2017 - 2018

Xanadu

2017 - 2018

Hvarf/Heim

Sigur Rós

Capitol, 2009


Se non conosci ancora i Sigur Rós: beato, beata. Stai probabilmente per vivere un’esperienza unica.

Se hai la fortuna di averli già conosciuti: magari non hai mai sentito questo disco, che è un mix di brani inediti e vecchi reinterpretati, con un equilibrio perfetto che riesce a restituire al meglio le atmosfere che hanno conquistato appassionati in tutto il mondo.

Se in questo momento hai voglia di ballare e di musica scatenata, lascia perdere, sarà per un’altra volta.

Se invece hai voglia di isolarti con le tue cuffie e farti catapultare in un altro mondo che andrà a toccare le zone più segrete e profonde della tua pancia e delle tue emozioni, sei nel posto giusto.

Immagina una terra di spazi sconfinati, in cui si alternano ghiacci e rocce aspre, erba e muschi, cieli immensi con sfumature mai viste. Quel posto c’è, si chiama Islanda, e i Sigur Rós, che ci sono nati e cresciuti, sono riusciti a mettere in suono e a raccontare dei luoghi fisici, e soprattutto dei luoghi mentali.

A volte strazianti, a volte celestiali, anche in questo disco fanno di noi quello che vogliono.


Qui puoi ascoltare TUTTO L’ALBUM gratuitamente.


qui puoi ascoltare il disco ()


Qui puoi seguirli in uno dei loro concerti in mezzo al nulla: Live from Heima

Hvarf/Heim è un disco, a parer mio, molto profondo e dotato di una grande capacità evocativa, se ci si lascia trasportare dalla musica si può immaginare facilmente un ambiente freddo tipico dell'Islanda: in questo sta il talento di questo collettivo musicale.
Inoltre, è un disco rilassante favorisce i pensieri e permette di distaccarsi dalla frenesia del mondo esterno per prendersi un attimo di pace.

Inventa un nuovo titolo

"Cold Mountains"

La frase che ti è piaciuta di più

//

La musica che metteresti come colonna sonora

//

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

No, trovo che si adegui al tipo di musica

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

"Il disco che vi porterà nelle gelide terre islandesi"


A dirla tutta non ho parole da quanto ho amato questo album, ma se proprio devo farlo illustrerò in breve ciò che penso.
Questo gruppo è semplicemente fantastico, mi pento solamente di non averlo mai sentito prima di oggi. Sono contenta di averlo "conosciuto" perchè fa parte del genere di musica che ascolto più frequentemente. Come ho letto dalla descrizione, le canzoni non sono particolarmente allegre, ma, a parer mio, della musica malinconica quando qualcuno è giù di morale possono rallegrare l'animo di chi ascolta, aiutano a sfogarsi.

Inventa un nuovo titolo

"Poetry Album"

La frase che ti è piaciuta di più

Gli artisti utilizzano una lingua a me sconosciuta, chiamata "hopelandic", e perciò non sono riuscita a comprendere ciò che dicono all'istante. Ci è voluto un poco prima di trovare le traduzioni ma ora che le ho trovate posso dire che il testo di Hafssòl è quello che mi piace di più.

"Sole sul mare

Dietro un vascello di nuvole il sole si desta da un letargo
Si rinfresca con piccole gocce di pioggia,
gioca con le calde fiamme del fuoco,
crea arcobaleni."

La musica che metteresti come colonna sonora

Non ne esisterebbe una migliore di questa.

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

è molto bella, la trovo affascinante,misteriosa, credo sia adattissima a rappresentare questo album.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Lasciarsi trasportare da dolci note, sentirsi protagonisti di emozioni forti, essere circondati da un mondo fantasioso che si potrebbe soltanto immaginare da sè... un travolgente album di un famoso gruppo post-rock.

Se ti va scrivi un messaggio all'autore. Chissà, magari riusciamo a mandarglielo

Mi sento molto legata al loro modo di suonare, sono affascinata dalle note soavi che emanano, semplicemente li stimo. Se il loro obbiettivo è quello di comunicare emozioni e sentimenti forti, penso che ci riescano molto bene.


Questa canzone, il cui nome tradotto letteralmente dall'islandese è "mondo scomparso", mi ha emozionata molto. Chiudendo gli occhi mentre la si ascolta, si viene trasportati in atmosfere paradisiache in mezzo alla natura. Si immaginano paesaggi ricoperti di neve e sentierini scoscesi nascosti per le montagne, e tutto sembra così tangibile. é davvero una bella canzone, molto suggestiva e piacevole. La consiglio a tutti! Grazie a xanadu per avermi fatto conoscere questi artisti.

Inventa un nuovo titolo

suoni dall'Islanda

La frase che ti è piaciuta di più

non ci sono parole all'interno di questa canzone.

La musica che metteresti come colonna sonora

è già una musica questa

Cosa pensi della copertina? Vuoi mandare un messaggio all’editore che l’ha scelta?

Molto carina, dà già un'idea del paesaggio celestiale che creerà tramite le emozioni che farà provare.

Inventa una riga come “fascetta pubblicitaria” del libro

Relax tra i paesaggi mistici dell'Islanda.