2018 - 2019

Xanadu

2018 - 2019

La città dei ladri

David Benioff

Beat, 2016


«Credi che domani mattina ci fucileranno?» «Ne dubito. Mica ci tengono al fresco tutta la notte per fucilarci il giorno dopo». Aveva un tono spigliato, come se stesse commentando un evento sportivo, come se il risultato, in ogni caso, non fosse poi tanto rilevante. «È da otto giorni che non riesco a cagare» continuò. «Non sto parlando di una bella cagata – quella sono mesi e mesi – intendo dire neanche uno stronzetto in otto giorni». Restammo in silenzio per un momento, soppesando le sue parole. «Secondo te, quanto può andare avanti un uomo senza cagare?»

Leningrado, 1941. La città è sotto assedio, un assedio che durerà due anni e mezzo e metterà in ginocchio per fame e malattie il popolo russo. In questo scenario si incontrano Lev, diciassettenne rimasto solo e rinchiuso in prigione per aver rubato un coltello a un paracadutista tedesco morto assiderato e Kolja, giovane soldato disertore. I due ragazzi pensano di morire fucilati ma il destino ha per loro ben altri programmi. Portati di fronte a un colonnello, vengono istruiti sulla loro missione: recuperare una dozzina di uova fresche per la torta nuziale della figlia del funzionario dell'esercito. Hanno pochi giorni per portare a termine il loro compito e avere salva la vita. Inizia così un lungo viaggio, una fredda avventura che porterà i ragazzi a stringere un’amicizia leale e ad affrontare terribili pericoli: il gelo, la fame, la morte, salvandosi a vicenda fino a un epilogo inaspettato.


Ho apprezzato molto questo romanzo. Lo considero una lettura scorrevole e intensa, avvincente e ricca di numerose descrizioni dettagliate, adatta a giovani lettori. Mi ha colpito molto come lo scrittore, David Benioff, sia abilmente riuscito a conciliare la crudezza della guerra -lo sfondo storico è quello dell'assedio di Leningrado- e lo humor, che spesso traspare dai discorsi dei due ragazzi protagonisti, Lev e Kolja, caratterialmente molto diversi. I loro destini si sono incrociati dietro le sbarre di un carcere e tra i due giovani, incaricati di una missione apparentemente impossibile, inevitabilmente si crea un intenso legame di amicizia, grazie al quale si salvano la vita. E' un libro molto coinvolgente, che cattura il lettore mantenendo costante la suspense. Lo consiglio.

Inventa un nuovo titolo

Sopravvivere a Leningrado

La frase che ti è piaciuta di più

"Corremmo verso il bosco, calpestando le spighe di grano, sotto la luna che sorgeva e le stelle che ammiccavano lontano, sempre più lontano, abbandonati sotto quel cielo senza dio".

La musica che metteresti come colonna sonora

La colonna sonora di "Mission" di E.Morricone

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi sembra adatta al contesto perché, con elementi essenziali, focalizza ciò che nel romanzo è centrale.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Suspense e humor su sfondo storico


Sono stato particolarmente affascinato da un paio di aspetti di questo libro: come David Benioff sia riuscito a trasformare l'ambiente cupo dell'assedio di Leningrado durante la seconda guerra mondiale in un'avvincente e a tratti spiritosa avventura per due ragazzi e il modo in cui questa avventura, tanto pericolosa quanto avvincente, possa aver legato due persone nel più solido dei legami.
Libro consigliatissimo!

Inventa un nuovo titolo

Per qualche uova

La frase che ti è piaciuta di più

"Non ti preoccupare, io non ti farò del male, non lascerò che loro ti facciano del male"

La musica che metteresti come colonna sonora

Hans Zimmer - Time

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina sia perfetta. Un'immagine semplice, ma che rappresenta a pieno l'atmosfera della narrazione.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un'entusiasmante avventura per due ragazzi durante la seconda guerra mondiale.


Splendido romanzo sulla realtà dell'assedio nazista di Leningrado (San Pietroburgo). Divertente e drammatica storia dell'amicizia improbabile di un cosacco scapestrato con un adolescente imbranato ma intelligente e sensibile. E, in fondo, molto fortunato.

Inventa un nuovo titolo

Un'amicizia improbabile

La frase che ti è piaciuta di più

Nemmeno Kolja riuscì a mantenere quel sorriso a lungo. Chiuse di nuovo gli occhi. Quando tentó di dire ancora qualcosa, aveva la bocca riarsa: le labbra si staccavano a fatica, cercando di formulare le parole. “Non era così che me l’ero immaginata”.

La musica che metteresti come colonna sonora

Riptide - Vance Joy

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Credo che la copertina dia un impatto positivo e coerente rispetto al contenuto del libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cosa ti aspetteresti di fare per una dozzina di uova?

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Mi congratulo sinceramente con l'autore perché ha fatto apprezzare il suo libro a tutt'altro che un lettore assiduo di romanzi o libri in generale.


La Città dei Ladri di David Benioff è un romanzo fluido e scorrevole, ben costruito, che inchioda il lettore alle pagine, proiettandolo sin dall'inizio nell'assedio di Leningrado nel 1941, attraverso gli occhi di due giovani ragazzi e di coloro che li circondano. Una storia sempre avvolta da una profonda aria sarcastica ed ironica ma intensa e coinvolgente, non troppo generosa con i protagonisti, il cui inconsueto abbozzo psicologico rende sicuramente la trama più viva, smorzando la cruda realtà della guerra. Il romanzo è nel complesso un piccolo capolavoro originale ed intenso, capace di commuovere e contemporaneamente divertire i lettori.

Inventa un nuovo titolo

Una dozzina di uova.

La frase che ti è piaciuta di più

"Voi mi portate una dozzina di uova entro giovedì e io vi restituisco le vostre vite."

La musica che metteresti come colonna sonora

In a Time Lapse - Ludovico Einaudi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina, nella sua semplicità, riassume con eleganza l'essenza del romanzo. La trovo totalmente azzeccata.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Immersi nell'assedio, compagni per caso, amici per scelta.


La storia è avvincente, anche se per lunghi tratti il libro risulta angosciante per le situazioni di fame, guerra, freddo e disperazione che devono affrontare i protagonisti. La figura di Lev è quella più simpatica, perché nella sua timidezza ci si può più facilmente ritrovare. L’ amico Kojia invece, con la sua ironia e sfrontatezza, riesce a essere più rassicurante. In molti tratti forse il romanzo risulta eccessivamente volgare e crudo e lascia troppo spazio alle cose orrende che capitano in guerra. Nel complesso, però, la storia è avvincente soprattutto per la parte che riguarda il rapporto personale che nasce tra i due amici e l’amore che inaspettatamente nasce tra Lev e la giovane partigiana.

Inventa un nuovo titolo

Il freddo e l’amore

La frase che ti è piaciuta di più

“Voi mi portate una dozzina di uova entro giovedì, e io vi restituisco le vostre vite.”

La musica che metteresti come colonna sonora

Balalaika

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

È appropriata perché è grigia come la fame e la disperazione.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una storia di guerra, amicizia e disperazione.


La storia di due ragazzi che,in periodo di guerra, sono costretti ad aiutarsi a vicenda, nonostante i due caratteri differenti. Lev, il protagonista, è il tipico ragazzo di 17 anni, impacciato con le donne e riservato. Kolja, invece, è un belloccio con tanta esperienza in campo femminile. Lev non capisce come Kolja possa sapere tutto di qualunque cosa e ciò, insieme alle molteplici relazioni ed esperienze raccontategli, fa ingelosire Lev;saprà soltanto in seguito che Kolja conosce bene solo 3 cose:la letteratura, gli scacchi,e le donne. Sono rimasto fino alla fine con il fiato sospeso, senza poter mai sapere quello che sarebbe successo nella pagina successiva. Credo che Benioff abbia saputo collocare personaggi e contesto storico in modo perfetto. La figura di Kolja, in particolare, mi ha stupefatto poichè, nonostante la situazione, non fosse mai preoccupato, come se fosse stato estraneo a tuttala faccenda. Consiglio di leggere questo libro,è scritto molto bene ed il narratore interno fa sí che la storia sia molto credibile,come se fosse un romanzo storico.

Inventa un nuovo titolo

Il compito dei prigionieri

La frase che ti è piaciuta di più

Tutto questo mi sembró magnificamente astratto,come se la guerra riguardasse qualcun’altro.Non appena mi resi conto di aver formulato quel pensiero mi sentii tremendamente in colpa.Mio Dio,quanto ero diventato egoista!

La musica che metteresti come colonna sonora

Divenire-Ludovico Einaudi

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Trovo che la copertina rispecchi correttamente i contenuti del libro,con una parte di neve e l’altra nera.Sono particolarmente d’accordo sulla scelta dell’editore di non mettere molti alberi e lasciarla con pochi particolari

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La storia di due ragazzi con uno strano compito:trovare una dozzina di uova


Questo libro mi è personalmente piaciuto molto e credo che sia scritto davvero molto bene. lo scrittore David Benioff è riuscito a farmi incuriosire e a farmi leggere con piacere questo libro.

Inventa un nuovo titolo

lo scacchista e lo scrittore come militari.

La frase che ti è piaciuta di più

Il talento bussa alla vostra porta alle ore più impensate, sparisce per lunghi periodi di tempo e non ha alcuna pazienza con gli altri aspetti della vita: moglie, figli, amici.

La musica che metteresti come colonna sonora

Congratulations di Post Malone

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Non avrei disegnato così la copertina ma ci avrei disegnato qualcosa di un po' più avvincente, che ti facesse salire la voglia di leggerlo già dalla bellezza della copertina.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Storia avvincente di una grande amicizia unita a un'avventura fatale ambientata in Russia al tempo della Seconda Guerra Mondiale

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Il suo libro è stupendo. L'unica cosa che avrei cambiato fossi in lei sarebbe stato il finale.


libro molto bello, Un romanzo che ti cattura per trama, protagonisti, scrittura. parla di amicizia, coraggio, istinto di sopravvivenza, determinazione e forza. Parla di guerra, di una guerra assurda e crudele, terribile e spietata, ma i protagonisti illuminano molto bella anche la ricostruzione storica.
LO CONSIGLIO!!!

Inventa un nuovo titolo

Matrimonio a Leningrado

La frase che ti è piaciuta di più

Non mi ricordo

La musica che metteresti come colonna sonora

L'inno russo

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Abbastanza carina

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

IL MIGLIORE ROMANZO AMBIENTATO NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE,

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Continua a scrivere libri del genere, sono belli e molto interessanti


"La città dei ladri" è un romanzo ambientato durante l'assedio di Leningrado, in Russia, da parte dell'esercito nazista. La popolazione si divide tra soldati reclutati in massa dall'esercito, partigiani e gente che sopravvive come può, anche commettendo atrocità terribili pur di non dover lasciare il Paese.
E' in questa situazione tragica che si inserisce la vicenda di due giovani, Lev e Kolja, fatti incontrare dal caso in circostanze inaspettate. Inizialmente non ne sono molto contenti, in quanto completamente diversi l'uno dall'altro, ma le loro vite sono destinate a rimanere legate da una missione che, se portata a termine, li salverà dalla fucilazione.
La storia delle grandi battaglie e dei condottieri che tutti conoscono si intreccia con quella apparentemente insignificante di due ragazzi in uno spaccato crudo e realistico che descrive alla perfezione la realtà dell'assedio e della vita dei civili in guerra. Un romanzo che merita di essere letto da chi cerca un libro intrigante e ben scritto che non lascia tirare il fiato fino all'ultima pagina.

Inventa un nuovo titolo

Dodici uova per la salvezza

La frase che ti è piaciuta di più

"Al contrario di quanto si crede, l'esperienza del terrore non ti rende più spavaldo" (Lev)

La musica che metteresti come colonna sonora

Le musiche tradizionali russe, alcune malinconiche, altre potenti e travolgenti.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Evocativa. Già da quella si intuisce la diversità tra i protagonisti, dato che uno è rappresentato molto grande e uno molto piccolo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La guerra, l'amicizia, l'odio, l'amore in un romanzo che non verrà dimenticato


Due giovani, Lev e Kolja, devono trovare una dozzina di uova per la torta nuziale della figlia di un colonnello. Tuttavia, durante la seconda guerra mondiale, nella Leningrado assediata, questo non è così semplice. Un intreccio ricco, che non annoia mai: la sera non riuscivo a smettere di leggere! Nel libro troviamo alcune scene veramente molto crude che rimangono impresse, ed è un bene, anche se non possiamo comprendere fino in fondo le sofferenze che hanno patito queste persone. Tanti i momenti di suspense che tolgono il respiro, altrettanti quelli di umorismo che suscitano risate.
Ho apprezzato questo romanzo, e lo consiglio perchè l'autore, partendo da una storia semplice come quella di trovare delle uova per un matrimonio, riesce a descrivere Leningrado in piena seconda guerra mondiale, un viaggio e un'amicizia. usando anche un po' di ironia.

Inventa un nuovo titolo

Quell'inverno.

La frase che ti è piaciuta di più

"Quando non passava la musica o non c’ era il bollettino, la stazione radio trasmetteva il suono di un metronomo: quel perenne tic-tic ci diceva che la città non era ancora stata conquistata, che i nazisti erano ancora fuori dalle porte. Quel metronomo era il cuore pulsante di Piter e i tedeschi non riuscirono mai a fermarlo." (Pag. 20)
"Il talento è un’ amante dittatoriale e bellissima. Quando girate con lei, tutti vi guardano e vi invidiano. Ma bussa alla vostra porta alle ore più impensate, sparisce per lunghi periodi di tempo e non ha alcuna pazienza con gli altri aspetti della vostra vita: moglie, figli, amici. Lei sarà la settimana più elettrizzante della vostra intera esistenza, ma sapete che un giorno vi lascerà per sempre. Una sera, quando è ormai sparita da anni, la vedrete tra le braccia di un uomo più giovane, e lei farà finta di non riconoscervi." (pag. 179)

La musica che metteresti come colonna sonora

"In a time lapse" di Ludovico Einaudi.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina suscita curiosità e invoglia all'acquisto del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

In tempo di guerra, un'amicizia straordinaria in una città priva di libertà.


Credo che "La città dei ladri" sia un bellissimo libro, con una bella trama che coinvolge molto il lettore, divertente e drammatico allo stesso tempo, coinvolgente a tal punto da non riuscire a staccare gli occhi dalle pagine. Lo ritengo anche un romanzo formativo, permette di capire le dinamiche dell'assedio di Leningrado senza risultare pesante o noioso, grazie al fatto che vi si alternino argomenti molto seri, ad altri meno impegnativi.

Permette di riflettere su temi importanti come la guerra o l'amicizia in una storia molto intensa.
Sicuramente un libro che consiglierei di leggere.

Inventa un nuovo titolo

Un'amicizia per sopravvivere.

La frase che ti è piaciuta di più

"Non importa. Avete passato l'esame di Kuefer e questo lo rispetto. Siete dei sopravvissuti. Ma io non sono uno sciocco. Uno di voi è un ebreo che si finge un gentile, l'altro una ragazza che si finge un ragazzo e tutti persone istruite, immagino, che si fingono analfabeti. E in barba alla sorveglianza dei nostri scrupolosi reparti d'assalto e dell'illustre Obersturmfuehrer Kuefer, tutti questi trucchetti hanno funzionato. Non contenti, domandate di essere ricevuti per una sfida a schacchi. Attirate la mia attenzione. Questo è molto strano. Voi non siete stupidi, questo è chiaro, altrimenti sareste già morti. Non vi aspetterete davvero che vi lasci liberi se vincete la partita? E poi le uova ... Quella dozzina di uova è la parte più strana di tutta la faccenda".

La musica che metteresti come colonna sonora

-

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che la copertina sia puntuale e sintetizza bene il contenuto del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per coloro che vogliono immergersi nell'assedio di Leningrado e divertirsi allo stesso tempo.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Volevo complimentarmi molto per il libro, credo che sia in assoluto uno dei più belli che io abbia mai letto. Mi ha fatto capire molte cose riguardo agli anni della guerra e, contemporaneamente, mi ha divertito: davvero un bel lavoro!


Questo libro è un colpo allo stomaco. Lev, il ragazzotto ebreo impacciato, e l'affascinante donnaiolo Kolja; entrambi salvati dalla fucilazione per portare a termine una missione per il generale: recuperare una dozzina di uova per la torta nuziale della figlia. Mentre cercano di trovare l'introvabile nella città russa assediata, i due ragazzi, così diversi, ma entrambi fin troppo giovani per quella guerra, stringono un importante legame, superando da veri amici ostacoli di ogni tipo. Tutto il romanzo è pervaso da un'aria ironica e divertente, data soprattutto dal ventenne Kolja, in assoluto il personaggio più frizzante del romanzo; ma allo stesso tempo ogni pagina è intrisa dalla sofferenza degli uomini, dalla maliconia di gioventù perse e dal dolore per tutti quelli che non superarono quell'inverno. Ci sono immagini molto forti e potenti, avvenimenti così atroci a cui non vorremo credere, ma che purtroppo fanno parte della storia umana. Come ho detto, un colpo allo stomaco.

Inventa un nuovo titolo

Le uova di Piter

La frase che ti è piaciuta di più

"Lei ti dirà che s'era messa la prima cosa trovata in casa, e così la collanina, che non si era nemmeno lavata i capelli o sciacquata il viso o truccata le labbra. Non ci credere. Nessuno ha un aspetto così delizioso per caso."

La musica che metteresti come colonna sonora

Back to Black - Amy Winehouse

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Carina: la tundra russa ghiacciata che mostra le traccie di una gallina inseguita dai due protagonisti. Molto d'effetto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cos'è questo romanzo: ironico? Paradossale? Triste? No. Semplicemente travolgente.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Romanzo bellissimo. Nonostante il genere non sia il mio preferito, l'autore è riuscito a costruire una storia che ti rapisce fino all'ultima pagina. Amore e odio mescolati insieme, un inno alla libertà ma allo stesso tempo un grido di rivolta contro società corrotte e ipocrite. Complimenti.


Il libro mi è piaciuto molto, perché l’autore riesce a trasformare un libro triste,commovente in un libro a tratti comico

Inventa un nuovo titolo

Allora ricerca di dodici uova

La frase che ti è piaciuta di più

“La prima cosa che devi sapere di me, Ljova, è che io non so cucinare “

La musica che metteresti come colonna sonora

A volte una colonna sonora triste , a volte allegra e d’avventura

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Secondo me la copertina è molto azzeccata

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Per chi ama romanzi d’avventura comici ma anche tristi allo stesso tempo , questo è il vostro libro


Il libro è molto coinvolgente e tiene sulle spine il lettore trasportandolo nel passato della seconda Guerra Mondiale. I due ragazzi protagonisti vivono una condizione estrema nella quale la loro amicizia diventa l'unico mezzo per sopravvivere, non impazzire e compiere la loro missione che li porterà a riconquistare la libertà. Una storia che coinvolge emotivamente, che fa riflettere su valori fondamentali come amicizia, coraggio e paura. Le terribili vicende delle guerre hanno molto da insegnare, anche nei loro risvolti più piccoli.

Inventa un nuovo titolo

Un'avventura a Leningrado

La frase che ti è piaciuta di più

Voi non siete stupidi, questo è chiaro, altrimenti sareste già morti.

La musica che metteresti come colonna sonora

"Il lago dei cigni"di Čajkovskij

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è loquente dei paesaggi invernali della Russia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un'avventura che fino alla fine vi lascerà con il fiato sospeso.


Mi è piaciuto il libro, e come questo dimostri che caratteri contrapposti possano essere bellissimi insieme. Affronta argomenti delicati come la guerra, da una parte con humor e leggerezza e dall'altra con paura e realismo.
È anche un libro che ci ricorda la crudeltà della guerra e quindi umana.

Inventa un nuovo titolo

Una dozzina di uova

La frase che ti è piaciuta di più

"[...] pensai a quant’era strano che la violenza spesso fosse così bella da guardare, come i proiettili traccianti di notte."

La musica che metteresti come colonna sonora

Musica russa, ma non me ne intendo

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Non mi dispiace

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Inverno 1941, Leningrado


Lo stile di Benioff è assai brillante, puntuale e incisivo; non si dilunga mai in descrizioni eccessive e noiose. Per questo il romanzo risulta avvincente ed appossionante, nonostante il tema principale, ovvero la guerra, sia un argomento duro e impegnativo da trattare. Consiglio la lettura di questo libro perché la storia raccontata cattura completamente il lettore, invogliandolo a proseguire.

Inventa un nuovo titolo

Assedio a Leningrado

La frase che ti è piaciuta di più

“L’assedio si era inasprito ma io non ero cambiato molto. La verità è che a gennaio non ero diventato più coraggioso di quanto non fossi a giugno: al contrario di quanto si crede, l’esperienza del terrore non ti rende più spavaldo.”

La musica che metteresti come colonna sonora

Non ho una vasta conoscenza del repertorio musicale. Sceglierei però una musica tipicamente russa.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina mi è piaciuta fin da subito sia per la semplicità che per l’abbinamento di colori. Credo che la copertina rivesta un ruolo molto importante nella scelta di un libro perciò ritengo fantastica questa copertina

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La storia che sogni di leggere da tempo

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Credo che lei sia riuscito nella realizzazione di un grande libro. Ho intenzione di leggere anche la “Venticinquesima ora” penso che sarà sullo stesso livello de “La città dei ladri”.


Russia, Leningrado, 1941. Una storia di due ragazzi, una dozzina di uova e un colonnello russo. Una storia profonda, accattivante, ma cruda e commovente, che Benioff riesce con grande maestria ad alleggerire dandole un tono tragicomico. Benioff riesce nella sua impresa facendo vivere al lettore le vicende dagli occhi di Lev, il protagonista, ragazzo di diciassette anni, grazie alla sua spensieratezza, che causa le circostanze particolari che lo circondano, diventerà quasi apatia. Il tragico momento storico in cui Lev vive viene smorzato dalla goliardia, dalla spensieratezze e dalla naturalezza nell’affrontare ogni situazione, che sia pericolosa o meno, di Koljia, il ragazzo che incontrerà per una serie di eventi che lo porteranno a trovarsi nello stesso posto. Grazie ai dialoghi che Koljia intrattiene con Lev, la narrazione delle loro avventure passa in secondo piano, mentre i riflettori si spostano sul legame dei due ragazzi che si va creando, diventando ogni giorno più profondo. Poiché la narrazione risulta essere nascota dall’amicia dei due ragazzi, i colpi di scena, che già scarseggiano di numero,fanno meno rumore nel quadro complessivo del romanzo e non rappresenta quindi un suo punto di forza. Al contrario, la scelta linguistica fatta da Benioff si aggiunge alla lunga lista dei pregi del romanzo, poiché lo scrittore sceglie un registro molto colloquiale, aggiungendo addirittura espressioni volgari, soprattutto alla parlata spigliata di Koljia, permettendo però al lettore di seguire meglio le vicende dei due ragazzi, grazie proprio alla leggerezza con cui viene presentato il testo.In conclusione, il romanzo di Benioff è un piccolo capolavoro su unno dei capitoli più bui della storia europea e mondiale, non facendo però della guerra la protagonista assoluta, che svolge un ruolo di cornice insieme al manto bianco che ricopre le steppe russe, bensì spostando l’attenzione del lettore sul legame profondo e genuino, ma anche un po’ strano che si crea, inaspettato, in circostanze non usuali.

Inventa un nuovo titolo

Come trovare delle uova in tempo di guerra - Una storia di un'amicizia inaspettata.

La frase che ti è piaciuta di più

I giorni erano diventati un disastro via l'altro: un'ipotesi assurda la mattina, ora di sera era già un fatto.

La musica che metteresti come colonna sonora

Alive - Sia, Spirits - The Strumbellas

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è quella che più sia adatta alla trama del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un’'insolita, profonda, tragica ma inevitabile amicizia nata per il capriccio di un colonnello, durante la Seconda Guerra Mondiale, nel freddo inverno russo.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Hello Mr. Benioff. I've read and really liked your second published book. I think it is really particular and talks about Second World War in a very easy way. The way Kolija and Lev meet up, how they become friend is really interesting too. I haven't read your first book yet, but you can be sure that I'll do it beacuse your style is very fascinating.


Romanzo avvincente, estremamente coinvolgente e anche particolare.
Riesce a tenere il lettore con il fiato sopseso fino alla fine della narrazione.

Inventa un nuovo titolo

Il segugio in cortile

La frase che ti è piaciuta di più

Nemmeno Kolja riuscì a mantenere quel sorriso a lungo. Chiuse di nuovo gli occhi. Quando tentó di dire ancora qualcosa, aveva la bocca riarsa: le labbra si staccavano a fatica, cercando di formulare le parole. “Non era così che me l’ero immaginata”.

La musica che metteresti come colonna sonora

Blowin’ in the wind - Bob Dylan

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è pertinente al tema del romanzo sia nella raffigurazione sia nei colori.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La guerra come non l’avete mai vista


La storia mi è piaciuta molto. Pur svolgendosi nel corso di poco tempo in un libro corposo, il ritmo della narrazione è molto incalzante, si passa da un avvenimento all'altro in brevissimo tempo nonostante ci si soffermi ogni tanto su qualche descrizione molto utile per capire il contesto del libro, lontano da quello che ognuno di noi vive al giorno d'oggi.
Ripensandoci ora, dopo averlo letto, gli episodi che si alternano seguono tutti il tema centrale della storia, ma cambiano molto, passando da argomenti un po' pesanti o cruenti (questi ultimi un po' esagerati per la mia sensibilità in un particolare episodio) ad altri di genere diametralmente opposto: divertenti e in alcune parti espliciti sul tema sessuale. E questo alternarsi di vicende riempite di suspence ti cattura nel leggerlo.
Presenta, secondo me, una bella trama all'interno della quale mi è piaciuta la storia de "Il segugio in cortile" e un bel finale... insomma, un bel libro.

Inventa un nuovo titolo

Per una dozzina di uova

La frase che ti è piaciuta di più

È difficile finito il libro ricordarsi una delle frasi che mi ha colpito di più, dunque ne scriverò una delle tante che mi sono piaciute:
"Il fiato caldo che saliva sopra le nostre teste, i nostri grugniti quando gli stivali affondavano nella neve, ogni sensazione provata in quella lunga marcia: tutto questo perché al momento giusto, con le spalle al muro, avevo dimostrato un briciolo di coraggio. Il momento più felice della mia vita fu quando ci fermammo a riprendere fiato e Vika, controllando il mio dito per vedere se sanguinava ancora, mi sussurrò all'orecchio:"Mi hai salvata".

La musica che metteresti come colonna sonora

Non ascolto molta musica e la scelta è parecchio difficile ma credo metterei una marcia russa

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina del libro che ho letto è diversa da quella su questo sito, è una foto in bianco e nero di due ragazzi in primo piano davanti a una lunga distesa di neve, sembra ai confini di una città.
Credo che questa appena descritta gli si addica molto

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Un complesso alternarsi di episodi ricchi di suspence e azione"

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Anche se a me in genere non piace leggere e soprattutto velocemente questo libro mi ha proprio catturato nonostante tratti di temi impegnativi come la seconda guerra mondiale, la fame e la sofferenza o il nazismo.
Il finale mi è molto piaciuto, dice molto in una sola frase (quella finale).