2017 - 2018

Xanadu

2017 - 2018

The Outsiders

Susan Eloise Hinton

Rizzoli, 2017


Quando sei un ragazzo, tutto è nuovo, è l’alba. È solo quando ti sei abituato a tutto che fa giorno. Come la storia che ti piacciono i tramonti, Pony. Ecco l’oro. Resta così, è un bel modo di essere.

I Socials e i Greasers sono due gang di ragazzi che si contendono i quartieri di una piccola città americana. Sono sempre in guerra, una guerra basata su divisioni sociali e di classe, che diventano anche differenze di pensiero; due mondi divisi dalla ricchezza, due categorie distinte che non comunicano se non con coltelli e cazzotti.

Da una parte i Socials, familiarmente detti "Socs": pieni di soldi, con belle macchine e strepitose ragazze, a cui tutto sembra essere consentito e che non hanno problemi apparenti in famiglia e a scuola. Dall'altra parte i Greaser: la gente dei sobborghi, perennemente costretta ad affrontare la vita facendo affidamento soltanto sulle proprie forze. La voce narrante è Ponyboy, un Greaser, ragazzo di quattordici anni pieno di allegria e con una grande passione per i libri e i film. La sua vita è scandita da un rapporto conflittuale con il fratello maggiore Darry, da pomeriggi con la banda passati a sfottersi a vicenda ridendo di ogni cosa  e dalle costanti battaglie con i ragazzi “perbene”. È proprio durante uno dei tanti scontri che il suo migliore amico, Johnny, si spinge oltre uccidendo per errore un giovane. In fuga dalla polizia, Ponyboy e l’amico, trovano rifugio in una vecchia chiesa diroccata e lì vivono giorni intensi sopravvivendo solo con le loro forze, tutto sembra un idillio fino a quando un terribile incendio sconvolge le loro vite.

Durante tutte la narrazione, inevitabilmente, ci si perde completamente all’interno di quella è la vita quotidiana di questi sei ragazzi.

Inventa un nuovo titolo

Non siamo poi così diversi

La frase che ti è piaciuta di più

“E quando le pistole sputarono fuoco nella notte, capii che era proprio questo che Dally voleva.”

La musica che metteresti come colonna sonora

Let her go

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Nonostante tutto non siamo poi così diversi


Mi è piaciuto molto questo libro perché parla di cose che succedono ancora al giorno d'oggi, narrate dal punto di vista di una persona che vive quel clima ogni giorno, e che non verrebbe molto ascoltata nella nostra realtà.

Inventa un nuovo titolo

Gli esclusi

La frase che ti è piaciuta di più

“Rimani d'oro Ponyboy, rimani d’oro”

La musica che metteresti come colonna sonora

Come colonna sonora sceglierei musica rap, stile Kendrick Lamar

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

credo che la copertina sia molto adatta, è forte e fa ben capire l'atmosfera della storia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

intenso, forte, non ti fa staccare dalle pagine


Un romanzo molto avvincente, che tratta di argomenti purtroppo attuali e avvenimenti quotidiani. "The Outsider "mi è piaciuto molto: è scorrevole e chiaro, con un linguaggio facile da capire, senza parole troppo ricercate. Mi ha colpito molto lo sviluppo della storia, imprevedibile e ricca di colpi di scena, durante la quale le vicende raccontate diventano sempre più emozionanti.
Personalmente mi è piaciuta la trama perché era difficile annoiarsi e perdere la concentrazione; ciò che l'autrice vuole esprimere è chiaro, questo perchè Hilton ha scritto il libro quando aveva solo 16 anni e perciò è riuscita ad entrare nei personaggi, con un'anima vera.
E' un romanzo che ti entra dentro duro, come può esserlo la vita, in cui la speranza, la solidarietà, l'affetto si scontrano con la violenza, la gelosia, l'incomprensione. E' un libro che ti arriva dritto al cuore e che ti fa vibrare l'anima.
C'’è bellezza, nonostante tutto. E affetto, famiglia, in qualsiasi modo la si voglia intendere: gli amici che sono come fratelli, dove anche il più indurito di loro conserva un briciolo di umanità, Sodapop e Darry che sono tutto ciò che rimane della loro famiglia e lottano per non permettere agli assistenti sociali di separarli. Ponyboy da voce ed anima a quel gruppo di sbandati e ribelli, ne racconta l'umanità e la sofferenza.
Ponyboy vive ogni cosa con intensità disarmante, osserva, si interroga, sbaglia e si dispera, come tutti, come ogni adolescente della sua età, sia della società povera che ricca.
Il tema della società divisa mi piace molto, in tutte le sue sfaccettature e diversità e perciò ho aprrezzato il romanzo anche per questo.

Inventa un nuovo titolo

lotta alla società moderna

La frase che ti è piaciuta di più

"Cerchiamo di non sporcarci le mani"
"Sarà difficile, visto tutto il grasso che hanno addosso"

La musica che metteresti come colonna sonora

Rocco Hunt feat. TNS - Futuro

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che l'immagine di copertina descriva a pieno ciò che il lettore troverà all'interno della narrazione: un coltellino, che rappresenta la parte povera della società, i vandali, i piccoli teppisti; il pettine rappresenta invece la parte ricca, con la cura per l'aspetto fisico; questo pettineè insanguinato perchè la società ricca è intrisa di sangue, corruzione e odio per i poveri e i meno fortunati.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"The Outsiders" è un libro che parla dello scontro fra la parte povera e violenta e la parte ricca e arrogante della società. Beh, cosa fai? Non lo vaii subito a leggere?!


Penso che la storia sia fantastica. Mi è piaciuta molto l'idea di trattare argomenti come la divisione delle classi sociali negli anni 60, a differenza di molti libri o documentari che parlano della divisione delle classi sociali di oggi. Ritengo che sia un libro più che perfetto, sopratutto per gli adolescenti: è un libro scorrevole, pur parlando di temi non semplici, non è troppo lungo e ti fa immedesimare facilmente nel modo di pensare e di guardare il mondo in quei anni.

Inventa un nuovo titolo

Le due gang della 56 strada.

La frase che ti è piaciuta di più

"Avevo quasi deciso che mi ero sognato il mondo di fuori e che non c'era niente di reale se non i panini con la bologna e la Guerra Civile e l,a vecchia chiesa e la nebbia nella valle".

La musica che metteresti come colonna sonora

La musica tipica degli anni 60, sopratutto i grandi classici.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Dalla copertina non si capisce granché, a parte dal titolo. Io avrei messo come sfondo la strada di cui tratta il libro con due gruppi di ragazzi: uno gruppo con vestiti di lusso e belle macchine, o comunque qualcosa che porta l'idea della ricchezza; l'altro gruppo con vestiti sporchi, con un brutto aspetto che sottolinea la loro povertà.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"In fondo siamo tutti uguali".


Il romanzo ‘The Outsiders’ dell’autrice statunitense Susan Eloise Hilton è stato quello più coinvolgente tra quelli che ho letto per il progetto Xanadu. In primo luogo mi ha molto colpita la scelta dell’autrice di scrivere il proprio nome utilizzando solo le iniziali. Ho scoperto dalle note biografiche sull’autrice che prese questa decisione per far pensare di essere un uomo e in questo modo avere più possibilità di riscuotere successo con il proprio romanzo. Pensare che una giovane donna abbia inventato una vicenda che ha come protagonisti solo personaggi uomini è straordinario. Mi chiedo come abbia fatto a immedesimarsi. In secondo luogo ho molto apprezzato il modo in cui il romanzo è scritto: è chiaro, scorrevole, i termini sono quotidiani spesso gergali, dal momento che i protagonisti sono gli abitanti di un quartiere malfamato e povero. Il linguaggio utilizzato dall’autrice, mi ha aiutata ad entrare nella vicenda ancora di più. Inoltre la narrazione è in prima persona, la voce narrante è il protagonista, il giovane Ponyboy, e questo rende più facile l’immedesimazione e la partecipazione alle vicende che lo riguardano. È un romanzo ricco di suspense, portatore di emozioni forti e di concetti universali. Tratta temi quali l’amicizia, la ricchezza e la povertà, la cultura. Essi sono strettamente connessi tra loro: nelle vicende si intrecciano amicizie tra ragazzi delle stesse bande, ma la parte centrale della storia si sviluppa sulle amicizie tra persone appartenenti a bande differenti. In seguito si scoprono le conseguenze che queste amicizie portano. Talvolta sono positive e le persone coinvolte scoprono una affinità tra loro, scoprono che l’appartenenza a classi sociali differenti non le rende estranee nel gusti, nei valori e nel modo di essere. Altre volte invece le conseguenze di amicizie tra persone di gruppi rivali possono causare conflitti, scontri e, come avviene nel romanzo, risse. Infine l’aspetto che più mi ha fatto riflettere, durante la lettura del romanzo, è stata l’evoluzione del protagonista in seguito alle esperienze che ha vissuto e alle delusioni che ha incontrato.
Egli diventa forte, torna ad essere felice, nonostante per la sua giovane età abbia sofferto già molto a causa della morte sei genitori e la successiva perdita di altre persone per lui molto importanti. Non posso però svelare chi sono perché rovinerei, a chi desidera leggerlo, la sorpresa. Pertanto mi limiterò a consigliare vivamente la lettura del romanzo ‘The outsiders’ in quanto profondo e appassionante. A mio avviso, è un libro che ogni ragazzo di oggi dovrebbe conoscere perché aiuta a capire quanto di positivo abbiamo nelle nostra quotidianità è che spesso diamo per scontate. Mentre studiare, praticare attività sportiva, vivere una vita serena sono possibilità importanti, da non sottovalutare.

Inventa un nuovo titolo

'Amicizie sbagliate'

La frase che ti è piaciuta di più

Le frasi che mi sono piaciute sono numerose e per spiegare meglio alcune parti del commento ne riporto alcune:
"È come i topi nella ruota. andiamo e andiamo e andiamo, e non ci chiediamo mai dove. Lo sai cosa vuol dire avere più di quello che vuoi? E non puoi desiderare nient'altro e poi cominci a cercare qualcos'altro da desiderare? siamo sempre in cerca di qualcosa che ci faccia contenti, e non lo troviamo mai. Forse se perdessimo il nostro distacco ci riusciremmo."
"È per questo che siamo lontani. Non sono i soldi, è il sentimento: voi non sentite niente e noi sentiamo troppo forte." "Non ho mai notato i colori e le nuvole e il resto finché non me li hai fatti notare tu. È come se prima non ci fossero mai stati."

La musica che metteresti come colonna sonora

Sceglierei 'Stand by me' di Ben E. King, nonostante sia spesso associata all'omonimo.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

All'inizio è di difficile comprensione, una volta letto il romanzo invece rispecchia il riassunto grafico della trama.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Alla scoperta di un mondo di bande, nemici, amici, fratelli.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Ammiro molto l'autrice per l'audacia e il coraggio che ha dimostrando pubblicando un romanzo come questo, nel contesto storico in cui si trovava. Immagino sia una donna molto determinata.


Il libro "The outsiders" è un libro che consiglio a tutti quelli che piacciono le storie moderne e intriganti. Il libro mi è piaciuto molto sia perché è una storia molto scorrevole nella lettura e sia perché non è un libro pesante.

Inventa un nuovo titolo

Greasers e socials, due bande rivali

La frase che ti è piaciuta di più

"Niente che sia d'oro resta'

La musica che metteresti come colonna sonora

Percussioni

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è carina ma non mi ha particolarmente ispirato

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

The outsiders, due bande

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il suo libro mi è piaciuto molto , anche se mi è dispiaciuto quando.....


Una storia unica ed affascinante, ricca di sorprese e colpi di scena, che portano il lettore a non distogliere mai l'attenzione dalla lettura. Storia di due fratelli che alla morte dei genitori si ritrovano ad affrontare la vita da soli in un quartiere dove lotte e conflitti tra gang sono all'ordine del giorno. E' proprio in uno di questi scontri che il protagonista per sbaglio ferisce mortalmente un "greaser". Da qui in poi avvenimenti tristi e raccapriccianti che si concludono in un finale intenso e emozionante, lasciando spazio solo a un pizzico di malinconia

Inventa un nuovo titolo

Greaser gang

La frase che ti è piaciuta di più

Rimani d'oro Ponyboy.

La musica che metteresti come colonna sonora

Alone. Paul Walker

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina esprime perfettamente il senso del libro e il contenuto della storia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ho scelto il male perchè il bene era banale

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

vorrei solo complimentarmi per questo magnifico libro, romanzo che ,per antonomasia, si piazza tra le prime posizioni dei romanzi per ragazzi.


The Outsiders è un romanzo da leggere tutto d'un fiato, molto crudo e diretto.

Riguardo al linguaggio utilizzato ho trovato sia dei lati positivi che negativi: è molto semplice e ciò permette di immedesimarsi al meglio nei personaggi, inoltre, essendo chiaro e diretto si adatta di più ai luoghi del libro, ovvero la strada. Tuttavia, talvolta, risulta essere quasi troppo infantile, tanto da banalizzare la storia.

La trama è molto coinvolgente e, più si va avanti, più la lettura è piena di suspense e sorprese.
Credo che ognuno di noi possa ritrovarsi nella storia del protagonista Ponyboy: un giovane adolescente che sta diventando adulto e, anche a causa del contesto in cui vive, è costretto a prendere molte decisioni e a vivere situazioni troppo grandi per la sua giovane età.
Egli appartiene infatti al ceto più povero della sua città ed ogni giorno è costretto a vivere in un mondo di odi ed etichette e ad affrontare scontri, risse e spargimenti di sangue. L'autrice però ci fa capire che bisogna uscire da questi schemi e che lo stato sociale d'appartenenza non determina il valore di una persona anche se, purtroppo, spesso, ne decide il destino.
Secondo me, nonostante i fatti riguardino un'epoca passata, questa è una storia contemporanea perché tutt'ora le persone si lasciano influenzare dai pregiudizi.
A parer mio, inoltre, questo questo romanzo è un tributo al valore dell'amicizia e della fratellanza: i Greaser, disprezzati da tutti, sono una vera e propria famiglia i cui componenti, benché diversi tra loro, non esitano ad aiutarsi in qualunque situazione, per quanto terribile possa essere.

Inventa un nuovo titolo

.

La frase che ti è piaciuta di più

.

La musica che metteresti come colonna sonora

.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

.


Molto spesso ci si sofferma solo sulla trama e sulla sua flessibilità, cosa che determina la bravura di uno scrittore, a volte però questo ci distoglie da ciò che rende un libro unico. Questo libro ne è un palese esempio, nonostante la trama sia assai invitante, esso infatti ci dovrebbe far soffermare su un argomento tanto attuale quanto diffuso. Sebbene sia ambientato negli anni 60 ha un grande senso di attualità, difatti ci fa soffermare sulle grandi disparità tra ricchi e poveri e sulle faide che spesso si creano tra questi. Questa sua attualità ci invoglia a leggerlo e ad entrare al interno della storia provando le stesse sensazioni dei protagonisti.

Inventa un nuovo titolo

Il titolo mi sembra più che azzeccato perché esprime a pieno la natura dei ragazzi

La frase che ti è piaciuta di più

Farei fatica a trovarne solo una

La musica che metteresti come colonna sonora

Qualcosa di movimentato seguito da canzoni tristi

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Schierati e preparati alle conseguenze


Un romanzo molto bello che tratta di argomenti attuali e avvenimenti quotidiani. "The Outsider"mi è piaciuto molto: è scorrevole e chiaro, con un linguaggio facile da capire. Mi ha colpito molto lo sviluppo della storia, imprevedibile e ricca di colpi di scena.
Mi sono immedesimato molto spesso nel protagonista, Ponyboy, e mi è piaciuto molto come i personaggi del romanzo non si arrendono mai, anche quando la situazione è disperata.

Inventa un nuovo titolo

GREASER

La frase che ti è piaciuta di più

<<Siamo lontani e non sono i soldi, è il sentimento: voi non sentite niente e noi sentiamo troppo forte>>

La musica che metteresti come colonna sonora

Stolen Dance - Milky Chanche

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

secondo me la copertina è molto bella e interessante, inizialmente quando la guardi per la prima volta sembra qualcosa di insignificante ma solo quando si legge il libro si capisce il significato di questa copertina. è una copertina che ha colori adeguati che rappresentano la storia: il nero che sta a rappresentare la tristezza e il rosso del sangue.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Siamo lontani e non sono i soldi, è il sentimento: voi non sentite niente e noi sentiamo troppo forte

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Vorrei complimentarmi con l'autrice Susan E. Hinton per aver scritto un libro così bello riuscendo a rappresentare il mondo adolescenziale così concretamente. E' riuscita a catturare la mia attenzione e devo dire che è veramente un' ottima scrittrice!


Una divisione sociale, i Greiser ( i poveri) e i Socs ( i più ricchi); il quattordicenne Ponyboy, orfano e che vive con i due fratelli maggiori; un omicidio e un terrificante incendio; tutto ciò ambientato negli anni 60' in America. La storia è drammatica e spesso violenta , e viene descritta in modo molto realistico e diretto, permettendo al lettore di immedesimarsi nei personaggi. L'aspetto che mi ha colpito di più è il tema che viene trattato, una divisione sociale che porta a terribili conseguenze e che si sta presentando molto anche in questi tempi con il termine "bullismo".

Inventa un nuovo titolo

" Vita da Greaser".

La frase che ti è piaciuta di più

" Mi sembrava strano che il tramonto che vedeva dal suo patio e quello che vedevo io dai gradini di dietro fosse lo stesso. Forse i due mondi diversi in cui vivevamo non erano così diversi. Vedevamo lo stesso tramonto".
Una breve frase che rispecchia l'ideologia che il protagonista ha della propria classe sociale: si sente diverso, sottomesso e disprezzato da tutti, come se vivesse addirittura in un mondo diverso.

La musica che metteresti come colonna sonora

"Make me (Cry) " die Noah Cyrus.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Concordo con la scelta della copertina, è molto semplice, ma identifica perfettamente sia con i colori sia con l'immagine i contenuti del libro: violenza, atrocità e rivalità.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

" Anche nelle situazioni più terribili l'amicizia è una forza".

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Gentilissima Susan,
voglio esprimerle il mio parere riguardo il suo libro "the outsiders": nonostante non rispecchi il genere letterario che mi piace leggere, mi ha colpito molto non solo il modo in cui ha raccontato la storia, molto semplice e scorrevole, ma soprattutto l'argomento che ha trattato, che è riuscita benissimo ad adattare ad una lettura per ragazzi, e che trovo molto importante per il semplice fatto che le situazioni sociali presentate nel libro persistono ancora oggi.
I miei grandissimi complimenti!!
Emma


Un romanzo molto avvincente, che tratta di argomenti purtroppo attuali e avvenimenti quotidiani. "The Outsider"mi è piaciuto molto: è scorrevole e chiaro, con un linguaggio facile da capire, senza parole troppo ricercate. Mi ha colpito molto lo sviluppo della storia, imprevedibile e ricca di colpi di scena, durante la quale le vicende raccontate diventano sempe più emozionanti.
Mi sono immedesimato molto spesso nel protagonista, Ponyboy, e mi è piaciuto molto come i personaggi del romanzo non si arrendono mai, anche quando la situazione è disperata, grazie alla loro forza di volontà. Combattere è la cosa giusta da fare? A quale scopo? Hanno ragione i Greaser oppure i Soc (le due fazioni in lotta tra loro: i primi provenienti da quartieri più trascurati della città, i secondi, invece, troppo ricchi)?

Inventa un nuovo titolo

Il titolo che darei al romanzo è "Greaser", perchè esso racconta le vicende e gli innumerevoli problemi che un Greaser, appunto, deve affrontare.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mi è piaciuta di più è: "Rimani d'oro, Ponyboy, rimani d'oro", perchè ha un significato molto imprtante nel libro. Infatti, il protagonista non ama le risse come gli altri suoi compagni, e non vuole fare male alle altre persone inutilmente, e questo lo rende diverso dagli altri Greaser e dagli altri Soc. Ma crescendo in un mondo di violenza, le cose cominciano a farsi sempre più difficili: lui non deve cambiare e incattivirsi, come i suoi compagni, ma deve rimanere, appunto, d'oro, cioè senza cattiveria nè aggressività

La musica che metteresti come colonna sonora

La musica che metterei come colonna sonora è "My House" di Florida, perchè i compagni si aiutano a vicenda, anche mettendo la propria casa a disposizione degli altri

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina non sia completamente adatta. Infatti, il pettine non è un oggetto molto importante del romanzo, al contrario invece del coltello, che cui tutti loro hanno e per il quale il protagonista comincia ad avere dei problemi. Inoltre avrei aggiunto anche una sigaretta, poichè in ogni momenti di tensione, il fumo porta Ponyboy a calmarsi, aiutandolo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Greaser contro Soc: ne vale la pena?

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Cara S.E.Hinton,
ti ringrazio di avere scritto questo romanzo, mi ha catturato molto, e mi sono rivisto in alcuni aspetti nel protagonista, entrando a volte a far parte del racconto, cosa che ogni scrittore desidera: coinvolgere gli altri. Cercherò di leggere altri suoi romanzi.
Matteo


Il libro mi è piaciuto molto perchè la trama tratta di problemi ancora attuali, cosa che ha reso facile la lettura con scorrevolezza. é un tipo di libro facile che piace molto ai ragazzi ma allo stesso tempo strano dalle descrizioni dei personaggi, forse vecchio.
Un libro pieno di emozioni, contrasti, amicizie, curiosità come al giorno d'oggi.

Inventa un nuovo titolo

Io un altro titolo non darei perchè questo mi piace molto ed è curioso

La frase che ti è piaciuta di più

Non ho una frase che mi è piaciuta di piu ma mi ha colpito soprattutto la fine del libro

La musica che metteresti come colonna sonora

come colonna sonora metterei una canzone che man mano l'ascolti aumenta il volume e diventa sempre più pesante.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina della nuova copia non mi ha colpito più di tanto, è stato il titolo. Un'immagine come la vecchia copia riusciva a far capire sicuro meglio. Ma per me la copertita vale fino ad un certo punto, quello che conta è cosa ci sta dentro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ragazzi, bullismo, amicizia, risate, gang questo è quello che viene raccontato nel libro

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Devo dire che in se mi è piaciuto molto perchè scritto anche realisticamente ma la fine mi ha lasciata davvero sorpresa.
Lo consiglio a tutti perchè è una storia che in qualche modo ti convolge.


In un primo momento la scrittura è sgradevole, sgrammatica, da quasi fastidio, ma una volta entrati nella storia quello diventa uno dei suoi punti più forti. Permette di ambientarti meglio nel contesto sociale nel quale è ambientata la storia. Una società molto lontana dalla nostra ma che sentita comunque vicina grazie appunto ad una giusta scelta lessicale.
La storia di Pony deve essere spunto di riflessione. Si vede infatti un'evoluzione del personaggio, in un primo momento infatti era oppresso dal contesto sociale: sembrare un piccolo criminale senza sentimenti. Ma con il susseguirsi degli eventi riesce a tirare fuori la sua brillante personalità.
Mi è piaciuto molto l'evolversi della storia che all'inizio sembrava senza un trama precisa e verso la fine è stata riempita con dettagli importanti, che collegavano tutto. In più tocca profondamente temi come fratellanza e altruismo, che in un contesto del genere sono spesso messi da parte.

Inventa un nuovo titolo

I ragazzi d'oro

La frase che ti è piaciuta di più

"Quella poesia, quel tipo che l'aveva scritta, voleva dire che sei d'oro quando sei un ragazzo, che sei come verde. Quando sei un ragazzo, tutto è nuovo, è l'alba. E' solo quando ti sei abituato a tutto che fa giorno."

La musica che metteresti come colonna sonora

.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

.


Il libro mi è piaciuto molto perché la trama è molto avvincente e tratta di problemi ancora attuali, cosa che ha reso facile la lettura del romanzo. Quando leggo un libro trovo importante che parli di argomenti pertinenti e non banali e che nella storia venga evidenziato il valore che questi hanno per lo sviluppo dei personaggi. Questo romanzo parla dell’importanza della famiglia e degli amici, dell’ingiustizia della vita, di privilegi e pregiudizi basati sulla provenienza, soldi o famiglia/ gang. Tutti questi temi vengono rilevati durante la storia sconvolta e violenta di Ponyboy.

Inventa un nuovo titolo

Rimani d’oro

La frase che ti è piaciuta di più

“Qualcuno dovrebbe dire la sua versione della storia, e forse la gente capirebbe e non sarebbe così veloce nel giudicare un ragazzo dalla quantità di olio per capelli che indossava.”

Questa frase è la mia preferita perché parla di pregiudizi, degli errori che i ragazzi fanno e del fatto che ci sono sempre motivi per cui li fanno. È sempre importante ascoltare e considerare tutti gli aspetti di una storia prima di giudicare una situazione o una persona.

La musica che metteresti come colonna sonora

Water - Jack Garratt

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina sia adatta al libro perché il pettine rappresenta i Greasers, il manico di un coltello a cui è attaccato e il sangue rappresentano la violenza.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un romanzo sulla solidarietà, amici, famiglia e violenza delle gang negli anni 60

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Gentile Susan E. Hinton,
questo libro mi piace davvero tanto perché, anche se è stato scritto 51 anni fa, parla di problemi e temi ancora molto attuali. Mi ha colpito anche l’età che aveva quando ha scritto questo romanzo, evidentemente il talento non ha età.


Non posso negare che questo libro mi ha fatto riflettere molto: nonostante sia stato scritto cinquant’anni fa, certe scene, certe emozioni che si trovano in questo romanzo, si possono incontrare tutt’ora. Credo, infatti, l’intento della Hinton fosse stato proprio quello di raccontare una realtà che è lontana da molti di noi ed esiste, e forse, purtroppo, esisterà sempre. La guerra tra bande di giovani ragazzi che vivono per strada, chi per l’uno chi per l’altro motivo; ragazzi tra i 14 e i 20 anni che si ritrovano a dover vivere e comportarsi come adulti, questi ed altri sono messaggi che la scrittrice voleva far trasparire dalla sua storia e che sono riuscita a capire molto bene. Quello, però, che più sono riuscita a cogliere è il concetto “l’apparenza inganna”, molto velato durante l'intera storia, cioè che quello che loro vedono nell'altro gruppo e quello che la gente vede di loro in realtà non è così, tutti nascondono la verità e si scoprirà durante la storia.
Mi è piaciuto molto il fatto che sia scritto con un linguaggio gergale, il loro modo di parlare, perché sono riuscita ad entrare perfettamente nella storia, nel personaggio, ritrovandomi a provare le emozioni che il protagonista provava, mentre leggevo.

Inventa un nuovo titolo

La gang della brillantina

La frase che ti è piaciuta di più

"Sedici anni sulla strada e si imparano un sacco di cose. Ma tutte le cose sbagliate, non quelle che vorresti imparare. Sedici anni sulla strada, e si vedono un sacco di cose. Ma non quelle che vorresti vedere.
Johnny chiuse gli occhi e restò tranquillo un momento. Anni di vita nell'East Side ti insegnano a controllarti. Se non sai controllarti, esplodi. Devi imparare."

La musica che metteresti come colonna sonora

Shut up - Simple Plan

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

È molto rappresentativa dell'essenza del gruppo e della scena.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Ritrovarsi a dover affrontare situazioni oltre la propria portata. Un turbine di emozioni in un solo romanzo


In questo libro vengono contrapposte due differenti realtà: i Soc (ricchi) e i Greaser (poveri).
I Soc che non devono lavorare per vivere non sanno cosa fare tutto il giorno così girano nei quartieri più malfamati in cerca di greaser da picchiare e insultare. Per buona parte della storia i protagonisti (una banda di greaser) preprano una rissa finale contro i Soc che se vint dai protagonisti metterebbe fine lle scorribande sei soc.
un libro mediorce, nulla di eccezionale.

Inventa un nuovo titolo

le gang della strada

La frase che ti è piaciuta di più

Siamo lontani e non sono i soldi, è il sentimento: voi non sentite niente e noi sentiamo troppo forte

La musica che metteresti come colonna sonora

Believer- Imagine Dragons

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

bella ma credo sia leggermete riduttiva, meglio la vecchia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

<<Siamo lontani e non sono i soldi, è il sentimento: voi non sentite niente e noi sentiamo troppo forte>>


Questo libro è molto interessante, anche perché fa un confronto tra i vari strati sociali e ci fa rendere conto che siamo tutti uguali.
La storia è coinvolgente e scorrevole però consiglierei questo libro solo a chi si interessa di questo genere. Personalmente mi è piaciuta la trama perché era difficile annoiarsi e perdere la concentrazione.
In fine vorrei dire che questo libro è da leggere anche perché si capisce che non è sempre una cosa positiva avere ciò che è bello.

Inventa un nuovo titolo

"Il modo di vivere è uguale."

La frase che ti è piaciuta di più

Centinaia di ragazzi che guardavano i tramonti e le stelle e desideravano qualcosa di meglio.

La musica che metteresti come colonna sonora

Profondo Rosso-Colonna Sonora

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Secondo me è una copertina adeguata e così si riesce a capire un po' meglio la trama.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Un libro per tutti."

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Vorrei ringraziare l'autrice, anche perché è una affascinante che lei abbia scritto questo libro ad appena quattordici anni.


Questo libro, i ragazzi della 56esima strada, è stato scritto da Susan Hinton quando aveva appena quattordici anni. Particolare non da poco per me, perché, dato che la scrittrice aveva praticamente l'età dei personaggi narrati, è riuscita a far immedisimare il lettore in essi con estrema facilità e realismo. Il testo è veloce e scorrevole. La storia, drammatica, non solo incute un senso di tristezza bensì risulta coinvolgente e appassionante. Presenta un filo logico molto preciso che porta chi legge a non distogliere l'attenzione dalla lettura, lasciando sempre un po' di suspence. Il racconto in sé è molto bello, ci fa riflettere sul fatto che siamo tutti uguali, indipendentemente da come ci si veste o come si appare, perché, per dirla con parole del libro, il tramonto lo si vede comunque tutti uguale.

Inventa un nuovo titolo

Il tramonto è uguale per tutti

La frase che ti è piaciuta di più

"Rimani d'oro Ponyboy, rimani d'oro", oppure "Quando sono uscito alla forte luce del sole dal buio del cinema, avevo solo due cose in mente: Paul Newman e un passaggio fino a casa..."

La musica che metteresti come colonna sonora

Musica thriller che crea suspence

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto significativa e ti aiuta a capire di che tipo di ragazzi si compone la storia.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

The Outsiders: un libro per veri duri!

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Voglio fare i complimenti all'autrice perché è incredibile pensare come una ragazza di 14 anni abbia potuto scrivere un libro così. Spettacolare!


Scritto da Susan Eloise Hinton nel 1967 “The Outsiders” è un romanzo drammatico ambientato in America negl’anni 60 .
Il protagonista è Ponyboy un ragazzo quattordicenne membro dei Graser una gang che condivideva la loro stessa sub-cultura caratterizzata da uno stile di vita rude e selvaggio .
I genitori di Ponyboy sono morti in un incidente e vive con i fratelli Darry e Sodapop , i fratelli insieme ai membri della gang lo proteggono dalle aggressioni dei Socs.
Un giorno appena uscito da un cinema Pony viene picchiato da un gruppo di Socs ma riesce a cavaresela con qualche ferita .
Il giorno seguente Ponyboy insieme a Dallas e Johnny invintrano Marcia e Cherry (la ragazza di un Socs) in un cinema drive-in.
I Socs li vedono ma le ragazze riescono ad evitare che scoppi la rissa .
Ponyboy torna a casa ma ad aspettarlo è suo fratello Darry che arrabbiato lo colpisce in seguito pony deciderà di scappare di casa .
Ho trovato questa lettura molto piacevole in quanto la trama travolgente è il testo molto scorrevole e veloce ,inoltre una delle caratteristiche che più mi ha colpito è l’effetto sorpresa che riserva il finale .
Il tema principale è l’amicizia, infatti i Greaser vivono in un ambiente solidale dove l’aiuto reciproco è ciò che unisce loro .

Inventa un nuovo titolo

Famiglia Greaser

La frase che ti è piaciuta di più

“sembrava strano che il tramonto che vedeva dal suo patio e quello che vedevo io dai giardini fosse lo stesso “

La musica che metteresti come colonna sonora

Domani smetto

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Credo che la scelta della copertina sia stata presa molto bene ,che rispecchi il contenuto del testo e che richiami molto l’attenzione

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

credi nell’amicizia e nella solidarietà ?la lettura del romanzo “The Outsiders “ fa per te