2019 - 2020

Xanadu

2019 - 2020

Brother and Sister

Simona Vinci

Einaudi, 2003


Mat distoglie gli occhi da quelli verdi e fissi della sorella. Buca come acido muriatico quello sguardo, a volte. Dà una boccata alla sigaretta, trattiene il fumo dentro la bocca, e nei polmoni. Amara con punte dolci. Marlboro Light, quelle della mamma. Può sempre servire… dai qua, se ci vengono a cercare gli spariamo addosso. Allunga un braccio verso la sorella, il palmo della mano rivolto verso l’alto, le dita aperte a ventaglio. Afferra il fucile, lo soppesa per un po’. Che stai dicendo, sei impazzito? Ma perché poi dovrebbero venire proprio stanotte?

Cate, diciassette anni, Mat, quindici, e Billo, otto, sono tre fratelli che vivono in una casa al limitare del bosco, sulle colline. La storia che ci raccontano è tremenda: hanno perso il padre da bambini e da pochi giorni hanno perso anche la madre.

Naturalmente ci sono gli assistenti sociali che stanno cercando delle soluzioni, ma i fratelli non sanno quale sarà il loro destino: staranno insieme o la famiglia sarà smembrata? Saranno affidati adun centro di accoglienza per orfani o accolti da una famiglia compassionevole e di buone intenzioni?

La notte, arco temporale in cui si svolge tutta la storia, è scenario e paesaggio di questo lungo racconto, ispirato a una fiaba dei fratelli Grimm. È molto lunga questa notte, e di luna piena, i cui raggi freddi si insinuano tra le tende della finestra illuminando in modo spettrale il salotto di casa dei ragazzi: le civette cantano al limitare del bosco, qualcosa si sta muovendo tra il fogliame del sottobosco, in lontananza si sente l’ululato dei lupi.

La mattina seguente qualcuno arriverà ma i ragazzi non dicono chi, sappiamo solo che non sono felici di questa venuta, tranne forse la sorella. Mat chiede a lei il fucile del padre, lo pulisce, lo lubrifica, lo carica e guida tutti nella notte…

Questo racconto mi è piaciuto perché è realistico. All’inizio la storia mi sembrava un po noiosa, a causa della troppo e lunga descrizione dei luoghi intorno a i personaggi, ma nel corso del racconto diventava sempre più interessante è coinvolgente perché ti fa immedesimare nei personaggi.Anche il linguaggio che è utilizzato rende più coinvolgente la storia. Questo racconto secondo me fa anche capire l’amore che vi è fra fratelli che spesso nelle situazioni quotidiane non si presenta, ma poi quando si capisce che l’uno a bisogno dell’altro ci si aiuta.

Inventa un nuovo titolo

La sicurezza nella paura

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è "quando c'era papà e la mamma stava bene, noi eravamo felici" che fa ripensare a cosa i protagonisti pensavano per riamanere felici e non demoralizzarsi.

La musica che metteresti come colonna sonora

La musica che metterei come colonna sonora è la canzone di Marco Mengoni "Guerriero"

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina secondo me è adatta al racconto. Sopratutto perché non si capisce chi siano i soggetti rappresanti che è come all'inizio del racconto nel quale, secondo me, non si capisce il ruolo dei personaggi

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

.


Il libro, in sintesi, narra la storia dei due fratelli Billo, Mat e della sorella Cate, che aspettano alla sera l’arrivo degli assistenti sociali per essere portartati all’orfanotrofio. I tre ragazzi si sono ritrovati in questa critica situazione dopo la morte,, in breve tempo di entrambi i gennitori. La morte della madre viene raccontata all’interno del libro. All’inizio non comprendevo bene il senso del romanzo, fino al momento in cui l’autrice ha svelato alcune informazioni per aiutarmi a capire meglio.
Ho apprezzato molto il fatto che all’interno del racconto ci fossero molti dialoghi tra i tre fratelli. Questo ha reso la narrazione più intrigante e scorrevole.
I punti di forza di questo libro sono: l’affetto reciproco di questi tre fratelli e il loro sostenersi a vicenda in un momento così difficile.
Mat e Cate, infatti, sono i fratelli maggiori che si prendono cura del fratellino minore Billo facendogli un po’ da genitori. I tre ragazzi vivono vicino ad un bosco a Bologna, in una casa malandata ed isolata, in condizioni precarie e non hanno neppure il frigorifero. L’autrice è stata molto brava ad esprimere le sensazioni dei personaggi attraverso i loro pensieri, dialoghi e modi di fare che a volte mi hanno fatto provare tristezza e malinconia. Non esiste un autentico finale, infatti il libro si conclude senza svelare se gli assistenti sociali arriveranno e se i ragazzi saranno separati.
Sono rimasta male quando ho letto l’ultima pagina ...

Inventa un nuovo titolo

Perfavore non separateci!

La frase che ti è piaciuta di più

Perchè, se vuoi bene a qualcuno te lo devi legare dietro e tenerlo come un cane al guinzaglio?”

La musica che metteresti come colonna sonora

Metterei una musica triste e malinconica come il libro ad esempio, “Someone like you” di Adele.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi sembra adatta, si intravedono alcune sagome di persone sfuocate in rosso su uno sfondo bianco, senza vedere i volti e questo rispecchia il mistero del racconto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Se vi piace il mistero e avete buoni rapporti con i vostri fratelli questo libro fa al caso vostro.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Cara Simona Vinci,
ho apprezzato molto il suo stile semplice, le sue descrizioni molto precise e accurate penso che leggerò altri suoi libri.


Brother and sister è un romanzo breve ma ricco di emozioni. I protagonisti sono tre fratelli che, rimasti orfani, trascorrono la loro ultima notte insieme, prima di essere affidati in diverse case-famiglia. Un elemento che ho apprezzato è il mistero che avvolge la morte della madre che è avvenuta la mattina dello stesso giorno in cui si svolge la vicenda. Il segreto verrà svelato solo alla fine, creando suspense nella storia. Inoltre, mi è piaciuta molto la descrizione dei pensieri dei personaggi che, essendo così dettagliata, fa immedesimare il lettore nei tre fratelli Cate, Mat e Billo.

Inventa un nuovo titolo

Un titolo alternativo che darei a questo libro è “L’ultima notte insieme”. Infatti la vicenda si svolge in un’unica notte in cui i fratelli cercano di passare più tempo possibile insieme. Perciò, anziché dormire, fanno una passeggiata nel bosco, si raccontano una storia per bambini e si prendono cura l’uno dell’altro.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è la seguente: “Mat e Billo la guardano in attesa. Sembrano due bambini molto piccoli: gli occhi sgranati, la bocca socchiusa”. In quel momento Mat è uguale a Billo, nonostante il primo abbia circa 10 anni in più dell’altro. Queste parole mi hanno colpito particolarmente, perché mi hanno fatto riflettere sul fatto che ognuno di noi, una volta diventato adulto, continua ad avere un bambino dentro di sé. Quest’ultimo viene fuori senza che noi ce ne accorgiamo nemmeno. È vero che io non sono ancora un adulto, ma questa mia teoria viene confermata da mio padre che a volte si comporta proprio come un bambino.

La musica che metteresti come colonna sonora

Leggerei questo romanzo con in sottofondo la canzone “Hey Brother” di Avicii, perché la sua melodia cambia spesso come i fatti che accadono nella vicenda. Inoltre, il cantante attraverso la canzone parla di solidarietà tra fratelli, un tema molto discusso all’interno del libro. Infatti, Mat chiede più volte alla sorella maggiore Cate se rimarranno uniti per sempre nonostante la distanza. La ragazza per rassicurarlo gli fa una promessa, dicendo che ogni volta che il ragazzo avrà bisogno di lei, lei ci sarà sempre.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina la trovo molto inerente al contenuto del libro. In particolare, penso che esprima la solidarietà tra fratelli. Infatti, si può vedere come nella figura le sagome si stiano tenendo le mani. Inoltre, l’immagine così astratta invita il lettore a leggere il libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Che rapporto hai con i tuoi fratelli? Li hai sempre presi per scontati? E se un giorno non li potessi più vedere tanto spesso quanto prima? Quali sarebbero le ultime cose che faresti con loro? Trascorrereste le ultime ore normalmente o cerchereste di viverle a pieno come in questo libro? Magari dopo averlo letto saprai scegliere.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Questo libro, nonostante sia breve, mi ha fatto riflettere su aspetti su cui non mi ero mai soffermata. Uno di questi è l’indipendenza che vogliamo dai nostri genitori; ma se questi non ci fossero più, riusciremmo a vivere comunque senza di loro? Una risposta a questa domanda non me la sono ancora data, ma penso che dipenda molto dal carattere della persona. Lo si può constatare anche dal libro dove i personaggi affrontano la mancanza del genitore in modi diversi.
Un elemento che ho apprezzato e che rende il libro particolare è il fatto che manchino i capitoli e che i discorsi diretti non siano contrassegnati dalle virgolette. Inoltre, il linguaggio diretto e semplice e la suspense rendono la lettura scorrevole e tutta d’un fiato.


Il libro “Brother and sister” mi è piaciuto particolarmente. Mi ha coinvolto sin dall’'inizio dato che tratta dei temi importanti, come per esempio la famiglia.
La storia parla di tre fratelli orfani: Cate, Mat e Billo. Il loro futuro è incerto, sanno solamente che finiranno, attraverso gli assistenti sociali, in un Istituto. I fratelli hanno un rapporto burrascoso ma allo stesso tempo amorevole e protettivo. Tra di loro c’è un legame forte e per questo non vogliono essere separati. Decidono di trascorrere l’ultima notte insieme nel bosco, sicuri che a quell'ora di notte non ci fosse nessun’altro, ma a quanto pare si sbagliavano...
Questo libro mi ha dato un’impressione molto buona già dalla prima pagina, ha dimostrato che è necessaria una figura di riferimento nella vita di un bambino o di un adolescente, soprattutto nei periodi bui e difficili.
Il romanzo mi ricorda molto il film: “Zampa e la magia del Natale”. Li accomuna la brutta situazione che devono affrontare i tre fratelli con i servizi sociali e la posizione in cui si trovano Quinn e Willamina, all'interno dell’orfanotrofio, sempre in contrasto con la loro direttrice.

Inventa un nuovo titolo

“Che fine faremo?”

La frase che ti è piaciuta di più

I tetti rettangolari e piatti delle fabbriche a valle che scintillano acquosi come fantastiche piscine di mercurio liquido.

La musica che metteresti come colonna sonora

Lukas Graham - “ 7 Years”

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto semplice, l’autore è riuscito a racchiudere la trama del libro con solamente la rappresentazione di tre ragazzi.
L’unica cosa che io avrei fatto in modo diverso è il bambino in centro. Lo avrei fatto un po’ più grande, in modo tale da farlo sembrare un adolescente invece che un bambino.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro adatto a chi è in cerca di storie travolgenti di famiglie e di fratelli disposti a fare di tutto l’uno per l’altro.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il libro ha soddisfatto le mie aspettative. C’è un’unica cosa che avrei scritto in modo differente: il finale. Avrei aggiunto un ellissi del tempo, solamente per scoprire che fine hanno fatto i protagonisti.


Il libro parla di tre fratelli ormai orfani che devono passare l'ultima notte insieme prima di finire nelle mani degli assistenti sociali, quindi il loro futuro è un po'incerto visto che non sanno che fine faranno. Tutto il libro descrive dettagliatamente una notte (e contemporaneamente viene raccontata una storia di Cate) senza poi sapere cosa succederà la mattina dopo, anche se dalla storia qualcosa si può intuire.
Il libro si concentra molto sul rapporto di questi tre fratelli: Cate, la sorella maggiore, Mat, il fratello di mezzo e Billo, il più piccolo.
Cate ha quindi un ruolo di mamma mostrandosi molto protettiva nei confronti di Billo; Mat,invece, che si trova in età adolescenziale, molto spesso è in po' in conflitto con entrambi, ma si capisce comunque che gli vuole molto bene, tanto da essere un po' preoccupato di separarsi da loro una volta arrivati gli assistenti sociali.
È un libro abbastanza coinvolgente e lo consiglio a chi ha fratelli, perché sotto certi aspetti ci si può ritrovare.

Inventa un nuovo titolo

Un futuro incerto

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi ha colpito di più è stata quella di Mat a Cate in cui diceva: anche se non vivremo insieme fino alla morte, mi prometti che ci sarai lo stesso? Perché secondo me in quel momento si è capita veramente l'intesa che c'era tra i fratelli, nonostante i due avessero un rapporto un po' strano ogni tanto.
E' stato particolarmente toccante (?), non saprei bene come descriverlo.

La musica che metteresti come colonna sonora

A te - Jovanotti, perché è una canzone che si dedica una persona a cui vuoi bene e che di certo, nonostante tutto, non dimenticherai mai.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è carina e rispecchia il fatto che ci siano tre fratelli che si tengono per mano come se sapessero che ci saranno sempre l'uno per l'altro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Mi prometti che ci sarai sempre?

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

All'autore vorrei dire che, oltre al fatto che il libro mi è piaciuto molto ed era anche abbastanza scorrevole, la storia è anche molto realistica. Sarà che io ho due sorelle, e anche se non mi trovo nella loro stessa situazione, il rapporto che c'è tra i tre è particolarmente vero. Nel personaggio di Cate, la sorella maggiore, mi sono un po' ritrovata perché abbiamo comunque lo stesso ruolo.


Questo romanzo mi è piaciuto molto. E' un libro che fa riflettere sulla famiglia, su quanto essa sia importante soprattutto per la crescita dei bambini. Inoltre i protagonisti sono ragazzi e quindi mi sono potuta impersonare facilmente. La descrizione dei luoghi è così realistica che mi sono completamente immersa nel libro, come se le scene avvenissero davanti ai miei occhi.

Inventa un nuovo titolo

Il titolo che darei a questo libro è "l'ultima notte insieme", perchè il racconto si svolge durante questa lunga e decisiva notte che stabilirà il futuro dei fratelli, quindi decidere se vivere insieme da soli oppure essere adottati da un'altra famiglia.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è :"Anche se non vivremo insieme fino alla morte, mi prometti che ci sarai lo stesso?". Questa è una frase molto intensa che mi ha colpito appena l'ho letta. Non ha bisogno di una descrizione. Secondo me la frase dice tutto.

La musica che metteresti come colonna sonora

La canzone che ho scelto è :"Dalla tua parte" di Alessandra Amoroso, perchè è adatta a rappresentare la forte unione che si crea tra i due fratelli durante il racconto; il fatto che qualsiasi sia il loro futuro, loro non si abbandoneranno mai.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto semplice ma azzeccata, in quanto rappresenta tre sagome sbiadite di tre fratelli che camminano senza una direzione, nel vuoto, proprio come nel libro, dove i tre protagonisti si sentono persi e soli e non hanno alcuna idea di cosa possa succedere alle loro vite l'indomani.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Tre fratelli, un difficilissimo passato, ma in cerca di un lieto fine"

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Gentile Signora Simona Vinci, il suo libro "Brother and sister" mi ha incuriosito fin da subito grazie al titolo. I luoghi e i personaggi sono descritti in maniera dettagliata e questa sorta di suspense, che mi ha accompagnato per tutta la durata del romanzo, mi ha portato a concludere la lettura in pochi giorni. Ciò nonostante, in alcune parti non sono riuscita a capire gli scambi di battute dei personaggi, la differenza tra il continuo della narrazione e le parti in cui avvenivano le riflessioni. Spero comunque di avere la possibilità di leggere altri suoi libri.


Personalmente, questa storia non mi ha coinvolto molto. Fin da subito ho avuto qualche problema ad orientarmi al suo interno, spesso non sono riuscita a distinguere i momenti di narrazione da quelli di dialogo tra i personaggi. La trama è comunque parecchio intrigante e tratta temi importanti, la famiglia e l'adolescenza. I protagonisti sono tre fratelli, Mat, Cate e Billo. Sono rimasti senza padre durante la loro giovane età e, purtroppo, è mancata anche la madre da poco. I personaggi sono così rimasti orfani di entrambi i genitori; da questo momento non sanno il loro destino e nemmeno cosa li aspetterà in futuro.
Il loro futuro è incerto perché è nelle mani dei servizi sociali che dovranno decidere dove e come collocarli. In attesa di conoscere la loro sorte, i ragazzi decidono di trascorrere l'ultima notte insieme nel bosco, luogo principale in cui si svolge la vicenda. Nel corso della notte incontreranno diversi imprevisti e si dovranno imbattere in situazioni difficili in cui si dovranno aiutare da soli, senza l’aiuto di nessun altro. Proprio da questi momenti di complicazione emerge un altro aspetto importante del libro; quest’ultimo riguarda la crescita di un adolescente o di un bambino senza una figura di riferimento come il padre o la madre che possa aiutarlo in momenti non semplici. Anche per esperienza personale, posso sicuramente affermare che è fondamentale avere un adulto che aiuti l’adolescente nei momenti di grande difficoltà.
Nonostante queste ultime riflessioni sulla trama, la storia non mi ha convinto per la sua atmosfera buia,triste e malinconica. Dato che sono una persona solare e allegra; mi è difficile apprezzare testi con questo clima cupo.

Inventa un nuovo titolo

Il nuovo titolo che vorrei dare al libro è “Gli ultimi ricordi insieme”. Secondo il mio parere questo titolo esplicita perfettamente la parte centrale della storia, quindi, il fatto che i tre ragazzi passeranno la notte in compagnia costruendo, così, ultimi ricordi insieme prima di essere separati e conoscere il loro triste destino.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è “Ho paura di tutto. Dell’istituto di stare solo senza di te e senza Billo, di andare via di qua, non posso più vedere i miei amici…” In questa frase Mat, il fratello più grande si confida alla sorella, è timoroso riguardo ciò che succederà dopo quella notte, non riesce ad abituarsi all’idea che sarà costretto ad abbandonare tutto ciò che ama: i fratelli, gli amici e la sua dimora. Questa frase mi ha fatto meditare sul fatto che per noi adolescenti passare del tempo con i nostri cari e nella nostra abitazione equivale alla normalità, quindi, essere felici e stare bene. Diamo poca importanza alla quotidianità, non ci rendiamo conto di quanto possa essere importante per noi, infatti diamo tutto per scontato. Grazie a questa riflessione, indotta dalla frase appena citata, inizierò anche io stessa a dare più importanza ai momenti che passo con chi mi rende felice.

La musica che metteresti come colonna sonora

La musica che metterei come colonna sonora è quella del gruppo degli oasis. In particolare la canzone “stand by me” che, tradotto in italiano, significa: “stammi vicino/stai con me”. Perciò anche il significato di questa canzone si ricollega perfettamente al fatto che i protagonisti vorrebbero stare per sempre vicini e non abbandonarsi mai.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Secondo me la copertina rispecchia perfettamente il contenuto del libro. Infatti, credo che da quest’ultima si possano dedurre i soggetti principali della storia e anche, a grandi linee, l’argomento principale.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La fascetta che inventerei per questo libro è “Come sarà la loro vita dopo quest’ultimo lutto, quale sarà il loro futuro? Tuffati nella storia per riuscire a scoprirlo!”

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Cara Simona Vinci, anche se il tuo libro non mi ha colpito particolarmente, vorrei ringraziarti per avermi aiutato a riflettere su molti aspetti della mia vita quotidiana a cui solitamente non do grande importanza. Questi sono: avere una famiglia solida, che mi aiuta sempre nei momenti più difficili; avere due genitori, tutti e due in ottima salute, che sono sempre disposti ad aiutarmi e fanno di tutto affinché io sia felice; avere una sorella, con la quale vado d’accordo e con cui posso confrontarmi su tutto. Sono grata di avere una famiglia così e persone attorno a me che mi vogliono bene e soprattutto in questo difficile periodo sono riuscita ad apprezzare al meglio tutte queste piccole cose, che rendono la mia vita perfetta e felice. Infatti leggendo questo libro mi sono accorta che non è così scontato e semplice trovarsi in una situazione tanto felice come la mia. Proprio per questo motivo mi ritengo molto fortunata dello stato in cui mi trovo.


Questo è un libro molto particolare. È ambientato nelle campagne bolognesi e la storia si svolge in una sola notte. I protagonisti sono tre fratelli da tempo orfani di padre e appena diventati orfani anche di madre. Essi si ritrovano a trascorrere nella casa ormai spoglia e vuota, la loro ultima notte insieme, prima che i servizi sociali vengano a prenderli l’indomani mattina. L’aspetto che ho apprezzato di più é la rivelazione che viene fatta verso la fine del libro, per me era del tutto inaspettata.

Inventa un nuovo titolo

“L’ultima notte”

La frase che ti è piaciuta di più

“E vivremo tutti insieme, fino alla fine del regno di Umpa, nostro signore e nostro re, nostro angelo azzurro del fiume.” È la frase che più mi é piaciuta poiché rispecchia in modo anche ironico la speranza dei ragazzi e la loro voglia di rimanere uniti nonostante le grandi difficoltà che li ostacoleranno.

La musica che metteresti come colonna sonora

Come colonna sonora metterei una musica che trasmetta tensione e paura.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Credo che la copertina non sia adatta a questo libro poiché su di essa sono rappresentati due bambini e una ragazza mentre nel libro si parla di due adolescenti e un bambino.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“Tre fratelli nella loro ultima notte”

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Mi piacerebbe chiedere all’autrice se ha immaginato il destino dei fratelli: verranno separati? Se sì, si ritroveranno in futuro?


I protagonisti del racconto sono tre fratelli orfani di entrambi i genitori: Billo, un simpatico bambino di sei anni; Mat, un adolescente ribelle; e Cate, una ragazza di diciassette anni, che è la più responsabile fra i tre.
La storia narrata si svolge nell’arco di una notte, durante la quale i fratelli (specialmente Mat e Cate) discutono sulla loro difficile situazione. Esprimono le loro paure riguardo a ciò che capiterà dopo queste ultime ore insieme, dove verranno cresciuti, con chi, ma soprattutto si chiedono se riusciranno a restare uniti come una famiglia in ogni caso. Per alleviare il timore del futuro che invade le mura della casa dove si svolge la maggior parte della storia, Mat e Billo chiedono a Cate di raccontare una fiaba, che di tanto in tanto blocca il tempo e spezza il corso degli eventi.
“Brother and sister” è un libro molto scorrevole, per via dei dialoghi, litigiosi o toccanti che siano, con diversi punti di tensione che mettono alla prova il rapporto dei tre fratelli.

Inventa un nuovo titolo

“La nostra ultima notte di luna piena”

La frase che ti è piaciuta di più

"Perché se vuoi bene a qualcuno te lo devi legare dietro e tenerlo come un cane al guinzaglio?"
Durante il racconto della fiaba, Mat domanda alla sorella se lei avrebbe fatto qualunque cose per proteggerlo, e Cate risponde con questa frase, che ho scelto di trattare in questo passo della recensione. Infatti condivido il punto di vista della ragazza. Apprezzo la schiettezza che lei ha usato per replicare senza aver paura della possibile delusione del fratello, puntando semplicemente ad essere sincera. Questa frase esprime inoltre un concetto molto importante dell’amore, ossia il volere la libertà della persona cara.

La musica che metteresti come colonna sonora

Come colonna sonora scelgo “Unsteady” degli X Ambassadors: la melodia e le parole rendono la canzone angosciosa e profonda. Nonostante il testo riporti la tristezza di un figlio con i genitori separati, trovo che sia comunque applicabile anche alla situazione dei protagonisti del libro, poiché le frasi pronunciate dal cantante sono brevi e poco specifiche.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Trovo che le tre figure sulla copertina del libro rappresentino piuttosto bene il forte sentimento che unisce i tre fratelli. Tuttavia, la sagoma al centro sembra essere quella di una bambina piccola, anziché quella di un ragazzo adolescente. Inoltre il colore chiaro di sfondo secondo me non rievoca il tempo e l’atmosfera della storia.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“Il misterioso racconto di tre fratelli messi di fronte alla realtà piú amara della loro vita”

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Cara Simona Vinci,
ho letto il suo libro “Brother and sister” e vorrei dirle cosa ne penso con questo messaggio. Ammetto che, da un libro la cui trama tratta di tre fratelli orfani destinati ai servizi sociali, mi aspettavo una storia piú complessa che lasciasse spazio ad altri episodi interessanti oltre che alle emozioni dei protagonisti. Tuttavia, trovo che i dettagli delle considerazioni e delle paure dei protagonisti sull’avvenire, insieme alle precise descrizioni dei loro stati d’animo nei vari momenti del racconto, mi hanno permesso di sentirmi vicina alla storia.


Il libro parla della vita stravolta di due fratelli Mat e Billo e della loro sorella Cate ai quali è morto il padre da tempo e la madre da poco. I tre rifiutano l’arrivo imminente dei servizi sociali.
La parte incredibile del libro è che l’autrice descrive minuziosamente ogni dettaglio per l’intera durata - tra la sera e la mattina del giorno seguente - ed in questo arco temporale riesce a strutturare una storia.
Il racconto scorre in contemporanea ad una fiaba raccontata dalla sorella maggiore Cate agli altri due fratelli.
Il libro ha uno stile semplice con frasi corte, quasi telegrafiche.
Le tematiche trattate sono veramente importanti, circoscritte al tema adolescenziale.
Nel romanzo sono, appunto, evidenziate le difficoltà di Mat, adolescente abbandonato e senza regole, che si ritrova a compiere un rapido processo di crescita per badare al fratellino e alla sorella. Si arma del vecchio fucile del padre per non perdere i fratelli.
Un altro aspetto interessante del libro è la continua discriminazione di cui il ragazzo è vittima ad opera dei suoi coetanei perché abita in campagna a Bologna e perché il padre era calabrese. Anche Mat, però, è colpevole di discriminazione che rivolge ai danni di Umpa, un bambino diverso ,“speciale”, conosciuto di notte, ma che il protagonista imparerà ad apprezzare nel piccolo lasso temporale.
Il breve romanzo fa riflettere su quanto sia difficile l’adolescenza senza una figura di riferimento, che possa aiutare nei momenti difficili, e sulla difficoltà di separarsi da tutto quello che è rimasto.
Tutto viene sospeso alla fine del libro, non si viene a sapere cosa succederà dopo. Forse, non è importante quanto quella serata.

Inventa un nuovo titolo

Noi tre

La frase che ti è piaciuta di più

E vivremo tutti insieme felici e contenti, come fratelli e sorelle

La musica che metteresti come colonna sonora

the eye of the tiger

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

storia di tre insieme


Questa lettura mi è sembrata fin dall'inizio coinvolgente, con vari momenti di tensione, alternati a piccoli istanti di gioia e serenità.
Il libro è scritto in maniera semplice, anche se certe volte non si riesce a distinguere bene la narrazione dai discorsi diretti e dai pensieri.
Nel libro vengono prese in considerazione delle tematiche importanti per noi ragazzi come la famiglia e il periodo dell'adolescenza.
La famiglia è il centro del discorso nell'intero romanzo, lo si vede nella narrazione dei tre fratelli descritti come se dovessero andare contro il mondo, disposti a sacrificarsi gli uni per gli altri e soprattutto sempre pronti a sostenersi a vicenda.
L'adolescenza è un periodo che tutti dovremmo trascorrere con tranquillità e spensieratezza, questo però non risulta nel caso dei tre ragazzi che si ritrovano da soli, alla loro giovane età, in seguito alla perdita madre.
Si ritrovano costretti a dover crescere e diventare adulti prima del dovuto, a contare su loro stessi senza avere l'appoggio di nessuno, ad essere indipendenti.
Questo fatto fa scatenare nei due fratelli più grandi un maggiore senso di responsabilità, protezione e di decisione verso il fratellino più piccolo e tra di loro.
Ho letto questo libro con facilità e fluidità.
L'ho trovato appassionante e interessante, in alcuni punti della narrazione mi sembrava di essere lì con i ragazzi e vivere le loro emozioni e sensazioni.

Inventa un nuovo titolo

Sempre e per sempre.

La frase che ti è piaciuta di più

"Perché se vuoi bene a qualcuno te lo devi legare dietro e tenerlo come un cane al guinzaglio?"

La musica che metteresti come colonna sonora

Let Her Go - Passenger

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina rispecchi perfettamente il tema del libro, è chiara ed invoglia la lettura.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un amore fraterno così grande, mescolato ad avventura e tante altre emozioni in un libro mozzafiato.


La lettura di "Brother and sister" è stata molto scorrevole e veloce, forse perché le pagine non sono molte, ma soprattutto grazie al modo semplice in cui è scritto il libro ed alla facilità nel coinvolgere il lettore, così da farlo immedesimare nei personaggi (frequenti dialoghi e sequenze narrate).
Inizialmente il libro ti porta a conoscere i protagonisti, tre fratelli appena divenuti orfani, e la loro storia; poi, durante il corso di una sola notte nel bosco con la luna piena, ti proietta all'interno di quella situazione, la loro, e ti fa vivere tutto d'un fiato la loro esperienza.
Nel libro sono racchiusi molteplici stati d'animo, emozioni ed aspetti caratteristici dell'adolescenza, come per esempio la nostalgia, la paura, la speranza, l'impulso, i segreti.
Vi è inoltre una sottile sfumatura di "amore proibito" che, devo dire, ha reso la lettura più intrigante di quanto non fosse già.
Il messaggio più forte ed impattante è quello della famiglia. La forza che tiene uniti tre fratelli dopo una grande perdita; l'amore che li porta a pendersi cura gli uni degli altri; e la speranza, che li porterà a non sciogliere mai quel legame, profondo ed emotivo, che li unisce.

Inventa un nuovo titolo

Penso che il titolo sia proprio azzeccato poiché è inerente sia con la storia principale, e cioè quella dei fratelli Cate e Mat, sia con la fiaba, raccontata da Cate nel corso di tutto il libro, appunto "Sorellina e Fratellino”.

La frase che ti è piaciuta di più

Anche se non vivremo insieme fino alla morte, mi prometti che ci sarai lo stesso?
[ ...]
Mi prometti che io te e Billo saremo lo stesso una specie di famiglia anche se vivere in posti diversi?

La musica che metteresti come colonna sonora

Cecilia Krull - Agnus Dei

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Famiglia è il posto in cui l'amore non finisce mai, non importa la distanza.


ll tema centrale di questo libro, secondo me, è il “CAMBIAMENTO”.
I protagonisti, infatti, devono maturare e passare dall'infanzia o adolescenza al mondo degli adulti. Devono confrontarsi con le proprie paure e insicurezze per saper assumersi le proprie responsabilità ed essere maturi per vivere una vita senza dipendere dagli altri.
Già dall’adolescenza questo passaggio si avverte: bisogna far fronte ai propri limiti e farli maturare per renderli dei punti di forza; bisogna costruirsi un bagaglio di esperienze per farsi le cosiddette “ossa dure”; bisogna saper andare oltre e non fermarsi all'evidenza, alla banalità.
Sicuramente avere un genitore, o una persona su cui poter contare è più facile perché si possono chiedere consigli, ma soprattutto si ha un riscontro immediato di quello che si sta facendo. Se le cose vanno bene loro sono lì ad incoraggiarti, mentre se stai sbagliando ti aiutano a cambiare strada e rimetterti su quella giusta.
Un romanzo breve, che mette in scena due adolescenti di fronte alla morte della madre.
Sebbene sia un testo facile da leggere, perché scritto con un linguaggio altrettanto semplice e basilare, l’autrice è riuscita a trasmettere grandi emozioni.
PAURA. SUSPANCE. FELICITÀ. CURIOSITÀ. ANGOSCIA…
È un libro che ho letto tutto d'un fiato poiché la storia era molto intrigante e mi suscitava curiosità.

Inventa un nuovo titolo

"Insieme per sempre"

La frase che ti è piaciuta di più

"Anche se non vivremo insieme fino alla morte, mi prometti che ci sarai lo stesso?"

La musica che metteresti come colonna sonora

"Hey Brother" di Avincii

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina rispecchia pienamente l'unione fraterna. Seppur molto semplice riesce ad infondere curiosità.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro all'insegna del legame e dell'amore fraterno, tra paura e suspance.


Sono stata attratta da questo libro semplicemente dal titolo... letta la trama ho pensato che fosse il libro adatto a me e che rispecchiasse i miei gusti. Si sa che inizialmente i libri sono un po’ noiosi , solo se si arriva a un certo punto ti prendono del tutto. Questo libro invece non mi ha fatto questo effetto perchè l'ho trovato monotono poco avvincente. Speravo mi avrebbe sorpreso e invece non è stato così. È comunque un libro scorrevole che non richiede un grande impegno di comprensione e si legge facilmente.

Inventa un nuovo titolo

Tutto in una notte

La frase che ti è piaciuta di più

“ E vivremo tutti insieme felici e contenti , come fratelli e sorelle “

La musica che metteresti come colonna sonora

Twisted games

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina non rappresenta a pieno la storia che il libro racconta... il fratello piccolo è solo uno, non due !!

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Il libro Brother and sister è stato premiato con l’oscar nel 2012 per la capacità e il modo di scrivere semplice e diretto.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Mi piace il suo modo di scrivere e il modo in cui si esprime. Spero di trovare un altro suo libro che possa sorprendermi


La storia è molto avvincente, però sono presenti mancanze di punteggiatura che spesso tendono a confondere chi parla nella storia.

Inventa un nuovo titolo

Una notte piena

La frase che ti è piaciuta di più

\

La musica che metteresti come colonna sonora

Memories maroon5

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

L’amore nascosto tra fratelli


Questo libro mi è piaciuto molto, l'inizio meno perché era un po' lento e con poca suspense mentre verso la fine è iniziato a piacermi molto di più: è iniziata ad essere più angosciante, soprattutto l'incontro con Umpa. Oltretutto i protagonisti sono ragazzi della mia età quindi è stato facile impersonarsi, e così facendo è come se avessi vissuto la storia in prima persona.

Inventa un nuovo titolo

Come titolo darei "L'ultima notte" perché è effettivamente l'ultima notte che sono sicuri di passare insieme.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è "Anche se non vivremo insieme fino alla morte, mi prometti che ci sarai lo stesso?" perché Matt si accorge che probabilmente lui e Cate verranno divisi, ma nonostante questo lui le vuole bene e spera di non perderla nonostante la loro distanza.

La musica che metteresti come colonna sonora

Come colonna sonora metterei "It's OK" di Tom Rosenthal perché è una canzone cupa e rispecchia il romanzo.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina non mi piace molto perché non rispecchia totalmente il romanzo, non lo rende cupo e misterioso come invece è. Avrei scelto qualcosa di più scuro ma l'idea delle tre figure non ben definite mi è piaciuta molto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un romanzo breve ma intenso che ti terrà sempre sulle spine.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Se potessi mandare un messaggio all'autrice sarebbe:
"Cara Simona Vinci,
il libro mi è piaciuto molto, mi sono subito impersonata nei due adolescenti perché lo stile in cui lo ha scritto è molto coinvolgente. Avrei preferito un finale nel quale si fosse scritto cosa sarebbe successo dopo ai tre fratelli e a Umpa.
Sono felice di aver letto il suo libro perché è stata un'esperienza bellissima".


Questo romanzo mi è piaciuto perché i protagonisti sono ragazzini, quindi mi sono potuta impersonare facilmente, e le descrizioni dei luoghi e del tempo sono talmente realistiche che mi sono sentita totalmente immersa nel libro, come se avessi visto tutta la storia con i miei occhi.

Inventa un nuovo titolo

Un nuovo titolo che darei a questo libro è “La notte decisiva”, perché la notte in cui si svolge l'intero racconto determinerà il futuro dei protagonisti, cioè se verranno adottati da famiglie diverse oppure se riusciranno a rimanere insieme.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è “Salgono ancora e sotto i loro passi il sentiero si rivela più ripido di quello che pensavano, mentre la strada che avevano creduto in discesa ritorna a farsi piana, oppure si trasforma in un fosso o torna di nuovo a distendersi davanti a loro ”. Mi è piaciuta molto perché sembra una metafora usata dall'autrice per rappresentare la situazione famigliare dei tre fratelli: dopo la morte del padre le cose si complicano, la madre diventa molto triste e, in seguito, muore. I ragazzi avrebbero potuto pensare che le cose non sarebbero potute peggiorare dopo la prima perdita, ma realizzano che la strada difficilmente sarà in discesa.

La musica che metteresti come colonna sonora

Come colonna sonora metterei una musica malinconica e nostalgica, visto che la nostalgia e la malinconia sono, per me, le emozioni principali che hanno provato i protagonisti mentre ricordavano parte della loro vita prima della morte dei genitori.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Se potessi mandare un messaggio all'editore, scriverei questo: “Trovo la scelta della copertina molto adatta: lo sfondo completamente bianco e l'inquadratura non frontale dei personaggi suscitano curiosità al lettore e gli suggeriscono un'atmosfera particolare, quasi indefinita.”

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Tre fratelli e l'ultima notte che sono sicuri di passare assieme. Un libro che, una volta finito, ti mancherà.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il messaggio che manderei all'autrice è “La ringrazio di aver scritto questo libro, poiché l'argomento principale della storia, cioè la perdita di un genitore, mi ha fatto riflettere: ho realizzato quanto io sia fortunata. Spero di poter leggere altri suoi libri.”


Inizialmente quando ho cominciato a leggere questo libro mi è sembrato molto noioso perché essendo un libro principalmente descrittivo aveva un ritmo molto lento e nella prima parte non è presente nessun tipo di colpo di scena. Verso la fine invece mi è piaciuto molto perché accadono diversi imprevisti e c'è molta suspense, che mi ha lasciato una sensazione di angoscia e tensione. Il finale invece mi ha lasciato un po' perplessa perché non specifica cosa succede ai tre fratelli quella notte e cosa gli succederà il giorno seguente. Nel complesso questo libro anche se non mi ha appassionata granchè mi è piaciuto, soprattutto perché racconta e fa ben capire quanto sia forte il legame che c'è fra i tre fratelli e come unendo le loro forze riescano anche a superare i grandi ostacoli della vita.

Inventa un nuovo titolo

Noi nonostante tutto.

La frase che ti è piaciuta di più

'Mi prometti che io te e Billo saremo lo stesso una specie di famiglia anche se vivremo in posti diversi?' 'Te lo prometto'.

La musica che metteresti come colonna sonora

'Dalla tua parte' di Alessandra Amoroso.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Secondo me la copertina rispecchia precisamente l'unione che poi viene raccontata nelle pagine del libro. Perché osservandola bene sembra che una luce stia pian piano avvolgendo le tre sagome raffigurate, che però nonostante questo continuano a tenersi la mano.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

'E pensare che noi non avevamo idea di cosa ci sarebbe accaduto.'


Questo libro mi è piaciuto tantissimo. È un racconto che fa riflettere sull’importa della famiglia. Consiglio vivamente questo libro a tutti, perché racconta di tematiche che attualmente sono presenti in diverse parti del mondo in alcune famiglie. Mi è piaciuto molto il rapporto tra i fratelli che nonostante le difficoltà si è tenuto costante.

Inventa un nuovo titolo

Little family

La frase che ti è piaciuta di più

“Eccola. Sua sorella che corre verso di lui, le braccia strette attorno al corpo, sottile e piccola come una bambina”.

La musica che metteresti come colonna sonora

A te di Jovanotti

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto carina.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“Un racconto di una piccola famiglia”


Quando ho iniziato a leggerlo, il libro “brother and sister” mi è sembrato molto noioso.
Quando ho iniziato a leggerlo invece mi è piaciuto molto, perché fa capire quanto sia forte il legame fra fratello e sorella, e che, nonostante i protagonisti non abbiano più una figura genitoriale da seguire, siano comunque rimasti assieme.
L’unica cosa che mi ha lasciata un po’ perplessa è il finale, perché non si viene a sapere cosa accade dopo l’ultima notte che i 3 fratelli stanno assieme.

Inventa un nuovo titolo

L’ultima notte

La frase che ti è piaciuta di più

“Anche se non vivremo assieme fino alla morte, mi prometti che ci sarai lo stesso?

La musica che metteresti come colonna sonora

“Dalla tua parte” di Alessandra Amoroso

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto semplice ma azzeccata, però mi immaginavo i due fratelli della stessa età della stessa “grandezza”

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Brother and sister é un libro che fa capire quando sono importanti i legami tra fratelli.