2017 - 2018

Xanadu

2017 - 2018

Mia cugina Rachele

Daphne du Maurier

Neri Pozza, 2017


Nessuno verrà mai a sapere quale fardello di colpe mi porto addosso; nessuno saprà che ogni giorno, ancora tormentato dal dubbio, mi pongo una domanda alla quale non so dare una risposta. Rachele era innocente o colpevole? Forse scoprirò anche questo in purgatorio.

Il giovane Philip Ashley, orfano dei genitori, viene allevato dal cugino Ambrose, un uomo ricco e affascinante ma molto schivo che da sempre manifesta la volontà di rimanere single, nonostante amici e parenti siano di altro avviso. Philip gli è molto affezionato, sogna di diventare come lui sia nel mondo degli affari che in quello privato. Vero idolo agli occhi del giovane, Ambrose deve, per motivi di salute, recarsi in Italia dove, dopo qualche mese, conosce una lontana cugina di cui si innamora.

Philip apprende per lettera del loro matrimonio e viene sconvolto dalla notizia, gli sembra impossibile che una donna sia riuscita a penetrare nel cuore del cugino. Le successive scarse informazioni però lo preoccupano e decide di partire per l’Italia dove lo attende una terribile notizia: Ambrose è morto. E Rachele sembra essere sparita con tutti i suoi beni. Ritornato a casa, Philip inizia a covare un odio profondo per la cugina. Ma quando lei si presenta nella sua dimora, anche lui ne resta ammaliato...

Partiamo dal presupposto che ho scelto questo libro principalmente per due motivi: per la copertina e per il mio nome presente nel titolo, Rachele.
Devo dire che mi ha molto affascinato la storia, soprattutto per il fatto che i personaggi non erano del tutto comprensibili, infatti, l'autrice non ci ha rivelato del tutto le loro personalità. Rachele è stato il mio personaggio preferito, molto complicato da comprendere soprattutto per il fatto che si faceva passare per innocente,ma allo stesso tempo colpevole e molto prevedibile. Insomma, una donna enigmatica, misteriosa ed affascinante che riusciva ad avere il controllo su ciò che voleva.
L'unico lato che non ho apprezzato è stata la fine, che Daphne du Maurier ha voluto lasciare a libera interpretazione.
Comunque nel complesso la lettura è stata molto fluida e scorrevole, anche se un po' difficile da comprendere. Ho apprezzato il modo e il lessico su cui è stata strutturata la storia, ma soprattutto l' ordine delle vicende.
Una storia emozionante adatta alle persone, che come me, amano il mistero e il romanzo.

Inventa un nuovo titolo

La donna enigmatica.

La frase che ti è piaciuta di più

"Ci pensai per un attimo. Poi lasciai che venisse fuori tutto, con un fiume impetuoso di parole. Perché trattenere dei residui che poi sarebbero imputriditi?"

La musica che metteresti come colonna sonora

Song For Viola-Peter Bradley Adams. Ho scelto in modo particolare questa canzone perché secondo me rispecchia pienamente non solo la storia che viene raccontata ma anche il carattere di Rachele.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è stato uno dei motivi per cui io ho letto questo libro. Appena l'ho vista, c'è stato come un colpo di fulmine che mi ha spinto a leggere questo libro. La donna raffigurata sopra di essa, a primo impatto, mi è sembrata Rachele, dato che questo nome si trovata nel titolo, e mi ha molto incuriosita. Un altro messaggio che mi è arrivato dalla copertina è stato un'interpretazione rapida attraverso la fotografia di tutta la storia.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Mia cugina Rachele", dedicato a tutte quelle persone che non abbiamo mai capito del tutto.


Questo è un libro molto interessante, nonostante il romanzo sia molto malinconico. Inizialmente la trama sembra banale poiché presenta una situazione iniziale come tante altre già viste. Procedendo con la lettura il lettore si rende conto di come la scrittrice abbia saputo sfruttare i momenti di incertezza e anche di noia, poiché i fatti narrati sono piatti in alcuni punti del romanzo, a suo favore, creando anche delle scene di suspance. Nonostante ciò il libro non mi è piaciuto molto, anche se in esso ho trovato molto cose positive, poiché la scrittrice lascia i lettori in molti punti del testo nel dubbio e quindi è difficile trovare dei finali nei diversi capitoli.

Inventa un nuovo titolo

chissà...

La frase che ti è piaciuta di più

Ci sono donne Philip, anche donne onestissime, che senza averne alcuna colpa portano solo disgrazie

La musica che metteresti come colonna sonora

River Flows in you

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Seconda me è perfetta perché lascia sin da subito trasparire il messaggio del libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Non per forza bisogna sapere tutto...


Ho apprezzato la lettura di questo romanzo, che ha superato le mie aspettative. Dopo i primi 3 capitoli mi aspettavo la solita storia d'amore, ma così non è stato. I personaggi, che apparentemente sembrano banali e superficiali, si dimostrano tutto il contrario (soprattuto Rachele, un personaggio femminile fuori dal comune, avvolto da un aura di mistero e fascino).Lo stile della scrittrice, sobrio e raffinato, a volte incisivo, aiuta a risaltare lo stato sociale dei personaggi e a farci calare più profondamente nella Cornovaglia dell'Ottocento. La Du Maurier, con il suo stile di scrittura, a volte snervante e che rende il lettore impaziente di sapere quello che succederà, crea un ritmo incalzante che personalmente adoro. La narrazione in sé si mantiene costante e in bilico tra il dubbio e la certezza. Il finale è spiazzante e devo ammettere che sono rimasta profondamente colpita e sorpresa dalla conclusione che la scrittrice ha voluto dare al suo libro. Un'altra cosa che ho molto apprezzato è l'alone di mistero che rimane intorno a Rachele, non avendo abbastanza elementi per poter dimostrare l'innocenza o la colpevolezza della donna. Consiglio vivamente la lettura di questo romanzo a coloro a cui piace l'intreccio di mistero, gelosia ed amore.

Inventa un nuovo titolo

Il nuovo titolo che darei al romanzo è “Il fascino di Rachele”.

La frase che ti è piaciuta di più

La frase che mia piaciuta di più è questa: “Eravamo insofferenti nei confronti dei nostri simili, ma comunque bramosi d’affetto; la timidezza aveva tenuto sotto chiave qualunque impulso, ma poi il cuore era stato toccato. E quando il cuore fu toccato, per noi sembrò spalancarsi il paradiso e ci parve di possedere – sì, a entrambi – tutta la ricchezza dell’Universo. Se fossimo stati diversi, saremmo sopravvissuti”. Questa frase mi ha colpito perché secondo me è la frase che descrive il modo in cui è sbocciato l’amore tra Filippo e Rachele.

La musica che metteresti come colonna sonora

La musica che metterei come colonna sonora è “All I Want” dei Kodaline. Secondo me questa canzone è perfetta perché la melodia rimane costante per tutta la riproduzione, tranne alla fine in cui c’è un elevazione del tono per poi concludersi con una nota di chiusura totalmente diversa da quelle presenti nella traccia. Questo rispecchia l’andatura del romanzo.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi piace davvero molto e la trovo veramente azzeccata. L’idea di utilizzare il bianco e il nero per la copertina e di rappresentare una donna di spalle esprime totalmente il romanzo. Il bianco e il nero rispecchiano la sobrietà e la raffinatezza del libro e la donna di ritratta di spalle, in modo da celarle il viso, rappresenta il mistero.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“Innocente oppure colpevole?Tocca a voi scoprirlo”

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il libro ha superato di gran lunga le mie aspettative. Mi ha fatto rimanere con il fiato sospeso durante tutta la lettura e arrivata alla fine mi ha fatto sprofondare nel dubbio che provo tutt’ora.
Non mi sono pentita per niente di aver scelto di leggere questo libro.


Una storia difficile da capire,perché molto intricata e complicata, ma interessante dal punto di vista della vicenda. Lo consiglio a chi è amante del mistero, lo sconsiglio a chi preferisce storie più travolgenti ed emozionanti.
A me piacciono libri di altro genere, questo non mi ha preso per niente, non mi è piaciuto, sicuramente altre persone lo apprezzeranno.

Inventa un nuovo titolo

Mistero in Cornovaglia

La frase che ti è piaciuta di più

"Vedevo solo un nuovo mondo pieno di esperienze che non desideravo fare"

La musica che metteresti come colonna sonora

Una musica che dia aria di mistero alla storia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Il lettore si ritrova in un'oscura atmosfera di una grande villa


Storia che ti prende sin da subito mentalmente,come se ti lasciasse per tutto il corso della lettura la mente in un silenzio che non si è in grado di colmare.
Questo stato catatonico che s'insidia nel lettore è ciò che caratterizza Rachele nel corso dell'intero libro.
Inutile chiedersi se Rachele sia un angelo o un diavolo, non lo si capisce nemmeno all'ultimo, questa è la forza del libro: il mistero che incombe perenne.
Emergono solo pochi lati del carattere della cugina Rachele e i suoi pensieri non spiccano mai e non sono nemmeno deducibili, quasi come fosse priva di sentimenti e non facesse filtrare nessuna emozione.
Dunque Rachele e la storia in sé sono così coinvolgenti che si rimane tra tanti dubbi e poche certezze.
Consigliato a chi ama il mistero perché è la colonna portante di questo libro.

Inventa un nuovo titolo

Una femme fatale di dubbio e ombra.

La frase che ti è piaciuta di più

Ne ho due:
"Una donna piena di sentimento non si arrende facilmente.Chiamatelo orgoglio,chiamatelo tenacia,chiamatelo come volete.
Contrariamente a quel che sembra,le emozioni femminili sono molto più primitive delle nostre.
Le donne si aggrappano ai loro desideri e non cedono mai.
Noi conduciamo le nostre guerre e le nostre battaglie,signor Ashley,ma anche loro sono capaci di lottare"

“Ci sono donne, Philip, anche donne onestissime, che senza averne alcuna colpa portano solo disgrazie.
Tutto ciò che toccano si trasforma in tragedia”

La musica che metteresti come colonna sonora

"Young and Beautiful" di Lana del rey o anche "Summertime Sadness" sempre della Del rey.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La scelta del bianco e nero riconduce subito a ciò che aspetta il lettore nel libro e la vedova nella copertina è di forte impatto visivo.
Ho scelto il libro anche per la copertina che anche se semplice è molto affascinante.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"L'enigmatica e misteriosa signora italiana"


Gli aspetti del libro che ho apprezzato maggiormente sono stati senz’altro l’evoluzione della trama e la caratterizzazione dei personaggi. L’intreccio degli eventi è notevolmente complesso e scandito da un ritmo incalzante, con frequenti momenti di suspense e soprattutto, cosa che ritengo molto rilevante, colpi di scena che lasciano il lettore a bocca aperta. Sicuramente è sensazionale l’insieme di impressioni e sentimenti contrastanti che l’autrice riesce a trasmettere attraverso la presentazione del personaggio centrale del romanzo, Rachele. [...] Sconvolgente, ma allo stesso tempo mi rendo conto che il romanzo in sé tratta di temi piuttosto banali se interpretato senza tenere conto degli elementi di cui ho parlato. Anche la stessa figura di Rachele, per quanto ben congegnata, si presenta infine come ripetitiva e prevedibile. Si tratta dunque di un romanzo di intrattenimento, che non trasmette alcun messaggio sostanziale.
Inconclusione posso però dire di essere comunque soddisfatto della mia lettura, perché credo che leggendo un libro bisogni anche tenere conto dello scopo per cui è stato scritto.

Inventa un nuovo titolo

“La vedova Rachele”. Credo che questo titolo potrebbe dare un tocco di eleganza al romanzo.

La frase che ti è piaciuta di più

Era sempre un’estranea. Con quei lineamenti netti, da testa incisa su una moneta. Scura e introversa, era come una di quelle donne straniere ferme sulle soglie, con uno scialle avvolto intorno alla testa e la mano tesa. Ma quando si girava di fronte, quando sorrideva, straniera non lo era affatto. Era la Rachele che conoscevo, che avevo tanto amato.
Ho apprezzato questa frase in quanto riassume con incredibile efficacia l’interminabile ed inestinguibile ambivalenza di Rachele. Emblematico è il modo in cui il protagonista, Filippo, accetta che l’ambiguità di Rachele lo terrà sempre lontano da lei, e allo stesso tempo la ama in modo incondizionato dall’inizio alla fine.

La musica che metteresti come colonna sonora

Sergei Rachmaninov, Moment Musicaux n. 4. Ho scelto questo brano pianistico perché le sue caratteristiche sono perfettamente associabili alle sensazioni che suscita la lettura del libro: un’ondata di percezioni diverse unita ad una crescente ansia che culmina in tumultuoso finale.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Credo che la copertina sia molto adatta in quanto riesce a trasmettere a colpo d’occhio al lettore il fascino e l’enigmaticità del personaggio di Rachele.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

“Cosa si cela dietro Rachele? Il mistero dell’amore”

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Non mi sono pentito di aver letto questo libro, anche se avrei alcuni aspetti da criticare, perché è riuscito a coinvolgermi e ad emozionarmi dalla prima pagina fino all’ultima. Ogni tanto abbiamo bisogno di storie del genere.


Penso che questa sia una storia alternativa ed originale, consiglio questo tipo di libro a chi è affascinato dai romanzi e dal mistero.

Inventa un nuovo titolo

I cugini ambrose innamorati

La frase che ti è piaciuta di più

Nessuno verrà mai a sapere quale fardelli di colpe mi porto addosso, nessuno saprà che sono tormentato dal dubbio e mi pongo una domanda alla quale non so dare una risposta .....

La musica che metteresti come colonna sonora

Una musica rilassante

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è strana, ma è adatta a questo tipo di storia perché nonostante sia semplicissima ti fa venire voglia di aprire il libro è leggerlo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cosa farà Philip se si innamorerà di Rachele? Lei accetterá o rifiuterá? Tutta la sua fortuna dipende da lei.


Una storia coinvolgente, emozionante e a volte comica.
L' autrice descrive dettagliatamente l' ostilità iniziale fra Philip e sua cugina Rachele che, con il passare del tempo, [...] D'altra parte, l'autrice non descrive mai la vera personalità di Rachele, ma solo delle sfumature del suo carattere. Infatti, il suo pensiero non viene mai illustrato.
Il finale è impressionante ma non ha una conclusione precisa permettendo il lettore di crearsi il proprio finale; se Rachele era colpevole o no, rimarrà per sempre un mistero.

Inventa un nuovo titolo

I misteri di Rachele.

La frase che ti è piaciuta di più

Vale la pena affrontare la seccatura di avere ospiti per il piacere di vederli andare via.

La musica che metteresti come colonna sonora

Lana Del Rey - Young and Beautiful

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Copertina bella e invitante.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

/

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

/


Una volta inoltrati nella lettura di questo romanzo, si sprofonda in un senso di vuoto e di mistero, dove ogni personaggio, descritto in modo preciso e intrigante, sembra nascondere qualcosa. La trama è abilmente lenta, studiata ad arte per inchiodare il lettore a una specie di riflessiva calma fra le pagine. Il finale non può che stupire e lasciare perplesso il lettore tenuto in sospeso durante tutta la durata del romanzo.

Inventa un nuovo titolo

Sospetto e rimorso

La frase che ti è piaciuta di più

"Ci sono delle donne, Philip, anche brave donne, le quali, senza colpa loro, sono portatrici di sciagura. Tutto ciò che toccano diventa tragedia."

La musica che metteresti come colonna sonora

Tchaikovsky - Valse Sentimentale

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Trattandosi di un libro ambientato nel primo Ottocento, la copertina in bianco e nero si adatta perfettamente, con il suo tono antico. Raffigura una donna di spalle della quale non si vede il volto, vestita con un lungo abito nero, che ricorda il lutto. Questa donna misteriosa corrisponde al ritratto inquietante che viene fatto di Rachele nel libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un romanzo che manterrà il lettore a fiato sospeso per poi lasciarlo sprofondare nel dubbio.


la trama sembra essere banale ,una vedova nera ammaliatrice che miete vittime ignare una dopo l'altra.un film gia' visto una storia appunto un po' abusata.ma l'abilita' della Du Maurier e' appunto quella di sorprendere sempre e comunque il lettore.rebecca la prima moglie era molto piu' carico di suspance e sottili raffinatezze stilistiche e narrative ma anche questo e' un buon libro.
Rachele è la perfetta femme fatale, non c'è uomo che non ne subisca il fascino e resti intrappolato in una rete di sguardi e sorrisi capaci di comunicare quanto si preferisce credere. Timidezza. Discrezione. Imbarazzo. Disponibilità...
Philip, prima di conoscere la vedova di suo cugino Ambrose, offuscato dalla gelosia e divorato dalla rabbia, si era costruito un'immagine di Rachele che si dissolve non appena la incontra. Lei non rompe il silenzio che lui tanto ama, ma lo riempie con quella sua voce bassa e pacata.

Inventa un nuovo titolo

la condanna ha un nome, Rachele.

La frase che ti è piaciuta di più

ci sono state molte frasi che mi hanno emozionato, in particolare:

Come suona dolce e gentile il suo nome, quando lo sussurro.
Mi indugia sulla lingua, lento e insidioso, quasi come un veleno: sì, un paragone calzante. Passa dalla lingua alle labbra inaridite, e dalle labbra torna al cuore. E il cuore controlla il corpo, e anche la mente.

Ci sono delle donne, Philip, anche brave donne,
le quali, senza colpa loro, sono portatrici di sciagura. 
Tutto ciò che toccano diventa tragedia."

La musica che metteresti come colonna sonora

everytime

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

la copertina secondo me è un ottima scelta.
l'idea di produrla in bianco e nero la rende adatta al tema che viene raccontato.
impressionante come, a fine libro, nel riguardare la copertina capisci il significato di tutto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

un salto nel tempo con cambi di opinione, non tutto è come sembra.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

la bravura sta nell'aver creato due personaggi anagraficamente lontani , per l'epoca, ma governati da impulsi differenti eppure simili. Entrambi vogliono qualcosa, ma i mezzi per raggiungerlo sono opposti. Rachele ha esperienza, intelligenza ed è una donna paziente. Philip invece è fatto di istinto e sentimento, vive l'amore con un totale senso di abbandono godendo dello stato di ebbrezza in cui sembra essere precipitato.
il questo libro prevale la frase "gli opposti si attraggono"


In uno sfondo di drammaticità crescente, l’'autrice crea un’'atmosfera cupa e misteriosa, chiaramente intuibile, attorno alla figura di Rachele, che pur non essendo il narratore, è la vera protagonista del romanzo. Il narratore-personaggio, ammaliato da Rachele, la descrive come una figura enigmatica di indubbio interesse. Il gioco narrativo è riuscitissimo e studiato ad arte, in un crescendo di tensione ad ogni frase, per inchiodare il lettore fra le pagine, desideroso di sapere cosa accadrà. Tuttavia per sapere cosa si cela veramente dietro i misteri di Rachele, il lettore dovrà affrontare diverse ipotesi, prima dichiarate e successivamente smentite: uno stile che Daphne du Maurier utilizza sicuramente per creare la suspance. Alla fine del romanzo i misteri non vengono del tutto rivelati, quasi a voler lasciare al lettore la libertà di immaginarsi un’'ipotetica fine.

Inventa un nuovo titolo

Una donna dai mille segreti

La frase che ti è piaciuta di più

“Parlava con un tono freddo e obiettivo, come se rievocasse vicende ormai staccate dalla sua vita, che non avevano più il potere di suscitare in lei alcuna emozione”.

La musica che metteresti come colonna sonora

Britney Spears - Everytime

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina lasci bene intendere il senso di mistero che avvolge il personaggio di Rachele.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro che ti lascerà nel dubbio fino all’'ultima frase.


un libro avvincente con un inizio un po' lento che man mano prende corpo e diventa incalzante. un susseguirsi di tensione, che porta il lettore al piu'alto coinvolgimento.

Inventa un nuovo titolo

il dubbio

La frase che ti è piaciuta di più

“Ci sono donne, Philip, anche donne onestissime, che senza averne alcuna colpa portano solo disgrazie. Tutto ciò che toccano si trasforma in tragedia”

La musica che metteresti come colonna sonora

RECONDITE - LEVO - IFFY

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

questa copertina non mi entusiasma.Mi trasmette solo un senso di tristezza e solitudine.il libro invece e' un vero noir,e dovrebbe avere una copertina piu' intrigante,che spinga il lettore a girare il libro per leggerne la trama.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

dalla prima all'ultima pagina sarete in bilico tra dubbio e certezza.


E' un libro molto bello che ho riletto con grande piacere dopo tanti anni. Non sono Enrico, ma la sua mamma che ha letto questo libro insieme a tanti altri della stessa autrice quasi 30 anni fa. Scusate l'intromissione ma se fosse esistito Xanadu quando frequentavo il liceo sarei stata molto felice.

Inventa un nuovo titolo

La donno sconosciuta

La frase che ti è piaciuta di più

Il libro mi piace tutto

La musica che metteresti come colonna sonora

Una musica lieve, ma continua che diventa fastidiosa

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per i lettori che amano i personaggi ambigui


Ho veramente apprezzato questa storia. La trama, che anche se a primo impatto può sembrare banale o scontata, è resa accattivante e intrigante dal personaggio di Rachele, sicuramente quello che ho amato di più in quanto misterioso, complicato, intenso e soprattutto ambiguo. Un aspetto del libro che mi è piaciuto molto è stata la suspense che accompagna e velocizza la narrazione (che purtroppo di per sé ho trovato molto lenta) e che non lascia il lettore sino all'ultima riga. Un' altra caratteristica che ho gradito particolarmente è stato il parallelismo tra la frase d'apertura della storia e la frase di chiusura, infatti questa mi ha suscitato un forte senso di malinconia e tormento.

Inventa un nuovo titolo

"La Fatale Italiana"

La frase che ti è piaciuta di più

“Eravamo entrambi dei sognatori, privi di spirito pratico, solitari, con la testa imbottita di grandi teorie che non venivano mai messe alla prova e, come tutti i sognatori, eravamo ciechi di fronte al mondo reale, insofferenti nei confronti dei nostri simili, ma comunque bramosi d’affetto; la timidezza aveva tenuto sotto chiave qualunque impulso, ma poi il cuore era stato toccato, e quando il cuore fu toccato, per noi sembrò spalancarsi il paradiso e ci parve di possedere – sì, a entrambi – tutta la ricchezza dell’'Universo”. E' quella che mi è piaciuta di più perché viene fornita un’approfondita chiave di lettura per il personaggio di Philip.

La musica che metteresti come colonna sonora

"The Night We Met" di Lord Huron, visto che in ogni strofa le parole ci fanno comprendere a pieno il sapore di un dolore misto alla rabbia che prova il protagonista della canzone e molto simile a mio parere a quello di Philip. Possiamo infatti intendere che lui rimpiange e maledice la notte in cui ha incontrato l’amore, e che, se potesse tornare a quella fatale sera, non si lascerebbe nuovamente avvicinare e non commetterebbe lo stesso errore.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Non ho trovato la copertina allo stesso livello del libro. L'immagine scelta dall'editore mi è parsa banale e di poco significato anche se allo stesso tempo trovo che essa conferisca al libro però anche un senso di eleganza.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Un tempo gli assassini li impiccavano a Four Turnings. Ora non più."

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Ho veramente amato questa storia, che mi ha appassionato e catapultato nel suo universo sin dalla prima riga. Sono veramente felice di aver scelto questo libro come primo e non c'è stato momento durante la lettura in cui io me ne sia pentita.


Nell’Ottocento, Philip Ashley, rimasto orfano all’età di diciotto mesi, viene allevato dal cugino Ambrose Ashley, di vent'anni maggiore in Cornovaglia. Per ragioni di salute Ambrose parte, lasciando Philip, poco più che ventenne, a casa. Dopo qualche mese arriva a Firenze dove conosce una cugina, Rachele, vedova di un conte italiano. Ben presto Ambrose scrive al cugino che si è sposato con Rachele. In seguito all'arrivo di scarse ma preoccupanti notizie da parte di Ambrose, Philip, si reca in Italia, a Firenze, dove, arrivato alla villa di Fiesole, scopre che ...

Inventa un nuovo titolo

Semi di cìtiso

La frase che ti è piaciuta di più

<Il suo volto ormai era sereno e in pace. Vorrei che anche voi l’aveste visto così>

La musica che metteresti come colonna sonora

“Cold”- Jorge Méndez

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Credo che la copertina sia piuttosto semplice ma adatta.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La cugina Rachele è realmente la donna giusta di cui innamorarsi?


Come libro mi è piaciuto, inizialmente sembra un pochino noioso ma man mano che si va avanti la storia e i personaggi si fanno sempre più interessanti.

Inventa un nuovo titolo

Rebecca, amore o condanna?

La frase che ti è piaciuta di più

Come suona dolce e gentile il suo nome, quando lo sussurro.
Mi indugia sulla lingua, lento e insidioso, quasi come un veleno: sì, un paragone calzante. Passa dalla lingua alle labbra inaridite, e dalle labbra torna al cuore. E il cuore controlla il corpo, e anche la mente.

La musica che metteresti come colonna sonora

impossible

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi sembra adeguata al libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cornovaglia, metà Ottocento