buio di strani rumori. 
Qualcuno prima o poi passerà, si dicono.
Ma il peggio deve ancor arrivare: il giorno dopo Kaitlin sale su un albero per vedere più lontano, cade, si spezza la caviglia. Joshua parte a piedi per cercare soccorso, e intanto qualcosa sta accadendo: gli animali sembrano in fuga, e inizia a diffondersi un cattivo odore. A pochi chilometri da lì sono scoppiati diversi incendi, e il fuoco si sta propagando velocemente. 

Commenti

Avatar michela5
10/02/2024 08:42
2L - IIS Blaise Pascal, Reggio Emilia
Cosa faresti se ti ritrovassi all'ingresso di una foresta ed improvvisamente, il camper che ti accompagna da anni, si guasta? Ti ritrovi lì, senza cibo, senza acqua e senza campo per chiedere aiuto. Questo è quello che è successo ai fratelli Peppers, mentre stavano per compiere l'ultimo desiderio della madre defunta: spargere le sue ceneri nel Little Lost lake. Proprio quel giorno una tempesta di fulmini aveva dato inizio ad un forte incendio nel bosco. Virgil, Joshua e Kaitlyn vivranno un'avventura piena di colpi di scena, in cui saranno fondamentali gli insegnamenti della madre. Il libro è stato scritto da Ian Lawrance ed è stato pubblicato nel 2023. La struttura è composta da frequenti flashback che aiutano a capire il punto di vista dei personaggi e la loro storia. Il lessico è semplice e facilmente comprensibile. Il tema principale è quello della famiglia, a cui si collega il modo di affrontare e l'accettazione del lutto. Inizialmente i tre fratelli sono molto legati all'urna della madre, come se fosse più importante del ricordo che avevano di lei. Nel corso della storia, capiscono che la cosa più importante è ciò che la madre gli ha insegnato, ciò che rimarrà sempre con loro. L'autore riesce bene a farci capire come il pensiero dei personaggi matura e come il modo di affrontare il lutto cambia. Consiglierei questo libro a chiunque volesse una lettura piena di azione, ma anche con degli spunti di riflessione nascosti.

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Caldo abbraccio Utile Pensierone
Avatar bastone_nelfiume
10/04/2024 16:38
2A - scuola media Niccolò d'Arco
La storia era bella. Mi piace il fatto che si capisca cosa provino tutti i personaggi dopo il lutto. A tratti sembra triste, ma ci sono anche delle parti felici, un pò più leggere.
Avatar Kady
09/04/2024 00:16
3B - Scuola Media Torelli, Sondrio
La storia mi è piaciuta molto e mi ha preso fin da subito con lo stile di scrittura. Lo consiglierei ha qualcuno a cui piaciono libri di sopravvivenza e misteri
Avatar Martino
06/04/2024 10:57
2B - scuola media Niccolò d'Arco
Questo libro secondo me è abbastanza bello perché ci sono molto flashback e colpi di scena, ma do 8 stelle perché secondo me è impostato male graficamente (la scrittura molto grande).
Avatar Pallina
05/04/2024 18:17
2F - scuola media Niccolò d'Arco
Questo libro mi è piaciuto molto fin dall'inizio e mi ha portato ad andare avanti semore più in fretta. I personaggi sono costruiti bene e la storia è ambientata in un luogo momto bello ma con molti pericoli e ostacoli da superare, Virgil è quello che ho preferito nella letteratura perché ha molte idee ed è molto creativo per via di tutto quello che gli ha insegnato sua madre. Mi è piaciuto dove i personaggi si sono separati perché esprimevano i loro pensieri e le loro preoccuoazioni in capitoli diversi. Tanti complimenti, il libro è molto bello!
Avatar chia8
06/03/2024 09:17
3B - Scuola media Pertini, Reggio Emilia
La storia è molto interessante, particolare ed innovativa, inoltre i flashback sono fatti molto bene e riesci a immaginare e vedere quello che sta succedendo. Un piccolo difetto è che la storia è un po' lenta, però costruita molto bene, perché rimane la suspense fino alla fine del libro, il linguaggio è scorrevole e non troppo complicato. Lo consiglio.
Avatar Moumen
22/03/2024 11:38
2B - Scuola media Salvo d'Acquisto, Bologna
il libro mi è piaciuto molto verso l'inizio la trama è carina e anche molto realistico
Avatar Mary_ottide
17/03/2024 10:19
2C - Scuola Media Talamona
Questo libro mi è piaciuto un mondo. La storia mi è piaciuta moltissimo e il fatto che all'interno ci siano molti flashback la rendono ancora più bella. La cosa che mi è piaciuta di più di questo libro è stato il finale, che è molto commovente.

Questa storia ti ha fatto venire in mente un luogo?

Secondo te c'è una colonna sonora perfetta?

Apri →

Avatar Ansa_Chiara
07/03/2024 09:58
2J - IS Pietro Gobetti, Scandiano, RE
Il fuoco sul monte senza testa è un libro di Iain Lawrence. è un romanzo d'avventura adatto per tutte le età, indirizzato ai lettori più giovani, che affronta la forza della natura e l'importanza di tenere vivi i ricordi che ci hanno accompagnato e che ci sono stati dispensati nel corso della vita. Questo evidenzia l'evidente passaggio tra l'età dell'infanzia e quella dell'adolescenza sfidando le sue paure e fragilità. Trama: Il libro segue Virgil e i suoi fratelli in un viaggio verso Little Lost Lake, un lago di montagna, per esaudire l'ultimo desiderio della madre: disperdere le sue ceneri nel luogo che più ha amato. Tuttavia, il vecchio furgone li abbandona nel bel mezzo dei boschi, e quando un fulmine fa divampare un incendio, il viaggio si trasforma in un disastro. Il libro è suddiviso nei tre giorni in cui si svolge la vicenda con capitoli brevi per ogni "giorno". Questi non raccontano solo le vicende dei protagonisti ma anche quello di cui abbiamo bisogno per seguire meglio gli avvenimenti: come per esempio gli episodi accaduti in quel luogo. Per questo il libro riesci ad intrattenere maggiormente il lettore tenendolo attaccato alle pagine, invogliandolo invogliato sempre a sapere di più. All'interno del romanzo abbiamo tre personaggi principali che subiscono le sorti delle vicende e sono: Virgil il più piccolo della famiglia, Joshua il fratello maggiore, Kaitlyn la sorella di mezzo che di solito si ritrova a calmare gli animi del fratello maggiore. Ma ci sono altri personaggi che compaiono non in modo fisico, ma nei ricordi dei protagonisti: la madre, e il padre. Sono nominati parecchie volte ma li vediamo solo nei racconti e nei flashback. I rapporti tra i personaggi si evolvono durante il corso degli eventi in fatti all'inizio Virgil, essendo il più piccolo, non viene ascoltato e preso sul serio, ma poi si vedrà essere colui che riuscirà a cavarsela, essendo l'unico che prendeva sul serio i consigli della madre. Il libro è scritto con uno stile molto semplice; l'autore vocaboli accessibili a chiunque, rendendolo anche più scorrevole e semplice; aiuta anche il fatto che non ci sono molte riflessioni che potrebbero appesantire la lettura. Questo libro tratta vari temi quali. La lotta alla sopravvivenza che è il fulcro della trama: i tre protagonisti si ritrovano ad affrontare l'incendio che avanza, la mancanza di cibo e acqua, e la solitudine. Un altro è la natura selvaggia che diventa come un personaggio a sé. Infatti l'ambiente circostante, con le sue foreste, gli animali in fuga e gli incendi, rappresenta una forza incontrollabile e spaventosa. Un tema che colpisce soprattutto il protagonista, Virgil, è l'eredità materna: essendo esperta di scienze, ha lasciato loro importanti insegnamenti. Virgil deve attingere a queste conoscenze per sopravvivere. Infine l'evidente passaggio all'età adulta: attraverso questa avventura,Virgil, affronta le sue paure e fragilità, crescendo e imparando a superare gli ostacoli. Questo libro in me ha suscitato molte emozioni contrastanti, partendo dalla suspance presente nei momenti che possiamo definire d'azione. Ci sono state anche scene descritte in modo molto curato tanto da suscitare attimi di timore. Oltre a emozioni che possiamo definire negative leggendo questo libro si provano molte sensazioni felici come gli attimi di gioia e sollievo dopo i momenti d'affanno. In conclusione il libro mi è piaciuto, non mi ha annoiato, l'ho trovato scorrevole e ti fa provare tante emozioni, sono sicura di consigliarlo a chiunque voglia leggere un'avventura avvincente e originale.
Avatar EnricoScarpella
02/03/2024 08:58
2C LES - IIS Capirola, Ghedi (BS)
Il libro è molto veloce e semplice da leggere ed allo stesso tempo è molto interessante... Per ricordare i momenti vissuti con la madre ,ormai defunta, l'autore utilizza dei flashback che ci fanno conoscere anche questo personaggio. Difatti anche se la madre dei tre ragazzi (Virgil, Joshua e Kaitlyn) è ormai scomparsa da un anno è necessaria per lo svolgimento della storia.
Avatar Davide-Sech
25/02/2024 14:37
2B - scuola media Niccolò d'Arco
Questo racconto è abbastanza bello, lo consiglio a chiunque piacciano i libri d'avventura
Avatar Evixa11
23/02/2024 19:12
2F - scuola media Niccolò d'Arco
La storia è molto bella, l'inizio un po' noioso ma quasi subito diventa intrigante. Secondo me ci sono troppi flashback, dopo un po' diventano noiosi.
Avatar Azur
18/02/2024 18:27
2F - Scuola Media Corrado Viali, Sant'Alberto (RA)
Il libro mi è piaciuto. Lo consiglio alle persone a cui piacciono le storie di avventura, sopravvivenza, suspance e ai ragazzi/e curiosi/e. Questo libro mi ha ricordato un posto, un bosco dove sono andata con i miei genitori molti anni fa.
Avatar bonfattiema
18/02/2024 18:11
1E - Liceo Tassoni, Modena
Cosa faresti se ti ritrovassi nel bel mezzo di una foresta, con un guasto al furgone senza cibo e acqua? Questo è ciò che è successo a 3 fratelli che dovranno superare molte difficoltà. Il libro l''''ho trovato coinvolgente e affascinante. Il ritmo della narrazione è lento ma, nonostante questo, ti tiene attaccato alle pagine. La storia è molto carina. Consiglierei questo libro a persone che amano i romanzi di avventura, perché è proprio ciò che fa al caso loro. Se dovessi trovare un difetto probabilmente parlerei dell' utilizzo dei flashback che a parere mio sono troppo frequenti.
Avatar luciadecaro
15/02/2024 18:43
2BS - Liceo Torricelli Ballardini, Faenza
La narrazione inizialmente l''' ho trovata lenta. La struttura non è molto complessa però sono presenti molti flashback per fare capire il punto di vista dei personaggi. Nel complesso la storia è carina.