Erebos

Ursula Poznanski
Armenia, 2011
Mistero Avventura Distopia Complotto Fantasy Azione
«Questo è Erebos. Chi sei tu?” Nick non rifletté a lungo. Avrebbe scelto lo stesso nome che aveva già utilizzato in altri videogiochi. “Io sono Gargoyle.” “Dimmi il tuo nome.” “Gargoyle!” “Il tuo vero nome»
Erebos è il nome di un misterioso videogioco che alcuni ragazzi si passano a scuola. Le sue regole sono precise: nessun “non-giocatore” deve esserne a conoscenza, nessuno deve sapere i nomi dei giocatori e nemmeno i loro rispettivi nickname e si ha solo una possibilità per giocarci. Un giorno anche il sedicenne Nick ne riceve una copia e scopre il suo mondo, fantasy e medioevale, in cui vivono elfi, nani e vampiri. Erebos produce nel ragazzo una forte dipendenza, così forte che comincia a ignorare il sonno, la scuola, i genitori e perfino la ragazza di cui è innamorato. Il gioco si impossessa della vita dei ragazzi, che ormai non riconoscono più la differenza tra mondo reale e virtuale. Giocando Nick si accorge che Erebos conosce tutte le sue informazioni personali, anche le più intime e segrete e che per avanzare di livello e continuare a giocare il gioco assegna delle mansioni da svolgere nel mondo reale. All'inizio le mansioni non sembrano complicate, ma poi il gioco chiede a Nick di uccidere il suo professore di inglese… Cosa farà Nick? Continuerà a giocare? Intanto tutto è avvolto nelle tenebre del gioco e cominciano ad accadere fatti inspiegabili, la realtà sembra dissolversi… «Questo è Erebos. Chi sei tu?»

Qualcosa sull'autore

Ursula Poznanski lavora come montatrice per una casa editrice medica. Dopo la nascita del figlio, nel 2000 comincia a scrivere per bambini. Nel 2011 proprio con Erebos riceve il premio tedesco di letteratura giovanile. Ama molto condividere le sue idee nei suoi romanzi e risponde volentieri alle domande poste dai lettori sulla sua pagina Facebook. Ora l’autrice vive con la sua famiglia nel sud di Vienna.

Rilanci

P. Baccalario, La confraternita, Einaudi, 2017 D. Eggers, Il Cerchio, Mondadori, 2014 K. Brooks, iBoy, Piemme, 2017 K. Brooks, L’estate del coniglio nero, Piemme, 2016

Perché lo consigli

Erebos non solo porta il lettore nel mondo fantasy, ma lo fa riflettere su una tematica molto attuale e riguardante soprattutto noi giovani, quella dei videogiochi. L’autrice propone una distopia in cui è il videogioco stesso che controlla la vita reale dei ragazzi e li porta a fare cose impensabili. Il libro è coinvolgente e avvolto nel mistero, nelle tenebre; non a caso Erebos è il nome del dio greco dell’oscurità. Davide Di Leo, 1EM, Liceo Rosmini di Rovereto