2017 - 2018

Xanadu

2017 - 2018

L'estate del cane bambino

Mario Pistacchio, Laura Toffanello

66th&2nd, 2014


Al centro del disegno c’è un uomo, un gigante con un paio di corna sulla testa. È girato di spalle, la faccia non gli si vede. Tra le mani stringe un cane nero e lo solleva come se non pesasse niente. Rispetto all’uomo, il cane è piccolo, sembra addormentato. Tutto il resto sono rovi.

Il disegno, su un vecchio foglio a scacchi strappato da un quaderno di scuola, arriva per posta ad un carabiniere. Non c’è scritto nulla, neanche una parola, eppure il Comandante Boscolo, una vita in sordina, solitaria e forse triste, sa bene di cosa si tratta. Aspetta quella busta da mezzo secolo: i segni a matita lo trascinano all’istante in un campetto di periferia, dove sei ragazzini di molti anni prima stanno giocando a pallone, prima di rintanarsi alla Base, un ex bunker della guerra, dove gli adulti non arrivano. Con loro c’è sempre anche Narciso, detto Houdini perché crede di essere un mago, il fratellino rompiscatole di Ercole. I ragazzi vorrebbero liberarsi di lui, che rallenta le corse in bicicletta, è scarso col pallone, li limita quando spiano di nascosto le ragazze seminude, ma non c’è verso.

Ma un giorno, durante una partita, Narciso sparisce. Lo cercano ovunque fino a sera, e tutto quello che trovano è un cagnetto che gli somiglia e vuole seguirli. Parte l’allarme, tutto il paese si muove, vengono dragati i canali. Niente, Narciso è sparito, e non tornerà.

E nella mente del lettore si insinuano dubbi sempre più tremendi sugli abitanti del paese, che sembrano tutti nascondere qualcosa.

L'estate del cane bambino è un romanzo struggente e devastante tra i ricordi passati e le vicende presenti del protagonista. Con la scomparsa di Narciso, il mondo di Vittorio e dei suoi amici crolla definitivamente facendo capire loro di aver preso per sempre quell'innocenza che i grandi cercano così disperatamente di conservare. E' la loro ultima estate, l'estate del cane bambino.

Inventa un nuovo titolo

L'ultima estate da bambino

La frase che ti è piaciuta di più

“Non si invecchia mai un po’ alla volta. C'è un momento preciso, nella vita, in cui ti accorgi che è successo. È una certezza, e non contano gli anni che hai.

La musica che metteresti come colonna sonora

Ed Sheeran- Photograph

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Quando la linea fra realtà e immaginazione è così sottile da confondere le menti, è lì che ci troverai con le nostre storie su cani neri, fantasmi e pescatori che tornano alla vita.


Questo racconto mi è piaciuto perché sembra un libro giallo, genere che prediligo maggiormente. Il protagonista fa parte di un gruppo di amici che passano le loro vacanze estive a svagarsi, finché una vicenda negativa non influenza il racconto e la storia cambia il suo flusso positivo. Da qui l’ autore inserisce dei flashforward che rendono il tutto più complesso da capire. Non si comprende del tutto quando la narrazione dei fatti è al presente e quando al futuro, essendo che lo scrittore non ha messo segni evidenti di questa separazione.

Inventa un nuovo titolo

Un'estate per cambiare

La frase che ti è piaciuta di più

”Non si invecchia mai un po’ alla volta. C’è un momento preciso, nella vita, in cui ti accorgi che è successo.” Mi piace molto questa frase perché penso riassuma molto l'intero racconto. Infatti, dal momento in cui il piccolo Narciso scompare, l'’intera vita della comunità cambia e anche i bambini vengono pesantemente condizionati dal comportamento degli adulti.

La musica che metteresti come colonna sonora

”Il ragazzo della via Gluck” ho scelto questa canzone perché parla di un ragazzo che va via dalla casa dove abitava con la sua famiglia. Va a vivere in città e quando torna, molto tempo dopo, è tutto cambiato. Stessa cosa succede nel libro quando il protagonista viene mandato via dal suo paese per motivi di studio e torna dopo una trentina d'anni.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Io penso che sia abbastanza azzeccata perché loro giocano molto con il cane, ma lo svago a cui i ragazzi si dedicano maggiormente nel libro è il gioco del calcio; quindi io avrei messo in copertina loro che giocano a pallone.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una trama ad intreccio che vi farà stare appiccicati al libro per poter comprendere gli innumerevoli svolgimenti di questa particolare storia.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Questo libro mi è piaciuto perché, nonostante ci fossero parecchi sbalzi temporali, sei riuscito comunque a far passare tutte le emozioni sia belle sia brutte.


Il libro mi ha sicuramente colpito, poichè l'autore è riuscito a descrivere la storia in modo tale da poter far immedesimare i lettori in ognuno dei personaggi. Apprezzo anche la scelta di utilizzare molti flashback per far rivivere ai lettori sia momenti di felicità che di dolore. Questi fattori, secondo me, hanno reso il libro ancora più affascinante.

Inventa un nuovo titolo

" Il bambino mai più ritrovato". Ho scelto questo titolo perchè effettivamente , nella storia, il corpo di un bambino non viene ritrovato. Secondo me questo titolo è anche più accattivante e invita alla lettura.

La frase che ti è piaciuta di più

" Controllo ancora la mia barchetta prima di metterla in acqua. Il varo riesce bene. Quattro ragazzini salgono a bordo, primo scalo San Servolo, poi tutti insieme verso l'oceano passando per l'isola del tesoro. L'America non è lontana. Ercole conosce la rotta. Oggi è un giorno perfetto per navigare." Questa frase mi è piaciuta molto perchè rappresenta perfettamente il desiderio di un ritorno ad un infanzia piena di semplicità ma anche di avventura.

La musica che metteresti come colonna sonora

"Without you" dei cantanti " Sandro Cavazza e Avicii". Ho scelto questa canzone perchè rappresenta l'ideale di questo libro, ovvero che anche dopo tanto tempo le cose belle fatte in passato non si dimenticano mai.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La scelta dell'editore sulla copertina del libro è sicuramente giusta, perchè ritrae un momento ben specifico della storia , che è sia di dolore che di felicità, ovvero quando non si trova più uno dei personaggi. I ragazzi sono felici per il ritrovamento di un cane, ma nello stesso tempo dispiaciuti per la perdita del fratello di Ercole . Complimenti per la grafica che invita alla lettura.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

" Un libro che vi porterà in paesi sperduti nel nulla come non mai li avete visti". Questa fascetta pubblicitaria per me è sicuramente molto accattivante, perchè induce a pensare ad un libro pieno di misteri ed avventure.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Cari Mario e Laura, complimenti per un libro, che ha associato contenuti drammatici con una storia avventurosa che ha reso piacevole e avvincente la sua lettura.


Ho trovato questo libro particolarmente coinvolgente e di facile lettura. Oltre alla trama avvincente, realistica e buia, apprezzo la descrizione accurata della vita dei paesi dell'epoca, dove girano pettegolezzi ed ipocrisie, attraversati da un velo di omertà. Tema importante è quello della reincarnazione; un bambino scompare e al suo posto compare un cane nero.La reincarnazione serve inizialmente per alleviare il dolore, ma poi diventa certezza. Molto importante è anche l'amicizia tra i ragazzini che condividono le avventure e si ritrovano a perdere l'innocenza.

Inventa un nuovo titolo

Houdini

La frase che ti è piaciuta di più

Non si invecchia mai un po’ alla volta.
C’è un momento preciso, nella vita, in cui ti accorgi che è successo. È una certezza, e non contano gli anni che hai. Capita quando smetti di andare avanti e ti scopri a guardarti alle spalle. Scruti il tempo che se n’è andato. Lì dietro sono rimasti i tuoi unici amici, i ricordi, l’illusione che niente possa mai finire davvero.

La musica che metteresti come colonna sonora

summertime sadness - Lana del Rey

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

tra la copertina e il libro trovo molta corrispondenza, soprattutto per i colori scuri.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

una denuncia interiore


Una storia tragica e al contempo spensierata e piena di emozioni, questa è “l'estate del cane bambino”: un racconto sincero e terribilmente verosimile, il che aiuta ad immergersi nella vicenda. A tratti sembra quasi una fiaba, altre volte un incubo; non mancano certamente i colpi di scena in una storia che riporta indietro nel tempo, facendo vivere dei ricordi e delle emozioni non proprie. È incredibile quanto sembri di essere veramente nella Brondolo del 1960, insieme a quel gruppo di amici che verranno segnati per sempre da quella tragica estate. La storia è raccontata con una certa sensibilità che riesce a trasformare qualsiasi evento drammatico in spensierato. Dei ragazzi costretti a dover affrontare qualcosa di più grande, di incomprensibile, qualcosa che strapperà la loro innocenza e gioventù per sempre, costringendoli a crescere tutto ad un tratto. Il bello del libro è che racconta una storia a 360 gradi [...] Non tutti i misteri presenti all'interno del libro vengono risolti, alla fine rimangono ancora parecchi interrogativi al lettore, ma poco importa. Il finale stesso in qualsiasi altro libro avrebbe stonato, sarebbe stato una delusione, però, questo libro, non poteva che concludersi in questo modo: i personaggi a cui ci si affeziona che si comportano esattamente come ci si aspetterebbe, la realtà il più verosimile possibile e l'unica cosa importate: vivere con la certezza che non ci possa essere modo migliore di vivere.

Inventa un nuovo titolo

Il piccolo mago

La frase che ti è piaciuta di più

"Sono tante le cose che non sono riuscito a fare. Cose piccole e grandi. Vivere, più di ogni altra."

La musica che metteresti come colonna sonora

Fred Buscaglione - Armen's Theme

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina ha un qualcosa di incredibilmente nostalgico e al tempo stesso tragico, quasi tetro. La grafica è ben fatta ed è invitante, cattura l'attenzione. Una scelta azzeccata è stata quella del titolo: nonostante non sia molto in evidenza e non è la prima cosa ad essere notata quando si guarda la copertina, è quella che risalta di più, essendo l'unico punto colorato. Sembra parte integrante del disegno; il fatto che sia spezzettato dà anche movimento all'intera immagine, sembra quasi che il cane possa saltare il cerchio da un momento all'altro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Puoi credere o meno a una storia, ciò non la renderà meno vera.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

È stato piacevole leggere una storia ambientata in luoghi che si conoscono, ha aumentato la storia di questi posti e passandoci non si può fare a meno che immergersi ancora di più nel racconto. La storia è raccontata con una dolcezza e una nostalgia tale che è impossibile non esserne risucchiati all'interno, non è certo difficile ritrovarsi una dimensione totalmente diversa da quella attuale, proiettata in un passato vivido e spensierato. Per quanto la storia in sé sia tragica e a tratti brutale, si viene pervasi da una strana sensazione, quasi di calma. Non pesa per niente il fatto che il mistero non venga completamente risolto e nemmeno il mancato “vissero felici e contenti”, anche se in un certo senso c'è, ed è questo a innalzare il livello del libro: la storia arriva fino ad un certo punto, quello che rimane è quello che ha fatto provare al lettore. Molto gradita è stata anche la citazione di "Buongiorno Tristezza" di Claudio Villa, mio nonno me la cantava sempre da piccola, anche ora ad essere sincera, e questo ricordo ha aiutato ad aumentare la nostalgia che caratterizza questo libro, ad un tratto si è fatto tutto più vero.


L'estate del cane bambino è un romanzo magnifico, con una scrittura semplice, ma sottile. Lascia il segno quell'alone di tristezza che è sempre presente, che pervade l'aria, che è tangibile. Si può quasi toccare con mano ogni vicenda, come una pellicola di un film. La trama del libro è "difficile" per alcuni aspetti, perché gli argomenti trattati sono dolorosi ; ci sono scene che possono turbare e altre che ti prendono e ti stritolano il cuore; sono sensazioni che amo provare quando leggo un libro, poiché corrispondono alla realtà, alla vita di tutti i giorni.

Inventa un nuovo titolo

Un'estate indimenticabile

La frase che ti è piaciuta di più

"Non si invecchia mai un po’ alla volta. C’è un momento preciso, nella vita, in cui ti accorgi che è successo. È una certezza, e non contano gli anni che hai. Capita quando smetti di andare avanti e ti scopri a guardarti alle spalle. Scruti il tempo che se n’è andato. Lì dietro sono rimasti i tuoi unici amici, i ricordi, l’illusione che niente possa mai finire davvero." Ho scelto questa frase perché l’invecchiare, il perdere l’infanzia, sono dei temi che mi fanno riflettere sull'essenza della vita e mi fanno capire che bisogna vivere a pieno ogni momento.

La musica che metteresti come colonna sonora

La canzone che metterei come colonna sonora del libro è "Skyfall" di Adele, perché riesce a trasmettere a chi ascolta tristezza e nostalgia, stati d'animo giusti per la lettura del romanzo.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

"Mai giudicare un libro dalla copertina", in questo caso la copertina rende giustizia al libro, perché riesce a riassumere in un'immagine la trama del libro: l'estate, velata da un alone scuro che emana tristezza, e i tre ragazzi che si divertono con il "cane". Sullo scaffale della biblioteca è impossibile non soffermarsi a guardare i toni scuri della copertina e allo stesso tempo l'immagine gioiosa dei bambini con il cane, protagonisti assoluti della storia.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

L'estate del cane bambino: un romanzo toccante, che vi inculcherà il piacere per la lettura.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Voglio fare i complimenti agli autori perché sono riusciti a coniugare risate, fatiche e dolori di un gruppo di ragazzini in una indimenticabile estate.


"L'estate del cane bambino" è un romanzo scritto da Mario Pistacchio e Laura Toffanello. Mi sono imbattuto in un libro molto particolare, personalmente ho notato che la trama e il genere del libro cambiasse di capitolo in capitolo, come per esempio una trasformazione di genere in una sorta di romanzi di formazione, gialli o racconti per ragazzi. In poche parole si potrebbe dire che questo libro sia caotico. Forse è proprio questo che dà un fascino al testo stesso e gli dà al contempo l'impressione di apparire contenutisticamente un romanzo diverso dagli altri che si leggono abitualmente da un punto di vista generico. Personalmente non ho apprezato questa tipologia di romanzo, perhcè l'autore, a mio parere avrebbe dovuto concentrarsi su un unico genere, in modo che il lettore possa concentrarsi a pieno per apprendere al meglio la morale e la trama della storia raccontata nel romanzo. L'opera contiene un linguaggio molto raffinato e comprensiblie, addato per i bambini dagli 8 ai 17 anni.

Inventa un nuovo titolo

Non voltare le spalle alla speranza

La frase che ti è piaciuta di più

Non si invecchia mai un po' alla volta. C'è un momento preciso, nella vita, in cui ti accorgi che è successo. E' una certezza, e non contano gli anni che hai. Capita quando smetti di andare avanti e ti scopri a guardarti alle spalle. Scruti il tempo che se n'è andato. Lì dietro sono rimasti i tuoi amici, i ricordi, l'illusione che niente possa mai finire davvero.

La musica che metteresti come colonna sonora

The Fellowship of the Ring

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Libro particolare scritto da due autori che creano l'alleanza per creare un libro indimenticabile


Ho letto moto volentieri questo libro, poiché ha un lessico semplice e scorrevole, non mi ha mai annoiata. Il romanzo è ambientato nel nord-est d'Italia.I protagonisti sono dei bambini e saranno proprio loro, in seguito ad un evento tragico, a pagare le conseguenze per il comportamento degli adulti, bigotti e pieni di pregiudizi, che li costringono quasi ad un brutale passaggio all'età adulta. Il racconto narra dell'infanzia,della famiglia, della vendetta, e del perdono. Toccando temi attuali e vicini alla nostra età, con un tocco di malinconia verso quello che si può perdere in così poco tempo, senza neanche rendersene conto.

Inventa un nuovo titolo

I nostri anni

La frase che ti è piaciuta di più

"Non si invecchia mai un po' alla volta. C'è un momento preciso, nella vita, in cui ti accorgi che è successo. E' una certezza e non contano gli anni che hai. Capita quando smetti di andare avanti e ti scopri a guardarti alle spalle. Scruti il tempo che se ne è andato."

La musica che metteresti come colonna sonora

"Change" di Lana Del Rey

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi ha colpito subito per i colori scuri ed intensi. La scelta della grafica mi è piaciuta molto, rispecchia l'argomento centrale della storia e tutti i suoi misteri malinconici.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per tutti quelli che vogliono fare un salto nel passato, ricordando l'innocenza e la spensieratezza, quasi cupa; della giovane età.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il suo libro mi ha entusiasmato molto, facendomi riflettere su quanto sia fragile e complicato crescere in un mondo come quello rappresentato da lei. MI piacerebbe leggere altri suoi romanzi.


Gli autori del libro "L' estate del cane bambino", ovvero Mario Pistacchio e Laura Toffanello, narrano le vicende di sei ragazzi, dei loro momenti più avventurosi e della loro misteriosa estate degli anni sessanta in un piccolo paese nei pressi di Venezia, Brondolo.
Ci viene posta un' immagine di questa località, facendocela immaginare anche senza aver mai visitato il paese. Tra le vie di questo borgo, a inseguire un pallone, ci sono Vittorio e i suoi amici Menego, Stalino, Michele ed Ercole.
I ragazzi possiedono interessi comuni, che li spingono a passare molto tempo insieme, rafforzando sempre di più il loro legame.
Ad assisterli, però, c' è un ospite da loro indesiderato. Il povero Narciso, fratellino di Ercole, viene definito una palla al piede, una persona seccante, che viene preso poco in considerazione dai ragazzi, ma che si rivelerà poi il nucleo della vicenda.
Il seguito mi ha incuriosita sempre di più, mi ha fatto anche riflettere e lo apprezzo molto perchè la narrazione infonde quel senso di mistero che invoglia il lettore a continuare a leggere ed è una delle particolarità dei libri che più mi piacciono.
Ma ciò che più mi stupisce e come il ruolo di Narciso si sia ribaltato. Ciò che ai ragazzi inizialmente è parso insignificante si rivelerà in un secondo momento fonte di estrema importanza, così rimarchevole da far passar loro dei momenti avventurosi nel tentativo di ritrovarlo.

Inventa un nuovo titolo

Il mistero dell' indesiderato

La frase che ti è piaciuta di più

"Fu allora che successe quello che avevo aspettato così tanto. Mi accorsi di essere diventato grande. Non fu come me l'ero immaginato."

La musica che metteresti come colonna sonora

Walking dead theme - cover Vinheteiro

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina trasmetta in parte il contenuto del libro. La copertina raffigura dei bambini giocare con un cagnolino nero, come descritto dal racconto. Io ho cercato di trovare un significato a ciò che vedevo ,ogni volta, prima di aprire il libro per continuare a leggerlo. A volte mi soffermavo a guardarla e, come di consueto, mi appariva sempre lo stesso significato. A primo impatto sembra si stiano prendendo gioco del cane, lo si deduce dalle facce compiaciute dipinte nei loro volti e da quel cerchio, che mi ricorda uno di quelli che vengono utilizzati nei circhi per intrattenere le persone.
Andando avanti con il racconto, però, si intuisce che quello che viene raffigurato è una delle tante avventure dei ragazzi.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una misteriosa sparizione volta a far riflettere sia i protagonisti che i lettori.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Gentili sig. Pistacchio e sig. Toffanello, grazie alla vostra destrezza nel scrivere la storia, la lettura si è posta piacevole e interessante. La trama, che risulta essere celata nel mistero, penso sia coinvolgente e interessante.
Trovo che la vostra opera sia amena, specialmente in certe parti dove viene sottolineata questa affascinante nota di inquietudine che caratterizza il libro.
Grazie per aver letto.
Cordiali saluti,
Francesca Carlino


La storia mi è piaciuta perché si descrivono i valori di come i ragazzi di un tempo passavano le estati e inoltre l'autore vuole ricordare di come sia importante il valore dell'amicizia in un gruppo; la storia è scritta in un modo molto chiaro e scorrevole e con un lessico adatto ai ragazzi

Inventa un nuovo titolo

L'estate che cambiò la vita

La frase che ti è piaciuta di più

''Scruti il tempo che se n'è andato. Lì dietro sono rimasti i tuoi unici amici, i ricordi, l'illusione che niente possa mai finire davvero''

La musica che metteresti come colonna sonora

musiche che mettano suspense ma in alcuni punti anche tristezza

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina sia stata scelta bene, perché è coerente con quello che succede nella storia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

é in arrivo il nuovissimo ed emozionante romanzo di Mario Pistacchio e Laura Toffanello


Questo libro racconta una storia che riesce ad emozionare, a rattristare, a rendere l'atmosfera inquietante e a far riflettere chi lo legge. In questo libro si cela infatti la storia della scomparsa di un bambino. La sua sparizione riesce a lasciare nel cuore di tutti un senso di inquietudine, mentre al suo posto si materializza un piccolo cane nero. Quello che accompagna l'intera storia è proprio il senso di inquietudine e il mistero che sono presenti in ogni pagina. Le tematiche fanno da sfondo ad un libro pieno di emozioni, che esprime in modo importante anche la crescita mentale del protagonista e in modo particolare l'insensibilità di fronte a certe situazioni che colpiscono il cuore di qualcuno mentre non sono considerate da qualcun'altro. Un insieme di piccole emozioni e frasi piene di significato tutte in un'unica scrittura.

Inventa un nuovo titolo

Narciso-Houdini

La frase che ti è piaciuta di più

"Houdini era morto. Lo avevano ucciso, se n'era andato per sempre, e insieme a lui avevamo appena sepolto una parte di noi. Fu allora che successe quello che avevo aspettato così tanto. Mi accorsi di essere diventato grande. Non fu come me l'ero immaginato."

La musica che metteresti come colonna sonora

"Back to life" di Giovanni Allevi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Secondo me la copertina è perfetta per spiegare l'intero libro ma soprattutto i colori sono molto azzeccati.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un mistero avvolto nel buio, un cane-bambino


Nel libro si narra di un estate degli anni sessanta a Brondolo, un paesino nei pressi di Venezia, dove alcuni amici, di età compresa tra i 12 e i 14 anni, sono impegnati nel compiere le loro avventure e nel vivere la propria vita in maniera spensierata. I protagonisti delle vicende sono Vittorio, Stalino, Michele, Ercole ed infine il fratellino piccolo di Ercole, chiamato Narciso; quest'ultimo, inizialmente definito pressoché da tutti un “rompiscatole”, poi si rivelerà fondamentale nello svolgimento delle vicende. Sarà appunto la scomparsa del piccolo Narciso a stravolgere la vita dei ragazzi, i quali, mentre ne sono alla ricerca, vedono comparire un cane che, come vuole una vecchia leggenda del posto, potrebbe essere creduto la reincarnazione di Narciso. Cinquanta anni dopo Vittorio torna nel suo paesino d’origine e, ripercorrendo i propri passi, assieme ad i suoi amici, scopre la verità sulla scomparsa del piccolo. Nel libro vi è la contrapposizione tra diversi argomenti ed emozioni: da un lato la spensieratezza e il divertimento dei ragazzi, che provano soltanto a trascorrere una bella estate in compagnia, dall'altra la cruda realtà che li circonda, costruita sulle menzogne e l'indifferenza.

Inventa un nuovo titolo

L'estate dove cambiò tutto.

La frase che ti è piaciuta di più

"L'America non è lontana, Ercole conosce la rotta. Oggi è un giorno perfetto per navigare".

La musica che metteresti come colonna sonora

Come colonna sonora sceglierei il soundtrack di "Schindler's List", perché a mio parere raffigura molto bene la scoperta da parte dei ragazzi della realtà che li circonda.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

A mio parere la copertina del libro raffigura molto bene il suo contenuto; infatti vi sono rappresentati alcuni ragazzi intenti a divertirsi fra loro, in bianco e nero, circondati da schizzi di colore nero che simboleggiano la realtà del mondo falso in cui vivono. All’editore vorrei fare i miei complimenti per aver pubblicato una storia così appassionante, in grado di trattare delle tematiche molto dure senza però recare noia o disgusto nell’animo del lettore.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Quattro amici e una verità da scovare.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Vorrei complimentarmi per il libro che avete scritto, poiché mi ha molto appassionato e colpito.


Il libro mi è piaciuto molto per come si sono svolte le vicende, per la scrittura, molto scorrevole, che incitava il lettore a continuare a sfogliare il libro e la scelta degli ambienti sempre descritti in modo dettagliato, tanto da farli sembrare reali e non noiosi.

Inventa un nuovo titolo

I misteri dei ragazzi di Brondolo

La frase che ti è piaciuta di più

Non si invecchia mai un po' alla volta. C'è un momento preciso nella vita in cui ti accorgi che è successo. E' una certezza non contano gli anni che hai. Capita quando smetti di andare avanti e ti scopri a guardarti le spalle.

La musica che metteresti come colonna sonora

Come colonna sonora sceglierei una canzone lenta e misteriosa.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina rispecchia pienamente il titolo del libro, infatti su di essa compaiono dei ragazzini che giocano e si divertono con un cane nero.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per pubblicizzare questo libro scriverei una fascetta riportando le copie vendute e tre parole chiave: mistero, adolescenza, segreti.


Il libro racconta di un’estate degli anni sessanta a Brondolo, un paesino vicino a Venezia, e di un gruppo di ragazzi, di amici, impegnati come tutti a quell’età a giocare a pallone, cercare le figurine e lanciarsi in mille avventure.
L’estate del cane bambino è un libro bellissimo. È bello per il ritratto perfetto che da’ della vita dei paesi dell’epoca, , ma anche di quel forte legame che si crea tra i ragazzini a quell’età, delle piccole e grandi avventure che si condividono. E rimane un libro bello anche quando l’innocenza è definitivamente perduta.
Protagonisti della vicenda, sono Vittorio, che rappresenta anche il narratore principale, e i suoi amici Menego, Stalino, Michele ed Ercole che frequentano anche la stessa classe a scuola e hanno più o meno tutti sui dodici anni e quattordici .  Un personaggio che sul momento sembrerebbe essere secondario, ma che risulterà essere il motore della vicenda è Narciso, il fratellino di Ercole, da tutti considerato “rompiscatole” . Ma sarà proprio, come appena accennato, la scomparsa di Narciso a portare la narrazione su un piano più alto
Narciso, con cui nessuno voleva condividere le avventure, tranne suo fratello Ercole che lo adora, scompare nel nulla. Al suo posto, mentre i ragazzi lo cercano, spunta un cane nero. Quando in paese si sparge la notizia e vengono organizzate squadre di ricerca, nessuno tranne i ragazzi crede che il cane possa essere la reincarnazione di Narciso
Cinquant’anni dopo, il narratore torna al paesino e finalmente scopriamo che cos’è successo davvero al piccolo Narciso.
È la storia della perdita dell’innocenza di un gruppo di ragazzini cui accadono cose più grandi di loro, costretti ad affrontare la sofferenza, la morte, la cattiveria, la violenza. Non so perché, ma nonostante conoscessi l’argomento non mi aspettavo una storia dalle tinte così fosche. Forse il titolo e la bellissima copertina mi avevano spinta a pensare che si parlasse di più del cane che spunta al posto di Narciso, magari anche con toni fantastici o mitici, in ogni caso più leggeri. Invece l’attenzione si sposta ben presto sul mistero, sul dolore e sull’orrore di quanto è accaduto. E non è stata una sorpresa spiacevole, anzi. L’ho trovato un romanzo bellissimo, con alcuni personaggi meravigliosi, nel mondo: l'amicizia, l'infanzia, la famiglia, un cane nero che è più umano di molti esseri umani.

Inventa un nuovo titolo

Un'estate indimenticabile

La frase che ti è piaciuta di più

<<Non so invecchia mai un po' alla volta. C'è un momento preciso , nella vita, in cui ti accorgi che è successo, è una certezza e non contano gli anni che hai.
Capita quando smetti di andare avanti e ti scopri a guardarti alle spalle.
Scruti il tempo che se n'è andato. Lì dietro sono rimasti i tuoi unici amici,
i ricordi, l'illusione che niente possa mai finire davvero>>

La musica che metteresti come colonna sonora

Dream Culture Kevin MacLeod

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina descrive le avventure e divertimento dei ragazzi , il colore della copertina trasmette un racconto del passato con tante vicende da scoprire

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cinque adolescemti e la tenerezza di una amicia fedele e pura, un’opera tanto accattivante quanto amara e retta – un romanzo che rende giustizia al silenzio forzato.