2018 - 2019

Xanadu

2018 - 2019

La città dei ladri

David Benioff

Beat, 2016


«Credi che domani mattina ci fucileranno?» «Ne dubito. Mica ci tengono al fresco tutta la notte per fucilarci il giorno dopo». Aveva un tono spigliato, come se stesse commentando un evento sportivo, come se il risultato, in ogni caso, non fosse poi tanto rilevante. «È da otto giorni che non riesco a cagare» continuò. «Non sto parlando di una bella cagata – quella sono mesi e mesi – intendo dire neanche uno stronzetto in otto giorni». Restammo in silenzio per un momento, soppesando le sue parole. «Secondo te, quanto può andare avanti un uomo senza cagare?»

Leningrado, 1941. La città è sotto assedio, un assedio che durerà due anni e mezzo e metterà in ginocchio per fame e malattie il popolo russo. In questo scenario si incontrano Lev, diciassettenne rimasto solo e rinchiuso in prigione per aver rubato un coltello a un paracadutista tedesco morto assiderato e Kolja, giovane soldato disertore. I due ragazzi pensano di morire fucilati ma il destino ha per loro ben altri programmi. Portati di fronte a un colonnello, vengono istruiti sulla loro missione: recuperare una dozzina di uova fresche per la torta nuziale della figlia del funzionario dell'esercito. Hanno pochi giorni per portare a termine il loro compito e avere salva la vita. Inizia così un lungo viaggio, una fredda avventura che porterà i ragazzi a stringere un’amicizia leale e ad affrontare terribili pericoli: il gelo, la fame, la morte, salvandosi a vicenda fino a un epilogo inaspettato.


Libro molto bello e avvincente anche se crudo in alcune parti molto riuscita secondo me la figura dei due personaggi

Inventa un nuovo titolo

Per una manciata di uova

La frase che ti è piaciuta di più

Lui mi sorrise perché sapeva quanta paura avevo io di morire. È questo che penso. Sapeva che me la stavo facendo sotto e voleva tranquillizzarmi

La musica che metteresti come colonna sonora

Take me home country road, John Denver

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La trovo una copertina semplice ma non molto inerente al testo

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Bellissimo

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Bel libro


Leningrado, 1941. La città è sotto l'assedio tedesco e i suoi abitanti non hanno mai patito tanta fame. Lev e Kolja, conosciutisi in carcere, vengono incaricati di trovare una dozzina di uova per un colonnello russo. Cosa che risulterà molto più difficile di quello che in realtà sembra.
"La città dei ladri" è un romanzo avvincente e commovente al tempo stesso, il suo lessico è adeguato e scorrevole; l'autore, David Benioff, ha arricchito la storia di suo nonno con molti particolari. L'amicizia dei due protagonisti e la fragilità della vita saranno i due punti cardini lungo l'arco della narrazione.
Ho trovato questo romanzo molto interessante non solo perchè mi ha accresciuta culturalmente sulla seconda guerra mondiale in Russia, ma anche perchè la storia di questi due personaggi mi ha coinvolto e appassionato dall'inizio fino alla fine, dando il giusto peso sia al dovere che al divertimento.

Inventa un nuovo titolo

Ragazze, letteratura e scacchi.

La frase che ti è piaciuta di più

Io ero cieco e sordo. Solo il freddo e la sete mi ricordavano che ero vivo.

La musica che metteresti come colonna sonora

Let her go

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

credo che la copertina sia adeguata al tema del racconto, sia i colori spenti che il paesaggio invernale rispecchiano il romanzo

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

L'amicizia di due ragazzi in tempi di guerra, in bilico tra la vita e la morte.


Perché bisogna leggere questo romanzo?
Perché ha una trama molto avvincente, attraverso parti narrative, descrittive e dialogiche riesce a raccontare la storia di due ragazzi di Leningrado che, durante la guerra, riescono ad instaurare un vero legame di amicizia, nonostante siano molto diversi.  I personaggi sono ben definiti, ognuno ha un carattere specifico a seconda della propria storia prima della guerra, e si riesce a comprendere ciò che i protagonisti provano nelle diverse situazioni. La lettura è molto scorrevole, grazie alla scelta dell’autore di soffermarsi sul racconto dei sei giorni dai quali dipendono la vita di Lev, ebreo diciassettenne e quella di Kolja, ventenne affascinante. In quei giorni avvengono un’infinità di avventure, incontri... ed ovviamente non mancano i momenti di suspense che rendono il romanzo più coinvolgente. Inoltre l’autore decide di lasciare il finale aperto, permettendo ai lettori di immaginare il continuo della storia.
Caratteristica fondamentale di questo romanzo è la scrittura in prima persona: Lev racconta le sue avventure, sottolineando i particolari che vorrebbero sapere i ragazzi della sua età, per questo ritengo che sia un libro adatto agli adolescenti, ma non solo, infatti dá spunti di riflessione anche su com’era la vita in Russia durante la seconda guerra mondiale e sulla crudeltà delle azioni che le persone in guerra sono costrette a compiere.
Perciò... mi è piaciuto questo libro? Sì, mi ha coinvolta e incuriosita, due caratteristiche che, secondo il mio punto di vista, ogni libro deve avere.

Inventa un nuovo titolo

Amici per dodici uova

La frase che ti è piaciuta di più

Quel metronomo era il cuore pulsante di Piter e i tedeschi non riuscirono mai a fermarlo

La musica che metteresti come colonna sonora

Who wants to live forever-queen

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è coerente a ciò che viene raccontato nel romanzo ma allo stesso tempo non “spoilera” niente... invoglia il lettore a scoprire dove stanno andando i due ragazzi raffigurati di schiena.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Avventura di due estranei che grazie a dodici uova diventano inseparabili amici


Romanzo avventuroso e commuovente, la città dei ladri, è un libro che mi ha colpito profondamente. L' autore con naturalezza riesce a descrivere la situazione della guerra, violenta e cruda, che fa da scenografia all'intricata storia di due ragazzi, Lev e Kolja, completamente diversi per fisionomia e carattere ma accomunati dallo stesso scopo: trovare una dozzina di uova in tempo di guerra. Il destino li porta a compiere questo percorso insieme, li porta a conoscersi meglio e infine a stringere un legame così intenso da sembrare "impossibile". Nel testo sono presenti colpi di scena, non troppo frequenti, che movimentano la quotidianità dei due ragazzi. Il testo fa riflettere inoltre sulla precarietà e sull'importanza della vita. Infatti compagni di mille battaglie, amici di una vita scompaiono all'improvviso senza lasciare tracce ad eccezione del vuoto che rimane negli animi dei loro conoscenti. La vicenda è narrata dagli occhi sinceri di Lev, ragazzo di soli diciassette anni, vero protagonista. Ciò permette al lettore di vivere la storia narrata in prima persona, immaginandosi e, chissà, ritrovando se stesso nelle scelte e nei pensieri del ragazzo. Lo stile è semplice ma nel complesso risulta essere perfettamente azzeccato. Riflette gli animi della città e dei suoi cittadini che, poiché devastati dalla guerra, necessitano solamente di ciò che è essenziale senza bisogno di ricercatezza. Consiglio questo libro a coloro che desiderano una storia di guerra e di amicizia profonda.

Inventa un nuovo titolo

Alla ricerca del necessario

La frase che ti è piaciuta di più

"Le parole che hai sulla punta della lingua...Non dirle. Questo, amico mio, è il segreto per vivere una lunga vita".

La musica che metteresti come colonna sonora

L' inno della federazione russa

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Ritengo la copertina semplice ed essenziale. Infatti i due ragazzi sono alla ricerca di una dozzina di uova, simboleggiate da una gallina presente ma allo stesso tempo invisibile, che sembra costantemente allontanarsi da loro. Essa lascia delle impronte dietro di sè che invitano i ragazzi a seguirle; sono i traguardi, spesso miraggi, che li spingono ad andare avanti e a non fermarsi al primo insuccesso. Per quanto riguarda il paesaggio che li circonda lo trovo azzeccato in quanto rispecchia le loro condizioni e i loro stati d'animo in quei lunghi giorni.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una storia avvincente di due ragazzi accomunati dallo stesso strambo scopo: trovare una dozzina di uova in tempo di guerra.


“questo libro mi ha attirato subito, la trama è molto coinvolgente e la storia è impostata molto bene, come i personaggi. Pensando ai temi e argomenti trattati in questo libro come la fame, la guerra, il freddo, la paura poteva uscirne un libro un po’ pesante, ma l’autore è riuscito a capovolgere la situazione inserendo l’umorismo, i sentimenti e la suspense facendolo diventare molto interessante.”

Inventa un nuovo titolo

una dozzina di uova

La frase che ti è piaciuta di più

“La prima cosa che devi sapere di me, Ljova, è che io non so cucinare.”

La musica che metteresti come colonna sonora

Non saprei di preciso che canzone mettere ma di sicuro sceglierei una musica che sia calma e sinfonica per le scene di suspense e di racconto, ma allo stesso tempo una canzone che abbia delle parti più “aggressive” e ritmate per le scene più forti

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è molto affascinante, non pesante e piena di immagini ma sobria.
Al primo impatto non capisci cosa significhi e mostri, soltanto dopo aver letto il libro riesci a darle un vero significato

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Cosa ti trovi a fare per una dozzina di uova


Una storia avvincente e coinvolgente,ambientata a Leningrado, che ci proietta nella realtà della seconda guerra mondiale. Lo scrittore, in particolare, è stato bravo a rendere scorrevole la lettura, alternando momenti crudi a situazioni ironiche.
Questo racconto ci fa comprendere come possa nascere una grande amicizia tra persone completamente diverse, anche in tempi di guerra. Il finale mi è sembrato un po’ troppo frettoloso ma nel complesso è un libro originale e intenso

Inventa un nuovo titolo

Maledette uova

La frase che ti è piaciuta di più

Feci un bel respiro e mi girai a guardare Kolja. Lui mi stava fissando. “ Non ti preoccupare, amico mio. Non ti lascerò morire”. Avevo diciassette anni ed ero ancora incosciente. Così mi fidai di lui

La musica che metteresti come colonna sonora

Probabilmente una canzone del coro dell’Armata Rossa

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina si adatta al racconto e ai temi trattati ma, a mio parere, non cattura l’attenzione

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Storia appassionante di due ragazzi con una missione in comune


"La città dei ladri", un libro che fin dalle prime pagine riesce a immedesimare il lettore nella vicenda incollandolo al libro grazie anche al linguaggio gergale usato dall'autore e ai tanti colpi di scena presenti. E' la storia di un disertore e di un ladruncolo che per riguadagnarsi la libertà si vedono affidare da un generale una missione abbastanza inusuale: trovare e portargli una dozzina di uova. A Leningrado, in pieno inverno e sotto l'assedio dei tedeschi non è certo impresa facile e da qui vedremo cominciare la vicenda dei nostri due protagonisti, kolja e Lev. kolja è un ragazzo bello, robusto e sicuro di sé, mentre Lev (così vede se stesso) è il suo opposto, ed è proprio grazie alle caratteristiche opposte dei due protagonisti che la coppia funziona perfettamente. In più il finale è strepitoso, inaspettato al punto giusto e grazie all'epilogo verrebbe voglia di leggere la seconda parte, se solo ci fosse.

Inventa un nuovo titolo

12 uova in cortile

La frase che ti è piaciuta di più

Il talento è un'amante dittatoriale e bellissima . Quando girate con lei, tutti vi guardano e vi invidiano. Ma bussa alla vostra porta alle ore più impensate, sparisce per lunghi periodi di tempo e non ha alcuna pazienza con gli altri aspetti della vostra vita:moglie,figli,amici. Lei sarà la settimana più elettrizzante della vostra intera esistenza, ma sapete che un giorno vi lascerà per sempre. una sera, quando è ormai sparita da anni, la vedrete tra le braccia di un uomo più giovane , e lei farà finta di non riconoscervi.

La musica che metteresti come colonna sonora

"Faraway"- Salmo

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

copertina semplice che rispecchia il libro, buona la scelta dei colori bianco e nero che rispecchiano anche le due diverse sequenze del libro

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

la storia di due amici e una dozzina di uova


Credo che “la città dei ladri” sia un libro decisamente affascinante con una bella trama decisamente coinvolgente.
Vengono alternate scene divertenti con altre decisamente crude che però aiutano a entrare nell’ambiente della storia e ti fanno capire quanto sia stata cruda e violenta la guerra.
È un libro che merita molto,lo consiglio ad ogni genere di lettore.

Inventa un nuovo titolo

operazione ladri di uova

La frase che ti è piaciuta di più

Il talento è un’amante dittatoriale e bellissima.Quando girate con lei,tutti vi guardano e vi invidiano.

La musica che metteresti come colonna sonora

musica classica

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Azzeccata!Adoro le foto in bianco e nero.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

un romanzo intrigante e avventuroso ambientato nei tempi dell’avanzata nazista in russia.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Complimenti,i libri con ambientazione durante le guerre del ventesimo secolo sono i migliori.


Basato su una storia vera arricchita da elementi tratti dalla fantasia dell'autore, parla delle vicende di due ragazzi di San Pietroburgo, Lev (nonchè nonno dello scrittore) e Kolja. I due tanto diversi quanto complementari si conoscono per caso presso il carcere della loro città l'uno accusato di essere un ladro, l'altro di aver disertato. Nonostante entrambi sono convinti che sarebbero stati giustiziati immediatamente, gli viene data una seconda opportunità da un colonnello russo che gli da il compito di trovare una dozzina di uova per la torta nuziale della propria figlia, tuttavia il compito non è così facile come si può pensare, date le condizioni di estrema povertà in cui riversava Leningrado in quel periodo, sottoposta all'assedio tedesco.
Questo romanzo è molto interessante in quanto riesce a trattare argomenti molto complessi, proprio come le condizioni in cui vivevano i civili durante un assedio , sdrammatizzandoli con elementi quasi comici, in primo luogo la figura di Kolja, un personaggio divertente e bizzarro da trovare in un libro di questi tipo e tramite un linguaggio molto semplice,colloquiale e con uno stile altrettanto semplice.
A mio parere è una storia avvincente,intrigante, capace di far ridere il lettore come di rattristarlo, di far provare le stesse sensazioni del protagonista grazie alle grandi capacità dell'autore, ma anche di far riflettere su cosa succedeva non troppi decenni fa non molto lontano da noi.

Inventa un nuovo titolo

Il segugio nel cortile

La frase che ti è piaciuta di più

"Non ti preoccupare, io non ti farò del male, non lascerò che loro ti facciano del male"

La musica che metteresti come colonna sonora

La casa di un poeta- Ultimo

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che sia assolutamente in linea con la descrizione che viene fatta del paesaggio da parte di Lev durante il loro cammino e con la sua estrema semplicità rappresenta anche la solitudine che sicuramente si provava in quel buio periodo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Due sconosciuti diventati amici grazie a delle uova


La storia è ambientata a Leningrado, 1914, durante Seconda Guerra Mondiale. Il protagonista è Lev, ragazzo diciassette anni, piuttosto impacciato, timido e riservato. La sua figura è affiancata dal suo opposto, Koja, ragazzo, invece, ragazzo bello, carismatico e sfacciato. I caratteri complementari dei due personaggi, che si troveranno a intraprendere un viaggio insieme, rendono il romanzo avvincente e più leggero. Tra i due ragazzi nascerà un’insolita amicizia che gli permetterà di compiere la loro bizzarra missione.
David Benioff è stato abile nel affiancare l’ironia e i discorsi superficiali dei due ragazzi a lo scenario macabro e devastante che tanto caratterizzava la Seconda Guerra Mondiale. Inoltre, dal punto di vista stilistico utilizza un linguaggio piuttosto colloquiale rendendo il racconto piacevole.
Infine, ciò che mi è piaciuto di più del romanzo è stato l’accento ironico e sarcastico dei personaggi e dei loro discorsi, e lo sviluppo della loro amicizia.

Inventa un nuovo titolo

Dodici uova per un’amicizia

La frase che ti è piaciuta di più

Se gli avessi detto che gli volevo bene, lui mi avrebbe fatto l’occhiolino rispondendo: «Ecco perché mi stai toccando il culo».

La musica che metteresti come colonna sonora

Heroes, David Bowie

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina rispecchia completamente l’essenza del libro. Mi è piaciuta molto la sobrietà e la scelta di rappresentare i due amici che camminano su un desolante distesa di neve. Ottimo l’utilizzo dei colori freddi: essenziale ma d’effetto.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Due ragazzi trovano la libertà grazie alla loro amicizia e ad una dozzina di uova

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Complimenti! Mi è piaciuto molto come è riuscito a delineare i caratteri dei personaggi, soprattutto quello di Koja, il mio preferito.


1941, in una Leningrado scossa dalla guerra e sfinita dalla continua presenza dei Tedeschi, nasce per caso un’amicizia, che andrà oltre le privazioni e gli stenti.
Inviati in una missione che mette a rischio la loro vita, i due protagonisti dovranno fare affidamento l’uno sull’altro per sopravvivere. Accompagnandoli in questo viaggio tra le campagne della Grande Russia, alla fine del libro vi chiederete, una vita umana vale una dozzina di uova?

Inventa un nuovo titolo

Il Segugio in cortile

La frase che ti è piaciuta di più

“David, sei tu lo scrittore, inventa.”

La musica che metteresti come colonna sonora

Fear of fear

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Rischieresti la vita per dodici uova?

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Ho fortemente creduto, fino alla fine, che Lev e Kolja siano realmente esistiti...


Questo libro mi è piaciuto perchè mi hanno colpita le immagini che l'autore evidenzia nel libro. Anche se non adoro le storie drammatiche, "La città dei ladri" è un romanzo che consiglio perchè le parole che usa David Benioff sono cariche di emozioni e mi hanno fatta riflettere su ciò che è accaduto a San Pietroburgo in quel periodo; è, inoltre, toccante e coinvolgente.

Inventa un nuovo titolo

Per dodici uova.

La frase che ti è piaciuta di più

"Le parole che hai sulla punta della lingua... Non dirle." Sorrise e mi accarezzò la guancia con un moto di sincero affetto. "Questo, amico mio, è il segreto per vivere una lunga vita."

La musica che metteresti come colonna sonora

"Ovunque tu sia" di ULTIMO

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Mi piace dato che, secondo me, racchiude il significato vero e proprio del libro.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Quando un patto crea un'amicizia.


Un libro che riesce a coinvolgere fin da subito e a far capire le condizioni in cui vivevano persone in Russia durante la Seconda guerra mondiale, ma senza annoiare come succederebbe con un libro di storia. Le battute di Kolja, pieno di carisma e sicuro di sé, faranno sorridere, mentre alcune vicende faranno rattristare a causa della crudeltà umana che emerge in questi tempi critici e così duri. Tutto questo descritto dal punto di vista di Lev, un ragazzo diciassettenne, speranzoso nella vittoria dei russi e fedele alla città natale assediata, un po' meno alla patria.
Tutto sommato consiglierei questo libro a tutti quelli che cercano un racconto toccante ed intrigante e che faccia provare emozioni intense.

Inventa un nuovo titolo

Una missione sotto assedio

La frase che ti è piaciuta di più

"Mi avevano chiuso nella sala d'aspetto della morte."

La musica che metteresti come colonna sonora

Starset - My demons

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina è adeguata al racconto ma sinceramente non mi piace tanto la grafica, secondo me non attira molto gli acquirenti.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una città, due ragazzi, dodici uova.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Questo libro è fantastico e penso che sarà uno tra i miei preferiti ancora per molto...


Un romanzo che cattura per trama, personaggi, scrittura. Una storia divertente e drammatica che racconta la nascita di un intenso legame tra i due protagonisti, Lev Beniov e Kolja Vlasov, incontratisi dietro le sbarre di una temuta prigione di Leningrado, entrambi costretti a espiare i propri crimini per riacquistare la libertà. Il libro tratta di amicizia e amore in tempo di guerra, che l'autore rende quasi protagonista descrivendo attraverso scene crude, ciò nonostante risulta molto piacevole alla lettura e scorrevole perché la tragicità della guerra è sdrammatizzata dal registro colloquiale e le numerose espressioni gergali di cui sono ricchi i dialoghi.

Inventa un nuovo titolo

La torta nuziale

La frase che ti è piaciuta di più

"L'ordine implicito era solo: correre. Divenni un animale, non pensavo più a niente, ero spinto solo dalla paura.

La musica che metteresti come colonna sonora

Kukushka - Polina Gagarina

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Penso che sia una buona scelta e che renda l'idea dell'ambientazione del romanzo.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La fantastica storia di due ragazzi che la guerra ha reso invulnerabili.


Un romanzo che cattura per trama, ambientazione, personaggi. Divertente e drammatica storia sulle crude realtà della guerra e della nascita di un intenso legame tra i due protagonisti, Lev Beniov e Kolja Vlasov, che, incontratisi dietro le sbarre della temuta prigione di Leningrado, si trovano ad affrontare numerose peripezie per espiare i loro crimini e riacquistare la libertà. Ho trovato questo libro piacevole alla lettura, pieno di sentimenti e di umanità, ben resi dall' autore attraverso brillanti dialoghi ricchi di temi quotidiani ed espressioni gergali che sdrammatizzano la tragicità della guerra.

Inventa un nuovo titolo

La torta nuziale

La frase che ti è piaciuta di più

"L'ordine implicito era solo: correre. Divenni un animale, non pensavo più a niente, ero spinto solo dalla paura."

La musica che metteresti come colonna sonora

Kukushka - Polina Gagarina

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Mi piace, penso che renda l'idea della storia.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Splendida e imprevedibile storia di due ragazzi che la guerra ha reso invulnerabili.


Ambientato nel freddo inverno russo del 1941 durante l'assedio nazista a Leningrado, questo romanzo è perfetto per chi cerca una lettura avvincente, interesse e scorrevole. La storia è arricchita con descrizioni leggere, che catturano l'attenzione del lettore. Tra i personaggi spicca la figura di Kolja che riesce sempre a strappare qualche risata.

Inventa un nuovo titolo

12 uova

La frase che ti è piaciuta di più

Ho sempre pensato che quel sorriso sia un regalo per me

La musica che metteresti come colonna sonora

Musica russa

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina attirato la mia attenzione, perché è semplice e perché apprezzo il contrasto tra i colori

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Una guerra, due amici e 12 uova


Questo libro è molto divertente ma anche, sotto un certo punto di vista, serio quando serve.
Consigliato da parte mia in particolare per lettori giovani e di media età.

Inventa un nuovo titolo

Amicizia sulla neve

La frase che ti è piaciuta di più

"La difesa di Leningrado non aveva niente a che fare con me: ero solo un'altra bocca da sfamare. Ma lasciai correre quegli insulti."

La musica che metteresti come colonna sonora

"La vita è bella"

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina, secondo me, è molto semplice ed efficace e riesce a rappresentare pienamente i temi fondamentali del racconto: l'amicizia e la solitudine della città di Leningrado.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Un libro intenso, capace di descrivere con molta leggerezza un episodio serio in un ambiente triste


A Leningrado, nell'inverno del 1941, durante l'assedio dei nazisti in Russia, Lev incontra nel carcere delle Croci il cosacco Kolja. I due devono essere giustiziati, rispettivamente, per furto e diserzione; questi reati in tempo di guerra, infatti, erano punti con la fucilazione. I ragazzi, del tutto inaspettatamente, vengono convocati da un importante colonnello dal quale, dopo essere stati sfamati, ricevono un importantissimo incarico: procurarsi una dozzina di uova per la torta nunziale della figlia del colonnello. Inizia cosi lo spericolato viaggio dei due ragazzi per portare a termine la missione. Nei giorni trascorsi insieme Kolja e Lev stringeranno un profondo legame di amicizia tra loro e con altri personaggi del racconto, conosceranno alcune ragazze di cui si innamoreranno e affronteranno pericolose disavventure. Ma soprattutto kolja insegnerà a lev tre valori fondamentali: la letteratura, l'amore ( e come comportarsi con le ragazze ) e l'amicizia. Il libro ha una trama per nulla scontata e Benioff utilizza un linguaggio moderno e scorrevole, con anche alcuni tratti di suspense. Kolja, il biondo cosacco dagli occhi azzurri, è un personaggio indimenticabile: un poeta romantico e divertente.

Inventa un nuovo titolo

il segugio in cortile

La frase che ti è piaciuta di più

Aprì gli occhi, quegli occhi azzurri da cosacco, e mi fece un sorriso. Sapevamo tutti e due che sarebbe morto.

La musica che metteresti come colonna sonora

classica

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

è ben studiata e ben realizzata

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Benioff è tornato con un romanzo strepitoso


L'avventura di due ragazzi determinati a trovare una dozzina di uova a costo della loro vita.

Inventa un nuovo titolo

L'assedio delle uova

La frase che ti è piaciuta di più

La verità è che a gennaio non ero diventato più coraggioso di quanto non fossi a giugno: al contrario di quanto si crede, l’esperienza del terrore non ti rende più spavaldo

La musica che metteresti come colonna sonora

Let her go - Passengers

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Rappresenta perfettamente la trama del libro: due ragazzi dispersi nell'inverno russo alla ricerca di una dozzina di uova e soprattutto di un'amicizia

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

La storia di come nei tempi peggiori l'amicizia può salvarti la vita


Romanzo dalla trama avvincente e dal ritmo incalzante. Molto riuscite le figure dei protagonisti che si compensano a vicenda, ognuno con i propri punti di forza e debolezze; fantastica soprattutto la figura di Kolja, che risulta essere originale ed eccentrica, senza mai divenire eccessiva. L'autore riesce a fondere molto bene sia la narrazione storica degli eventi con il racconto: infatti i personaggi immaginari sono amalgamati benissimo con gli avvenimenti dell'epoca, riguardanti la dura quotidianità nella San Pietroburgo sotto assedio nella seconda guerra mondiale. Consiglio quindi questo libro a tutti coloro che vogliono una bella storia, ma anche dare uno sguardo alla tragica campagna di Russia.

Inventa un nuovo titolo

Per una dozzina di uova

La frase che ti è piaciuta di più

"Le parole che hai sulla punta della lingua...Non dirle". Sorrise e mi accarezzò la guancia con un moto di sincero affetto. "Questo, amico mio, è il segreto per vivere una lunga vita".

La musica che metteresti come colonna sonora

Kalinka

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

La copertina la trovo essenziale, ma allo stesso tempo molto rappresentativa del libro: due ragazzi che nonostante si trovino in mezzo ad altre persone, sono sempre soli, senza nessuno che abbia mai un vero interesse ad aiutarli. Trovo quindi che l'editore abbia scelto la copertina molto bene, forse personalmente, avrei rappresentato o i ragazzi mentre camminano camminano soli sulla Neva con macerie e morte attorno a loro, oppure avrei disegnato la figlia del colonnello mentre pattina sul fiume ghiacciato.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Due ragazzi e un solo compito per riavere le loro vite: trovare una dozzina di uova

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Complimenti per l'autore, David Benioff, per essere riuscito a comporre un gran romanzo come "La città dei ladri".